Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

| Crea un account

Berardi, Lucia (2017) Metrica e racconto: la versificazione dei romanzi di Chrétien de Troyes. Un'analisi sistematica. [Tesi di dottorato]

Full text disponibile come:

[img]
Anteprima
Documento PDF - Versione sottomessa
5Mb

Abstract (inglese)

The aim of the thesis is to provide a systematic analysis of the metrical features of Chretien de Troyes’ romances (Erec et Enide, Cligès, Chevalier de la Charrete, Chevalier au lion and Conte du Graal). The work is divided into three sections: the first part focuses on the rhymes employed by Chrétien (the most frequent rhymes; their variety and the degree of richness; etymological and phonetic connections between the word-rhymes). The second chapter analyses the rhythmic structure of the octosyllable (the distribution and the frequency of stresses; the placement of internal breaks). The third part aims to investigate the relationship between metrical structure and syntactical construction: the coincidence or the lack of coincidence between sentence and couplet (the so-called ʻbrisure du coupletʼ), the extension of the periods and the employ of enjambments.

Abstract (italiano)

Il presente lavoro si configura come uno studio analitico e sistematico delle varie componenti della versificazione dei cinque romanzi di Chrétien de Troyes (Erec et Enide, Cligès, Chevalier de la Charrete, Chevalier au lion e Conte du Graal), con l’obiettivo di riunire, vagliare e ampliare i precedenti sondaggi, cui fa per lo più difetto un’ottica complessiva. La tesi si struttura in tre sezioni: nel primo capitolo vengono illustrati i tratti principali della tecnica rimica di Chrétien (la varietà, la consistenza e la ricchezza delle terminazioni, i rimanti più frequenti, le rime tecniche, le connessioni foniche ed etimologiche i tra le parole-rima). Nel secondo capitolo viene, invece, analizzata la struttura ritmico-prosodica dell’ottosillabo: la distribuzione e la frequenza degli ictus nelle varie posizioni del verso, la collocazione delle pause interne e le combinazioni accentuali utilizzate dal romanziere. Il terzo capito verte, infine, sul rapporto tra la struttura metrica e la struttura sintattica: la coincidenza o l’assenza di coincidenza tra frase e distico (la cosiddetta ʽbrisure du coupletʼ), l’estensione dei periodi e il ricorso all’enjambement.

Statistiche Download - Aggiungi a RefWorks
Tipo di EPrint:Tesi di dottorato
Relatore:Brugnolo, Furio
Dottorato (corsi e scuole):Ciclo 29 > Corsi 29 > SCIENZE LINGUISTICHE, FILOLOGICHE E LETTERARIE
Data di deposito della tesi:31 Gennaio 2017
Anno di Pubblicazione:31 Gennaio 2017
Parole chiave (italiano / inglese):Filologia romanza / Romance Philology, Versificazione medievale / Medieval versification, Metrics / Metrica, Romanzo medievale / Medieval romance, Antico francese / Old French
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 10 - Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche > L-FIL-LET/09 Filologia e linguistica romanza
Struttura di riferimento:Dipartimenti > Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari
Codice ID:10218
Depositato il:14 Nov 2017 11:47
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Download statistics

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record