Go to the content. | Move to the navigation | Go to the site search | Go to the menu | Contacts | Accessibility

| Create Account

Lucaroni, Giorgio (2018) ARCHITETTURE E LINGUAGGI DI STORIA Fascismo, storicità e cultura architettonica italiana tra le due guerre: 1919-1936. [Ph.D. thesis]

Full text disponibile come:

[img]
Preview
PDF Document
14Mb

Abstract (english)

During its twenty-year existence, Italian Fascism never ceased to relate to the structures of historical time, producing an immense amount of narratives, concepts and representations aimed at tracing the past, present and future boundaries of the Mussolini's "revolution" and, with it, of the nascent Fascist era. Participating in this continuous construction and historical reconstruction was also a large part of Italian architectural culture, attracted by the promises of the regime and gradually set as one of the most important intellectual ramifications of it. Not only through simple constructive practice but also through magazines, projects, debates, institutions and exhibitions, architectural culture was able to acknowledge and disseminate the historical imaginations of the Fascist era, contributing, even in its extreme conflict, to their structuring. The seminal objective of the present work is then to propose an unprecedented reading of this twenty-year historical tension, analyzing these narrations and representations as parts of a wider regime of historicity, both eclectic and paradoxical. In pursuing this goal, the Italian architectural field will then be exploited as a guide, a privileged angle of view through which to circumscribe the research field and reconstruct, as far as possible, the origins and evolutions of this complex and undeniably decisive historical period.

Abstract (italian)

Nel corso della sua ventennale esistenza, il fascismo italiano non smise mai di rapportarsi con le strutture del tempo storico, producendo un’immensa quantità di narrazioni, concetti e rappresentazioni finalizzate a tracciare i confini passati, presenti e futuri della “rivoluzione” mussoliniana e, con essa, della nascente Era fascista. Partecipe di tale continua costruzione e ricostruzione storica fu anche gran parte della cultura architettonica italiana, attratta fin dai primissimi anni Venti dalle promesse del regime e gradualmente impostasi come una delle più importanti ramificazioni intellettuali del ventennio. Non solo per tramite della semplice pratica costruttiva ma anche attraverso riviste, progetti, dibattiti, istituzioni e manifestazioni espositive, essa fu in grado di recepire e diffondere gli immaginari storici dell’Era fascista contribuendo, pur nella sua estrema conflittualità, alla loro strutturazione. Obiettivo seminale del presente lavoro è allora di proporre una inedita lettura di questa ventennale tensione storica, analizzando tali narrazioni e rappresentazioni come parti di un più ampio regime di storicità al contempo eclettico e paradossale, inserito nella storia novecentesca eppure non privo di essenziali specificità. Nel perseguire questo fine, il campo architettonico italiano sarà allora sfruttato come guida, strumento e angolo di visuale privilegiato attraverso cui circoscrivere il terreno di ricerca e ricostruire, per quanto possibile, origini ed evoluzioni di tale complessa e innegabilmente decisiva vicenda storica.

Statistiche Download
EPrint type:Ph.D. thesis
Tutor:Sorba, Carlotta
Ph.D. course:Ciclo 30 > Corsi 30 > STUDI STORICI, GEOGRAFICI E ANTROPOLOGICI
Data di deposito della tesi:13 January 2018
Anno di Pubblicazione:2018
Key Words:Architettura, Fascismo, Storicità, Esposizioni, razionalismo, monumentalismo
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 11 - Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche > M-STO/04 Storia contemporanea
Struttura di riferimento:Dipartimenti > Dipartimento di Scienze Storiche, Geografiche e dell'Antichità
Codice ID:10752
Depositato il:31 Oct 2018 09:12
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Download statistics

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record