Go to the content. | Move to the navigation | Go to the site search | Go to the menu | Contacts | Accessibility

| Create Account

Di Campo, Julia (2018) Introdurre una prospettiva di genere nei percorsi di Dottorato: nuovi approcci pedagogici. [Ph.D. thesis]

Full text disponibile come:

[img]
Preview
PDF Document - Accepted Version
5Mb

Abstract (english)

Integrate gender education in PhD Curriculum studies: new pedagogical approaches

No authentic science is formed by isolated conclusions (..) there is no science if these various discoveries do not connect with each other, giving rise to a relatively coherent system (Dewey 1971). The progress of knowledge is closely linked to multidisciplinarity, the ability to create, as in a neural network of unpublished connections, and allow cognitive insights to be the engines of new visions, strategies, and actions. Research is a circular action that never finds stops, but only new starting points. A process in which the question that prompts the resolution of a given problem or doubt, set off, is transformed along the way and opens as a fractal of innumerable questions. Science is not neutral, it is thought, constructed, produced by men and women minds that in their pursuit in the world look the problems they face with similar eyes but different point of view. The focus of the study assumes that one of the fundamental missions of the University is to incorporate the emerging new culture and society to elaborate reflections in educational and research centers who can project into society and contribute to its change and its governance.
Introducing a gender perspective in university studies and research becomes a benchmark for the degree of change and therefore of modernity of the Italian Academy (F. Antonelli et al., 2013).
The main question that led the experimental study was to include a transversal dimension that would allow the integration of actions, practices, and gender policies in the field of preparation for scientific careers.
To go beyond the marginalization or idealization of the "equal opportunity" issue, it is crucial to assume a reflective-transformational paradigm that makes sense of the idea of using the conceptual tools of theories of education, integrating them with the analysis apparatus of gender studies, can actually lead to re-questioning the field to open up new levels of understanding and to formulate new areas of inquiry and research questions (Cullingford & Bewitt, 2013). Starting from a wide international recognition of the state of the art on the emerging models of "Gender Equality Education", a strategy was developed for the future researcher (PhD) among information on issues of genre in research, analyzed in their multiple dimensions, and proposed through the realization of a path by supplementing the use of MOOC (Grünewald, Meinel, Totschnig & Willems, 2013).
The overall aim of the mapping was to understand the relevance of the topic, but also what actions were already carried out in the academic sphere to promote the spread of a “gender sensitive” approach. The results obtained helped to create a mapping of the European and national contexts and make it possible to state that there are different strategies. In particular, at European level, an action of “interdisciplinary mainstreaming” seems to be more widespread. In this regard, reference is made to “explicit” methods through doctoral courses, three-year and master's degree programs and training in the broader sense of “permanent” with a central theme to deepen “Gender Equality” themes but seems to be also consolidated a second approach, which can be termed "integrated", is in which gender studies, theories, methods and research are transversely integrated within the disciplines. This state-of-the-art artwork has been used to define the continuation phases of structured mixed-text research according to an exploratory sequential drawing in which quantitative and qualitative detection tools have been used (Creswell & Plano Clark, 2011).
The first phase was an exploratory investigation addressed to coordinators of 875 doctoral courses present on national territory (MIUR data, 2015) to which was followed the second, with the design of a training path proposed to a group of PhD students of different scientific macro-areas. The instrument used for the first phase was a medium-high quantitative (26 item) quantitative polarity questionnaire, realized with 4 dimensions in Computer Assisted Web Interview (CAWI) method: 1) 8 items master; 2) studies and research on gender equality issues, 6 items; 3) content and demonstration of educational interest, 10 items; 4) methodologies and tools, 2 items. The specific objectives of this survey have been different: to understand the interest to include in the training courses offered by the different PhD courses in depth topics in a “Gender Equality” perspective, check out the thematic areas considered important to increase soft skills, investigate preferences for teaching methods to allow to design the subsequent formation in an effective way and adherent to requests. The other qualitative tool used in the second phase is the self-report (Denzin & Lincoln, 2005) that was launched to assess the impact and the likelihood of an ad hoc designed training proposal involving a group of 33 PhDs. The course offered 4 MOOCs created on different themes chosen based on the analysis of the questionnaires and proposed in the Moodle environment specifically for research purposes.
The study has set out unpublished goals in the national landscape by proposing a survey on methodologies and pedagogical tools potentially useful to realize the introduction of a gender perspective in scientific research in the context of PhD programs. In fact, in 2014 the European Community, with the Resolution “Modernization of higher education in Europe, Access, Retention and Employability”, stressed the need to initiate a process of gender mainstreaming in schools and study paths, encouraging also to include this perspective in the training academic programs.
The document reiterated the need to set up training courses for all people involved in education and research to have “pedagogical tools” needed to deconstruct stereotypes based on gender. There are also many indications from the EU on the pursuit of gender oriented research and studies to reach, through a real evolutionary path, the recent proposal to make it possible that all lines of research in any disciplinary field are always “gender sensitive”.
The problem posed by the study is revealed in its complexity, tracing a series of open questions to which it has been sought to respond by researching the most appropriate pedagogical tools and methodologies to transversally spread across the various fields of scientific production the change from a perspective of mainstreaming .

Abstract (italian)

Introdurre una prospettiva di genere nei corsi di Dottorato: nuovi approcci pedagogici

Nessuna autentica scienza è formata da conclusioni isolate (..) non si ha scienza fino a quando queste varie scoperte non si collegano tra loro dando luogo ad un sistema relativamente coerente (Dewey 1971). Il progresso della conoscenza è strettamente legato alla multidisciplinarietà, alla capacità di creare, come in una rete neuronale delle connessioni inedite e permettere degli insight cognitivi che possano essere motori di nuove visioni, strategie, azioni. La ricerca, è un’azione circolare che non trova mai punti di arresto, ma solo nuovi punti di partenza in questa visione. Un processo nel quale la domanda che spinge alla risoluzione di una dato problema o dubbio, fatta in partenza, si trasforma lungo la strada e apre come un frattale innumerevoli quesiti. La scienza non è neutra, è pensata, costruita, prodotta da menti maschili e femminili che nel loro procedere nel mondo guardano con occhi simili ma diversi i problemi di fronte ai quali si trovano.
Il focus dello studio parte dall’assunto che una delle missioni fondamentali dell’Università sia quella di recepire le novità emergenti dalla cultura e dalla società per elaborare riflessioni nelle sedi didattiche e di ricerca che possano proiettarsi nella società e contribuire al suo mutamento e alla sua governance.
Introdurre una prospettiva di genere negli studi e nella ricerca universitaria diventa un banco di prova del grado di cambiamento e dunque di modernità dell’Accademia italiana (Antonelli et al. 2013).
La principale domanda che ha mosso lo studio sperimentale è stata come inserire una dimensione formativa trasversale che permettesse di integrare azioni, prassi, politiche di genere nell’ambito della preparazione alle carriere scientifiche.
Per andare oltre la marginalizzazione o idealizzazione della questione “pari opportunità” appare fondamentale assumere un paradigma riflessivo-trasformativo secondo il quale prende senso l’ipotesi che utilizzare gli strumenti concettuali delle teorie dell’educazione, integrandole con gli apparati di analisi degli studi di genere, possa effettivamente condurre a re-interrogare il campo per aprire a nuovi livelli di comprensione e a formulare nuovi ambiti d’indagine e domande di ricerca (Cullingford & Bewitt, 2013). Partendo da un’ampia ricognizione internazionale sullo stato dell’arte in merito ai modelli emergenti di “Gender Equality Education”, è stata progettata una strategia di sensibilizzazione, informazione e formazione dei/delle futuri/e ricercatori e ricercatrici (PhD) rispetto alle questioni di genere nella ricerca, analizzate nelle loro molteplici dimensioni, e proposte attraverso la realizzazione di un percorso integrando l’uso di MOOC (Grünewald, Meinel, Totschnig & Willems, 2013).
L’obiettivo generale della mappatura era comprendere la rilevanza del tema, ma anche quali fossero le azioni già realizzate negli ambiti accademici volte a promuovere la diffusione di un approccio “gender sensitive”. I risultati ottenuti hanno favorito la creazione di una mappatura del contesto europeo e nazionale e permettono di affermare che esistono differenti strategie. In particolare, a livello europeo, sembra essere più diffusa un’azione di “mainstreaming interdisciplinare”. Infatti, a tal riguardo si fa riferimento a modalità “esplicite” mediante percorsi dottorali, corsi di laurea triennale e magistrale e formazione intesa nella più ampia accezione di “permanente” con tema centrale l’approfondimento di tematiche “Gender Equality”, ma sembra essere anche consolidato un secondo approccio, che può essere definito “integrato”, nel quale gli studi di genere, teorie, metodi e ricerche sono inseriti in modo trasversale all’interno delle discipline.
Questa fotografia dello stato dell’arte è servita per definire le fasi di prosecuzione della ricerca mixed method strutturata secondo un disegno sequenziale esplorativo in cui sono stati utilizzati strumenti di rilevazione quantitativa e qualitativa (Creswell & Plano Clark, 2011).
La prima fase, è stata un’indagine esplorativa rivolta ai coordinatori degli 875 Corsi di dottorato presenti sul territorio nazionale (dati MIUR, 2015) a cui è seguita la seconda, con la progettazione di un percorso di formazione proposto a un gruppo di PhD students di differenti macro aree scientifiche. Lo strumento utilizzato per la prima fase è stato un questionario a polarità quantitativa con strutturazione medio-alta (26 items), realizzato con metodo CAWI (Computer Assisted Web Interview) a 4 dimensioni: 1) anagrafica (8 items); 2) studi e ricerche su temi Gender Equality (6 items); 3) contenuti e manifestazione d’interesse (10 items); 4) metodologie e strumenti (2 items). Diversi sono stati gli obiettivi specifici di questa indagine: comprendere l’interesse ad inserire nell’offerta formativa dei diversi Corsi di dottorato temi di approfondimento in una prospettiva “Gender Equality”, verificare le aree tematiche ritenute importanti per incrementare soft skills, indagare le preferenze per le metodologie didattiche per permettere di progettare la successiva formazione in modo efficace e aderente alle richieste. L’altro strumento qualitativo, utilizzato nella seconda fase, è il self-report (Denzin & Lincoln, 2005) messo in campo per rilevare l’impatto e il gradimento di una proposta formativa progettata ad hoc che ha coinvolto un gruppo di 26 PhDs. Il percorso ha offerto 4 MOOC tematici progettati in base all’analisi di quanto emerso dai questionari, e proposti in ambiente Moodle appositamente ai fini della ricerca.
Lo studio si è posto obiettivi inediti nel panorama nazionale proponendo l’indagine di metodologie e strumenti pedagogici potenzialmente utili per realizzare l’introduzione di una prospettiva di genere nella ricerca scientifica nel contesto dei corsi di Dottorato. Infatti, già nel 2014 la Comunità europea, con la Risoluzione “Modernisation of higher education in Europe, Access, Retention and Employability”, ha sottolineato la necessità di avviare un processo di integrazione della dimensione di genere nelle scuole e nei percorsi di studio, incoraggiando anche a includere nei programmi accademici formazione e sensibilizzazione finalizzati a promuovere l’uguaglianza di genere. Nel documento è ribadita la necessità di istituire corsi di formazione rivolti a tutte le persone coinvolte nel campo dell’istruzione e della ricerca affinché dispongano di “strumenti pedagogici” necessari per decostruire gli stereotipi basati sul genere. Diverse poi, le indicazioni da parte dell’UE in merito alla realizzazione di ricerche e studi “gender oriented” sino ad arrivare, attraverso un vero e proprio percorso evolutivo, alla recente proposta di rendere possibile che tutte le linee di ricerca in qualsiasi ambito disciplinare siano sempre di natura “gender sensitive”. Il problema posto dallo studio si disvela nella sua complessità, tracciando una serie di interrogativi aperti ai quali si è cercato di rispondere ricercando strumenti e metodologie pedagogiche più opportune per diffondere in modo trasversale nei diversi ambiti della produzione scientifica il cambiamento in un’ottica di mainstreaming.

Statistiche Download
EPrint type:Ph.D. thesis
Tutor:De Rossi, Marina
Ph.D. course:Ciclo 29 > Corsi 29 > SCIENZE PEDAGOGICHE, DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Data di deposito della tesi:31 January 2018
Anno di Pubblicazione:31 January 2018
Key Words:genere, gender in sciences, formazione gender sensitive, mooc, tecnologie, gender equality in research
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 11 - Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche > M-PED/03 Didattica e pedagogia speciale
Struttura di riferimento:Dipartimenti > Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata
Codice ID:11103
Depositato il:25 Oct 2018 15:40
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Bibliografia

I riferimenti della bibliografia possono essere cercati con Cerca la citazione di AIRE, copiando il titolo dell'articolo (o del libro) e la rivista (se presente) nei campi appositi di "Cerca la Citazione di AIRE".
Le url contenute in alcuni riferimenti sono raggiungibili cliccando sul link alla fine della citazione (Vai!) e tramite Google (Ricerca con Google). Il risultato dipende dalla formattazione della citazione.

AlmaLaurea, (2012). Genere e scelte formative. Working papers n.54 Cerca con Google

AlmaLaurea, (2013). Condizione occupazionale dei laureati XVI indagine 2013 Cerca con Google

AlmaLaurea, (2016). Condizione occupazionale dei laureati XVI indagine 2016 Cerca con Google

AIS Studi di Genere, (2014). Sotto la lente del genere. La Sociologia Italiana si racconta. Milano: FrancoAngeli Cerca con Google

Agnoli, M.S. (2000). Verso una procedura di costruzione del dato gender sensitive. Il caso dei sondaggi, in ”Sociologia e ricerca sociale”, 62, pp.67-80 Cerca con Google

Antonelli, F., Sarra, G., Sorrentino, R. (2013). Il sesso mancante nell’università italiana, InGenere, (18 Luglio). Cerca con Google

Avveduto, S., Paciello M.L., Arrigoni, T., Mangia, T., Martinelli, L. (2015). Scienza, genere e società. Prospettive di genere in una società che si evolve. Roma: CNR-IRPPS e-Publishing: http://www.irpps.cnr.it/e-pub/ojs/ Vai! Cerca con Google

Baccolini, R, (2005a) Le prospettive di genere: discipline, soglie, confini, Bologna: Bononia University Press Cerca con Google

Badaloni, S., Contarello, A. (2012). Genere e cambiamenti. Dalla sottorappresentazione delle donne a nuovi scenari emergenti. Padova: University Press Cerca con Google

Barausse, L., Cavallin, F. (2006). Differenze di genere. Politiche e metodologie formative per la formazione continua. Vicenza: Edizioni Cesar Cerca con Google

Barone, C. (2010). La segregazione di genere all’università: il caso italiano in una prospettiva diacronica. Bologna: Il Mulino, Stato e Mercato, Fascicolo 2 Cerca con Google

Barone, C. (2011). Some Thing Never Change Gender Segregation in Higher Education across Eight Nations and Three Decades. Sociology of Education, vol. 84, n.2, pp 157-176 Cerca con Google

Beseghi, E., Telmon, V. (1992). Educazione al femminile: dalla parità alla differenza. Firenze: La Nuova Italia Cerca con Google

Besozzi, E. (2003). Il genere come risorsa comunicativa. Maschile e femminile nei processi di crescita. Milano: FrancoAngeli Cerca con Google

Biancheri, R., Tomio, P. (2015). Lavoro e carriere nell’università: Gli organismi di parità e la promozione dell’equità di genere. Pisa: ETS. Cerca con Google

Biemmi, I. (2012). Educare alla parità. Proposte didattiche per orientare in ottica di genere. Roma: Edizioni Conoscenza Cerca con Google

Borruso, F., Cantatore, L., Covato, C. (2014). L’educazione sentimentale. Vita e norme nelle pedagogie narrate. Milano: Angelo Guerini e Associati Cerca con Google

Braidotti, R., De Vos, M. (2005). The Women's Studies Ph.D. in Europe: An Archive. States of Insecurity and the Gendered Politics of Fear, NWSA Journal, Vol. 17, No. 3, pp. 157-172, The Johns Hopkins University Press, http://www.jstor.org/stable/4317162, ultima consultazione 02/08/2016 Vai! Cerca con Google

Braidotti, Rosi. ‘ATHENA and Gender Studies. In: Gender Studies in Europe, ed. Luisa Passerini, Dawn Cerca con Google

Brown, E.M. (2010). Gender Toolkit for educators. Techniques to assist educators in mainstreaming gender. UNESCO, May 2010 Cerca con Google

Cacciamani, S. (2008). Imparare cooperando. Dal Cooperative Learning alle comunità di ricerca. Roma: Carocci Cerca con Google

Cesareni, D., Manca, S. (2010). Formazione, innovazione e tecnologie. Napoli: ScriptaWeb Cerca con Google

Cherubini, A. M., Colella, P., Mangia, C. (2011). Empowerment e orientamento di genere nella scienza. Dalla teoria alle buone pratiche. Milano: FrancoAngeli Cerca con Google

Cian, G., Orlando, D. (2003). Genere e educazione. Studium educations. Padova: CEDAM Cerca con Google

Cisotto, L. (2013). Diversità nell’apprendimento e progettualità educativa. Padova: Cleup Cerca con Google

CNEL, (2004). Disegno di legge di iniziativa del Consiglio nazionale dell’economia e del lavoro su “Disposizioni in materia di statistiche di genere”, http://www.cnel.it Vai! Cerca con Google

Coggi, C., Ricchiardi, P. (2012). Progettare la ricerca empirica in educazione. Roma: Carocci Cerca con Google

Cohen, L., Manion, L., Morrison, K. (2007). Research methods in education, sixth edition. London: Routledge Cerca con Google

Connel, R. (2011). Questioni di genere. Bologna: Il Mulino Cerca con Google

Commissione europea, (2014). Colmare il divario retributivo di genere nell’Unione europea, DG Justice http://ec.europa.eu/justice/gender-equality/files/gender_pay_gap/140319_gpg_it.pdf Vai! Cerca con Google

COM/96/0067 FINAL “Incorporating equal opportunities for women and men into all Community policies and activities”, Communication from the Commission of 21 February 1996 Cerca con Google

Corbetta, P., Gasperoni ,G., Pisati, M.,(1992). Statistica per la ricerca sociale, Il Mulino, Bologna Cerca con Google

Crespi, I. (2008). Processi di socializzazione e identità di genere. Teorie e modelli a confronto. Milano: FrancoAngeli Cerca con Google

Creswell, J. W. (2013). Research design: Qualitative, quantitative, and mixed methods approaches. London: Sage Publications. Cerca con Google

Creswell, J. W. & Clark, V. L. P. (2011). Designing and Conducting Mixed Methods Re-search. Thousand Oaks: Sage Publications. Cerca con Google

Creswell, J. W. & Tashakkori A. (2007). Differing Perspectives on Mixed Methods Research. In Research Journal of Mixed Methods, 1, 303. Cerca con Google

Creswell, J.W. & Clark, V.L.P. (2007). Designing and conducting mixed methods research. London: Sage Publications. Cerca con Google

Cullingford, J. & Bewitt, C. (2013). The Sustainability Curriculum: The Challenge for Higher Education. London: Earthscan. Cerca con Google

Damiano, E. (1999). L'azione didattica. Per una teoria dell'insegnamento. Roma: Armando Editore Cerca con Google

Damiano, E. (2013). La mediazione didattica. Milano: FrancoAngeli Cerca con Google

Daniel, J. (2012). Making sense of MOOCs: Musings in a maze of myth, paradox and possibility. Journal of Interactive Media in Education, 16 (3). Retrieved 20 November 2012 from http://www.academicpartnerships.com/docs/defaultdocumentlibrary/moocs.pdf?sfvrsn=0 Vai! Cerca con Google

Decataldo, A., Ruspini, E. (2014). La ricerca di genere. Roma: Carocci Cerca con Google

Del Re, A., Perini, L. (2014). Gender politics in Italia e in Europa. Padova: Univerity Press. Cerca con Google

Del re, A,. Perini, L. (2008). Manuale di pari opportunità. Per un orientamento sulle politiche di genere. Padova: Cleup Cerca con Google

Del vecchio, F. (2015). Scienze statistiche, Padova: Cleup Cerca con Google

Demetrio, D., Alberici, A. (2002). Istituzioni di Educazione degli adulti. Volume 1. Il metodo autobiografico. Milano: Guerini Scientifica Cerca con Google

Demetrio, D., Alberici, A. (2004). Istituzioni di Educazione degli adulti. Volume 2. Saperi, competenze e apprendimento permanente. Milano: Guerini Scientifica Cerca con Google

Denzin N. K., Lincoln Y. S. (2005b). Handbook of qualitative research. Thousand Oaks: Sage. Cerca con Google

De Rossi, M., Petrucco, C. (2013). Le narrazioni digitali per l’educazione e la formazione. Roma: Carocci Cerca con Google

Dewey, J.(1971). Le fonti della Scienza dell’educazione, Firenze: la nuova Italia Cerca con Google

Di Giacinto, M., (2012). Il paradigma della complessità. Pratiche formative e strumenti di analisi, in Cerca con Google

Educazione. Misurarsi con le diversità nei sistemi di apprendimento. Perugia: Morlacchi, Cerca con Google

Di Cori, P., Barazzetti D. (2001). Gli studi delle donne in Italia. Una guida critica. Roma: Carocci. Cerca con Google

Donini, E. (1999). La nube e il limite: donne, scienza, percorsi nel tempo Torino : Rosenberg & Sellier Cerca con Google

Durst, M., Roverselli, C. (2015). Gender/genere: Contro vecchie e nuove esclusioni, Pisa: ETS. Cerca con Google

Istat, (2013). Stereotipi, rinunce e discriminazioni di genere. http://www.istat.it/it/archivio Vai! Cerca con Google

EIGE, European Institute for Gender Equality. (2015). Gender Equality Index-2015- Measuring gender equality in the European Union 2015-2012 http://eige.europa.eu/rdc/eige-publications/gender-equality-index-2015-measuring-gender-equality-european-union-2005-2012-report Vai! Cerca con Google

EIGE, European Institute for Gender Equality (2017). Gender in education and training, http://eige.europa.eu/rdc/eige-publications/gender-education-and-training Vai! Cerca con Google

EIGE, European Institute for Gender Equality Report (2017). Gender Equality Index 2017 Measuring gender equality in the European Union 2005-2015, http://eige.europa.eu/rdc/eige-publications/gender-equality-index-2017-measuring-gender-equality-european-union-2005-2015-report Vai! Cerca con Google

Eurofound (2015). Promoting uptake of parental and paternity leave among fathers in the European Union, Cerca con Google

Publications Office of the European Union, Luxembourg Cerca con Google

http://cite.gov.pt/pt/destaques/complementosDestqs/Promoting_parental_leave.pdf Vai! Cerca con Google

European Commission (2003). EWSI Final report The Impact of Women’s Studies Training on Women’s Employment in Europe. Directorate-General for Research Directorate L — Science, economy and society Cerca con Google

European Commission (2009). Toolkit Gender in Eu-funded research, Directorate-General for Research EUR23857EN Cerca con Google

European Commission (2009). Gender and education (and employment), gendered imperatives and their implications for women and men, NESSE- networks of experts http://www.nesse.fr/nesse/activities/reports/gender-report-pdf Vai! Cerca con Google

European Commission, SEC (2010) 1080 final. Strategy of Equality between woman and men 2010-2015 http://ec.europa.eu/justice/gender-equality/files/documents/strategy_equality_women_men_en.pdf Vai! Cerca con Google

European Commission (2010). Special Eurobarometer European Commission – Gender Equality in the EU in 2009 report Fieldwork: September 2009 – October 2009 Cerca con Google

http://ec.europa.eu/commfrontoffice/publicopinion/archives/ebs/ebs_326_en.pdf Vai! Cerca con Google

European Commission (2011). Toolkit Gender in EU-funded research. Directorate-General for Research and Innovation, Directorate B – European Research Area, Unit B.6 – Ethics and Gender Cerca con Google

European Commission (2011). Report of Mapping Exercise on Doctoral Training in Europe. “Towards a common approach”, (COM(2011)48) Cerca con Google

European Commission (2012). Meta-analysis of gender and science research Cerca con Google

https://ec.europa.eu/research/swafs/pdf/pub_gender_equality/meta-analysis-of-gender-and-science-research-synthesis-report.pdf. Vai! Cerca con Google

European Commission (2014). Gender Equality Policies in Public research, Based on a survey among Members of the Helsinki Group on Gender in Research and Innovation, 2013, Directorate-General for Research and Innovation, Directorate B – Innovation Union and European Research Area, Unit B.7 – Science with and for Society Cerca con Google

European Commission, (2014). The contribution of the European Commission to responsible research and innovation. A review of the science and society (FP6) and science and society (Fp7) programmes. SIS_RRI, APRE Cerca con Google

European Commission, (2014). Vademecum on Gender Equality in Horizon 2020. RTD-B7 “Science with and for Society” Cerca con Google

European Commission, (2015). Science education for responsible Citizenship. Report to the of the expert group on science education, EUR 26893 EN Cerca con Google

European Commission (2015). She Figures 2015. Gender in Research and innovation, statistics and indicators Cerca con Google

European Commission (2016). Strategy of Equality between woman and men 2010-2015, SEC(2010) 1080 final Cerca con Google

http://ec.europa.eu/justice/genderequality/files/documents/strategy_equality_women_men_en.pdf Vai! Cerca con Google

Eurydice Report (2010). Differenze di genere nei risultati educativi: studio sulle misure adottate e sulla situazione attuale in Europa. http://www.eurydice.org Vai! Cerca con Google

Eurydice Report (2014). Modernisation of higher education in Europe, Access, Retention and Employability, , http://eacea.ec.europa.eu/education/eurydice/documents/thematic_reports/165EN.pdf Vai! Cerca con Google

Fabbri, L. (2007). Comunità di pratiche e apprendimento riflessivo. Per una formazione situata. Roma: Carocci Cerca con Google

Fabbris, L., (1989). L'indagine campionaria, Metodi, disegni e tecniche di campionamento. Roma: La Nuova Italia Scientifica Cerca con Google

Falcinelli, F. (2005). E-learning. Aspetti pedagogici e didattici. Perugia: Morlacchi Editore Cerca con Google

Fini, A. (2008). The Technological Dimension of a Massive Open Online Course: the Case of the CCK08 Course Tools. International Review of Research in Open and Distributed Learning (IRRODL) Cerca con Google

Friedman, T. (2012). Come the revolution. The New York Times. Retrieved 27 January 2013 from http://www.nytimes.com/2012/05/16/opinion/friedman-come-therevolution.html Vai! Cerca con Google

Galliani, L., De Rossi, M. (2014). Videoricerca e documentazione narrativa nella ricerca pedagogica. Modelli e criteri. Lecce: Pensa MultiMedia Cerca con Google

Gamberi, C., Maio, M.A., Selmi G. (2010). Educare al genere. Riflessioni e strumenti per articolare la complessità. Roma: Carocci Cerca con Google

Garcia Project, (2015). Toolkit for Integrating Gender-Sensitive Approach into Research and Teaching. Working Papers 6 Cerca con Google

Gelli, B., D’Amico, R., Terri, B. (2012). L’università delle donne: saperi a confronto. Milano: FrancoAngeli Cerca con Google

Giunta La Spada, A. (1989). Sistemi scolastici e politiche educative. Roma: La Nuova Italia Scientifica Cerca con Google

Gordon, Lynn, D. (1990). Gender and Higher Education in the Progressive Era. London: Yale University Press Cerca con Google

Govoni, P. (2009). Donne in un mondo senza donne. Le studentesse delle facoltà scientifiche in Italia (1877.2005). Bologna: Il Mulino- Rivistewb Cerca con Google

Graziani, M. E. (2000). Analisi della disponibilità delle statistiche di genere. Presidenza del consiglio dei Ministri. Rapporto di ricerca. Roma: 99.02 Cerca con Google

Grünewald, F., Meinel, C., Totschnig, M., Willems, C. (2013). Designing MOOCs for the Support of Multiple Learning Styles. In Scaling up Learning for Sustained Impact. Springer, n. 7, 371– 382. Cerca con Google

Hausmann, R., Tyson, L. & Zahidi, S. (2012). The global gender gap report. World Economic Forum, https://agenda.weforum.org/topic/global-issues/gender-parity/ ultima consultazione 20/11/2015 Vai! Cerca con Google

Ils Stevens & Ilse Van Lamoen Manual on Gender Mainstreaming at Universities. Equal Opportunities at Universities. Towards a Gender Mainstreaming Approach, European Commission fund, 2001, Leuven–Apeldoorn Garant https://www.kuleuven.be/diversiteit/publicaties/manual.pdf Vai! Cerca con Google

ISTAT (2013). Annuario Statistico Italiano, Capitolo 7, Istruzione Cerca con Google

ISTAT (2010). L’Italia in 150 anni. Serie storiche Cerca con Google

ISTAT (2015). Come cambia la vita delle donne Cerca con Google

Kop, R. and Hill, A. (2008) Connectivism: Learning Theory of the Future or Vestige of the Past? in The International Review of Research in Open and Distance Learning. Vol 9, No 3 Cerca con Google

Leonelli, S. (2011). La pedagogia di genere in Italia: dall’uguaglianza alla complessificazione. Ricerche di Pedagogia e Didattica- Pedagogia di genere, 6, 1, pp. 1-15. rpd.unibo.it/article/download/2237/1615, Cerca con Google

Ligorio, M. B., Cacciamani, S., Cesareni, D. (2006). Blended Learning. Dalla scuola dell’obbligo alla formazione adulta. Roma: Carocci Cerca con Google

Limone, P. (2012). Ambienti di apprendimento e progettazione didattica. Proposte per un sitema educativo transmediale. Roma: Carocci Cerca con Google

Lo Presti, F. (2010). Educare alle scelte. L’orientamento formativo per la costruzione di identità critiche. Roma: Carocci Cerca con Google

Loiodice I. (2014). Formazione di genere. Racconti, immagini, relazioni di persone e famiglie. Milano: FrancoAngeli Cerca con Google

Lopez, A. G. (2015). Scienza, Genere, Educazione. Milano: FrancoAngeli Cerca con Google

Ranieri, M. (2015). Le linee di ricerca emergenti nell’educational technology, Form@re, Numero 3, volume 15 pp 67-83, Firenze University press Cerca con Google

Maragliano R., (2005). Tecnologie e saperi. Come tecnologia e sapere si influenzano e si trasformano reciprocamente. TD - Tecnologie Didattiche 34, vol. 13, n°1, pp. 23-27. Cerca con Google

Margiotta, U. (2015). Teoria della formazione. Roma: Carocci Cerca con Google

Mari, G. (2013). Educazione come libertà. Milano: La Scuola Cerca con Google

Messina, L., De Rossi, M. (2015). Tecnologie, formazione e didattica. Roma: Carocci Cerca con Google

Meulders, D., plasman, R., Rigo, A., O’Dorchai, S. (2010). Horizontal and vertical segregation. Meta-analysis og gender and science research. Topic report Cerca con Google

https://genderedinnovations.stanford.edu/images/TR1_Segregation.pdf Vai! Cerca con Google

Milella, M. (2000). Percorsi tra narrazione e tras-formazione. Padova: Cleup Cerca con Google

Mihajlović Trbovc, J., Hofman, A. (2016). Toolkit for Integrating Gender-Sensitive Approach into Research and Teaching, Garcia Working paper n.6 Cerca con Google

MIUR, Ufficio statistico e studi. (2016). Focus “Gli immatricolati nell’a.a. 2015/2016 il passaggio dalla scuola all’università dei diplomati nel 2015” Cerca con Google

MIUR, (2013). HIT 2020 ricerca &innovazione. Horizon 2020 Italia, Cerca con Google

https://www.researchitaly.it/uploads/50/HIT2020.pdf Vai! Cerca con Google

Montalbetti, M., Rapetti, E.(2015). Le dimensioni "deeply" e "broadly" nella ricerca educativa. Lezioni apprese da una ricerca su valutazione e governance nelle scuole, in Ricerche di Pedagogia e Didattica – Journal of Theories and Research in Education 10, 3 Cerca con Google

Morgan, L.D. (1998). The Focus Group as qualitative Research, Sage. London: Thousand Oaks (CA)- Cerca con Google

Mortari, L. (2007). Cultura della ricerca. Prospettive epistemologiche e Pedagogia. Roma: Carocci Cerca con Google

Noè, C. (2012). Genere e scelte formative. Almalaurea Working Papers n.54 Cerca con Google

Olson, L. (1979). Maximum likelihood estimation of the polychoric correlation coefficient, in Psychometrika, Volume 44, Issue 4, pp 443–460 Cerca con Google

Ortalda, F. (2013). Metodi misti di ricerca. Applicazioni alle scienze umane e sociali. Roma: Carocci. Cerca con Google

Palomba, R. (2000). Figlie di Minerva: primo rapporto sulle carriere femminili negli enti pubblici di ricerca italiani Milano: FrancoAngeli Cerca con Google

Pellerey, M. (2011). La scelta del metodo di ricerca. Riflessioni orientative. Giornale Italiano della Ricerca Educativa, IV, 7, 107-111. Cerca con Google

Pellegrini, G., Saracino, B. (2010). Donne e Scienza. L’Italia e il contesto internazionale. Vicenza: Observa Science and Society Cerca con Google

Picci, P. (2012). Orientamenti emergenti nella ricerca educativa: i metodi misti. Studi sulla Formazione, 15, 2, 191-201. Cerca con Google

Pozzi, F., & Conole, G. (2014). Quale futuro per i MOOC in Italia? TD-Tecnologie Didattiche, 22(3), 173–182. Cerca con Google

Ranieri, M.(2015). Linee di ricerca emergenti nell’educational technology, Form@re - Open Journal per la formazione in rete, Numero 3, Volume 15 pp. 67-83. Firenze: University Press Cerca con Google

Rapporto Anvur 2015 sullo stato del sistema universitario e della ricerca. Cap 1.2 Le risorse, l’offerta e la governance, Tab. 1.2.2.4.A8 – Numero di corsi di dottorato e posti banditi per ateneo 2013/2014 http://www.anvur.org/index.php?option=com_content&view=article&id=644&Itemid=569&lang=it, ultima consultazione 20/11/2015 Vai! Cerca con Google

Rees, T. (1998). Mainstreaming Equality in the European Union. London: Routledge Cerca con Google

Report FESTA, Female Empowerment in Science and Technology in Academia (2016). Gender Sensitive PhD Supervisor: Supervisors’s Cerca con Google

Toolkit http://www.festa-europa.eu/sites/festa-europa.eu/files/Complete_Toolkit.pdf Vai! Cerca con Google

Ribero, A. (2007). Glossario. Lessico della differenza. Centro studi e documentazione pensiero femminile, Regione Piemonte. http://www.regione.piemonte.it/pariopportunita/cms/index.php/dossier-report-e-approfondimenti/glossario-della-parita Vai! Cerca con Google

Richards, L., Morse, J.M. (2009). Fare ricerca qualitativa. Prima guida. Milano: FrancoAngeli Cerca con Google

Risman, B. J. (2004). Gender as a Social Structure. Gender & Society, IV, 18 pp. 429-50 Cerca con Google

Rivoltella, P.C. (2012). Neurodidattica. Milano: Raffaello Cortina Cerca con Google

Rivoltella, P.C.(2014). La previsione. Brescia: La Scuola Cerca con Google

Rodriguez, C. (2012). MOOCs and the AI-Stanford like courses: Two successful and distinct course formats for massive open online courses. European Journal of Open, Distance and E-Learning, 15(2). Retrieved 18 September 2012 from http://www.eurodl.org/materials/contrib/2012/Rodriguez.pdf Vai! Cerca con Google

Rossi, P.G. (2016). Gli artefatti digitali e i processi di mediazione didattica, 2/2016, SIPED, https://www.siped.it/22016-gli-artefatti-digitali-processi-mediazione-didattica/ Vai! Cerca con Google

Rossi, P.G.(2011). Didattica enattiva. Milano: FrancoAngeli Cerca con Google

Rossi, P.G.(2016). Dall'uso del digitale nella didattica, alla didattica digitale. In Atti convegno SIREM Cerca con Google

Rossini, V. (2015). Educazione e potere. Significati, rapporti, riscontri. Milano: Angelo Guerini e Associati Cerca con Google

Sanden, Jeannette van der (2003). ‘Het belang van internationalisering voor vrouwenstudies.’ In: Van lobbygroep naar expertisecentrum: 25 jaar landelijk overleg, 15 jaar Nederlands Genootschap Vrouwenstudies, ed. Akke Visser, p. 29-36. Utrecht: NGV Cerca con Google

Sapegno, M. S. (2011). Identità e differenze. Introduzione agli studi delle donne e di genere. Milano: Mondadori Education Cerca con Google

Sapegno, M. S. (2014). La differenza insegna. Didattica delle discipline in una prospettiva di genere. Roma: Carocci Cerca con Google

Schiebinger, L., Klinge, I. (2013). Gendered Innovations: How Gender Analysis Contributes to Research Luxembourg: Publications Office of the European Union Cerca con Google

Seveso, G. (2000). Saperi femminili e discorso pedagogico. Sguardi sulla donna, Quaderni di cultura e formazione, pp 85-117, Padova: Imprimitur Cerca con Google

Siemens, G. (2005). Connectivism: a learning theory for the digital age. International Journal of Instructional Technology and Distance Learning, 2(1), n.p. Cerca con Google

Siemens, G. (2005). Connectivism: A learning theory for the digital age. International Journal of Instructional Technology and Distance Learning, 2 Cerca con Google

Siemens, G. (2011). Stanford does a MOOC. elearnspace. Retrieved 12 February 2013 from http://www.elearnspace.org/blog/2011/08/04/stanford-university-does-amooc/ Vai! Cerca con Google

Siemens, G. (2014). Special issue: research into Massive Open Online Courses. The International Review of Research in Open and Distributed Learning, 15(5). Cerca con Google

Signorelli, A. (2000). Genere e generazioni. Milano: FrancoAngeli Cerca con Google

Stevens, I., Ilse Van Lamoen, I. (2001) Manual on Gender Mainstreaming at Universities. Equal Opportunities at Universities.Towards a Gender Mainstreaming Approach, European Commission fund, Leuven–Apeldoorn Garant https://www.kuleuven.be/diversiteit/publicaties/manual.pdf Vai! Cerca con Google

Teddlie, C. & Tashakkori A. (2006). A general tipology of research design featuring mixed methods. Research in the Schools, 13, 1, 12-28. Cerca con Google

Teddlie, C. & Tashakkori, A. (2009). Foundations of mixed methods research: Integrating quantitative and qualitative techniques in the social and behavioral sciences. Thousand Oaks: Sage Publications. Cerca con Google

Teddlie, C. & Tashakkori, A. (Eds.) (2003). Handbook of mixed methods in social & behavioral research. Thousand Oaks: Sage. Cerca con Google

Thaler, A. (2016) Learning Organisations in Science and Research: The Role of Transfer Agents in Gender Equality Change Processes, Research Gate Cerca con Google

Trinchero, R. (2002). Manuale di ricerca educativa. Milano: FrancoAngeli Cerca con Google

Trobia, A. (2005). La ricerca sociale quali-quantitativa. Milano: FrancoAngeli. Cerca con Google

Tugnoli Pattaro, S. (c2003). A proposito delle donne nella scienza. Bologna: Clueb Cerca con Google

Ulivieri, S. (1992). Educazione e ruolo femminile. La condizione delle donne in Italia dal dopoguerra a oggi. Firenze: La Nuova Italia Cerca con Google

UNESCO, (2002). Forum on the impact of open courseware for higher education in developing countries: Final report. Paris Cerca con Google

Van der Sanden, J. (2008). On the Job with Women’s Studies. Opportunities and Obstacles, 2008, Humbolt University Bulletin, n.34 Cerca con Google

Veneto Lavoro (2011). Studi tematici sulla parità di genere. Studio 05: stereotipi di genere Cerca con Google

Viale, V., Zucaro. R. (2015). I congedi a tutela della genitorialità nell’Unione europea.un quadro comparato per rileggere il Jobs Act. Modena: Working paper adapt Cerca con Google

https://moodle.adaptland.it/pluginfile.php/21548/mod_resource/intro/wp_2015_175.pdf Vai! Cerca con Google

Viganò, R. (2002). Pedagogia e sperimentazione. Metodi e strumenti per la ricerca educativa. Milano: Vita & Pensiero. Cerca con Google

Watters, A. (2012). Top ed-tech trends of 2012: MOOC. Hack Education [Web Log]. Retrieved 06 December 2012 from http://hackeducation.com/2012/12/03/top-ed-tech-trends-of-2012-moocs/ Vai! Cerca con Google

Watters, A. (2013, April 18). MOOC mania: Debunking the hype around massive open online courses. The Digital Shift [Web Periodical]. Retrieved 19 April 2013 from http://www.thedigitalshift.com/2013/04/featured/got-mooc-massive-openonline-courses-are-poised-to-change-the-face-of-education/ Vai! Cerca con Google

Wenger, E. (1998). Communities of Practice. New York: Cambridge University Press Cerca con Google

Zajczyk, F., Borlini, B., Crosta F. (2011). La sfida delle giovani donne. I numeri di un percorso ad ostacoli. Milano: FrancoAngeli Cerca con Google

Zammuner, V. L. (1998). Tecniche dell’intervista e del questionario. Bologna: Il Mulino Cerca con Google

Download statistics

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record