Go to the content. | Move to the navigation | Go to the site search | Go to the menu | Contacts | Accessibility

| Create Account

Carnassale, Dany (2018) Maschilità divergenti. Una ricerca socio-antropologica su migranti senegalesi aventi sessualità non normativa residenti in nord Italia. [Ph.D. thesis]

Full text disponibile come:

[img]PDF Document (tesi)
Thesis not accessible for intellectual property related reasons.
Visibile to: nobody

2212Kb
[img]PDF Document
Thesis not accessible for intellectual property related reasons.
Visibile to: nobody

23Kb
[img]PDF Document
Thesis not accessible for intellectual property related reasons.
Visibile to: nobody

27Kb

Abstract (english)

Divergent masculinities. A socio-anthropological research on Senegalese migrants living in Italy who perform non normative sexualities.

Author:
Dany Carnassale
(Ph.D. in Social Sciences)
Universiy of Padua, Italy

This Ph.D. Research is the result of an ethnographic research on the migratory trajectories of some Senegalese men living in northern Italy. The choice of Senegal is particularly interesting, especially because of the impressive scientific scholarship produced during the last decades on the mobility experiences of Senegalese citizens to European countries. The majority of the works produced until now on this national community in Italy has explored especially the living and working conditions of Senegalese migrants living abroad, as well as they create and manage associations or act as highly mobile transnational social actors. More recently, other researches have explored aspects related to gender issues.

Differently, the topic of sexuality of Senegalese migrants is still understudied, therefore this thesis analyses the experiences of some Senegalese men who express non-normative forms of masculinity and sexuality, namely gender expressions that bypass or betray the socio-normative model represented by heterosexuality. The fieldwork carried out for this research explores how these men manage their masculinities and sexualities in Italy, Senegal or other countries in which they move. A special attention has been given to timing, in order to understand whether and to what extent they have been redefined from pre-migratory and post-migratory period. The collected data illustrate how some biographical factors (age, gender class, socio-legal status, language skills/gaps, socio-cultural capital) could influence their migratory trajectories and, simultaneously, the social positionalities they occupy in the transnational arena (workers, students, asylum seekers, refugees, sex workers, undocumented people), without neglecting the ways they use to express their sexuality.

The research focuses on the everyday strategies that these Senegalese migrants deploy, choosing according to specific situations whether confirm or redefine their transnational image of migrant men living abroad. In some contexts, the participants to this research are interested in adapting to dominant social expectations transmitted by family members or other compatriots, whereas in other contexts they feel free to express more easily their non-normative sexuality through creative and flexible strategies that vary according to social contexts in which they find themselves or people they are in touch with or connected to.

In conclusion, the thesis analyses limits and possibilities of these migrants' agency and their ability to manage bonds and belongings through the borders. The fieldwork has been carried out between 2015 and 2017 through qualitative research methodologies (archive research, interviews, ethnographic observations, digital ethnography) in Italy and Senegal. The collected data have been analysed creating a dialogue between anthropology, sociology, migration studies, men studies and queer studies.

Abstract (italian)

Maschilità divergenti. Una ricerca socio-antropologica su migranti senegalesi aventi sessualità non normative residenti in Italia.

Autore:
Dany Carnassale
(dottorando in Scienze Sociali)
Università di Padova, Italia

Questa ricerca di dottorato è il frutto di una ricerca etnografica sulle traiettorie migratorie di alcuni uomini senegalesi residenti in nord Italia. La scelta del Senegal è di particolare interesse, soprattutto considerando la notevole produzione scientifica che vi è stata nel corso degli ultimi decenni sulle esperienze di mobilità di cittadini senegalesi verso Paesi europei. La maggior parte dei lavori finora prodotti su questa comunità nazionale in Italia ha indagato soprattutto le condizioni di vita e di lavoro dei migranti senegalesi all'estero, nonché le loro forme di associazionismo e il loro essere agenti transnazionali altamente mobili, mentre più recentemente altre ricerche hanno esplorato aspetti relativi a questioni di genere.

Diversamente, il tema della sessualità delle persone migranti senegalesi è ancora poco esplorato, pertanto questo lavoro analizza le esperienze di alcuni uomini senegalesi che esprimono forme di maschilità e di sessualità in senso non eteronormativo, ovvero in modalità che aggirano o tradiscono il modello socio-normativo rappresentato dall'eterosessualità. Il lavoro di campo realizzato per questa ricerca esplora come tali soggetti mettono in gioco queste maschilità e sessualità non normative in Italia, in Senegal o in altri Paesi in cui si trovano a spostarsi. Un'attenzione particolare è data al fattore-tempo, ovvero al comprendere se e in che misura si siano ridefinite dal periodo pre-migratorio a quello post-migratorio. I dati emersi dalla ricerca mostrano come alcuni fattori biografici (età, genere, classe, status socio-legale, abilità/difficoltà linguistiche, capitale socio-culturale) possano influenzare le loro traiettorie migratorie e, parallelamente, i posizionamenti sociali che questi uomini occupano nel campo transnazionale (lavoratori, studenti, richiedenti asilo, rifugiati, sex worker o senza documenti), nonché i modi attraverso i quali esprimono la loro sessualità.

La ricerca rivolge la sua attenzione alle strategie quotidiane che tali migranti senegalesi mettono in gioco, scegliendo situazionalmente se confermare o ridefinire la loro immagine transnazionale di uomini migranti residenti all'estero. In certi contesti, i partecipanti alla ricerca sono interessati di adattarsi alle aspettative sociali dominanti veicolate da famigliari o altri connazionali, mentre in altri contesti si sentono di poter esprimere più liberamente la propria sessualità non normativa attraverso strategie, al tempo stesso creative e flessibili, che variano in rapporto ai contesti sociali in cui si trovano e alle persone con cui sono in contatto o a cui si rapportano.

In conclusione, la tesi analizza limiti e possibilità dell'agency di questi migranti e la loro capacità di gestire legami e appartenenze oltre i confini. La ricerca sul campo si è svolta tra il 2015 e il 2017 ricorrendo a metodologie di ricerca qualitative (ricerca di archivio, interviste, osservazioni etnografiche, digital ethnography) tra Italia e Senegal. I risultati raccolti sono stati analizzati mettendo in dialogo diversi campi di studio, quali antropologia, sociologia, men studies e queer studies e studi sui processi migratori.

EPrint type:Ph.D. thesis
Tutor:Trappolin, Luca
Ph.D. course:Ciclo 29 > Corsi 29 > SCIENZE SOCIALI: INTERAZIONI, COMUNICAZIONE, COSTRUZIONI CULTURALI
Data di deposito della tesi:01 February 2018
Anno di Pubblicazione:31 January 2018
Key Words:genere; sessualità; migrazioni; Senegal; Italia. gender; sexuality; migration; Senegal; Italy
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 14 - Scienze politiche e sociali > SPS/08 Sociologia dei processi culturali e comunicativi
Area 11 - Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche > M-DEA/01 Discipline demoetnoantropologiche
Struttura di riferimento:Dipartimenti > Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata
Codice ID:11120
Depositato il:31 Oct 2018 08:48
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record