Go to the content. | Move to the navigation | Go to the site search | Go to the menu | Contacts | Accessibility

| Create Account

Baggio, Roberto (2018) Rheological characterization as a tool for high-shear wet granulation process development. [Ph.D. thesis]

Full text disponibile come:

[img]PDF Document
Thesis not accessible until 01 March 2021 for intellectual property related reasons.
Visibile to: nobody

8Mb

Abstract (italian or english)

Granulation is one of the most crucial processes for the pharmaceutical industry. It allows to improve the tabletability and the flowing properties of the powdered formulations. Moreover granules production reduces the dust presence in the working environment improving the operator safety. Several granulation techniques exist and are divided in two main groups: dry and wet granulation processes. Among these, high-shear mixer is one of the most employed wet granulation techniques in the pharmaceutical industries. Despite its wide application, the complete control of the process is far to be achieved. This is mainly due to the several variables which affect the resulting product; in fact high-shear wet granulation presents several process parameters which need to be controlled and most of them are formulation dependent. For this reason the process development is particularly difficult with this technique, with the risk for high-shear mixers to become the last choice when a new formulation needs to be granulated. However, the characteristics of granules produced in a high-shear mixer are strongly affected by the rheology of the wet mass which is processed; thus, it could be a useful tool to obtain preliminary indications about the evolution of the high-shear wet granulation process (HSWG). Several works in literature studied the application of the on-line and off-line wet mass rheology for process control, end-point determination and scale-up. Despite those studies, it is still not possible to employ wet mass rheology unambiguously to predict the granulation process. The possibility to predict several aspects of the granulation process, such as: the amount of liquid binder which need to be employed, the granules growth regimes and the parameters which have a important impact on the granules characteristics, would be of dramatic importance for process development and in particular from a Quality-by-Design (QbD) perspective. The aim of the present work is to investigate the possibility of employing a mixer torque rheometer to predict: the amount of liquid for the process, the granules growth mechanisms and the critical process parameters using different formulations. Results obtained in the first phase of the project have shown that an easy and fast prediction of the optimal liquid amount, required to produce granules with acceptable technological properties, could be carried out by a rheological characterization using a mixer torque rheometer. Moreover the application of the second derivative to the torque profile have permitted to develop a reliable method to identify the optimal value of L/S, following confirmed by granulation experiments.
In the second phase, evaluation of the wet granules strength (expressed as consistency) has permitted to highlight a relationship between wet granule cohesion and the granules growth regimes. In particular, the value of wet mass consistency showed to be indicative of the growth mechanism followed by the granules during the process. In order to predict, and not only to describe, the granule growth mechanism, the torque evolution of wet masses was registered along time and it was used to evaluate the maximum value of the wet mass cohesion, corresponding to the Torque peak. Torque peak showed to be directly related to the final consistency of the granules produced with the same formulation and thus it could be used for the granules growth regimes prediction.
Finally in the last phase of the project was also investigated the possibility to predict the critical process parameters of the HSWG process through rheological measurements. Results highlighted that Torque peak could represent a potential tool for critical process parameters assessments.
Moreover it seems able to give important indications about the granule growth kinetic for those formulations which presented a steady growth regime. In particular, torque peak seemed to be a feasible tool for the prediction of the parameters which had the most significant impact on the mean diameter of the granules. In fact, the data acquired with the mixer torque rheometer in terms of Torque peak showed good accordance with the results obtained from granulation experiments. In conclusion, the results achieved with this study demonstrated the possibility of employing the wet mass rheology to predict several aspects of the high-shear wet granulation process and gain the necessary knowledge to improve the process development phase.

Abstract (a different language)

La granulazione è uno dei processi più importanti per l'industria farmaceutica. Permette di migliorare le caratteristiche di comprimibilità e scorrevolezza delle polveri da processare. Inoltre la granulazione permette di ridurre la presenza di polveri nell'ambiente di lavoro migliorando la sicurezza degli operatori. Esistono molteplici tecniche di granulazione e sono divise in due gruppi: granulazione a secco ed ad umido. I granulatori High-shear sono tra i più utilizzati tra le tecniche di granulazione ad umido. Tuttavia, nonostante il suo largo utilizzo, la totale comprensione del processo non è ancora stata raggiunta. Ciò è principalmente dovuto alle numerose variabili che influenzano le caratteristiche del prodotto; infatti i granulatori high-shear presentano molteplici parametri di processi che devono essere controllati e molti di questi sono formulazione dipendenti. Per questo motivo lo sviluppo di processo con questo tipo di macchinari e particolarmente complicato e rischia di diventare l'ultima scelta tra le diverse tecniche di granulazione quando una nuova formulazione deve essere prodotta. Tuttavia le caratteristiche dei granuli ottenuti con la granulazione high-shear sono fortemente influenzate dalla reologia della massa umida processata. Per questo motivo lo studio reologico può giocare un ruolo strategico nell'ottenere indicazioni riguardanti l'evoluzione del processo di granulazione high-shear. La misurazione della reologia della massa umida operata sia on-line che off-line è stata studiata in letteratura per controllare il processo e nel passaggio di scala. Tuttavia non è ancora possibile utilizzare in maniera univoca questo tipo di misurazione per prevedere il processo stesso. Prevedere vari aspetti della granulazione, come per esempio: il quantitativo di liquido da utilizzare, i regimi di crescita dei granuli e i parametri che hanno maggior impatto sulle caratteristiche del granulato ottenuto, sarebbe di enorme importanza nell'ambito dello sviluppo di processo e da un punto di vista di Quality-by-Design. Lo scopo di questa tesi è di valutare la possibilità di utilizzare un reometro per masse umide chiamato Mixer Torque Rheometer per prevedere gli aspetti della granulazione precedentemente menzionati. Nella prima fase del progetto, i risultati hanno dimostrato come la reologia della massa umida permetta una rapida ed affidabile predizione del quantitativo di liquido che deve essere impiegato in granulazione. Inoltre l'applicazione della derivata seconda al profilo reologico ottenuto permette di identificare il quantitativo corretto in modo affidabile. Nella seconda fase del progetto è stato possibile osservare come la resistenza dei granuli umidi (identificata come "consistency") sia direttamente correlata ai regimi di crescita dei granuli. Inoltre, studiando l'evoluzione della reologia della massa umida nel tempo si è osservato come il massimo valore di resistenza ottenuto nel tempo mostri una correlazione diretta con la "consistency" dei granuli ottenuti con la stessa formulazione. Ciò permette di utilizzare il massimo valore di resistenza della massa umida ottenuto nel tempo per prevedere il regime di crescita con cui si formeranno i granuli. Infine nell'ultima fase del progetto è stata studiata la possibilità di prevedere i parametri critici di processo per la granulazione in high-shear attraverso lo studio reologico della massa umida. In particolare, i risultati hanno mostrato come il picco massimo di resistenza della massa misurato nel tempo rappresenta un potenziale strumento per identificare i parametri critici di processo. Inoltre questo picco massimo di resistenza della massa umida sembra capace di dare importanti informazioni sulla cinetica di crescita dei granuli.
Concludendo, i risultati ottenuti con questa tesi dimostrano la possibilità di utilizzare la reologia della massa umida per predire diversi aspetti della granulazione in high-shear ed ottenere la conoscenza necessaria per facilitare la fase di sviluppo di processo.

EPrint type:Ph.D. thesis
Tutor:Franceschinis, Erica
Supervisor:Santomaso, Andrea Claudio and Realdon, Nicola
Ph.D. course:Ciclo 31 > Corsi 31 > SCIENZE MOLECOLARI
Data di deposito della tesi:03 November 2018
Anno di Pubblicazione:28 September 2018
Key Words:High-shear wet granulation, Process development, Quality-by-Design, Design of Experiment
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 03 - Scienze chimiche > CHIM/09 Farmaceutico tecnologico applicativo
Struttura di riferimento:Dipartimenti > Dipartimento di Scienze del Farmaco
Codice ID:11320
Depositato il:08 Nov 2019 12:52
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record