Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

| Crea un account

Merlo, Maurizio (2006) La legge e la coscienza: il problema della libertà nella filosofia politica di John Locke. Collana di filosofia politica, 1 . Polimetrica, Milano, IT. ISBN 8876990631

Full text disponibile come:

[img]
Anteprima
Documento PDF
1375Kb

Per gentile concessione di: http://www.polimetrica.com/?p=productsMore&iProduct=40&sName=Topics-on-General-and-

Abstract (inglese)

L'esigenza di tenere insieme universalità della legge e particolarità del soggetto sta al centro della filosofia politica di John Locke (1632-1704). Tornare al problema della libertà nel suo rapporto alla legge in uno dei suoi versanti più significativi, è quanto questo lavoro si propone. La ricerca di Locke sta al cuore della sfida che alimenta il liberalismo etico e politico nell'impossibilità costitutiva che lo segna. La libertà si mostra cifra di una fondamentale ambivalenza: condizione della proprietà di sé del soggetto individuale e al contempo della sua sottomissione alla potenza immaginaria dell'ordine sociale. Ed è qui, nell'impossibile trasparenza a se stessa della società , che il sensore lockeano delle tensioni che attraversano la modernità riapre punti chiave del pensiero della politica.


Statistiche Download - Aggiungi a RefWorks
Tipo di EPrint:Libro
Anno di Pubblicazione:2006
Parole chiave (italiano / inglese):J. Locke (1632-1704); filosofia politica; legge; tolleranza; coscienza di sé; proprietà ; resistenza; potere
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 14 - Scienze politiche e sociali > SPS/01 Filosofia politica
Struttura di riferimento:Dipartimenti > Dipartimento di Filosofia
Codice ID:115
Depositato il:28 Set 2007
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Download statistics

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record