Go to the content. | Move to the navigation | Go to the site search | Go to the menu | Contacts | Accessibility

| Create Account

Fuochi, Giulia (2018) A Peaceful Mind: How Dispositional Mindfulness is Related to Emotional Stability Over Time and Across Events.
A peaceful mind: come la mindfulness disposizionale si associa a stabilità emotiva nel tempo e attraverso gli eventi.
[Ph.D. thesis]

Full text disponibile come:

[img]PDF Document
Thesis not accessible until 01 October 2020 for intellectual property related reasons.
Visibile to: nobody

1015Kb

Abstract (italian or english)

Emotional stability is an essential ingredient of long-term mental health. Building on the well-known link between dispositional mindfulness and well-being, this project investigated the role of diverse aspects of dispositional mindfulness in emotional stability. We hypothesized that people higher in dispositional mindfulness would display more stable emotions, as reflected by lower emotional reactivity to self-relevant events, flatter emotion trajectories, smaller effects of negative and positive events on negative and positive affect respectively, and lower emotional variability and instability. We systematically tested these hypotheses through one cross-sectional, three longitudinal, and one experience sampling studies, analyzing data with simple linear, multilevel, and multilevel growth regression models. Results supported our hypotheses, especially for negative emotions. Dispositional mindfulness was associated with lower negative emotions felt when thinking about a self-relevant negative or positive event, flatter negative affect trajectories, weaker relationships between intra-individual variations in negative events and negative affect, and lower emotional variability and instability for negative emotions. Analyses of specific facets of mindfulness revealed that these effects were due mostly to differences in awareness, nonjudgment, and nonreactivity to inner experience, and that nonjudgment and nonreactivity also moderated the effect of intra-individual variations in positive events on positive affect. Moreover, the relationship between these three aspects of dispositional mindfulness and life satisfaction was partly mediated by lower emotional variability. These findings provide a novel perspective on the link between dispositional mindfulness and well-being, suggesting that a fundamental benefit of dispositional mindfulness is living a life imbued with greater equanimity and emotional stability.

Abstract (a different language)

La stabilità emotiva è un ingrediente essenziale della salute mentale a lungo termine. Basandosi sul noto collegamento tra consapevolezza e benessere, abbiamo investigato il ruolo di diversi aspetti della mindfulness disposizionale nella stabilità delle emozioni. Abbiamo ipotizzato che le persone con alta mindfulness disposizionale avrebbero mostrato maggiore stabilità emotiva, rappresentata da minore reattività emotiva di fronte a eventi rilevanti per l’individuo, traiettorie delle emozioni più piatte, ridotti effetti di eventi negativi e positivi su – rispettivamente – emozioni negative e positive, e livelli più bassi di variabilità e instabilità delle emozioni. Abbiamo testato sistematicamente queste ipotesi tramite uno studio cross-section, tre longitudinali e un experience sampling, analizzando i dati con modelli lineari semplici, multilevel, multilevel di crescita. I risultati hanno supportato le nostre ipotesi, specialmente per quanto riguarda le emozioni negative. La mindfulness disposizionale si è mostrata associata a livelli più bassi di emozioni negative provate nel pensare a un evento negativo o positivo rilevante e recente, a traiettorie dell’affettività negativa appiattite, a relazioni più deboli tra variazioni intra-individuali negli eventi negativi e affettività negativa, e a minore variabilità e instabilità delle emozioni negative. Analisi condotte su aspetti specifici della mindfulness hanno rivelato che questi effetti erano dovuti soprattutto a differenze in awareness, nonjudgment, e nonreactivity to inner experience, e che nonjudgment e nonreactivity moderavano anche l’effetto delle variazioni intra-individuali negli eventi positivi sull’affettività positiva. Inoltre, la relazione tra questi tre aspetti della mindfulness disposizionale e la soddisfazione di vita era parzialmente mediata da una ridotta variabilità emotiva. Questi risultati forniscono una nuova prospettiva sul collegamento tra mindfulness e benessere, suggerendo che un beneficio fondamentale della mindfulness disposizionale è vivere una vita caratterizzata da maggiore equanimità e stabilità emotiva.

EPrint type:Ph.D. thesis
Tutor:Voci, Alberto
Ph.D. course:Ciclo 31 > Corsi 31 > SCIENZE PSICOLOGICHE
Data di deposito della tesi:30 November 2018
Anno di Pubblicazione:30 November 2018
Key Words:dispositional mindfulness; emotional stability and variability; emotional fluctuations; events; equanimity
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 11 - Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche > M-PSI/05 Psicologia sociale
Struttura di riferimento:Dipartimenti > Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata
Codice ID:11586
Depositato il:06 Nov 2019 10:12
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record