Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

| Crea un account

Duso, Giuseppe (2007) La logica del potere: storia concettuale come filosofia politica. Collana di filosofia politica, 2 . Polimetrica, Milano, IT. ISBN 9788876990687

Full text disponibile come:

[img]
Anteprima
Documento PDF
3183Kb

Per gentile concessione di: http://www.polimetrica.com/index.php?p=productsMore&iProduct=39&sName=la-logica-del-potere.-storia-concettuale-come-filosofia-politica-(giuseppe-duso)

Abstract (inglese)

[Italian abstract] Spesso nel lavoro storiografico e nelle proposte teoriche si usano i concetti politici quasi fossero ovvii e universalmente validi: in questo modo uguaglianza, libertà, sovranità, popolo, rappresentanza, costituzione, democrazia vengono a intrecciarsi nel dispositivo logico con cui nel Moderno si è soliti pensare la politica. La coscienza critica della loro genesi e delle aporie che li connotano configura una pratica della filosofia politica che permette di avere un più corretto rapporto con i classici e insieme di affrontare il tema attuale della democrazia, al di là dell'ipoteca costituita da concetti divenuti opinione comune. Il passaggio dalle concezioni incentrate sul problema del governo alle teorie moderne del potere politico è illuminato dal riferimento ad autori quali Aristotele, Althusius, Hobbes, Pufendorf, Rousseau, Kant e Schmitt.
[English abstract] Both in the historiographic work and in the theoretical approach, political concepts are often used as if their sense were obvious and universally valid: in this way, as a consequence, concepts like equality, liberty, sovereignty, people, representation, constitution, democracy, inevitably convey to different historical contexts those meanings and the subliminal logic implied in the Modern use. A critical work on these fundamental concepts, in order to go back to their origin and to point out their constitutive aporias, is thought here as the primary goal of a research practice in the field of political philosophy. Such a practice implies the reading of classical works in respect of the historical and conceptual framework they are placed in and at the same time they contribute to create. What is more, such a practice opens up the possibility of dealing with the contemporary issue of democracy, going beyond those concepts whose use is today usually taken for granted. The transformation, from of an idea of politic focused on the question of government to the modern theories of political power, is enlightened in reference to authors like Aristotle, Althusius, Hobbes, Pufendorf, Rousseau, Kant and Schmitt.


Statistiche Download - Aggiungi a RefWorks
Tipo di EPrint:Libro
Anno di Pubblicazione:2007
Parole chiave (italiano / inglese):Storia dei concetti, filosofia politica, diritti, uguaglianza, libertà, popolo, potere, sovranità, potere costituente, rappresentanza, governo, costituzione, democrazia, federalismo, Aristotele, Althusius, Pufendorf, Hobbes, Rousseau, Kant, Schmitt.
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 14 - Scienze politiche e sociali > SPS/01 Filosofia politica
Area 11 - Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche > M-FIL/06 Storia della filosofia
Struttura di riferimento:Dipartimenti > Dipartimento di Filosofia
Codice ID:116
Depositato il:24 Gen 2008
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Download statistics

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record