Go to the content. | Move to the navigation | Go to the site search | Go to the menu | Contacts | Accessibility

| Create Account

Cugini, Eleonora (2018) La libertĆ  che si realizza. NormativitĆ  immanente e seconda natura nella filosofia di Hegel. [Ph.D. thesis]

Full text disponibile come:

[img]
Preview
PDF Document
2137Kb

Abstract (italian or english)

L'oggetto di questa ricerca eĢ€ il rapporto tra la dimensione pratica e la dimensione logica della filosofia di Hegel. L'obiettivo eĢ€ quello di dimostrare come tale rapporto metta in luce una 'de- essenzializzazione' dell'essenza della 'vecchia metafisica' senza che cioĢ€ significhi allo stesso tempo un mero costruttivismo e dunque una sospensione del giudizio etico su cosa eĢ€ 'buonoā€™ e ā€˜libero'. La mia tesi eĢ€ che il rapporto tra la dimensione pratica e la dimensione logica della filosofia di Hegel permette di indagare il processo di realizzazione dello spirito come un processo di liberazione, determinato da una normativitaĢ€ immanente essenzialmente critica.
Prendendo le mosse dal dibattito contemporaneo sul rapporto tra normativitaĢ€ e libertaĢ€, con particolare riferimento alle nozioni di 'seconda natura' e di 'vita', affronteroĢ€ unā€™indagine degli ultimi paragrafi dellā€™Antropologia nellā€™Enciclopedia delle scienze filosofiche e della figura dell'Autocoscienza nella Fenomenologia dello Spirito (Cap. I). Mettendo in luce il sorgere pre- riflessivo dellā€™identitaĢ€ speculativa dalla vita nella natura come una 'seconda natura' (Antropologia) e la dimensione essenzialmente relazionale di tale identitaĢ€ individuale (Autocoscienza), delineeroĢ€ la normativitaĢ€ immanente di tale identitaĢ€ come essenzialmente relazionale, mettendo in luce l'irriducibilitĆ  dellā€™essere umano a una 'prima natura' o a una dimensione pre-sociale.
Questa configurazione mi permetteraĢ€ di passare alla considerazione della sfera socio-politica, in particolare come si articola nel passaggio dalla Psicologia allo Spirito oggettivo nellā€™Enciclopedia e nel passaggio dalla MoralitaĢˆt alla Sittlichkeit nei Lineamenti di filosofia del diritto (Cap. II). MetteroĢ€ soprattutto in rilievo come la volontaĢ€, in quanto ultima determinazione sistematica dello Spirito soggettivo, esibisca il massimo di esteriorizzazione dellā€™identitaĢ€ speculativa facendo dellā€™oggettivitaĢ€ una determinazione essenziale dello spirito.
La determinazione immanente allā€™esteriorizzazione, la necessaria determinazione della libertaĢ€ a realizzare se stessa, non ricade peroĢ€ neĢ in una forma di determinismo neĢ nellā€™accettazione che tutta la realtaĢ€ sia la necessaria realizzazione della libertaĢ€.
Affrontando le posizioni piuĢ€ significative del dibattito tra costruttivisti sociali e realisti etici riguardo la filosofia pratica di Hegel, mostreroĢ€ come la strategia hegeliana sembri offrire piuttosto prospettive critiche. Ovvero, come la realizzazione della libertaĢ€ consista in una critica immanente a una normativitaĢ€ estrinseca, che escluda finitezza e differenza.
Tale risultato verraĢ€ confrontato con la Dottrina dellā€™essenza nella Scienza della Logica e in particolare con la sezione finale dedicata alla Wirklichkeit.
Attraverso un confronto con la terza critica di Kant, tenteroĢ€ di mettere in luce come Hegel esibisca la Wirklichkeit come risultato del processo dialettico innescato dalla contraddizione, come categoria della vita e che in quanto tale essa esibisce la necessaria determinazione a manifestarsi dellā€™essenza. La libertaĢ€, come spiega Hegel, consiste proprio nel manifestarsi nella necessitaĢ€ (e non nel suo sparire).
La Wirklichkeit, la realtaĢ€ adeguata al pensiero speculativo, eĢ€ pertanto una realtaĢ€ che si configura come manifestazione della contraddizione, ovvero come necessitaĢ€ della contingenza.
Le prospettive che si aprono a partire da questa indagine sul rapporto tra l'idea di libertaĢ€ e la sua realizzazione sono molteplici. Ne rileveroĢ€ in particolare quelle relative alla nozione di 'biopolitca', di 'identitaĢ€' e di 'realizzazione della libertaĢ€'.

Abstract (a different language)

The main subject of my research is the relationship between the practical dimension and the logical dimension within Hegelā€™s philosophy. The general aim is to show that this relationship consists in a ā€˜de-essentialisationā€™ of the notion of essence as conceived in the ā€˜old metaphysicā€™. Such de- essentialisation, however, does not result into a mere constructivism and therefore a suspension of ethical judgment on what is ā€˜goodā€™ and ā€˜freeā€™. My claim is that the relationship between the practical dimension and the logical dimension of Hegelā€™s philosophy enables to investigate the process of realisation of the Spirit as a process of ā€˜becoming freeā€™, determined by an essentially critical immanent normativity.
Starting from the contemporary debate on the relationship between normativity and freedom (with particular reference to the notions of ā€˜second natureā€™ and ā€˜lifeā€™), I will first investigate the last paragraphs of Hegelā€™s Anthropology in the Encyclopedia of Philosophical Sciences and the figure of Selfconsciousness in the Phenomenology of the Spirit (Chapter I). I will highlight Hegelā€™s idea of a pre-reflexive emergence of the speculative identity in nature ā€“ in particular as a ā€˜second natureā€™ (Anthropology) ā€“ and the inherently relational dimension of this individual identity (Selfconsciousness): by so doing, I will I shed light onto the immanent normativity of speculative identity as something essentially relational, emphasizing the irreducibility of the human being to a ā€˜first natureā€™ or to some ā€˜pre-socialā€™ dimension.
This premise will lay the ground for my analysis of the socio-political sphere, as is it elaborated in particular in the shift from Psychology to the Objective Spirit in the Encyclopaedia, as well as in the passage from MoralitaĢˆt to Sittlichkeit in the Elements of the Philosophy of Right (Chapter II).
5
I will highlight above all how the will, as the last systematic determination of the Subjective Spirit, exhibits the maximum exteriorization of speculative identity, making objectivity an essential determination of Spirit. The determination immanent in exteriorization (i. e. the necessary determination of freedom to realize itself), however, is not to be conceived either as a form of determinism or as the acceptance that all reality is the necessary realization of freedom.
Addressing the most significant positions of the debate between ā€˜social constructivistsā€™ and ā€˜ethical realistsā€™ regarding Hegelā€™s practical philosophy, I will show that Hegelā€™s offers a rather critical perspective. According to a correct Hegelian insight, the realization of freedom consists in an immanent critique of an extrinsic normativity that excludes finiteness and difference.
Third, this results will be read in light of another Hegelian text, namely the Doctrine of Essence in Hegelā€™s Science of Logic and in particular the final section devoted to Wirklichkeit.
Through a comparison with Kantā€™s third critique, I will highlight how Hegel exhibits the Wirklichkeit as a result of the dialectical process triggered by contradiction, as a category of life. Wirklichkeit exhibits therefore the necessary determination to manifest itself that is typical of ā€˜essenceā€™. Freedom, as Hegel explains, consists precisely in manifesting itself within necessity (and not in its disappearance).
The Wirklichkeit, the reality adequate to speculative thought, is therefore a reality that is charachterized as a manifestation of contradiction, that is, as a necessity of contingency.
My investigation into the relationship between the idea of freedom and its realization opens up many new philosophical perspectives. I will particularly highlight the ones relating to the notion of ā€˜biopoliticsā€™, ā€˜identityā€™ and ā€˜realization of freedomā€™.

Statistiche Download
EPrint type:Ph.D. thesis
Tutor:Illetterati, Luca
Ph.D. course:Ciclo 31 > Corsi 31 > FILOSOFIA
Data di deposito della tesi:28 February 2019
Anno di Pubblicazione:30 November 2018
Key Words:Hegel, Wirklichkeit, seconda natura, second nature, normativitĆ , normativity, teoria critica, critical theory
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 11 - Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche > M-FIL/01 Filosofia teoretica
Struttura di riferimento:Dipartimenti > Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata
Codice ID:11828
Depositato il:08 Nov 2019 11:18
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Download statistics

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record