Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

| Crea un account

Frontini, Patrizia (2009) Contributo allo studio delle cause della fine della cultura palafitticolo-terramaricola. [Tesi di dottorato]

Full text disponibile come:

[img]
Anteprima
Documento PDF
1130Kb
[img]Documento PDF
Tesi non accessible per motivi correlati alla proprietà intellettuale.
Visibile a: nessuno

9Mb
[img]
Anteprima
Documento PDF
29Mb
[img]Documento PDF
Tesi non accessible per motivi correlati alla proprietà intellettuale.
Visibile a: nessuno

11Mb
[img]Documento PDF
Tesi non accessible per motivi correlati alla proprietà intellettuale.
Visibile a: nessuno

11Mb
[img]Documento PDF
Tesi non accessible per motivi correlati alla proprietà intellettuale.
Visibile a: nessuno

8Mb
[img]Documento PDF
Tesi non accessible per motivi correlati alla proprietà intellettuale.
Visibile a: nessuno

9Mb

Abstract (inglese)

It is academic consensus that the collapse of the palafitticolo-terramaricola culture was the result of many factors; which of these played the leading role, however, remains a matter of debate.
The main factors can be grouped as follows:
1) internal factors, due to the inadequacy of the social organization, unable to face the needs of the Late Bronze Age communities -larger and more complex than in the Middle Bronze Age (Cardarelli 1997: 660)- and to deal with possibly prolonged crisis periods (Balista, Leonardi 2003: 168).
2) external factors, connected to what happened around 1200 b. C. in the Aegean and East- Mediterranean regions (destructions of Mycenaean palaces, of important centres as Ugarit and Hattusas, the disappearance of the Hittite Empire, the attack of "Sea People" upon Egypt). Peroni 1969, De Marinis 1997, Bernabò Brea, Cardarelli Cremaschi 1997 have different opinions about the consequences of this "international crisis" at the end the palafitticolo-terramaricola culture.
3) Environmental stress, linked with the high deforestation rate and the intensive agricultural exploitation. The main consequences are the lack of new arable land, according to some scholars (Cremaschi, Pizzi, Valsecchi 2006: 91), and the erosion, which upset the hydraulic infrastructural system, according to others (Balista, Leonardi 2003: 168).
4) Climate factors, whose role in the crisis are as yet an unsolved question, because of the lack of regional data and the wide date range of climate changes. Recent studies carried out on the wells of the Poviglio terramara indicate a dry episode at the end of LBA, which might have involved the whole Po Plain (Cremaschi, Pizzi, Valsecchi 2006: 94).
The aim of the present research is to examine the first three arguments quoted (excluding the fourth one, subject field of natural science and not of archaeology) studying the settlements (107 sites in the catalogue) in the area delimited by rivers Adige, Po, Serio and by the hills on the north, in the period from the end of the MBA to the end of the LBA. The published information about cemeteries has been used to integrate the final interpretation.
The chronological frame of references is based on the few excavated stratigraphies (see table and bibliography on p. 12) and on the sites occupied during only one phase (see list on p. 24 and bibliography ad vocem in chapter 4). Five phases have been distinguished: MBA 3A (list of the sites on p. 15 "orizzonte 1"), MBA 3B (list of the sites on p. 15 "orizzonte 2"), LBA 1 (list of the sites on p. 15 "orizzonte 3"), LBA 2 (list of the sites on p. 24), Final LBA2. Compared with the chronological frame used in the catalogue of the exhibition Le Terramare, this one has two new phases: MBA 3B and Final LBA2. The phase MBA 3B has been already defined, but not discussed, by A. Cardarelli, thanks to Montale stratigraphy (Cardarelli 2004), which is used here too, to recognise the same phase northern of the Po.
The phase Final LBA 2 has been distinguished on the basis of the distribution of three pottery types (TS31, V 13, D22): they are absent in the sites abandoned early in the LBA 2 and their frequency increases from the lower to the upper layers of the stratigraphic series of Lovara, formed during the LBA 2. The validity of this phase has to be proved by further excavations. At Fondo Paviani a phase corresponding to the Final LBA 2 seems to be attested according to the investigations carried out last summer on the site (Leonardi, Cupitò, seminar Padova 2nd December 2008).
The geographic distribution of pottery types allows the distinction of three cultural groups: the western and the eastern ones were located in the plain and separated by the rivers Tione-Tartaro, the northern one occupied the southern hills in the Brescia province (tav. 3. 1: 1). In the eastern group the territorial organization of the large and middle settlements Castello del Tartaro, Fondo Paviani, Lovara and Fabbrica dei
Soci was possibly a confederal system. In the western group Sabbioneta (large settlement), Bellaguarda (middle-large or middle settlement) Casale Zaffanella and Cogozzo (small settlements), Ca' de' Cessi (small or middle-small) Fossacaprara and Ronchi Cantoni (whose dimensions are unknown) were organized in a territorial hierarchic system. Sabbioneta is 6 km away from Bellaguarda, both are 5-8 Km
distanced from the smaller sites (tav. 5.5: 2).
The eastern and the western groups were in contact with the peninsular regions, as some pottery shapes attest (tav. 3.1: 2). The cultural links of the eastern group and the eastern part of Emilia were very strong, so that the rivers Tione-Tartaro and Panaro-Secchia seem to mark a cultural border.
Some sites of the eastern group have yielded Mycenaean and Aegean type pottery, which shows relations ­direct or through intermediary centres of the Adriatic west coast- with the Aegean. The Aegean type pottery was produced locally or in other Italian regions.
Compared with the groups in the plain, the northern one was characterized by a more conservative pottery style at the end of MBA and during the LBA 1, by a lower frequency of pottery types common in central and southern Italy, by the stability of the settlements with a slight increase in their number at the end of the LBA.
During the MBA 3B and the LBA 1 (tavv. 5.2: 2; 5.3: 2) no relevant modifications in the settlements distribution throughout the area under research were found, but the number of the sites between Tione-Tartaro and Chiese decreased a little. During the LBA 2, although the total amount of the sites remained almost unchanged, many villages were abandoned in the plain and new ones established near the hills or in
scarcely inhabited parts of the plain (tav. 5.4: 1). It is likely that people moved to search for new arable land and for sites bordering a variety of ecological districts, providing different ­and therefore steadier- opportunities of food supplies.
The strategy succeeded for some time, till the end of the LBA, but was not a definitive solution. In fact during the Final LBA 2 more than 50 percent of the settlements were abandoned (tav. 5.4: 2), very few of them survived at the beginning of the Final LBA2 and few new ones were founded (tav. 5.5: 1).
The disappearance of the palafitticolo-terramaricola culture was therefore a gradual process (lasting at least two archaeological phases), which is a contrast to the sudden destructions in Greece and in the Near East ca. 1200 B.C. In addition, according to the compared chronology proposed by R. Jung (2006), the LH IIIC old is contemporary to the end of LBA 1 and to the beginning of LBA 2 in Italy: the destruction of Mycenaean palaces would be older than the end of the palafitticolo-terramaricola culture. The two phenomena can not be explained therefore by the same causes. Both of them indicate however a general and diffuse crisis period, the reasons of which have to be studied in the different regions.
Even in the area at the North of the river Po, excluding the Valli Grandi Veronesi, the inadequacy of the social structure must have played a key role in the end of LBA.
As had happened in the Emilia region (Cardarelli 1997:660), the communities show two contradicting characters: on one side a tribal organisation led by a warrior elite that had established itself in the MBA (undifferentiated housing, lack of concentration of wealth in the villages, major collective works such as embankments and ditches) and on the other a more complex society developed in LBA (associations of villages organized hierarchically, specialized activities such as bronze production, shared weight systems, hydraulic works such as ditches and agrarian canals). The communities were unable to transform their social organisation and overcome this contradiction, which was probably a precipitating factor for their collapse, especially in a period of environmental-economical crisis, revealed by the chanced distribution pattern of the sites during LBA 2.
A more complex social organisation (but not yet a chiefdom) was probably established in the Valli Grandi Veronesi area, as suggested by the concentration of large villages and the findings of Mycenaean and Aegean type of pottery. Probably for this reason some sites (Fondo Paviani, maybe Fabbrica dei Soci) overcame this crisis and were able to leave their cultural tradition and political/economical role to the nearby settlement of Frattesina, which flourished in the Final Bronze Age.
In fact, the founding of Frattesina was probably due to local people, since its oldest pottery is similar to the palafitticolo-terramaricola one.
The relationship between the sites of the Valli Grandi and Frattesina and the absence of sudden cultural change in sites of Veneto such as Montebello Vicentino may indicate in this region a cultural continuity von LBA to FBA, which is not seen in Lombardy.

Abstract (italiano)

Oggi si riconosce in modo concorde che non una sola ma più cause abbiano concorso alla fine della cultura palafitticolo-terramaricola, benché i diversi studiosi tendano a dare maggior peso all'una o all'altra di esse. Le ragioni sono riconducibili a:
1) crisi interne, dovute al mancato passaggio a un'organizzazione sociale più complessa che potesse far fronte alle mutate esigenze di comunità ora più ampie e differenziate (Cardarelli 1997: 660) e a periodi prolungati di crisi (Balista, Leonardi 2003: 168).
2) Cause esterne connesse alla c.d. "crisi del 1200" che vede la distruzione pressoché contemporanea dei palazzi micenei, di importanti centri del vicino oriente come Ugarit e Hattusa, la fine dell´Impero Ittita e la minaccia dell´Egitto da parte dei "Popoli del Mare". Posizioni diverse a proposito delle conseguenze di questa "crisi internazionale" sul mondo palafitticolo terramaricolo sono state espresse da Peroni 1969, De Marinis 1997, Bernabò Brea, Cardarelli Cremaschi 1997.
3) Deterioramento ambientale che alcuni vedono collegato a un ipersfruttamento dei campi e alla mancanza di nuove aree da mettere a coltura (Cremaschi, Pizzi, Valsecchi 2006: 91) altri al dissesto del sistema idraulico (Balista, Leonardi 2003: 168).
4) Crisi climatica; questa è oggi una questione aperta fondamentalmente per due motivi: gli ampi margini di datazione delle variazioni climatiche, spesso eccessivi per essere correlati a un fenomeno circoscritto nel tempo come quello in esame, e la carenza di dati su scala regionale. Indicazioni per una possibile fase arida, di valenza regionale, alla fine del BR provengono dagli studi sull'abitato di Poviglio (Cremaschi, Pizzi, Valsecchi 2006: 94).
Lo ricerca si propone di verificare le prime tre ipotesi esposte (tralasciando quindi l'argomento climatico, campo di indagine delle scienze naturali e non dell'archeologia) nel territorio compreso tra i fiumi Serio a ovest, Po a sud, Adige a est e la linea delle colline a nord, studiando analiticamente i dati degli insediamenti (107 siti in catalogo) e utilizzando quelli delle necropoli solo in fase di interpretazione.
Per affrontare lo studio è stata necessaria una revisione della cronologia, basata sulle (poche) stratigrafie scavate nell´area in esame (v. tab. 1.1 a p. 12 con bibliografia) e sui siti frequentati in una sola fase (v. elenco a p. 24 e bibliografia relativa ad vocem al cap. 4) nel periodo compreso tra la fine del BM e la fine del BR. Sono state distinte 5 fasi: BM 3A (stratigrafie: p. 15 "orizzonte 1"), BM 3B (stratigrafie: p. 15 "orizzonte 2"), BR 1 (stratigrafie: p. 15 "orizzonte 3"), BR 2 (stratigrafie e siti monofase a p. 24), BR 2 finale.
Rispetto alla griglia cronologica utilizzata in Le Terramare sono qui presenti due nuove fasi: BM 3B e BR 2 finale. La fase BM 3B era già stata in realtà formulata, ma non discussa, in Emilia Romagna grazie alla stratigrafia del Montale (Cardarelli 2004) che è stata qui utilizzata come base per riconoscere la stessa fase anche a nord del Po.
La fase BR 2 finale è stata distinta grazie alla distribuzione di tre tipi ceramici (vasi a tesa V13, scodelle con linee sotto l'orloTS31, decorazione ondulata a pettine D22) che mancano nei siti abbandonati in un momento iniziale del BR 2 e aumentano di frequenza dai livelli più bassi a quelli più alti nella stratigrafia di Lovara, formatasi nel corso del BR 2. La validità di questa fase andrà verificata da nuovi scavi. Essa sembra presente nella stratigrafia di Fondo Paviani in corso di scavo (Leonardi, Cupitò, Padova, Seminario 2 dicembre 2008).
In base alla distribuzione dei tipi ceramici sono stati distinti tre sottogruppi culturali: uno orientale e uno occidentale, nella pianura rispettivamente a est e a ovest del Tione-Tartaro, e uno collinare in corrispondenza della provincia di Brescia (tav. 3.1: 1). Nel gruppo orientale gli abitati di Castello del Tartaro, Fondo Paviani, Lovara, Fabbrica dei Soci di dimensioni grandi e medie, costituiscono forse un sistema territoriale di tipo confederale, mentre in quello occidentale Sabbioneta (abitato grande) Bellaguarda (medio-grande o grande), Casale Zaffanella e Cogozzo (piccoli) Ca´de´Cessi (piccolo o medio-piccolo), Fossacaprara e Cogozzo (di dimensione ignota) possono costituire un sistema gerarchico. I primi due distano tra loro 6 km; gli altri distano dai maggiori 5-8 Km (tav. 5.5: 2)
Sia il gruppo orientale che quello occidentale hanno contatti con il mondo peninsulare, indicati dai tipi ceramici (tav. 3.1: 2). Il gruppo orientale mostra legami particolarmente forti con l´Emilia orientale cosicché i fiumi Tione- Tartaro e Panaro Secchia sembrano indicare un confine culturale tra est e ovest.
Il gruppo orientale ha restituito ceramica micenea e di tipo egeo prodotta anche localmente che indica relazioni, dirette o mediate dai centri adriatici peninsulari, con il mondo egeo.
Rispetto ai gruppi di pianura, quello settentrionale è caratterizzato da maggiore conservatorismo nelle forma ceramiche alla fine del BM e nel BR 1, da minore frequenza di forme comuni al mondo peninsulare, da una tenuta o addirittura un leggero incremento degli abitati nel corso del BR.
Alla fine del BM e nel BR 1 (tavv. 5.2: 2; 5.3: 2) l'occupazione del territorio in esame è sostanzialmente stabile, con una leggera diminuzione dei siti tra Tione-Tartaro e Chiese. Nel BR 2 il numero totale degli insediamenti non cambia sensibilmente ma sono abbandonati diversi abitati in pianura e ne vengono fondati di nuovi in zone di pianura a bassa densità demografica o in collina (tav. 5. 4: 1). Il fenomeno potrebbe indicare l'abbandono di aree ipersfruttate dal punto di vista agricolo o comunque sottoposte a un forte degrado ambientale e la ricerca di nuove aree sia in zone di pianura con un equilibrio ambientale meglio conservato sia in zone ecologiche di confine come quella pedecollinare, con l'accesso a bacini di approvvigionamento alimentare diversificati, che quindi si integrano garantendo una maggiore stabilità nella disponibilità del cibo.
Il tentativo ebbe successo per un certo periodo, almeno fino alla fine del BR, ma non consentì di scongiurare la fine.
Nel BR 2 finale il numero degli insediamenti si riduce infatti a meno della metà (tav. 5.4: 2), all'inizio del BF solo pochissimi abitati rimangono in vita e alcuni nuovi vengono fondati (tav. 5.5: 1).
La fine della cultura palafitticolo-terramaricola risulta dunque un fenomeno graduale (corrispondente a almeno due fasi archeologiche), ciò che non si accorda con fenomeni rapidi di distruzione generalizzata come quelli che caratterizzano la c.d. "crisi del 1200".
D'altra parte la cronologia comparata tra la Grecia e l'Italia proposta da R. Jung (2006) correla il TE IIIC antico con la fine del BR 1 e l´inizio del BR 2: la distruzione dei palazzi micenei si verificherebbe quindi ben prima della scomparsa della cultura palafitticola-terramaricola e dunque i due avvenimenti, per motivi cronologici, non possono essere spiegati dalla stessa causa. Essi contribuiscono tuttavia a dipingere lo sfondo di un clima diffuso di crisi di cui vanno messe a fuoco e differenziate le ragioni.
Ad eccezione dell'area delle Valli Grandi, anche per il territorio in esame, come in Emilia, deve avere svolto un ruolo fondamentale nella fine della cultura palafitticolo-terramaricola l´inadeguatezza della struttura sociale che non supera la contraddizione tra aspetti tipici di organizzazioni comunitarie (abitazioni indifferenziate, mancanza di concentrazione di ricchezza negli abitati, realizzazioni di grande opere collettive come argini e fossati perimetrali) rette da una élite guerriera (v. necropoli) e la maggiore complessità sociale raggiunta e indicata p.e. dalla gerarchizzazione degli abitati, attività specializzate ecc. L'inadeguatezza dell'organizzazione sociale deve essere stata fatale in un periodo di crisi ambientale/economica rivelata dallo spostamento degli abitati nel BR 2.
Nelle Valli Grandi Veronesi si deve essere invece affermata un'organizzazione sociale più complessa, indicata dalla concentrazione di villaggi di grandi dimensioni, dalla presenza di ceramica micenea e di tipo ego di produzione locale, ma non ancora di tipo gentilizio-clientelare, con un potere decisionale comunque più forte che consente ad alcuni abitati (Fondo Paviani, forse Fabbrica dei Soci) di superare la crisi e di passare la propria tradizione culturale e il proprio ruolo politico e economico a Frattesina, che fiorisce nel BF. L´origine di Frattesina sembra infatti dovuta a popolazioni locali, dato che la sua ceramica più antica è molto simile a quella palafitticolo-terramaricola.
Il rapporto tra i siti delle Valli Grandi e Frattesina e la mancanza di cesure in siti veneti come Montebello Vicentino può indicare in Veneto una continuità culturale tra BR e BF non rilevabile invece in Lombardia.
La presenza di tipi ceramici propri del BR 2 dell'area palafitticola terramaricola in alcuni siti dell'Italia peninsulare (p.e.Fossa Nera de' Porcari, Casa Carletti, Moscosi di Cingoli) aprono l´ipotesi, da verificare, di un trasferimento di parte degli abitanti della pianura Padana nelle regioni centrali.

Statistiche Download - Aggiungi a RefWorks
Tipo di EPrint:Tesi di dottorato
Relatore:Leonardi, Giovanni
Dottorato (corsi e scuole):Ciclo 21 > Scuole per il 21simo ciclo > STUDIO E CONSERVAZIONE DEI BENI ARCHEOLOGICI E ARCHITETTONICI > SCIENZE ARCHEOLOGICHE
Data di deposito della tesi:29 Gennaio 2009
Anno di Pubblicazione:2009
Parole chiave (italiano / inglese):età del bronzo, terramare, cronologia, italia settentrionale, fine cultura palafitticolo-terramaricola
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 10 - Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche > L-ANT/01 Preistoria e protostoria
Struttura di riferimento:Dipartimenti > pre 2012 - Dipartimento di Archeologia
Codice ID:1615
Depositato il:29 Gen 2009
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Bibliografia

I riferimenti della bibliografia possono essere cercati con Cerca la citazione di AIRE, copiando il titolo dell'articolo (o del libro) e la rivista (se presente) nei campi appositi di "Cerca la Citazione di AIRE".
Le url contenute in alcuni riferimenti sono raggiungibili cliccando sul link alla fine della citazione (Vai!) e tramite Google (Ricerca con Google). Il risultato dipende dalla formattazione della citazione.

Ambrosetti G. 1975, Cavazzoli Nord, in Preistoria e Protostoria nel Reggiano, Ricerche e scavi 1940-1975, Reggio Emilia: 83-84. Cerca con Google

Andreotti A., Zanini A. 1995-96, L’insediamento di Fossa Nera di Porcari (Lucca), “RSP” XLVII: 291-329. Cerca con Google

Angelucci D., Medici T. 1994, Aspetti stratigrafici e culturali della terramara di Cavazzoli (Reggio Emilia). La campagna di scavo 1990, “Padusa” n.s. XXX: 145-186. Cerca con Google

Anghinelli A., Anghinelli S. 1978, Riconoscimento paletnologico (Mantova-Cremona), “PA” 14: 287-88. Cerca con Google

Anghinelli A., Anghinelli S. 2001, Rapporto fra due corsi d’acqua (Mincio-Osone) e la presenza umana nell’età del Bronzo (Parte I), “QAM” 3: 37-100. Cerca con Google

Anghinelli A., Anghinelli S. 2003, Rapporto fra due corsi d´acqua (Mincio-Osone) e la presenza umana nell’età del Bronzo (Parte II), “QAM” 5: 5-61. Cerca con Google

Anghinelli A., Anghinelli S. 2003a, L’uomo e l’acqua: evoluzione preistorica e storica nel territorio di Viadana, in L’anima del Po. Terre Acque e uomini tra Enza e Oglio, Parma: 87-158. Cerca con Google

Anversa et All. 1974: Anversa O., Buttarelli B., Sartori G., Il villaggio eneo della Fontana di Casalmaggiore, “Resoconti dell’attività del Centro Casalasco di Studi Paletnologici”, Casalmaggiore. Cerca con Google

Arenoso Callipo C., Bellintani P. 1994, Dati archeologici e paleoambientali del territorio di Frattesina di Fratta Polesine (RO) tra la tarda età del bronzo e la prima età del ferro, “Padusa” XXX: 7-65. Cerca con Google

ASISN: Atti della Società Italiana di Scienze Naturali Cerca con Google

Aspes A., Fasani L. 1967-68, La stazione preistorica di Bor di Pacengo e la media età del Bronzo nell’anfiteatro morenico del Garda, “Atti e Mem. Acc. AA. SS. e LL. Verona” s. VI, vol. XIX: 1-44. Cerca con Google

Aspes A., Salvatori S. 1972, Materiali preistorici provenienti da Perteghelle di Cerea (Verona), “Mem. Museo Civ. St. Nat. Verona” XX: 227-261. Cerca con Google

Atti del Primo Convegno: Atti del Primo convegno archeologico regionale 1981 (Milano febbraio-1-2 marzo 1980), Brescia. Cerca con Google

Atti e Mem. Acc. AA. SS. e LL. Verona: Atti e Memorie dell´Accademia di Agricoltura, Arti, Scienze e Lettere di Verona Cerca con Google

AV: Archeologia Veneta. Cerca con Google

Bagolan M., Leonardi G. 1999, Montebello Vicentino e la facies culturale veneta nel tardo Bronzo, in Ciurletti G., Marzatico F. (a cura di), I Reti/Die Räter, Atti del Simposio (23-25 settembre 1993. Castello di Stenico, Trento), (Archeologia delle Alpi 5), Trento: 231-258. Cerca con Google

Bagolan M., Leonardi G. 2000, Il Bronzo finale nel Veneto, in Harari M., Pearce M. (a cura di), Il Protovillanoviano al di qua e al di là dell´Appennino, Atti della giornata di studio (Pavia, Collegio Ghislieri 17 giugno 1995), Como: 15-46. Cerca con Google

Baioni M. 1992-93, Il territorio tra Roverbella e Castelbelforte nella Preistoria: l’insediamento dell’età del Bronzo presso il Fornasotto, tesi di laurea. Università degli Studi di Milano. Relatore R. C. de Marinis. Cerca con Google

Baioni M., Seragnoli L. 1996, Il territorio tra Roverbella e Castel d´Ario,in Cocchi Genick D. (a cura di), L´antica età del bronzo, Atti del Congresso (Viareggio 9-12 gennaio 1995), Firenze: 415-422. Cerca con Google

Baioni M., Seragnoli L. 1998, The area between Roverbella and Castel d’Ario (Mantua, Italy) during the Middle and the Late Bronze Age, in Proceedings of the XIII U.I.S.P.P. Congress (Forlì, 8-14 September 1996), vol. 4: 365-370. Cerca con Google

Balista C. 1997, Fossati, canali e paleoalvei: connessioni nevralgiche per l’impianto e la sopravvivenza dei grandi siti terramaricoli di bassa pianura, in Le Terramare: 126-136. Cerca con Google

Balista C., De Guio A. 1997, Ambiente e insediamenti dell’età del bronzo nelle Valli Grandi Veronesi, in Le Terramare: 137-160. Cerca con Google

Balista C., De Guio A., Vanzetti A., Betto A., De Angeli G., Sartor F. 2005, Paleoidrografie, impianti terramaricoli e strade su argine: evoluzione paleoambientale, dinamiche insediative e organizzazione territoriale nelle Valli Grandi Veronesi alla fine dell’età del bronzo, “Padusa” XLI: 98-152. Cerca con Google

Balista C., Leonardi G. 2003, Le strategie d’insediamento tra II e inizio I millennio a.C. in Italia settentrionale centro-orientale, Atti XXXV riunione Scientifica IIPP, Firenze: 159-172. Cerca con Google

Belemmi L. et All. 1997: Belemmi L., Salzani L., Squaranti G. (a cura di), Povegliano: l’abitato dell’età del Bronzo della Muraiola, Povegliano Veronese. Cerca con Google

Bellintani P. 1992, Frattesina di Fratta Polesine: il materiale ceramico conservato presso il museo di Rovigo. Classificazione, suddivisione in fasi e alcune considerazioni sulla cronologia del Bronzo Finale nella pianura padana orientale, in “Padusa” XXVIII: 245-297. Cerca con Google

Belluzzo G., Salzani L. 1998, Archeologia della media Pianura Veronese, S. Pietro di Legnago. Cerca con Google

Belluzzo G., Tirabassi J. 1996, Media e Recente età del bronzo nella pianura veronese. Indagine cronologico-culturale paleoambientale e strutturale degli insediamenti, in Dalla Terra al Museo: 79-92. Cerca con Google

Bermond Montanari G. 1962, Gallo di Castel S. Pietro (Bologna), Relazione della campagna di scavo 1958 -1959, in Preistoria dell’Emilia Romagna I, Bologna: 213-231. Cerca con Google

Bernabò Brea M., Cardarelli A. 1997, Le terramare nel tempo, in Le Terramare: 295-301. Cerca con Google

Bernabò Brea M., Cardarelli A., Cremaschi M. 1997, Il crollo del sistema terramaricolo, in Le Terramare: 745-753. Cerca con Google

Bernabò Brea M., Cardarelli A., Cremaschi M. 1997a, Terramare. Cinque secoli di vita nella grande pianura, in Le Terramare: 23-29. Cerca con Google

Bernabò Brea M., Cremaschi M. (a cura di) 1989, La terramara di Poviglio. Le campagne di scavo 1985-1989, (ed. preliminare fuori commercio), Reggio Emilia. Cerca con Google

Bernabò Brea M., Cremaschi M. 1995, L’indagine archeologica nelle terramare: gli scavi 1991-1993 nel villaggio grande di S. Rosa di Poviglio (RE), in Modelli insediativi tra Alpi e Mar Nero dal 5° al 2° millennio a.C., Atti del Simposio internazionale, (Verona-Lazise 1992), “Mem. Museo Civ. St. Nat. Verona Sez. Scienze uomo” 4: 309-323. Cerca con Google

Bernabò Brea M., Cremaschi M. 1996, Tredici anni di ricerche nella terramara Santa Rosa a Fodico di Poviglio (RE), “Pagine di Archeologia”, 3: 1-45. Cerca con Google

Bernabò Brea M., Cremaschi M. 1997a, Le terramare: “palafitte a secco” o “villaggi arginati”?, in Le Terramare: 187-195. Cerca con Google

Bernabò Brea M., Cremaschi M. 1997b, La terramara di S. Rosa di Poviglio, in Le Terramare: 196-212. Cerca con Google

Bernabò Brea M., Cremaschi M. 2004, La terramara di S. Rosa di Poviglio nel corso del Bronzo Recente, in L´etá del bronzo recente: 101-110. Cerca con Google

Bernabò Brea M., Tirabassi J. 1991-92, Livelli del Bronzo medio nella stratigrafia di Cavazzoli (Reggio Emilia), in L´età del Bronzo in Italia: 650-651. Cerca con Google

Bernabò Brea M., Tirabassi J. 1997, La stratigrafia di Cavazzoli (RE) negli scavi 1971, in Le Terramare: 351-354. Cerca con Google

Bernabò Brea M. et All. 1987: Bernabò Brea M., Cardarelli A., Cremaschi M., Le terramare dell’area centro padana. Problemi culturali e paleo-ambientali, in Preistoria e protostoria del bacino del Basso Po, Atti del Convegno (Ferrara, 1984): 145-192. Cerca con Google

Bernabò Brea M. et All. 1989: Bernabò Brea M., Bronzoni L., Cremaschi M., Mutti A., Le indagini 1983-1984 nella terramara S. Rosa a Fodico di Poviglio (RE), “Padusa” XXV: 69-172. Cerca con Google

Bernabò Brea et All. 1991-92: Bernabò Brea M., Bresciani R., Bronzoni L., Catarsi M., Cardarelli A., Desantis P., Labate D., Macellari R., Morico G., Mutti A., Serges A., Tirabassi J., Zanasi C., Ambiti culturali e facies cronologiche delle terramare emiliane in base alla revisione dei vecchi complessi e ai nuovi dati di scavo, in L´età del bronzo in Italia: 341-373. Cerca con Google

Bernabò Brea M. et All. 2004: Bernabò Brea M., Miari M., Bianchi P., Bronzoni L., Ferrari P., Guarisco F., Lari E., Lincetto S., Maggioni S., Occhi S., Sassi B., Le prime fasi del sito dell´etá del Bronzo di Forno del Gallo a Beneceto (Parma), “Padusa” n.s. XL: 81-115. Cerca con Google

Bernabò Brea M. et All. c.s.: Bernabò Brea M., Miari M., Bianchi P., Bronzoni L., Ferrari P., Guarisco F., Lari E., Lincetto S., Maggioni S., Occhi S., Sassi B., La terramara di Beneceto Forno del Gallo a Beneceto (Parma), in Atti della Giornata di Studi Archeologia ad alta velocità in Emilia Romagna. Indagini archeologiche e geologiche lungo il tracciato ferroviario dell´Alta Velocità (Parma, 9 giugno 2003). Cerca con Google

Bettelli M., Vagnetti L. 1997, Aspetti delle relazioni tra l’area egeo-micenea e l’Italia settentrionale, in Le Terramare: 614-619. Cerca con Google

Bianchi P. 1995-96, L´abitato del Castellazzo della Garolda (MN): le fasi insediative pre-etrusche, tesi di laurea. Università degli Studi Milano. Relatore R. C. de Marinis. Cerca con Google

Bianchi P. 2004, L’insediamento della fase avanzata del Bronzo Recente in località Castellazzo della Garolda (Roncoferraro, Mantova), in L’età del bronzo recente: 510-511. Cerca con Google

Bianchin Citton E., Martinelli N. 2005, Cronologia relativa e assoluta di alcuni contesti veneti dell´età del bronzo Recente, Finale e degli inizi dell´età del Ferro. Nota Preliminare, in Bartoloni G., Delpino F. (a cura di), Oriente e Occidente: metodi e discipline a confronto. Riflessioni sulla cronologia dell´età del Ferro italiana, Pisa-Roma: 239-254. Cerca con Google

Bianco Peroni V. 1970, Le spade nell’Italia continentale (PBF IV.1), München. Cerca con Google

Bianco Peroni V. 1976, I coltelli nell’Italia continentale (PBF VII.2), München. Cerca con Google

Bianco Peroni V. 1979, I rasoi dell’Italia continentale (PBF VIII.2), Stüttgart. Cerca con Google

Bianco Peroni V. 1994, I pugnali dell’Italia continentale (PBF VI.10), Stüttgart. Cerca con Google

Bietti Sestieri A. M. 1977, L’abitato di Frattesina “Padusa” XX: 413-427. Cerca con Google

Bietti Sestieri A. M. 1996, Protostoria. Teoria e pratica, Roma. Cerca con Google

Bietti Sestieri A. M. 1997, Il territorio padano dopo le terramare, in Le Terramare: 757-767. Cerca con Google

Bignozzi G. 1988, I pettini di Castione dei Marchesi nel quadro della produzione terramaricola, in Mutti A., Provenzano N., Rossi M. G., Rottoli M., La terramara di Castione dei Marchesi (Studi e Documenti di Archeologia V), Bologna: 441-452. Cerca con Google

Boll. MCStNatVR: Bollettino del Museo Civico di Storia Naturale di Verona. Cerca con Google

BPI: Bullettino di Paletnologia Italiana. Cerca con Google

Bronzoni L., Cremaschi M. 1989, La terramara di Case Cocconi (RE): strutture e materiali, “Padusa” XXV, n.s.: 173-226. Cerca con Google

Capelli G., Tirabassi J. 1991-92, Roncina (Reggio Emilia) un sito con una sola fase di occupazione, in L´età del bronzo in Italia: 656-657. Cerca con Google

Capoferri B. 1988, Cronologia dell’età del bronzo media e recente nell’area transpadana centro-orientale, Cavriana. Cerca con Google

Carancini G. L., Peroni R. 1997, La koiné metallurgica, in Le Terramare: 595-601. Cerca con Google

Carancini G. L., Peroni R. 1999, L’età del Bronzo in Italia: per una cronologia della produzione metallurgica (Quaderni di Protostoria 2), Perugia. Cerca con Google

Carancini G. L. 1975, Gli spilloni nell’Italia continentale (PBF XIII.2), München. Cerca con Google

Cardarelli A. 1988, L’età del bronzo: organizzazione del territorio, forme economiche, strutture sociali, in Modena 1988: 86-127. Cerca con Google

Cardarelli A. 1997: Terramare: l’organizzazione sociale e politica delle comunità, in Le Terramare: 653-660. Cerca con Google

Cardarelli A. 1997a, The evolution of settlement and demography in the Terramare culture, in Rittershöfer K.F. (Hrgb.) Demographie der Bronzezeit. Paläodemography. Möglichkeiten und Grenzen, (Internationale Archäologie 36): 230-237. Cerca con Google

Cardarelli A. (a cura di) 2004, Parco archeologico e Museo all’aperto della terramare di Montale, Modena. Cerca con Google

Cardarelli A., Bernabò Brea M. 1991-92, L’Italia settentrionale, in L’età del bronzo in Italia: 257-264. Cerca con Google

Cardarelli A., Cattani M. 1988, La terramara di S. Ambrogio (Modena), in Modena: 189-202. Cerca con Google

Cardarelli A., Pacciarelli M., Pallante P. 1997, Pesi da bilancia dell´età del bronzo?, in Le Terramare: 629-642. Cerca con Google

Cardarelli A., Pellacani G. 2004, La necropoli di Casinalbo (Formigine, Modena), in L’età del bronzo recente: 111-120. Cerca con Google

Cardarelli et All. 2003: Cardarelli A., Salvadei L., Santandrea E., Tirabassi J., Le prime grandi necropoli ad incinerazione in Italia: le necropoli terramaricole di Casinalbo (Modena) e Montata (Reggio Emilia), Atti della XXXV Riunione scientifica IIPP, Firenze: 299-322. Cerca con Google

Castellaro 1997: Frontini P. (a cura di), Castellaro del Vhò. Campagna di scavo 1995. Scavi delle Civiche Raccolte Archeologiche di Milano, Milano. Cerca con Google

Castellaro 2001: Frontini P. (a cura di), Castellaro del Vhò. Campagne di scavo 1996-1999. Scavi delle Civiche Raccolte Archeologiche di Milano, Milano. Cerca con Google

Castelletti L. 1970, Materiale preistorico del Museo Fiorani a Legnago (Verona), “Sibrium” X: 249-262. Cerca con Google

Catarsi Dall’Aglio M. 1976, La stazione preistorica di Borgo Panigale.Bologna (scavi 1950-1959), Atti XIX Riunione Scientifica IIPP: 243-266. Cerca con Google

Catarsi Dall’Aglio M. 1989, La terramara di Parma, “Padusa” XXV: 237-343. Cerca con Google

Cattani M. 1997, La terramara di S. Ambrogio, in Le Terramare: 337-338. Cerca con Google

CAV II 1990: Capuis L., Leonardi G., Pesavento Mattioli S., Rosada G. (a cura di), Carta archeologica del Veneto, volume II, Modena. Cerca con Google

Cocchi Genick D. 2004, Le ceramiche nel ruolo di indicatori cronologici e regionali, in L’età del bronzo recente: 22-52. Cerca con Google

Colini G. A. 1903, La civiltà del Bronzo in Italia , “BPI”, serie III, tomo IX, a. XXIX: 53-103; 211-137. Cerca con Google

Condò E. 2000-01, Lovara di Villa Bartolomea (VR): le fasi insediative dell’età del Bronzo nel sondaggio dell’anno 2000. Tesi di specializzazione. Università degli Studi di Milano. Relatore R. C. de Marinis. Cerca con Google

Cremaschi M. 1997, Terramare e paesaggio padano, in Le Terramare: 107-125. Cerca con Google

Cremaschi M., Pizzi C., Valsecchi V. 2006, Water management and land use in the terramare and a possible climatic co-factor in their abandonment: The case study of the terramara of Poviglio Santa Rosa (northern Italy), “Quaternary International” 151: 87-98. Cerca con Google

Cremonesi G. 1967, Resti di un villaggio dell’età del Bronzo nei pressi di Acquanegra (Cremona), “Atti della Società Toscana di Scienze Naturali”, Memorie, serie A LXXIV: 1-8. Cerca con Google

Cupitò M. 2006, Tipocronologia del Bronzo medio e recente tra l’Adige e il Mincio sulla base delle evidenze funerarie, (Saltuarie dal Laboratorio del Piovego 6), Padova. Cerca con Google

Cupitò M. 2006a, La necropoli dell’età del bronzo di Povegliano Veronese. Rilettura dei dati e nuove ipotesi a quarant’anni dalla revisione peroniana, in Studi di Protostoria in onore di Renato Peroni, Firenze: 30-41. Cerca con Google

Cupitò M., Leonardi G. 2005, Proposta di lettura sociale della necropoli di Olmo di Nogara, in Olmo di Nogara: 488-494. Cerca con Google

Dalla Terra al Museo: Belluzzo G., Salzani L. (a cura di) 1996, Dalla Terra al Museo. Mostra di reperti preistorici e protostorici degli ultimi dieci anni di ricerca dal territorio veronese, (Catalogo della mostra), Legnago. Cerca con Google

Damiani I. 1991, Aspetti ceramici dell´età del bronzo recente in Italia peninsulare e nelle isole Eolie: la facies subappenninica a trent´anni dalla sua definizione, “Dialoghi di Archeologia” 9. 1-2: 5-33. Cerca con Google

Damiani I. 1992, Elementi figurativi nell’artigianato dell’età del Bronzo, Atti XXVIII Riunione Scientifica IIPP: 82-94. Cerca con Google

David Elbiali M. 2000, La Suisse occidentale au IIe millenarie av. J.-C. Cronologie, culture, intégration européenne (Cahiers d’Archeologie Romande n. 80), Lausanne. Cerca con Google

De Angelis M.C. 1979, Il Bronzo Finale in Umbria e Toscana interna, Atti XXI Riunione Scientifica IIPP, Firenze: 221-247. Cerca con Google

De Angelis M.C. 2001, L’abitato di Casa Carletti sulla Montagna di Cetona: i rapporti con l’Umbria, Atti XXXIV Riunione Scientifica IIPP, Firenze: 465-487. Cerca con Google

De Marinis R. C. 1975, L’età del Bronzo, in Preistoria e Protostoria nel Reggiano, Reggio Emilia: 31-55. Cerca con Google

De Marinis R. C. 1979, Età del Bronzo, in Preistoria del Bresciano. La cultura materiale, Brescia: 45-69. Cerca con Google

De Marinis R. C. 1981, Appunti sul Bronzo Medio, Tardo e Finale in Lombardia (1600-900 a. C.), in Atti del Primo Convegno: 173-204. Cerca con Google

De Marinis R. C. 1986, Dall’età del Bronzo all’età del Ferro nella Lombardia orientale, in de Marinis R. C. (a cura di) Gli Etruschi a Nord del Po (Catalogo della mostra), vol. I, Mantova: 21-39. Cerca con Google

De Marinis R. C. 1987, Villaggi e necropoli dell’età del Bronzo nel territorio di Ostiglia (Catalogo della mostra), Ostiglia. Cerca con Google

De Marinis R. C. 1991-92, Lombardia orientale, in Aspes A., Bernabò Brea M., Bianchin Citton E., Cardarelli A., de Marinis R. C., Fasani L, Marzatico F., Salzani L., Area alpina e padana centro-orientale, in L’età del bronzo in Italia: 49-54. Cerca con Google

De Marinis R. C. 1992-93, La terramara di Ca’ de’ Cessi: sequenza stratigrafica, strutture d’abitato, cronologia del deposito nell’area C-D-E 2-5, in de Marinis et All. 1992-93: 43-96. Cerca con Google

De Marinis R. C. 1997 L´età del bronzo nella regione benacense e nella pianura padana a nord del Po, in Le Terramare: 405-419. Cerca con Google

De Marinis R. C. 1999, Il confine occidentale del mondo protoveneto/paleo-veneto dal Bronzo finale alle invasioni galliche del 388 a.C., in Protostoria e storia del “Venetorum Angulus”, Atti del XX Convegno di Studi Etruschi ed Italici, Pisa-Roma: 511-530. Cerca con Google

De Marinis R. C. 2000a, Il Bronzo recente nel Canton Ticino e la cultura di Canegrate, in de Marinis R. C., Biaggio Simona S. (a cura di), I Leponti tra mito e realtà (Raccolta di saggi in occasione della mostra), Locarno: 93-122. Cerca con Google

De Marinis R. C. 2000b, Il Museo Civico Archeologico Giovanni Rambotti. Una introduzione alla preistoria del lago di Garda, Castiglione delle Stiviere. Cerca con Google

De Marinis R. C. 2002, Towards a relative and absolute chronology of the Bronze Age in Northern Italy, “NAB” 7, 1999 (2002): 23-100. Cerca con Google

De Marinis R. C. 2006, Aspetti e problemi del Bronzo recente nella regione benacense, in Studi di Protostoria in onore di Renato Peroni, Firenze: 445-456. Cerca con Google

De Marinis R. C., Salzani L. 1997, Le necropoli del Bronzo Medio e Recente nella Lombardia orientale e nel Veneto occidentale, in Le Terramare: 703-707. Cerca con Google

De Marinis R. C., Salzani L. 2005, Tipologia e cronologia dei materiali, in Olmo di Nogara: 391-448. Cerca con Google

De Marinis R. C. et All. 1992-93: de Marinis R. C., Rapi M., Scandolo M., Balista C., Marziani G., Iannone A., Camagni B. M., La terramara dell’età del Bronzo Recente di Ca’ de’ Cessi (Sabbioneta, Mantova), “Sibrium” XXII: 43-161. Cerca con Google

De Min M., Bietti Sestieri A. M. 1977, I ritrovamenti protostorici di Montagnana: elementi di confronto con Frattesina, Atti XXI riunione Scientifica IIPP, Firenze: 205-218. Cerca con Google

Drews R. 1993, The End of the Bronze Age. Changes in Warfare and the Catastrophe ca 1200 B.C., Princeton. Cerca con Google

Eles von Masi P. 1986: Le fibule nell’Italia settentrionale (PBF XIV.5) München. Cerca con Google

Faccio E. 1993, La terramara di Bellanda, “Postumia” IV, 4: 79-84. Cerca con Google

Fasani L. 1980, I materiali preistorici della stazione palafitticola di Cisano-Verona, Roma. Cerca con Google

Fasani L., Salzani L. 1973, Materiali preistorici da M. Peladolo (Virle - Brescia), “Natura Bresciana” 10: 121-169. Cerca con Google

Fasani L., Salzani L. 1975, Nuovo insediamento dell’età del Bronzo in località “Fondo Paviani” presso Legnago (VR), “Boll.Mus.Civ.St.Nat.VR” II: 259-281. Cerca con Google

Fornari C., Mutti A. 1996-97, La terramara di Vicofertile (PR): prime fasi di frequentazione, “Padusa” XXXII-XXXIII, n.s.: 69-92. Cerca con Google

Fossacaprara s.d.: Il villaggio eneo di Fossacaprara, dattiloscritto inedito a cura del Centro Casalasco di Studi Paletnologici. Cerca con Google

Frontini P., Ongaro G. 1996, Brescia tra l’età del Bronzo e l’età gallica, in Rossi F. (a cura di), Carta archeologica della Lombardia V. Brescia. La città, Modena: 23-84. Cerca con Google

Gersbach E. 1962, Vollgriffdolchformen der frühen Urnenfelderzeit nördlich und südlich der Alpen, in Jahrbuch der Schweizerischen Gesellschaft für Ur- und Frühgeschichte 49: 9-24. Cerca con Google

Guerreschi G., Limido P. 1978, Alcune considerazioni sui materiali fittili provenienti dall’Isolone del Mincio (scavi Mirabella, Rittatore, Zorzi). Nota preliminare, “Annali Benacensi” 4: 27-93. Cerca con Google

Guerreschi G. et All. 1985: Guerreschi G., Limido P., Catalani F., L’insediamento preistorico dell’Isolone del Mincio (Volta Mantovana), Milano. Cerca con Google

Il Veneto nell´Antichità: Aspes A. (a cura di) 1984, Il Veneto nell´Antichità. Preistoria e Protostoria, Verona. Cerca con Google

Jones R.E., Vagnetti L., Levi S. T., Williams J., Jenkins D., De Guio A. 2002, Mycenean Pottery from Northern Italy. Archaeological and Archaeometric Studies, “Studi Micenei ed egeo-anatolici” XLIV, 2: 221-261. Cerca con Google

Jung R. 2006, Xronologia Comparata. Vergleichende Chronologie von Südgriechenland und Süditalien von ca. 1700/1600 bis 1000 v. u. Z., Wien 2006. Cerca con Google

Kilian-Dirlmeier I. 1975, Gürtelhaken; Gürtelbleche und Blechgürtel der Bronzezeit Mitteleuropa (PBF XII. 2) München Cerca con Google

Kubach W. 1977, Die Nadeln im Hessen und Rheinhessen (PBF XIII. 3), München. Cerca con Google

L’antico Polesine. Testimonianze archeologiche e paleoambientali (Catalogo delle esposizioni di Adria e Rovigo), Padova 1986. Cerca con Google

L´età del bronzo recente: Cocchi Genick D. (a cura di) 2004, L´età del Bronzo recente in Italia, Atti del Congresso Nazionale (Lido di Camaiore, 26-29 ottobre 2000), Viareggio. Cerca con Google

L’età del bronzo in Italia nei secoli dal XVI al XIV a.C., Atti del Congresso (Viareggio 26-30 ottobre 1989), “Rassegna di Archeologia” 10. Cerca con Google

Le Terramare: Bernabò Brea M., Cardarelli A., Cremaschi M. (a cura di) 1997, Le Terramare. La più antica civiltà padana (Catalogo della mostra), Milano 1997. Cerca con Google

Leonardi G. 1979, Il Bronzo Finale nell’Italia settentrionale. Proposte per una suddivisione in fasi, Atti XXI Riunione Scientifica IIPP, Firenze. Cerca con Google

Lincetto S. 1997, La terramara di Bellanda (prima parte), “Pagine di Archeologia” 5. Cerca con Google

Lollini D. 1979, Il Bronzo Finale nelle Marche, “RSP” 32: 179-215. Cerca con Google

Macchiarola I. 1987, La ceramica appenninica decorata, Roma. Cerca con Google

Macchiarola I. 1995, La facies appenninica, in Cocchi Genik D. (a cura di), Aspetti culturali della Media Età del Bronzo nell’Italia centro-meridionale, Firenze: 441-463. Cerca con Google

Magny M. 2004, Holocene climate variability as reflected by mid-european lake level fluctuations and its probable impact on pre-historic settlements, “Quaternary International” 113: 65-79. Cerca con Google

Marchesan A. 1985, Le età del Bronzo media e recente nel territorio Veneto: tipologia e suddivisione in fasi cronologiche, “AV” VIII: 63-123. Cerca con Google

Marinoni C. 1871, Nuovi avanzi preistorici in Lombardia. 2a Relazione, in “Memorie della Società Italiana di Scienze Naturali” IV: 55. Cerca con Google

Marinoni C. 1874, La terramara di Seniga e le stazioni preistoriche al confluente del Mella nell’Oglio nella Bassa Bresciana, “ASISN” XVII: 113-117 Cerca con Google

Martinelli N. 2005, Dendrocronologia e archeologia: situazione e prospettive della ricerca in Italia, in Communities and Settlements from the Neolithic to the Early Medieval Period, in Papers in Italian Archaeology VI (BAR I.S. 1452 II): 437-448. Cerca con Google

Mercuri et All 2006: Mercuri, A.M., Accorsi, C.A., Bandini Mazzanti, M., Bosi, G., Cardarelli, A., Labate, D., Marchesini, M., Trevisan Grandi, G. 2006, Economy and environment of Bronze Age settlements - Terramaras - on the Po Plain (Northern Italy): first results from archaeobotanical research at the Terramara di Montale, in “Vegetetion History and Archaeobotany” 16. Cerca con Google

Mem. Museo Civ. St. Nat. Verona: Memorie del Museo Civico di Storia Naturale di Verona Cerca con Google

Modena 1988: Modena dalle origini all’anno Mille. Studi di archeologia e storia, I-II (Catalogo della mostra) Modena. Cerca con Google

Müller-Karpe H. 1959, Beiträge zur Chronologie der Urnenfelderzeit nördlich und südlich der Alpen (Römisch-germanische Forschungen), Berlin. Cerca con Google

Museo Parazzi: Anghinelli A. , Anghinelli S. et All. (a cura di) 1993, Museo Civico Antonio Parazzi, Viadana. Cerca con Google

Mutti A. 1994, Caratteristiche e problemi del popolamento terramaricolo in Emilia occidentale, Bologna. Cerca con Google

Mutti A., Tramontano N. 2007, L’insediamento terramaricolo di Fraore Oratorio (Parma): stratigrafia e materiale del Canale, “RSP” LVII: 201-242. Cerca con Google

Nava M. 1982, Materiali enei dall’insediamento perilacustre di Castellaro Lagusello, in Studi in onore di F. Rittatore Vonwiller II, Como: 487 ss. Cerca con Google

NAB: Notizie Archeologiche Bergomensi. Cerca con Google

NSAL: Notiziario della Soprintendenza Archeologica della Lombardia. Cerca con Google

Olmo di Nogara: Salzani L. (a cura di) 2005, La necropoli dell’età del Bronzo all’Olmo di Nogara, (Mem. Museo Civ. St. Nat. Verona, 2 serie, dell´Uomo 8), Verona. Cerca con Google

Östenberg C. E. 1967, Luni sul Mignone e problemi della preistoria italiana, (Acta Instituti romani regni Sueciae 4, XXV), Lund. Cerca con Google

PA: Preistoria Alpina. Cerca con Google

Pacciarelli M. (a cura di) 1996, La collezione Scarabelli, Preistoria, 2, Casalecchio di Reno. Cerca con Google

Pacciarelli M. 1997, Il Bronzo Medio-Recente della Romagna: evoluzione tipologica e vicende del popolamento, in Le Terramare: 423-427. Cerca con Google

Palafitte: mito e realtà 1982: Palafitte: mito e realtà, (Catalogo della mostra), Verona. Cerca con Google

Parazzi A. 1893, Origini e vicende di Viadana e suo distretto, Mantova. Cerca con Google

Parazzi A. 1900, Due necropoli dei terramaricoli nel distretto di Viadana in provincia di Mantova, “BPI” XXVI: 1-8. Cerca con Google

Peretto R., Salzani L. 2004, Prime indagini nel sito di Larda di Gavello, in L’età del Bronzo recente: 520-521. Cerca con Google

Perini M. 1981, Insediamento della tarda età del Bronzo a Carpenedolo (BS), in Atti del Primo Convegno: 393-406. Cerca con Google

Perini M. 1981-82, La stazione preistorica delle Baselle di Castelnuovo di Asola nel carteggio inedito di Don Luigi Ruzzenenti, in “Museo e territorio” 2: 9-62. Cerca con Google

Perini M. 1982-84, L’insediamento dell’età del Bronzo della Rassica di Castelgoffredo (MN) nel carteggio inedito di Don Luigi Ruzzenenti, in “Museo e territorio” 3: 11-53. Cerca con Google

Peroni R. 1959, Per una definizione del subappenninico come facies cronologica a sè stante, “Monumenti Antichi dei Lincei” CCCLVI, serie VIII, IX, 1. Cerca con Google

Peroni R. 1963, L’età del bronzo media e recente tra l’Adige e il Mincio, (Mem. Museo Civ. St. Nat. Verona XI): 49-104. Cerca con Google

Peroni R. 1969, Per uno studio dell’economia di scambio in Italia nel quadro dell’ambiente culturale dei secoli intorno al Mille a.C., “La Parola del Passato” 124: 134-160. Cerca con Google

Peroni R. 1988, Nord e Sud nell´età del Bronzo italiana: le comunità e il loro assetto socio-economico, “Annali Benacensi” 9: 229-254. Cerca con Google

Peroni R. 1989, Protostoria dell’Italia continentale. La penisola italiana nelle età del Bronzo e del Ferro, Roma. Cerca con Google

Peroni R. 1996, L’Italia alle soglie della storia, Roma-Bari. Cerca con Google

Peroni R. 1997, Le terramare nel quadro dell’etá del bronzo europea, in Le Terramare: 30-36. Cerca con Google

Peroni R., Piccoli A. 1991-92, Per una ricostruzione della sequenza cronologica dell’Isolone del Mincio nell’ambito dell’età del Bronzo padana, in L’età del Bronzo in Italia: 295-317. Cerca con Google

Pessina M. 1995-96, Terzo contributo allo studio delle fasi finali della terramara di Ca’ de’ Cessi (Sabbioneta, MN), tesi di laurea. Università degli Studi di Milano. Relatore R. C. de Marinis. Cerca con Google

Piccoli A. 1982, Saggio esplorativo nell’insediamento perilacustre di Castellaro Lagusello, in Studi in onore di F. Rittatore Vonwiller II, Como: 443-485. Cerca con Google

Pizzi C. 2004, L’abitato dell’età del Bronzo di S. Caterina Tredossi (Cremona). I materiali conservati presso i musei di Milano e Cremona, Milano. Cerca con Google

Poggiani Keller R., Ruggiero M. G. 2004, Ponte S. Marco (Calcinato, Brescia), in L´età del bronzo recente: 61-66. Cerca con Google

Poggiani Keller et All. 2004: Poggiani Keller R., Baioni M., Magri F., Resti insediativi ai margini delle torbiere di Iseo, in L’età del bronzo recente: 500-501. Cerca con Google

Poggiani Keller et All. 2005: Poggiani Keller R., Baioni M., Ruggiero M. G., Lincetto S., Massari A., Raposso B., Santomanco I., Aspetti insediativi e culturali della tarda età del Bronzo nell’area prealpina centrale (Lombardia): un inedito quadro di riferimento, in Communities and Settlements from the Neolithic to the Early Medieval Period, in Papers in Italian Archaeology VI (BAR I.S. 1452 II): 656-665. Cerca con Google

Poggiani Keller R. 1994 (a cura di), Il villaggio preistorico e le fornaci di Ponte S. Marco, (Catalogo della mostra), Calcinato. Cerca con Google

Poviglio 2004: Bernabò Brea M. A., Cremaschi M. 2004 (a cura di), Il villaggio piccolo della terramara di S. Rosa di Poviglio. Scavi 1987-1992, (Origines) Firenze. Cerca con Google

Preistoria del Lago di Garda 1980. La preistoria del Lago di Garda, (Catalogo della mostra), Verona. Cerca con Google

Primas M. 2008, Bronzezeit zwischen Elbe und Po, (Universität Forschungen zur prähistorischen Archäologie), Bonn. Cerca con Google

QAM: Quaderni di Archeologia del Mantovano. Cerca con Google

QAV: Quaderni di Archeologia del Veneto. Cerca con Google

Rapi M. 1992-93a, I reperti ceramici dell’ultima fase insediativa. La ceramica d’impasto grossolano, in de Marinis et All. 1992-93: 97-110. Cerca con Google

Rapi M. 1992-93b, L’abitato terramaricolo di Ca’ de’ Cessi (Sabbioneta, Mantova): la ceramica d’impasto grossolano delle ultime fasi del Bronzo Recente, tesi di laurea. Università degli Studi di Milano. Relatore R.C. de Marinis. Cerca con Google

Rapi M. 1997, Cà de Cessi, in Le Terramare: 355-357. Cerca con Google

RASMI: Notizie dal Chiostro del Monastero Maggiore. Rassegna di Studi del Civico Museo Archeologico e del Civico Gabinetto Numismatico di Milano. Cerca con Google

RSP: Rivista di Scienze Preistoriche. Cerca con Google

Rittatore Vonwiller F. 1953-54, La necropoli di Canegrate, “Sibrium” I: 7-48. Cerca con Google

Rittatore Vonwiller F. 1956-57, La necropoli di Canegrate, “Sibrium” III: 21-36. Cerca con Google

Rittatore Vonwiller F. 1960, L’abitato preistorico di Monte Lonato (Cavriana), “Sibrium” V: 73-80. Cerca con Google

Rizzetto G., Salzani L. 1977, L’insediamento atestino di Terranegra (Legnago, Verona), “Boll. MCStNatVR” IV: 593-621. Cerca con Google

Rossi S. 2008, L´abitato di Castion d´Erbè, tesi di dottorato. Università di Padova. Tutor G. Leonardi. Cerca con Google

Ruggiero M. G. 2001-02, L’abitato di Ponte S. Marco (Calcinato, Brescia): considerazioni sui materiali ceramici da alcuni livelli del Bronzo Recente della casa A, “Annali del Museo”, 19 (Civico Museo archeologico della Val Sabbia): 89-139 Cerca con Google

Säflund G. 1939, Le terramare delle provincie di Modena, Reggio Emilia, Parma, Piacenza, Lund-Leipzig. Cerca con Google

Salzani L. 1973, L’insediamento protoveneto di Mariconda (Melara-Rovigo), “Padusa” IX: 119-153. Cerca con Google

Salzani L. 1976a, Insediamento della tarda età del Bronzo a Cavalzara, “Boll. MCStNatVR” III: 363-378. Cerca con Google

Salzani L. 1976b, La stazione preistorica di Cop Roman, “PA” XII: 155-162. Cerca con Google

Salzani L. 1976c, Monte Rocchetta (Soave), “Boll. MCStNatVR” III: 581. Cerca con Google

Salzani L. 1976d, Risultati della prima campagna di scavo nell’insediamento protoveneto di Villamarzana, “Padusa” XII: 13-39. Cerca con Google

Salzani L. 1977, Un fondo di capanna a Fabbrica dei Soci (Villabartolomea), “Boll. MCStNatVR” IV: 543-561. Cerca con Google

Salzani L. 1982, Feniletto (Verona), in Palafitte: mito e realtà: 214-216. Cerca con Google

Salzani L. 1982-83, Aggiornate con le recenti ricerche le conoscenze sull’antica frequentazione dell’uomo in Valpolicella, “Annuario Storico Valpolicella”: 9 ss. Cerca con Google

Salzani L. 1983, Colognola ai Colli. Indagini archeologiche, Vago di Lavagno. Cerca con Google

Salzani L. 1985-86, Rassegna dei ritrovamenti preistorici nella Valdadige veronese. Montindon (Com. di S. Ambrogio), “Annuario Storico Valpolicella”: 73-74. Cerca con Google

Salzani L. 1986, Abitati preistorici e protostorici dell’Alto e del Medio Polesine, in L’Antico Polesine, Padova: 103-115. Cerca con Google

Salzani L. 1987, La preistoria lungo la Valle del Tartaro, Verona. Cerca con Google

Salzani L. 1989a, Cerea, Castello Tartaro, “QAV” V: 170-173. Cerca con Google

Salzani L. 1989b, Necropoli dell’età del Bronzo Finale alle Narde di Fratta Polesine. Prima nota, “Padusa” XXV: 5-42. Cerca con Google

Salzani L. 1990, Profilo storico: dal Paleolitico all’età del Ferro, in Zorzin R., Salzani L., Dal Cero B., Toniolo A., Buonopane A., La preistoria e l’età romana nel territorio sinistra d´ Adige, Comune di Cologna Veneta. Cerca con Google

Salzani L. 1990-91a, Insediamento dell’età del Bronzo alla Sabbionara di Veronella (VR), “Padusa” XXVI-XXVII: 99-124. Cerca con Google

Salzani L. 1990-91b, Necropoli dell’età del Bronzo Finale alle Narde di Fratta Polesine. Seconda Nota, “Padusa” XXVI-XXVII: 125-206. Cerca con Google

Salzani L. 1992, Lo scavo, in Salzani L., Chelidonio G. 1992, Abitato dell’età del Bronzo in località “I Camponi” di Nogarole Rocca, “Padusa” XXVIII: 53-61. Cerca con Google

Salzani L. 1993a, Gazzo. Abitato dell’età del Bronzo in località Castel di Maccacari, “QAV” IX: 88. Cerca con Google

Salzani L. 1993b, L’abitato e la necropoli di Sabbionara a Veronella, Cologna Veneta. Cerca con Google

Salzani L. 1996, Finilone Valle (Gazzo Veronese), in Dalla Terra al Museo: 261-271. Cerca con Google

Salzani L. 1996-97, Il sito protostorico di Custoza (Sommacampagna-Verona), “Padusa” XXXII-XXXIII, n.s.: 7-45. Cerca con Google

Salzani L. 1998, Castelguglielmo. Abitato dell’età del Bronzo in località Precona, “QAV” XIV: 24-27. Cerca con Google

Salzani L. 2005, La necropoli, in Olmo di Nogara: 9-388. Cerca con Google

Salzani L., Consonni A. 2005, L’abitato protostorico di Villamarzana-Campagna Michela (RO). Scavi 1993, “Padusa” XLI: 7-55. Cerca con Google

Salzani L., Fredella C. 2004, L’abitato dell’età del Bronzo di Coròn di Maccacari (Gazzo Veronese), “Padusa” XL: 117-134. Cerca con Google

Salzani et All. 2006: Salzani L., Vagnetti L., Jones R. E., Levi S. T. 2006, Nuovi ritrovamenti di ceramiche di tipo egeo dall’area Veronese: Lovara, Bovolone, Terranegra, Atti XXXIX Riunione Scientifica IIPP, Firenze: 1145-1157. Cerca con Google

Scandolo M. 1992-93a, I reperti ceramici dell’ultima fase insediativa. La ceramica d’impasto medio-fine, in de Marinis et All. 1992-93: 111-121. Cerca con Google

Scandolo M. 1992-93b, L’abitato terramaricolo di Ca’ de’ Cessi (Sabbioneta, Mantova): La ceramica fine dell´ultima fase dell´età del Bronzo, tesi di laurea. Università degli Studi di Milano. Relatore R. C. de Marinis. Cerca con Google

Seragnoli L. 1991-92, Il territorio tra Roverbella e Castelbelforte (Mantova) nella Preistoria: gli insediamenti dell’età del Bronzo nella zona di Prestinari, tesi di laurea. Università degli Studi di Milano. Relatore R. C. de Marinis. Cerca con Google

Silvestrini M., Sabbadini T. 2004, Moscosi di Cingoli (Macerata). Piano di Fonte Marcosa, in L’età del bronzo recente: 151-150. Cerca con Google

Simone L. 1990-91, La necropoli della tarda età del bronzo di Gambolò, “Sibrium” XXI: 89-147. Cerca con Google

Simone Zöpfi L. 2003, Nuovi dati sulle necropoli del Bronzo medio-recente nella bassa pianura bresciana, in Chiaromonte Trerè C. (a cura di) Antichi Liguri sulle vie Appenniniche tra Tirreno e Po. Nuovi Contributi (Quaderni di Acme 61): 199-230. Cerca con Google

Tirabassi J. 1996, Il sondaggio del 1978 a Torlonia (S. Polo d’Enza di Reggio Emilia), “Pagine di Archeologia” 1: 5-45. Cerca con Google

Tirabassi J. 2003, L’Età del Bronzo nel territorio di S. Polo, Reggio Emilia. Cerca con Google

Tosatti A. M. 1993, Materiali dell’età del Bronzo dal Mantovano (Poggio Rusco, Magnacavalli, Villimpenta), “Quaderni del Gruppo Archeologico Ostigliese” 3: 9-36. Cerca con Google

Tozzi P. G. 1987, Memorie della terra. Storia dell’uomo, Firenze. Cerca con Google

Tozzi P. L., Harari M. 1990, Tempi di un territorio. Atlante Aerofotografico delle Valli Grandi Veronesi, Parma. Cerca con Google

Urban T. 1993, Studien zur mittleren Bronzezeit in Norditalien (UPA 14), Bonn. Cerca con Google

Vagnetti et All 2006: Vagnetti L., Percossi E., Silvestrini M., Sabbatini T, Jones R. E., Levi S. T., Ceramiche egeo-micenee dalle Marche: analisi archeometriche e inquadramento preliminare dei risultati, Atti XXXIX Riunione Scientifica IIPP, Firenze: 1159-1172. Cerca con Google

Ventura V. 2005-06, L’abitato dell’età del Bronzo di Marendole, tesi di laurea. Università degli studi di Padova. Relatore G. Leonardi. Cerca con Google

Venturino Gambari M. et All. 1995: Venturino Gambari M., Bartarelli L., Giaretti M., Zamagni B. L’Età del Bronzo, in Venturino Gambari M. (a cura di), Navigatori e contadini. Alba e la valle del Tanaro nella preistoria (Quaderni della Soprintendenza Archeologica del Piemonte. Monografie 4) Alba: 141-218. Cerca con Google

Vigliardi A. 1968, Una stazione della tarda età del Bronzo a S. Maria Castello (Tredozio, Forlì), “Arch.Antr.Etn.” XCVIII: 83-103. Cerca con Google

Vigliardi A., Ghezzi M. 1976, Il secondo insediamento del tardo Bronzo di Santa Maria in Castello (Tredozio, Forlì), “RSP” XXXI: 135-244. Cerca con Google

Zanini A. 1995, Lábitato protostorico di Livorno-Stagno. Nota preliminare, in Preistoria e Protostoria in Etruria, Secondo Incontro di Studi, Milano: 93-101. Cerca con Google

Zanini A. 1996, L’età del Bronzo finale nella Toscana interna alla luce delle più recenti acquisizioni, “RSP” 46: 87-144. Cerca con Google

Zanini A. 1997, in Cocchi Genick D., Zanini A., L’area toscana nell’età del bronzo media e recente, in Le Terramare: 445-451. Cerca con Google

Zanini A. 1999, Rapporti tra Veneto ed area medio-tirrenica nel Bronzo Finale. Nuovi contributi per la definizione del problema, in Protostoria del “Venetorum Angulus”, Atti del XX Convegno di Studi Etruschi e Italici, Pisa, Roma: 307-343. Cerca con Google

Zanini A., Martinelli N. 2005, New data on the absolute Chronology of the Late Bronze Age in Central Italy, in The Bronze Age in Europe and the Mediterranean, Acts of the XIVth UISPP Congress, (BAR I.S. 1337): 147-155. Cerca con Google

Download statistics

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record