Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

| Crea un account

Nadin, Anna (2009) Autovalutazione in rete. Uso del portfolio nella formazione post lauream. [Tesi di dottorato]

Full text disponibile come:

[img]Documento PDF
Tesi non accessible per motivi correlati alla proprietà intellettuale.
Visibile a: nessuno

1189Kb

Abstract (inglese)

The research addresses the theme of self-assessment in online learning drawing the research issues from educative practices. The research develops from arguments which lead to the reconsideration of present e-learning models so as to discover the functions that they assume when answering training requirements of the individual and organizations in the current complex scenario, but also to offer elements of reflection and innovation tools in respect to traditional teaching and assessment practices.
The necessity of overseeing the correlation between learning conceptions, assessment practices, didactic methodologies and formative contexts is evident: key elements of every formative project that often struggle to build-up a necessary “coherence system” among themselves, the latter recognizable as a true innovative aspect that permits the unrelenting technological development “to be piloted” within a formative framework. Therefore the opportunity of reconsidering the modalities of organizing and sustaining learning processes, developing contents and planning assessment tools presents itself, offering the possibility of attesting the acquisition of competences in an efficient way in respect to the formative objectives pursued.
The keystone lies in the increasingly active role that the learner assumes in online formative paths: from the centrality of the didactic mediator the focus shifts to the centrality of the learning subject and his/her self-regulated processes.
In scientific terms, competence is coupled with that of learning. A connection that recognizes the competence linked to learning by an active relationship: learning as a result of an activity and not of a specific memorization.
Assessment activates processes in which the learner takes possession of learning strategies by means of metacognitive reflections and regulation becomes synonym of improvement in its forms of self-regulation and self-assessment. According to this condition, in the process that leads the individual to the acquisition of competences, it is not possible to prescind from self-assessment processes if they be ingenuous and spontaneous, or vice versa structured, shared or orientated by experts figures. In fact the development of competence is closely related to a privileged relationship with learning and every action, not only of a strictly cognitive nature, invites the learner to pose estimative questions orientated towards decision making and the regulation of one’s personal learning processes and performances. In this scenario, research intends to bridge the gap that exists between learning, competences and self-assessment. Elements which are intrinsically interrelated in theoretic reflections, but often separated in formative practices, where the activation of didactic strategies is not triggered off by an ingenuous attempt at “planning competences”, neither by using tools that are able to highlight the transformative nature of self-assessment, that in this way continues to assume a marginal and separate role in respect to traditional assessment practices.
The question is posed of which assessment tools support self-assessment processes in the field of online learning and attention is turned to the formative portfolio, recognized as an assessment tool that lives in the intersection between the formative and professional dimension and personal life.
The empirical research of a qualitative nature is based upon the analysis of 30 portfolios developed by adult subjects attending a distance learning course. The data reviewed refers to the characteristics of the formative setting considered, to the type of formative portfolio planned and subsequently developed by the students plus the answers of an ex post questionnaire. Atlas.ti. software was used for qualitative data analysis, adopting a grid analysis as a reference point with indicators based upon the literature, integrating the “bottom down” approach to that of “top-up”, with the aim of highlighting emergent and creative elements not directly related to the theories of reference analysis.
The study offered the possibility of verifying the initial hypothesis according to which online self-assessment contributes in modifying models and mental representations concerning learning concepts (from interface to constructive) and of assessment (from assessment of hetero assessment products, to assessment of self-regulated processes). Therefore the most significant transformations that occur in learning concern meaning prospectives (Mezirow, 2003). It was seen how the sense of belonging to a learning community and peer confrontation influence the acquisition of self-regulated competences: projects in the form of collective intelligence (Levy) whereby the confrontation between different prospectives and explicit knowledge mobilization allow subjects to reconsider their own world through new and decentralized approaches. Lastly, the relapse of a self-assessment path on the professional and personal development of the learners is examined.

Abstract (italiano)

Il lavoro di ricerca affronta il tema dell’autovalutazione negli ambienti di apprendimento in rete attingendo dalle pratiche educative le problematiche di indagine. La ricerca si sviluppa a partire da alcuni interrogativi che inducono a ripensare agli attuali modelli di e-learning per scoprire le funzioni che essi assumono nel rispondere ai bisogni formativi degli individui e delle organizzazioni nell’attuale scenario di complessità, ma anche per offrire elementi di riflessione e strumenti di innovazione alle tradizionali pratiche di insegnamento e di valutazione.
Emerge in modo evidente la necessità di presidiare la correlazione tra concezioni dell’apprendimento, pratiche valutative, metodologie didattiche e contesti formativi: elementi chiave di ogni progetto formativo che spesso faticano a costruire tra loro un necessario “sistema di coerenze”, riconoscibile quest’ultimo, come il vero aspetto innovativo che permette di “pilotare” l’inarrestabile sviluppo tecnologico all’interno di una cornice di senso di natura formativa. Si presenta così l’opportunità di ripensare alle modalità con cui organizzare e sostenere i processi di apprendimento, sviluppare i contenuti, progettare gli strumenti di valutazione che consentano di attestare l’acquisizione di competenze in modo efficace rispetto agli obiettivi formativi perseguiti.
La chiave di volta risiede nel ruolo sempre più attivo che assume il discente nei percorsi formativi in rete: dalla centralità del mediatore didattico il focus si sposta alla centralità del soggetto in apprendimento e ai suoi processi autoregolativi.
Ci si interroga su quali strumenti di valutazione supportino processi di autovalutazione in ambienti di apprendimento in rete e la riflessione si focalizza in particolare sul portfolio formativo, riconosciuto come strumento di valutazione che vive nell’intersezione tra dimensione formativa, professionale e di vita personale.
La ricerca empirica, di natura qualitativa, si basa sull’analisi di 30 portfolio sviluppati da soggetti adulti frequentanti un percorso formativo a distanza. I dati esaminati fanno riferimento alle caratteristiche del setting formativo considerato, alla tipologia di portfolio formativo progettato e successivamente sviluppato dagli studenti e alle risposte di un questionario somministrato ex post. Per l’analisi qualitativa dei dati ci si è avvalsi del software Atlas.ti. utilizzando come punto di riferimento una griglia di analisi con indicatori tratti dalla letteratura, integrando all’approccio “top down” quello “bottom-up”, al fine di valorizzare gli elementi emergenti e creativi non direttamente correlabili alle categorie di analisi tratte dalle teorie di riferimento.
Lo studio ha permesso di verificare le ipotesi di partenza secondo cui, l’autovalutazione in un ambiente di apprendimento in rete concorre a modificare modelli e rappresentazioni mentali sui concetti di apprendimento (da trasmissivo a costruttivo) e di valutazione (da valutazione di prodotto eterovalutato, a valutazione di processo autoregolato). Le trasformazioni più significative che avvengono nell’apprendimento riguardano dunque le prospettive di significato (Mezirow, 2003). Emerge inoltre come il senso di appartenenza ad una comunità di apprendimento ed il confronto tra pari influisca sull’acquisizione di competenze di natura autoregolativa: proietta in forme di intelligenza collettiva (Levy) in cui il confronto tra prospettive diverse e l’esplicita mobilitazione di conoscenze consente ai soggetti di ripensare il proprio mondo attraverso approcci nuovi e decentrati. Si esamina infine la ricaduta di un percorso di natura autovalutativa sullo sviluppo professionale e personale dei discenti.

Aggiungi a RefWorks
Tipo di EPrint:Tesi di dottorato
Relatore:Galliani, Luciano
Dottorato (corsi e scuole):Ciclo 20 > Corsi per il 20simo ciclo > SCIENZE PEDAGOGICHE E DIDATTICHE
Data di deposito della tesi:31 Gennaio 2009
Anno di Pubblicazione:Gennaio 2009
Parole chiave (italiano / inglese):autovalutazione, autoregolazione, e-learning
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 11 - Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche > M-PED/04 Pedagogia sperimentale
Struttura di riferimento:Dipartimenti > pre 2012 - Dipartimento di Scienze dell'Educazione
Codice ID:1816
Depositato il:31 Gen 2009
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Bibliografia

I riferimenti della bibliografia possono essere cercati con Cerca la citazione di AIRE, copiando il titolo dell'articolo (o del libro) e la rivista (se presente) nei campi appositi di "Cerca la Citazione di AIRE".
Le url contenute in alcuni riferimenti sono raggiungibili cliccando sul link alla fine della citazione (Vai!) e tramite Google (Ricerca con Google). Il risultato dipende dalla formattazione della citazione.

Ajello A. M., Meghnagi S. (1998) (a cura di), La competenza tra flessibilità e specializzazione, Franco Angeli, Milano. Cerca con Google

Ajello A.M., Belardi C. (2007), Valutare le competenze informali, Carocci, Roma. Cerca con Google

Alasuutari P. (1995), Researching culture: Qualitative Method and Cultural Studies, Sage, London. Cerca con Google

Albanese O., Doudin P.A., Martin D. (a cura di) (2003), Metacognizione ed educazione, Franco Angeli, Milano. Cerca con Google

Alberici A. (2002), Imparare sempre nella società della conoscenza, Mondadori, Milano. Cerca con Google

Ames C. (1992), Achievement goals and the classroom motivational climate, in Schunk Cerca con Google

D.H., Meece J.L., Student perceptions in the classroom, Hillsdale, NJ, Erlbaum. Cerca con Google

Anderson T. (2008), The Theory and Practice of Online Learning, Athabasca University Press (second edition). Cerca con Google

Anderson, T. (2005), Distance Learning – Social software’s killer app? Proceedings of the Open & Distance Learning Association (ODLAA) of Australia, Adelaide, ODLAA. Cerca con Google

http://www.unisa.edu.au/odlaaconference/PPDF2s/13%20odlaa%20-%20Anderson.pdf Retrieved Sept. 30, 2007 Vai! Cerca con Google

Antiseri D. (1985), Insegnare per problemi, in «Riforma della scuola», 2, pp. 18-27. Cerca con Google

Antonietti A. (2004), Raccontare l’apprendimento. Il diario narrativo: come ricostruire e monitorare percorsi formativi, Raffaello Cortina, Milano. Cerca con Google

Arina T. (2007), Serendipity 2.0: Missing Third Places of Learning, EDEN Annual Conference, Napoli. Cerca con Google

Atkinson J.W. (1973), La motivazione, Il Mulino, Bologna. Cerca con Google

Atkinson R. (2002), L’intervista narrativa. Raccontare la storia di sé nella ricerca formativa, organizzativa e sociale, Raffaello Cortina Editore, Milano (Tit. orig. The Life Story Interview, Sage Publications, 1998). Cerca con Google

Augè M. (2005), Nonluoghi. Introduzione a un’antropologia della surmodernità, Eleuthera, Milano. Cerca con Google

Baldacci M. (2005), Personalizzazione o Individualizzazione?, Erickson, Trento. Cerca con Google

Baldacci M. (2004), I modelli della didattica, Carocci, Roma. Cerca con Google

Baldacci M. (1993), Una scuola per il sistema formativo, in «Nuova Paideia», 3, 1993. Cerca con Google

Bandura A. (1988), Self-efficacy conception of anxiety, in «Anxiety Research», 1, 77-98. Cerca con Google

Bandura A. (1991), Self-regulation of motivation through anticipatory and self-reactive Cerca con Google

mechanisms, in Dienstbier R.A., Perspectives on motivation: Nebraska symposium on motivation, Lincoln, University of Nebraska Press. Cerca con Google

Bandura A. (1996), Il senso di auto-efficacia personale e collettivo, in Bandura A. (a cura di), Il senso di autoefficacia, Erickson, Trento. Cerca con Google

Bandura A. (2000), Autoefficacia. Teoria e applicazioni, Trento, Erickson; (Tit. orig. Selfefficacy: The exercise of control, Freeman, New York). Cerca con Google

Baràbasi A.L. (2004), Link. La scienza delle reti, Einaudi, Torino. Cerca con Google

Barret H.C. (1998), What to consuder when planning for electronic Portfolios, in «Learning & Leading with technology», 27, 7. Cerca con Google

Bateson G. (1986), Verso un'ecologia della mente, Adelphi, Milano. Cerca con Google

Baudrillard J. (1979), Lo scambio simbolico e la morte, Feltrinelli; (Tit. orig. L’echange symbolyque et la mort, Gallimard, Paris, 1976). Cerca con Google

Bauman Z. (2007), Modus vivendi. Inferno e utopia del mondo liquido, Laterza, Roma. Cerca con Google

Bauman Z. (2007), Vita liquida, Laterza, Roma, (Tit. orig. Liquid Life, Polity Press, Cambridge, 2005). Cerca con Google

Bauman Z. (2006), Ho fatto un sogno: Vivere nel socialismo dell’armonia, in «dWeb» http://www.dweb.repubblica.it/dweb/2006/09/02/attualita/attualita/106sog514106.html (Retrieved 24 Mar 07) Vai! Cerca con Google

Bauman Z. (2002), La società individualizzata, Il Mulino, Bologna. Cerca con Google

Baxter G.P., Elder A.D., Glaser R. (1996), Knowledge-based cognition and performance assessment in the science classroom, in «Educational Psychologist», 31(2), pp.133-140 Cerca con Google

Benkler Y. (2007), La ricchezza della rete. La produzione sociale trasforma il mercato e aumenta le libertà, Egea, Milano; (Tit. orig. The Wealth of Networks: How social Production Transform Markets and Freedom, 2006). Cerca con Google

Bernardi L. (1993), Il problema della valutazione, in «Seleinfo», n.1. Cerca con Google

Berners Lee T. (2001), L’architettura del nuovo web, Feltrinelli, Milano. Cerca con Google

Bertagna G. (2004), Valutare tutti valutare ciascuno. Una prospettiva pedagogica, Editrice La Scuola, Brescia. Cerca con Google

Binanti L. (2001), Pedagogia, epistemologia e didattica dell’errore, Rubettino Editore, Cosenza. Cerca con Google

Boghossian P.A. (2006), Paura di conoscere. Contro il relativismo e il costruttivismo, Carocci, Roma. Cerca con Google

Bonaiuti G. (2006), E-learinig 2.0. Il futuro dell’apprendimento in rete, tra formale e informale, Erickson, Trento. Cerca con Google

Boscolo P. (1997), Psicologia dell’apprendimento scolastico. Aspetti cognitivi e motivazionali, Utet, Torino. Cerca con Google

Boscolo P. (2002), La motivazione ad apprendere: tra ricerca psicologica e senso comune, in «Scuola e Città», 1, pp. 81-92. Cerca con Google

Boscolo P. (2006), La motivazione ad apprendere, in Mason L., Psicologia dell’apprendimento e dell’istruzione, Il Mulino, Bologna. Cerca con Google

Botta P. (a cura di) (2003), Capitale umano online: le potenzialità dell’e-learning nei processi formativi e lavorativi, Franco Angeli, Milano. Cerca con Google

Boud D. (1995), Enhancing learning through self assessment, Routledge, New York. Cerca con Google

Bransfor J., Brown A., Cocking R. (1999), How people learn: Brain, mind experience and school, National Research, Council, Washington, Retrieved August 27, 2007, from http://www.nap.edu/html/ Vai! Cerca con Google

Brookfield S.D. (a cura di) (1985), Self-directed learning: from theory to practice, in «New Direction for Continuing Education», 25, pp. 17-30. Cerca con Google

Brookfield S.D. (1993), Self-directed learning, political clarity, and the critical practice of adult education, in «Adult Education Quarterly», 43 (4), pp. 227-242. Cerca con Google

Brown A. L. (1987), Metacognition, Executive Control, Self-Regulation and Other More Cerca con Google

Mysterious Mechanism, in Weinert F. E., Kluwe R. H., Metacognition, Motivation and Understanding, Springer, New York. Cerca con Google

Bruner J. (1990), Il significato dell’educazione, Armando, Roma. Cerca con Google

Bruner J. (1992), La ricerca del significato. Per una psicologia culturale, Bollati Boringhieri, Torino. Cerca con Google

Bruner J. (1995), Verso una teoria dell’istruzione, Armando, Roma. Cerca con Google

Bruner J. (1997), La cultura dell’educazione. Nuovi orizzonti per la scuola, Feltrinelli, Milano. Cerca con Google

Bruner J. S. (1997), La cultura dell’educazione. Nuovi orizzonti per la scuola, Feltrinelli, Milano. Cerca con Google

Caltabiano P.S., Sassu F. (2006), Il valore della competenza. Logiche ed esperienze a confronto, Franco Angeli, Milano. Cerca con Google

Calvani A., Rotta M. (1999), Comunicazione e apprendimento in internet, Erickson, Trento. Cerca con Google

Carlini F. (2007), Un momento di opportunità e sfida, introduzione in Benkler Y. (2007), La ricchezza della rete. La produzione sociale trasforma il mercato e aumenta la libertà, Egea, Milano. Cerca con Google

Carrè P., Moisan A. (2002), La formation autodirigée, L’Harmattan, Paris. Cerca con Google

Carver C., Scheier M. (1981), Attention and self-regulation: A control theory approach to human behavior, Springer-Verlag, New York. Cerca con Google

Castells M. ( 2004), La città delle reti, Marsilio, Venezia. Cerca con Google

Castells M. (2002), La nascita della società in rete, Università Bocconi Editore, Milano. Cerca con Google

Catarsi C. (2005), Competenza e imprevisto. Formazione personale, impresa di mercato e cultura dell’equità, Franco Angeli, Milano. Cerca con Google

Cecconi L. (a cura di) (2002), La ricerca qualitativa in educazione, Franco Angeli, Milano. Cerca con Google

Cerroni A. (2006), Scienza e società della conoscenza, Utet, Novara. Cerca con Google

Cherubini G., Del Favero L. (2007), La motivazione ad apprendere, in Cherubini G. (a cura Cerca con Google

di), Crescere e apprendere. Psicologia dello sviluppo e dell’educazione, Pensa, Lecce. Cerca con Google

Ciari B. (1992), Le nuove tecniche didattiche, Editori Riuniti, Roma. Cerca con Google

Cisotto L. (2005), Psicopedagogia e didattica. Processi di insegnamento e di apprendimento, Carocci, Roma. Cerca con Google

Cisotto L. (2006), Didattica del testo. Processi e competenze, Carocci, Roma. Cerca con Google

Cole M. (1996), Cultural Psychology: A once and future discipline, Harvard University Press, Cambridge (trad. it. 2004, La psicologia culturale, Carlo Amore, Roma). Cerca con Google

Colicchi Lapresa E. (1987), Prospettive metodologiche di una teoria dell’educazione, Liguori Editore, Napoli. Cerca con Google

Corno L. (1993), The best-laid plans: Modern conceptions of volition and educational research, in «Educational Researcher», 22, 14-22. Cerca con Google

Cornoldi C. (1995), Metacognizione e apprendimento, Il Mulino, Bologna. Cerca con Google

Cortellazzi S., Pais I. (2001), Il posto della competenza. Persone, organizzazioni, sistemi formativi, Franco Angeli, Milano. Cerca con Google

Cosenza G. (2004), Semiotica dei nuovi media, Laterza, Bari. Cerca con Google

Crozier, Friedberg (1990), Attore sociale e sistema: sociologia dell'azione organizzata, ETAS libri, Milano. Cerca con Google

Corrao S. (2000), Il focus group, Franco Angeli, Milano. Cerca con Google

Costa A. (1989), Re-assessing assessment, in «Eucational Leadership», I. Cerca con Google

Damiano E. (2004), Insegnare i concetti. Un approccio epistemologico alla ricerca didattica, Armando Editore, Roma. Cerca con Google

De Beni R., Moè A., (2000), Motivazione e apprendimento, Il Mulino, Bologna. Cerca con Google

De Beni R. (1997), Memoria, apprendimento e immaginazione, in Legrenzi P. (a cura di) Manuale di Psicologia Generale, Il Mulino, Bologna. Cerca con Google

De Biase L. (2008), Economia della felicità. Dalla blogosfera al valore del dono, Feltrinelli, Milano. Cerca con Google

De Biase L. (2003), Edeologia. Critica del fondamentalismo digitale, Laterza, Roma-Bari. Cerca con Google

Deci E.L. (1975), Intrinsic motivation, Plenum Press, New York. Cerca con Google

Deci E.L., Ryan R.M. (1985), Intrinsic motivation and self-determination in human behaviour, Plenum, NY. Cerca con Google

Demetrio D., Fabbri D., Gherardi S. (1994), Apprendere nelle organizzazioni. Proposte per la crescita cognitva in età adulta, Carocci, Roma. Cerca con Google

Demetrio D. (2000), L'educazione interiore. Introduzione alla pedagogia introspettiva, La Nuova Italia, Firenze. Cerca con Google

Demetrio D. (2002), Autoformazione: le cifre, le pratiche, in «FOR», 53, pp. 18-26. Cerca con Google

Demetrio D. (2003), prefazione a Mezirow J., Apprendimento e trasformazione, Raffaello Cortina (Titolo orig. : Transformative Dimension of Adult Learning). Cerca con Google

De Kerckove D. (2001), L’architettura dell’intelligenza, Testo & Immagine, Torino. Cerca con Google

Dewey J. (1938), Experience and education, Macmillan, NewYork. Cerca con Google

Dewey J. (1974), Democrazia ed educazione, ed. La Nuova Italia, Firenze. Cerca con Google

Dewey J., (1983), Scuola e società, ed. La Nuova Italia, Firenze. Cerca con Google

Di Fraia G. (2007), Blog-grafie. Identità narrative in rete, Guerini, Milano. Cerca con Google

Di Francesco G. (1998), Unità capitalizzabili e crediti formativi, Franco Angeli, Milano. Cerca con Google

Di Nubila R. (a cura di) (2005), Professione formatore : il ruolo, le competenze, i luoghi e le prospettive, Edizioni scientifiche italiane, Napoli. Cerca con Google

Di Nubila R. (1999), La formazione oltre l’aula: lo stage, Cedam, Padova. Cerca con Google

Dweck C.S. (1988), Motivational processes affecting learning, American Psychologist, 41, 1040-1048. Cerca con Google

Eco U. (1964), Apocalittici e integrati. Comunicazioni di massa e teorie della cultura di massa, Bompiani, Milano. Cerca con Google

Elliot A.J. (1997), Integrating the « classic » and “contemporary” approach to achievement motivation: A hierachical model of approach and avoidance achievent motivation, in Maher M.L., Pintrich P.R., Advances in motivation and achievement, vol. 10, JAI Press, Greenwinch CT. Cerca con Google

Ericsson K.A., Krampe R.T., Tesch-Romer C. (1993), The role of deliberate practice in the acquisition of expert performance, in «Psychological Review», 100, 363-406. Cerca con Google

Fabbri D. (1994), Le trame del pensare, in D. Demetrio, D. Fabbri, S. Gherardi, Apprendere Cerca con Google

nelle organizzazioni: proposte per la crescita cognitiva in età adulta, NIS, Roma. Cerca con Google

Ferri P. (2008), La scuola digitale. Come le nuove tecnologie cambiano la formazione, Bruno Mondadori, Milano. Cerca con Google

Ferri P. (2005) E-learning. Didattica, comunicazione e tecnologie digitali, Le Monnier, Firenze. Cerca con Google

Festinger L. (1954), A theory of social comparison processes, in «Human Relations», 7, 117-140. Cerca con Google

Filograsso N. (2003), La costruzione della conoscenza, Utet, Torino. Cerca con Google

Flores D’Arcais G.(1996), Sedici lezioni accademiche per una paideia, Istituti editoriali e poligrafici internazionali, Ist. Poligrafici Internazionali, Pisa - Roma. Cerca con Google

Frabboni F.(1999), La didattica, motore della formazione, Pitagora, Bologna. Cerca con Google

Galliani L. (2007), Le nuove forme della didattica in una Università cambiata, relazionepresentata in occasione del Convegno “Università italiana Università europea. La convergenza dei percorsi formativi da Bologna 1999 a Londra 2007, Camerino, 1 febbraio 2007. Cerca con Google

Galliani L. (2004), La scuola in rete, Laterza, Bari. Cerca con Google

Galliani L., Costa R. (2006), E-Learning nella didattica universitaria, NIS, Napoli Cerca con Google

Galliani L., Costa R. (2003a), Valutare l’e-Learning, Pensa, Lecce. Cerca con Google

Galliani L.(2003b), Il concetto di e-learning in ambito psico-socio-pedagogico, in C. Botta (a cura di), Capitale umano on line: la potenzialità del e-learning nei processi formativi e lavorativi, Franco Angeli, Milano. Cerca con Google

Gallino L. (2001), Il costo umano della flessibilità, Laterza, Bari. Cerca con Google

Gallo R., Boerchi D., Bilancio di competenze e assessment centre. Potenzialità e limiti dell’auto e dell’etero-valutazione delle risorse umane, Franco Angeli, Milano, 2001. Cerca con Google

Gardner H., Cinque chiavi per il futuro, Feltrinelli, Milano (Titolo orig.: Five minds for the future, Harvard Business School Press, Boston, 2006) Cerca con Google

Gardner H. (2007), Cambiare idee. L’arte e la scienza della persuasione, Feltrinelli, Milano (Titolo orig.Changing minds. The art and science of changing our own and other people’s mind, Harvard Business School Press, 2004). Cerca con Google

Garrison D.R. (2004), Apprendimento autodiretto: verso un modello organico, in Quaglino Cerca con Google

G.P. (a cura di), Autoformazione. Autonomia e responsabilità per la formazione di sé nell’età adulta, Raffaello Cortina Editore, Milano. Cerca con Google

Gerstner L.S.(1992),” What's in a Name: The language of Self-Directed learning”, in H.B. Long, and Associates, Self-Directed Learning: Application and Research, Oklahoma Cerca con Google

Research Center for Continuing professional and Higher Education of the University of Oklahoma, Norman. Cerca con Google

Goffman E., Frame Analysis (2001), L’organizzazione dell’esperienza, Armando Editore. http://cc.fondazionesancarlo.it/fsc/Viewer?cmd=attivitadettaglio&id=51 ; http://sistemicomplessi.humnet.unipi.it/lezioni1.htm Vai! Cerca con Google

Goodrich H. (1996), Understanding rubrics, in “Educational Leadership”, 54, 4. Cerca con Google

Grace A.P. (1996), Taking a critical pose: andragogy – missing links, missing values, in «International Journal of Lifelong Education», 15 (5), pp. 382-392. Cerca con Google

Granieri G. (2005), Blog Generation, Laterza, Roma-Bari. Cerca con Google

Granieri G. (2006), La società digitale, Laterza, Roma-Bari. Cerca con Google

Griswold W. (1997), Sociologia della cultura, il Mulino, Bologna. Cerca con Google

Guidolin U. (2006), Pensare digitale. Teoria e tecniche dei nuovi media, McGrawHill, Milano. Cerca con Google

Herman J.L. (1994), Evaluating the effects of technology in school reform, in B. Means, Technology and educational reform, Jossey-Bass, San Francisco. Cerca con Google

Jarvis P. (2004), Libera scelta, libertà e apprendimento autodiretto, in Quaglino G.P. (a cura di), Autoformazione. Autonomia e responsabilità per la formazione di sé nell’età adulta, Raffaello Cortina Editore, Milano. Cerca con Google

Jedlowski P. (2008), Il sapere dell’esperienza. Fra l’abitudine e il dubbio, Carocci, Roma. Cerca con Google

Jonassen D.H. (2004). Learning to solve problem: An instructional design guide, Jossey- Bass, San Francisco. Cerca con Google

Jonassen D. H., Land S. M. (2000), Theoretical Foundations of Learning Environments, LEA, London Cerca con Google

Kelly K. (1996), Out of control: la nuova biologia delle macchine, dei sistemi sociali e del mondo dell'economia, Apogeo, Milano. Cerca con Google

Kirby D., Boak C. (1987), Developing a system for audio-teleconferencing analysis, in «Journal of Distance Education», 2 (2), 31–42. Cerca con Google

Klobas J. (2007), Oltre Wikipedia. I wiki per la collaborazione e l’informazione, Sperling&Kupfer, Milano. Cerca con Google

Knowles M.S. (1975), Self-directed learinig, Association Press, New York. Cerca con Google

Knowles M.S. (1973), Quando l'Adulto Impara: Pedagogia e Andragogia, FrancoAngeli, Milano. Cerca con Google

Knowles M.S. (2004), L’apprendimento autodiretto. Una guida per i discenti e per i docenti, in Quaglino G.P. (a cura di), Autoformazione. Autonomia e responsabilità per la formazione di sé nell’età adulta, Raffaello Cortina Editore, Milano. Cerca con Google

Kolb D. (1984), Experiential Learning, Prentice-Hall, Englewood Cliffs. Cerca con Google

Kozma R. B. (2001), Counterpoint theory of ‘learning with media’,Clark R. E., Learning from media: Arguments, analysis, and evidence, Information Age Publishing Inc, Greenwich. Cerca con Google

Kuhl J. (1985), Volitional mediators of cognitive behavior consistency: Self-regulatory processes and action versus state orientation, in Khul J.& Beckman J., Action control, Springer, New York. Cerca con Google

Kuhn D. (1999), A developmental model of critical thinking, in «Educational Researcher», 2, 16-26. Cerca con Google

Ianes D. (2001), Didattica speciale per l’integrazione, Erickson, Trento. Cerca con Google

Ianes D. (a cura di) (1996), Metacognizione e insegnamento, Erickson, Trento. Cerca con Google

Laneve C. (2003), La didattica fra teoria e pratica, La Scuola, Brescia Cerca con Google

Levati W, Saraò M. V. (1998), Il modello delle competenze, Franco Angeli, Milano. Cerca con Google

Levy P. (2002), L’intelligenza collettiva. Per un’antropologia del cyberspazio, Feltrinelli, Milano. Cerca con Google

Lieb S. (1991), Principles of Adult Learning, VISION. Retrieved November 23, 2006 from http://www.hcc.hawaii.edu/intranet/committees/FacDevCom/guidebk/teachtip/adults-2.htm Vai! Cerca con Google

Ligorio M., Cacciamani S., Cesareni D. (2006), Blended Learning. Dalla scuola dell’obbligo alla formazione adulta, Carocci, Roma. Cerca con Google

Long H.B. et al. (1991), Self-directed Learning: Consensus & Conflict, Oklahoma Research Center for Continuing Professional and Higher Education, University of Oklahoma, Norman, OK. Cerca con Google

Lyotard F. (1981), La condizione post-moderna, Feltrinelli, Milano. Cerca con Google

Maccarini A. (2003), Lezioni di sociologia dell’educazione, Cedam, Padova. Cerca con Google

Maccario D. (2006), Insegnare per competenze, Sei, Torino. Cerca con Google

Maistrello S. (2007), La parte abitata della Rete, Tecniche Nuove, Milano. Cerca con Google

Mammarella N., Cornoldi C., Pazzaglia F. (2005), Psicologia dell’apprendimento multimediale. E-learning e nuove tecnologie, il Mulino, Bologna. Cerca con Google

Mantovani G. (1995), Comunicazione e identità. Dalle situazioni quotidiane agli ambienti virtuali, Il Mulino, Bologna. Cerca con Google

Maragliano R. (1999), Nuovo manuale di didattica multimediale, Laterza, Bari. Cerca con Google

Margiotta U. (1997), Pensare in rete. La formazione del multialfabeta, Clueb, Bologna. Cerca con Google

Marini A., Genereux R. (1995), The challenge of teaching for transfer, in Mckeough A., Lupart J., Marini A., Teaching for transfer. Fostering generalization in learning, Mahwah Lawrence Erlbaum, NJ. Cerca con Google

Maslow A. H. (1954), Motivation and personalità, Harper, New York, (trad. It. Motivazione e personalità, Armando, Roma, 1990). Cerca con Google

Mazzara B. M. (2002), Metodi qualitativi in psicologia sociale, Carocci, Roma. Cerca con Google

Marshall C., Rossman G. (1989), Designing Qualitative Research, Sage, London. Cerca con Google

Mason L (2001), Verità e certezze. Natura e sviluppo delle epistemologie ingenue, Carocci, Roma. Cerca con Google

Mauss M. (1965), Teoria generale della magia e altri saggi, Einaudi, Torino. Cerca con Google

Meece J.L., Wigfield A., Eccles J.S. (1990), Predictors of math anxiety and its influence on young adolescents' course enrollment intentions and performance in mathematics, in «Journal of Educational Psychology», 82, 60-70. Cerca con Google

Meghnagi S. (1998), La competenza professionale come materia di indagine, in Ajello A. Cerca con Google

M., Meghnagi S. (a cura di), La competenza tra flessibilità e specializzazione, Franco Angeli, Milano. Cerca con Google

Merlini F. (a cura di) (2005), Nuove tecnologie e nuove sensibilità: comunicazione, identità, formazione, Franco Angeli, Milano. Cerca con Google

Merriam S.B., Mott V.W., Lee M. (1996), Learning that comes from the negative interpretation of the experience, in «Studies in Continuing Education», 18 (1), pp. 1-23. Cerca con Google

Merriam S.B. (2004), Andragogia e apprendimento autodiretto, in Quaglino G.P. (a cura di), Autoformazione. Autonomia e responsabilità per la formazione di sé nell’età adulta, Raffaello Cortina Editore, Milano. Cerca con Google

Merriam S. B., Caffarella R. S. (1999), Learning in Adulthood, Jossey-Bass, San Francisco. Cerca con Google

Mezirow J. (1981), A critical theory of adult learning and education, in «Adult Education», 32, pp. 3-24. Cerca con Google

Mezirow J. (1985), A Critical theory of self-directed learning, in «New Directions for Continuing Educations», 25, pp. 17-30. Cerca con Google

Mezirow J. (2003), Apprendimento e trasformazione, Raffaello Cortina Editore, Milano. Cerca con Google

Mezirow J. (2004), Una teoria critica dell'apprendimento autodiretto, in Quaglino G.P. (a cura di), Autoformazione. Autonomia e responsabilità per la formazione di sé nell’età adulta, Raffaello Cortina Editore, Milano. Cerca con Google

Michelson E. (a cura di), Portfolio development and the assessment of prior learning, Stylus Publishing, LLC, 2004 Cerca con Google

Minichiello G. (a cura di) (2003), Autobiografia e didattica, La Scuola, Brescia. Cerca con Google

Moè A., De Beni R. (1995), Strategie e metodi di studio: aspetti strategici, metacognitivi e motivazionali, in Albanese O., Doudin P.A., Martin D. (a cura di), Metacognizione ed educazione, Franco Angeli. Cerca con Google

Moglen E. (1999), Il trionfo dell’anarchia: il software libero e la morte del copyright, disponibile all’indirizzo http://moglen.law.columbia.edu/publications/anarchism-it.html (ultimo accesso marzo 2008) Vai! Cerca con Google

Morin E. (2001), I sette saperi necessari all’educazione del futuro, Raffaello Cortina, Cerca con Google

Milano. (Tit. orig., Les sept savoirs nécessaries à l’éducation du futur, Publié par l’Organisation des Nations Unies pour l’éducation, la science et la culture (UNESCO), Paris, France, 1999). Cerca con Google

Morin E. (1989), La conoscenza della conoscenza, Feltrinelli, Milano. Cerca con Google

Morin E. (1988), Le vie della complessità, in Bocchi G. L., Ceruti M. (a cura di), La sfida della complessità, Feltrinelli, Milano. Cerca con Google

Munari A. (1987), Il sapere ritrovato. Conoscenza, apprendimento, formazione, Guerini, Milano Cerca con Google

Novak J., Gowin B. (2001), Imparando a imparare, SEI, Torino. Cerca con Google

Pallascio R., Benny M., Patry J. (2003), Il pensiero critico ed il pensiero metacognitivo, in Albanese O., Doudin P.A., Martin D. (a cura di), Metacognizione ed educazione, Franco Angeli, Milano. Cerca con Google

Pedon A., Gallucci C. (1997), Appunti di psicologia del lavoro, ed. Libreria Cortina, Padova. Cerca con Google

Pellerey M. (2006), Dirigere il proprio apprendimento, Editrice La Scuola, Brescia. Cerca con Google

Pellerey M. (2004), Le competenze individuali e il portfolio, RCS Libri, Milano. Cerca con Google

Pellerey M., Orio F. (2001), QPPC. Il questionario di percezione delle proprie competenze e convinzioni, Edizioni lavoro, Roma. Cerca con Google

Pellerey M. (1999), Educare. Manuale di pedagogia come scienza pratico-progettuale, LAS, Roma. Cerca con Google

Pineau G. (2004), L'autoformazione nel corso della vita: tra l'etero e l'ecoformazione, in Quaglino G.P. (a cura di), Autoformazione. Autonomia e responsabilità per la formazione di sé nell’età adulta, Raffaello Cortina Editore, Milano. Cerca con Google

Pontecorvo C., Ajello A. M., Zucchermaglio C. (2004), Discutendo si impara. Interazione sociale e conoscenza a scuola, Carocci, Roma. Cerca con Google

Pourtois J.P., Desmet H. (2006), L’Educazione post-moderna, Del Cerro, Pisa; (Tit. orig., L’éducation postmoderne, Pressess Universitaries De France, Paris, 1997). Cerca con Google

Quaglino G.P. (a cura di) (2004), Autoformazione. Autonomia e responsabilità per la formazione di sé nell’età adulta, Raffaello Cortina Editore, Milano. Cerca con Google

Quaglino G.P. (2002), Autoformazione, in Rotondi M. (a cura di), Un senso per l’apprendere. Spazi di crescita per gli individui nelle organizzazioni, Franco Angeli, Milano. Cerca con Google

Quaglino G.P. (1992), Gruppo di lavoro, lavoro di gruppo. Un modello di lettura della dinamica di gruppo, una proposta di intervento nelle organizzazioni, Raffaello Cortina, Milano. Cerca con Google

Reboul O. (1995), Apprendimento, insegnamento e competenza, Armando, Roma. Cerca con Google

Resnick L.B. (1995), Imparare dentro e fuori la scuola in Pontecorvo C., Ajello A. M., Zucchermaglio C. (a cura di) I contesti sociali dell’apprendimento, Led , Milano. Cerca con Google

Rivoltella P.C. (2002), La società dell’informazione: un’economia del simbolico, in Scott W. G., Murtula M., Stecco M., Manuale di Management, Il Sole24ore, Milano. Cerca con Google

Rivoltella P.C. (2003), Costruttivismo e pragmatica della comunicazione on line. Socialità e didattica in Internet, Erickson, Trento. Cerca con Google

Rogers C. (1973), Libertà nell'apprendimento, Giunti-Barbera, Firenze. Cerca con Google

Rotondi M. (a cura di) (2002), Un senso per l’apprendere. Spazi di crescita per gli individui nelle organizzazioni, Franco Angeli, Milano. Cerca con Google

Rueda R., Dembo M.H. (1995), Motivational processes in learning. A comparative analysis of cognitive and sociocultural frameworks, in Maher M.L., Pintrich P.R., Advances in motivation and achievement: Culture, Motivation, and Achievement, JAI Press Greenwich, Connecticut. Cerca con Google

Rullani E. (2004), Economia della conoscenza. Creatività e valore nel capitalismo delle reti, Carocci, Roma. Cerca con Google

Scardamalia M., Bereiter C. (1999), Schools as knowledge-building organisations, in « Keating D., Hertzman C., Today's children, tomorrow's society: The developmental Health and Wealth of Nations», New York, Guilford, NY . Cerca con Google

Schon D.A. (1993), Il professionista riflessivo. Per una nuova epistemologia della pratica professionale, Edizioni Dedalo, Bari. Cerca con Google

Schunk D.H. (1984), The self-efficacy perspective on achievement behavior, in «Educational Psychologist», 19, 199-218. Cerca con Google

Schunk D.H. (1982), Verbal self-regulation as a facilitator of children's achievement and self-efficacy, in «Human Learning», 1, 265-277. Cerca con Google

Scurati C. (1999), Pedagogia: fondamenti e dimensioni, in Frabboni F., Guerra L., Scurati C., Pedagogia. Realtà e prospettive dell’educazione, Bruno Mondadori, Milano. Cerca con Google

Sennett R. (2001), L’uomo flessibile. Le conseguenze del nuovo capitalismo sulla vita personale, Feltrinelli, Milano. Cerca con Google

Silverman D.(2002), Come fare ricerca qualitativa, Carocci, Roma, Cerca con Google

Singer R.N., Cauraugh J.H. (1985), The generalizability effect of learning strategies for categories of psychomotor skills, in «Quest», 37, 103-119. Cerca con Google

Slavin R. E., (1983), Cooperative Learning, Longman, New York. Cerca con Google

Snow R.E. (1996), Self-regulation as meta-conation? In «Learning and Individual Differences», 8, 216-267. Cerca con Google

Sorzio P.(2006), La ricerca qualitativa in educazione, Carocci, Roma. Cerca con Google

Spencer L.M., Spencer S. M. (1995), Competenza nel lavoro, Franco Angeli, Milano. Cerca con Google

Spitzer D.R.(1993), Learning motivation, in «Educational Technology», Vol. 33, n. 5. Cerca con Google

Sorensen E. K., Morchù D. (2006), Enhancing Learning Through Tecnology, Information Science Publishing, London. Cerca con Google

Surowiecki J. (2007), La saggezza della folla, Fusi Orari, (Tit. orig., The wisdom of crowds, Random House, 2004). Cerca con Google

Toffano Martini E. (2007), Ripensare la relazione educativa, Pensa Multimedia, Lecce. Cerca con Google

Trentin G. (2004), Apprendimento in rete e condivisione della conoscenza, Franco Angeli, Milano Cerca con Google

Trentin G. (2008), La sostenibilità didattico-formativa dell’e-learning. Social Networking e apprendimento attivo, Franco Angeli, Milano. Cerca con Google

Trinchero R. (2006), Valutare l’apprendimento nell’e-learning. Dalle abilità alle competenze, Erickson, Trento. Cerca con Google

Trinchero R. (2004), I metodi della ricerca educativa, Laterza, Roma-Bari. Cerca con Google

Trisciuzzi L. (2001), Dizionario di didattica, ETS, Pisa. Cerca con Google

Turkle S. (1997), La vita sullo schermo. Nuove identità e relazioni sociali nell’epoca di internet, Apogeo, Milano. Cerca con Google

Varisco B.M. (2004), Portfolio. Valutare gli apprendimenti e le competenze, Carocci, Roma. Cerca con Google

Varisco B.M. (2002), Costruttivismo socio-culturale, Carocci, Roma. Cerca con Google

Virilio P. (2000), La bomba informatica, Cortina Raffaello Editore, Milano. Cerca con Google

Von Hippel E. (2005), Democratizing Innovation, Cambridge, MIT Press. Cerca con Google

Weiner B. (1979), A theory of motivation for some classroom experiences, in «Journal of Educational Psychology», 71, 3-25. Cerca con Google

Weinstein C.E. (1996), Self-Regulation: A commentary on directions for future research, in «Learning and Individual Differences», 8, 269-274. Cerca con Google

Wellman H. M. (1983), Metamemory Revisited, in Chi M. T., Trends in Memory Development Research, Karger, Basel. Cerca con Google

Wenger E. (1998), Community of practice: learning, meaning, and identity, Cambridge University Press, Cambridge. Cerca con Google

Wiggings G. (1989), Teaching to the (autentic) test, in «Educational Leadership», pp. 42- 47. Cerca con Google

Wilson, B. (1997), Thoughts on theory in educational technology, «Educational Technology», 37(1), 22–26. Cerca con Google

Winne P.H., Stockley D.B. (1998), Computing Technologies as Sites for Developing Self- Regulated Learning, The Guilford Press, NY. Cerca con Google

Winne P.H. (1997), Experimenting to bootstrap self-regulated learning, «Journal of Educational Psychology», 89, 397-410. Cerca con Google

Winne P.H., Hadwin A.F. (1997), Studying as self-regulated learning, in Hacker D.J., Dunlosky J., Graesser A.C., Metacognition in educational theory and practice, Hillsdale, Erlbaum, NJ Cerca con Google

Winne P.H. (1996a), A metacognitive view of individual differences in self-regulated learning, in «Learning and Individual Differences», 8, 327-353. Cerca con Google

Winne P.H. (1995), Inherent details in self-regulated learning, in «Educational Psychologist», 30, 173-187. Cerca con Google

Wlodkowski R. (1999), Enhancing Adult Motivation to Learn: A Comprehensive Guide for Teaching All Adults, 2nd ed., Jossey-Bass Inc, San Francisco. Cerca con Google

Woolfe P. L. (2002), Apprendimento lungo tutto l’arco della vita in Europa, in Rotondi M. (a cura di), Un senso per l’apprendere. Spazi di crescita per gli individui nelle organizzazioni, Franco Angeli, Milano. Cerca con Google

Zimmerman B.J. (1998), Developing Self-Fulfilling Cycles of Academic Regulation: An Analysis of Exemplary Instructional Models, The Guilford Press, NY. Cerca con Google

Zimmerman B.J. (1995), Self-efficacy and educational development, in Bandura A., Selfefficacy Cerca con Google

in changing societies, Cambridge University Press, New York. Cerca con Google

Zimmerman B.J., Bandura A.(1994), Impact of self-regulatory influences on writing course attainment, in «American Educational Research Journal», 31, 845-862. Cerca con Google

Zimmerman B.J., Kitsantas A. (1997), Developmental phases in self-regulation: Shifting from process to outcome goals, in «Journal of Educational Psychology», 89, 29-36. Cerca con Google

Zimmerman B.J., Martinez-Pons M. (1992), Perceptions of efficacy and strategy use in the self-regulation of learning, in Schunk D.H., Meece J., Student perceptions in the classroom: Causes and consequences, Hillsdale, Erlbaum, NJ. Cerca con Google

Zimmerman B.J., Ringle J. (1981), Effects of model persistence and statements of confidence on children's self-efficacy and problem solving, in «Journal of Educational Psychology», 73, 485-493. Cerca con Google

Zimmerman B.J., Rocha J. (1987), Mode and type of toy elaboration strategy training on kindergartners' retention and transfer, in «Journal of Applied Developmental Psychology», 8, 67-78. Cerca con Google

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record