Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

| Crea un account

Maino, Marzia (2009) Dispositivi illuminotecnici e spettacolo a Vicenza: l'Accademia Olimpica, l'inaugurazione del Teatro e gli influssi sul contesto spettacolare. [Tesi di dottorato]

Full text disponibile come:

[img]
Anteprima
Documento PDF
5Mb

Abstract (inglese)

This work of research attempts to define the issue of lighting technique in the area of Vicenza between the Renaissance and the Baroque age . The first introductive part focuses on the cultural environment of the beric city, at the age of the Serenissima Venetian Republic dominion, focusing its interest on Academies and on their work of elaboration and trasmission of knowledge within city life. A major section of this work has been devoted to the Olympic Academy as main promoter of cultural and performing events; its events stand out thanks to the comparison between the sources which set up the Academy itself. The core of this dissertation follows the origins, through the building till the opening of the Olympic Theatre. The staging of Oedipus Tyrannus (1585) is examined through the point of view of Angelo Ingegneri, corago of the production; the analysis dwells upon the elements of the performance, with special attention to the light. The team of technicians and craftsmen collaborating with Ingegneri on the plan and creation of the lightning devices deserves a deep reflection. Research works permit to declare that the corago is supported by true “specialists” of light, like Vincenzo Scamozzi, Marcantonio Pasi and Alessandro Tessame: they are eclectic and versatile professional men, who offer high level consultations and qualified labour. Pasi is above all active within the Este court. Investigations have underlined the existence of an interesting relationship between Vicenza and Ferrara, favoured also by Giovan Battista Guarini, who acts as an intermediary between the two cultural entourages , taking part in the events of the Olimpici for about twenty years (1583-1605). This research examines the lighting technique theory of Ingegneri in the broader Italian panorama. Basic have been the reflections by writers of treatises,such as Leone de’ Sommi, who first have devoted themselves to the relation between text and stage, recognizing the proto-dramatic value of light. Subsequently is proposed the reconstruction of some productions run after 1585 at the Olympic Theatre or in other performing sites, sponsored by the Olimpici or by other nobelmen of Vicenza.This is done as an attempt to define the basic lines underlying the concept of lighting tehcnnique in Vicenza from the sixteenth and seventeenth century. The following stand out : barriers in the Theatre (1588, 1612), in a private courtyard (1611), at the Palazzo della Ragione (1642); a tragedy (1618); a (1656). Some “minor” typologies complete this review : tryumphant entrances, processions, visits of illustriuous guests at the Theatre. I have constantly tried to establish connections between the situation in Vicenza and other courts, with the purpose of palcing the events under investigation in the contemporary performing background. In the cases taken as a model it is evident as the light coefficient gradually assumes a new value. As a consequence the value of the light within the show changes during few decades. Close to the lights of service, sophisticated lighting systems appear, lights evidently designed and realized keeping in mind both the apparatus within which they are inserted, and the impact on the emotions of the audience.
This fact induces to suppose that also in area of Vicenza the lighitng devices from the end of the 16th century accompany the development of the performance in a reasoned way and that the light, better expressing its possibilities, begins to be considered a dramatic language, on the wake of Ingegneri’s intuition. The opening evening at the Olympic Theater represents an absolutely extraordinary event.As regarding to the lighting coefficient it can be said that the staging of the Oedipus constitutes a kind of event leading to new trends in the lighting technique within Vicenza, taking on the features of a "model" for the use of the light. It also confirms this fact the persistent use of the devices conceived for the opening night which nearly stay unchanged in the Theater up to the half of the 19th century, as a token of the unquestionable fortune of this famous production.

Abstract (italiano)

Il lavoro di ricerca tenta di delineare la questione illuminotecnica nell’area vicentina tra Rinascimento e Barocco. La prima parte di carattere introduttivo mette a fuoco l’ambiente culturale della città berica, al tempo dominio della Serenissima Repubblica di Venezia, focalizzando l’interesse sulle Accademie e sulla loro attività di elaborazione e trasmissione del sapere all’interno della vita cittadina. Ampio spazio è riservato all’Accademia Olimpica, principale promotrice di eventi culturali e spettacolari; le vicende riferite a questa Accademia emergono dal confronto con le fonti che costituiscono gli Atti dell’Accademia stessa.
Il nucleo centrale della tesi ripercorre le tappe che segnano la genesi, la costruzione e l’inaugurazione del Teatro Olimpico. L’allestimento dell’Edipo tiranno (1585) viene esaminato tenendo conto dello sguardo di Angelo Ingegneri, corago della messinscena; l’analisi si sofferma sui coefficienti dello spettacolo con particolare attenzione alla luce. Merita una riflessione approfondita l’équipe di tecnici ed artigiani che collabora con Ingegneri nella progettazione e realizzazione dei dispositivi illuminotecnici. Le ricerche permettono di affermare che il corago è affiancato da veri “specialisti” della luce, come Vincenzo Scamozzi, Marcantonio Pasi e Alessandro Tessame: si tratta di professionalità eclettiche, composite e versatili che offrono consulenze di alto livello e manodopera qualificata. Pasi, soprattutto, è attivo anche alla corte estense. Le ricerche hanno evidenziato la presenza di un interessante rapporto intercorso tra Vicenza e Ferrara, favorito anche dalla presenza di Giovan Battista Guarini che si pone quale tramite tra i due entourages culturali accompagnando le vicende degli Olimpici per circa un ventennio (1583-1605).
La ricerca esamina la teoresi illuminotecnica di Ingegneri inserendola nel più ampio panorama italiano. Fondamentali si sono rivelate le riflessioni di trattatisti che per primi si sono occupati della relazione tra testo e scena, individuando nella luce valenza proto-drammaturgica, come Leone de’ Sommi.
Successivamente si propone la ricostruzione di alcuni allestimenti successivi al 1585, agiti nel Teatro Olimpico o in altri luoghi spettacolari, patrocinati dagli Olimpici o da altri nobili vicentini, per tentare di delineare le direttrici fondamentali sottese alla concezione illuminotecnica tra Cinque e Seicento nell’ambiente vicentino. Spiccano alcune barriere allestite in Teatro (1588, 1612), in un cortile privato (1611), nel Palazzo della Ragione (1642); una tragedia (1618); un melodramma (1656). Completano la rassegna delle forme spettacolari alcune tipologie “minori”, come le entrate trionfali, le processioni, le visite di personaggi illustri accolti in Teatro. Si è cercato di stabilire continuamente delle corrispondenze tra la situazione vicentina e gli eventi patrocinati in altre corti, allo scopo di collocare più correttamente le vicende analizzate nel contesto spettacolare dell’epoca.
Nei casi presi a modello è evidente come il coefficiente luminoso assuma progressivamente una valenza nuova, per cui nel corso di pochi decenni muta la valenza della luce entro lo spettacolo. Accanto ai lumi di servizio, compaiono sistemi illuminotecnici sofisticati, luci evidentemente progettate e realizzate tenendo conto sia dell’apparato entro cui sono inserite, sia dell’impatto sull’emotività nel pubblico. Questo fatto induce ad ipotizzare che anche in area vicentina i sistemi illuminotecnici dalla fine del Cinquecento accompagnino lo svolgersi dell’evento in modo ragionato e che la luce, esprimendo una parte più consistente delle sue possibilità, inizi ad essere considerata un linguaggio di tipo drammaturgico, sulla scia delle intuizioni di Ingegneri.
La serata inaugurale al Teatro Olimpico si configura come un fatto assolutamente eccezionale. Rispetto al coefficiente luminoso si può affermare che la messinscena dell’Edipo costituisce una sorta di evento propulsore di nuove tendenze entro l’illuminotecnica in ambito vicentino assumendo le fattezze di un “modello” per l’impiego della luce. Conferma questo fatto anche il persistente utilizzo dei dispositivi ideati per la prima che restano pressoché immutati in Teatro fino alla metà dell’Ottocento, a dimostrazione della fortuna indubitabile di questo celebre allestimento.

Statistiche Download - Aggiungi a RefWorks
Tipo di EPrint:Tesi di dottorato
Relatore:Grazioli, Cristina
Dottorato (corsi e scuole):Ciclo 21 > Scuole per il 21simo ciclo > STORIA E CRITICA DEI BENI ARTISTICI, MUSICALI E DELLO SPETTACOLO
Data di deposito della tesi:01 Febbraio 2009
Anno di Pubblicazione:01 Febbraio 2009
Parole chiave (italiano / inglese):Dispositivi illuminotecnici, Vicenza, Accademia Olimpica, Teatro Olimpico, Edipo Tiranno
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 10 - Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche > L-ART/05 Discipline dello spettacolo
Struttura di riferimento:Dipartimenti > Dipartimento di Storia delle Arti Visive e della Musica
Codice ID:1878
Depositato il:01 Feb 2009
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Bibliografia

I riferimenti della bibliografia possono essere cercati con Cerca la citazione di AIRE, copiando il titolo dell'articolo (o del libro) e la rivista (se presente) nei campi appositi di "Cerca la Citazione di AIRE".
Le url contenute in alcuni riferimenti sono raggiungibili cliccando sul link alla fine della citazione (Vai!) e tramite Google (Ricerca con Google). Il risultato dipende dalla formattazione della citazione.

A.O., b.1, Abbozzo d’Inventario Delli Libri, Processi et carte tutte dell’Accademia Olimpica. Qual in buona copia sarà posto in archivio Cerca con Google

A.O., b. 1, fasc. 1, libro segnato A, 1555 sino 1601 Cerca con Google

A.O., b. 1, fasc. 2, libro segnato B, Libro di tutte le cose che sono hen l’Accademia, de particolari et il registro de li mandati de l’Accademia. 1556 1rv Inventario materiali da costruzione, vestiti e costumi Cerca con Google

A.O., b. 1, fasc. 4, libro segnato D, Libro delle creazioni de’ prencipi, consiglieri, conservatori delle leggi, contradicenti et secreatarii dell’Academia delli Olimpici et delle parti prese nel consiglio di essa Academia. Qual incomincia adì 3 maggio 1579, anno terzo della sesta olimpiade sino 7 aprile 1582 Cerca con Google

A.O., b. 1, fasc. 5, libro segnato E, 1582 sino 1586. Atti ordinari et straordinari dell’Academia c. 6v Visita all’Accademia e al Teatro Olimpico di Guglielmo III Gonzaga duca di Mantova avvenuta il 22 agosto 1582 (Paolo Chiappino Academico e Secretario, 2 settembre 1582) Cerca con Google

cc. 16 rv Per l’Edipo: Elezione di sei rappresentanti accademici che con il principe e quattro censori debbano verificare il contributo di tragedie buone per le rappresentazioni accademiche (Paolo Chiappino Academico e Secretario, 8 maggio 1583) Cerca con Google

cc. 22 rv Proposta di avere in Accademia un lettore salariato nei gg di mercoledì e venerdì e quando ancora lo riterrà il Principe (Paolo Chiappino Academico e Secretario, 20 aprile 1583 Cerca con Google

cc. 22v-23rv Per la rappresentazione della Tragedia [Edipo]: proposta di eleggere sei accademici che con il Principe siano responsabili di trovare i recitanti e assegnare loro le parti e responsabili della musica per i cori della tragedia (Paolo Chiappino Academico e Secretario, 6 maggio 1584) Cerca con Google

cc. 23v-24r Per la rappresentazione della Tragedia [Edipo]: proposta di eleggere sei accademici responsabili del proscenio, della scena, della prospettiva, dell’orchestra, del soffitto, dei lumi dentro e fuori la scena (Paolo Chiappino Academico e Secretario, 6 maggio 1584) Cerca con Google

c. 24v Per la rappresentazione della tragedia [Edipo]: proposta di eleggere sei accademici responsabili della musica e dei cori della tragedia (Paolo Chiappino Academico e Secretario, 6 maggio 1584) Cerca con Google

c. 25r Per la rappresentazione della tragedia [Edipo]: proposta di eleggere sei accademici responsabili degli abiti dei recitanti (Paolo Chiappino Academico e Secretario, 6 maggio 1584) Cerca con Google

cc. 25rv Per la rappresentazione della tragedia [Edipo]: proposta di eleggere dodici accademici responsabili della custodia delle porte attraverso cui si accede in Teatro, in scena e in Accademia (Paolo Chiappino Academico e Secretario, 6 maggio 1584) Cerca con Google

cc. 25v-26rv Per la rappresentazione della tragedia [Edipo]: proposta di eleggere dodici accademici responsabili di condurre gli uomini al loro posto; altri dodici accademici responsabili di condurre le donne nell’orchestra (Paolo Chiappino Academico e Secretario, 6 maggio 1584) Cerca con Google

c. 34v Supplica di Bartolomeo Pellizzari, suonatore di strumenti a fiato, per ottenere un aumento nella propria retribuzione di 12 ducati annui (Paolo Chiappino Academico e Secretario, 6 gennaio 1585) Cerca con Google

cc. 35rv Ulteriore proibizione di visita al Teatro Olimpico (scena e prospettive) da parte di qualunque visitatore esterno, ad eccezion fatta per gli addetti all’allestimento del dramma (Paolo Chiappino Academico e Secretario, 30 gennaio 1585) Cerca con Google

cc. 35v-36rv Per la rappresentazione della tragedia [Edipo]: disposizioni per i posti in teatro della moglie del Principe e delle mogli degli Accademici. Le signore saranno accomodate nell’orchestra e il posto d’onore spetterà alla moglie del Principe, che sarà anche la prima donna ad entrare in Teatro (Paolo Chiappino Academico e Secretario, 9 febbraio 1585) Cerca con Google

cc. 36v-37r Per la rappresentazione della tragedia [Edipo]: proposta di eleggere tre accademici responsabili di conoscere il numero dei forestieri che arriveranno in città per la recita e di provvedere a loro (Paolo Chiappino Academico e Secretario, 9 febbraio 1585) Cerca con Google

A.O., b. 1, fasc. 6, libro segnato F, Atti dell’Accademia Olimpica 1591 usque 1596 et sequitur 4 marzo 1591 sino 1597. 24 febraro Cerca con Google

cc. 26v-27r Lettera dell’accademico Antonio Costantini, mantovano, indirizzata al Principe e agli Accademici vicentini in data 12 gennaio 1594; Costantini presenta all’Accademia una copia dell’orazione funebre scritta in onore del Cardinal Scipione Gonzaga (deceduto 1593) Cerca con Google

cc. 50v-51r Proposta di recitare la pastorale di Fabio Pace per il carnevale (16 agosto 1595) Cerca con Google

A.O., b. 1, fasc. 7, libro segnato G, Libro delli atti de l’Academia Cerca con Google

c. 3r Proposta di recitare la pastorale di Fabio Pace (1 giugno 1597) Cerca con Google

A.O., b. 1, fasc. 8, libro marcato H, Libro delle sottoscrizioni de gl’Academici per la fabbrica del teatro Cerca con Google

cc. 1-10r Sottoscrizione per la pastorale (2-15 aprile 1580) Cerca con Google

A.O., b. 1, fasc. 9, libro segnato I, 1586 sino 1696 Cerca con Google

A.O., b. 2, fasc. 10, libro segnato L, Memorie dell’Accademia Olimpica dall’anno 1555 sino 1620. Libro primo Cerca con Google

cc. 22v-23rv Resoconto della visita all’Accademia e al Teatro Olimpico di Guglielmo III Gonzaga duca di Mantova avvenuta il 22 agosto 1582 e del suo soggiorno a Vicenza Cerca con Google

c. 28r Resoconto della visita a Vicenza del Duca Ferrante Gonzaga Principe di Guastalla e Monferrato avvenuta nel 1584 Cerca con Google

c. 28v Il Signor [Marco Antonio Pasi detto il] Montagna da Ferrara invia nel giugno del 1584 un bellissimo discorso sull’illuminazione, oltre a due altri soggetti, poi trascritti nei Libri dell’Accademia Cerca con Google

c. 29r Guarini invia una lettere all’Accademia in cui propone di far sostenere a Giovan Battista Verato la parte di Tiresia nella tragedia inaugurale. Nella lettera Guarini nomina anche Marco Antonio Pasi da Carpi ingegnere del Duca di Ferrara, definito da Guarini «eccellente d’invenzioni per illuminare». Nella lettera Guarini ricorda la partecipazione di Pasi all’allestimento del Torneo l’Isola Beata realizzato a Ferrara nel 1569 in occasione della venuta di Carlo d’Austria Cerca con Google

(giugno (?) 1584) Cerca con Google

c. 30v Notizie sommarie sulla notorietà già goduta dalla futura serata inaugurale, 1584 Cerca con Google

c. 34r Cronaca della messinscena dell’Edipo. Annotazioni sui costumi molto belli e costosi, e sul coro e i figuranti, che si muovevano senza creare confusione sul palco del teatro (1585) Cerca con Google

c. 37r Si dice che l’illuminazione del teatro per l’Edipo fu bellissima; inoltre non apparivano lumi alla vista del pubblico (1585) Cerca con Google

c. 37v Si parla delle prospettive di Vincenzo Scamozzi, si dice che avevano la forma di una città e che per la messinscena dell’Edipo l’illuminazione le faceva sembrare in rilievo e sembravano dipinte al naturale. Si parla poi di alcune spese sostenute per l’illuminazione della serata. Scamozzi in maggio chiede al Principe Angelo Caldogno il disegno del teatro da stamparsi nel Libro delle sue prospettive (1585) Cerca con Google

c. 39r Resoconto della visita in Teatro degli ambasciatori giapponesi ed indiani, 1585 Cerca con Google

c. 40v Ferrante Gonzaga di Guastalla viene in visita all’Accademia Olimpica ed è nominato accademico (1585) Cerca con Google

c. 43r Si legge in Teatro una Pastorale del Principe Ferrante Gonzaga di Guastalla già nominato accademico (1586) Cerca con Google

cc. 46rv-47r Durante un pubblico discorso tenutosi in Accademia, il signor Angiolelli nel ricorda le lodi e i doni ricevuti da Guglielmo Gonzaga Duca di Mantova in occasione della visita del Duca a Vicenza avvenuta nell’agosto del 1582 (1587) Cerca con Google

c. 55r Si dice che il Teatro viene illuminato per onorare la visita di Donna Marfisa d’Este (1592) Cerca con Google

c. 57v Si termina la prima stanza per i concerti, aprile 1595 Cerca con Google

c. 59r Gli accademici stabiliscono di rappresentare una Pastorale il carnevale dell’anno seguente e per questo motivo si rivolgono a Guarini affinché invii da Ferrara un ingegnere del Duca. Viene indicato un certo Gio. Battista Ale*** [Aleotti?]. Si decide nel frattempo di inviare a Guarini la pianta del Teatro (altezza, coperto, palco, scena). Si dice che già ai tempi dell’Edipo giunse da Ferrara il signor Pasi. Cerca con Google

Gli Accademici meritano ora un buon ingegnere, che soddisfi le loro esigenze di rappresentare gli antichi [non capisco se all’epoca dell’Edipo Pasi soddisfò o non soddisfò le loro esigenze] (1595) Cerca con Google

cc. 66r-68r Inventarii di arredi e suppellettili dell’Accademia Olimpica (1584-1586) Cerca con Google

c. 68v Elenco dei principi dell’Accademia dal 1556 al 1600 Cerca con Google

c. 69r Elenco dei fondatori dell’Accademia Olimpica nel 1556, dei primi accademici coadiutori e degli accademici aggregati fino al 1600 Cerca con Google

cc. 71r-73v Elenco Accademici nominati dal 1579 al 1600 Cerca con Google

c. 78r Elenco dei Segretari (1556-1615) Cerca con Google

c. 80r Elenco dei discorsi straordinari tenutisi in Teatro Cerca con Google

c. 80v Orazioni funebri in Teatro (1587-1614) Cerca con Google

c. 81r Elenco rappresentazioni in Teatro (1557-1618) Cerca con Google

c. 81v Conclusioni in Teatro (1581-1582) e illuminazioni in teatro (1601) Cerca con Google

A.O., b. 2, fasc. 11, libro segnato M, Accademia Olimpica I. 1555-1687 Cerca con Google

c. 9v Notizia dell’allestimento patrocinato dagli Accademici di una commedia dell’accademico Alessandro Massaria (traduzione dell’Adria di Terenzio) nella corte di Casa Belli (1557). Il Principe e gli Accademici stabiliscono poi che sia obbligatorio organizzare ogni anno un’azione o un discorso. Per questo motivo vengono nominati lettori Silvio Belli, matematico famoso, e Giuseppe [?] Molin, professore di astrologia Cerca con Google

c. 10v Notizie di alcune rappresentazioni: Alessandro, commedia di Alessandro Piccolomini (1558) l’anno seguente rappresentata a Venezia; Giochi Olimpici in onore d’Ercole, con innalzamento della statua (1558); Amor Costante di Alessandro Piccolomini rappresentata in un apparato effimero eretto nel Palazzo della Ragione da Palladio, ossia un teatro in legno sul modello antico (1561) Cerca con Google

c. 11r Si parla degli intermezzi di Angiolelli, La Lidia, recitati nella stessa occasione dell’Amor Costante del 1561, dati alle stampe in quell’anno assieme ad alcune Stanze di Mercurio Cerca con Google

cc. 11v-12r Notizia della rappresentazione della tragedia Sofonisba di Gian Giorgio Trissino nel 1562 nello stesso apparato eretto da Palladio l’anno precedente nel salone di Palazzo della Ragione. Si dice che intervengono molte personalità straniere (tra gli altri il Duca di Ferrara). Gli apparatti sono splendidi e grazie ai recitanti dotti ed illustri il nome di Trissino è innalzato fino al cielo. Continua la descrizione dell’evento, con le musiche divine, le persone riccamente vestite. Si dice anche che poco dopo fu recitata la Mandragola di Macchiavelli ma privatamente e senza alcun apparato. Cerca con Google

cc.12v-14r 1563, resoconto di alcune composizioni recitate in teatro quell’anno Cerca con Google

c. 14v Notizia di una commedia recitata dagli Accademici nel 1564 (forse Mandragola?) Notizie di composizioni lette in teatro e ancora riferimenti alla Sofonisba recitata nel 1562 Cerca con Google

c. 22v Si dà notizia che il Montagna da Ferrara invia all’Accademia un bellissimo discorso intorno all’illuminazione, e altri due di altro soggetto; inoltre Guerini invia una lettera circa Verato, proposto per recitare la parte di Tiresia, e poi circa il signor (…) Pasi da Carpi, ingegnere del Duca di Ferrara, eccellente d’invenzioni per illuminare, già noto per il Torneo Isola Beata. Si parla poi di Cerca con Google

una lettera del Bembo sulle prospettive, sul coro e sui recitanti; inoltre una del signor Orsetto; una di Filippo Monte musico sui cori. Scrive all’Accademia anche Vincenzo Scamozzi inventore delle maravigliose prospettive; anche Paulo Teia di Modena invia un erudito discorso intorno alla rappresentazione dell’Edipo. Si dice ancora che viene Pasi inventore dell’illuminazione da Ferrara Cerca con Google

e il “comico”?? Verato con la moglie destinati alla rappresentazione da Guarini. Cerca con Google

Si fa musica in Accademia. Cerca con Google

cc. 28v-29r Resoconto della visita di Guglielmo III Gonzaga Duca di Mantova all’Accademia avvenuta il 22 agosto 1582 Cerca con Google

c. 33r Resoconto della visita di Ferrante Gonzaga Principe di Guastalla e Monferrato, avvenuta nel 1584 Cerca con Google

c. 34r Dopo aver ricevuto da Giovan Battista Maganza l’invito a sostenere la parte di Tiresia nella tragedia, il «cieco d’Adria» [Luigi Groto] risponde agli Accademici [1584] Cerca con Google

c. 34v Nominato Curzio Gonzaga, il quale invia dei consigli agli Accademici circa l’iscrizione delle statue da porre nel teatro; ne è portavoce Angelo Ingegneri in un intervento del 1584 Cerca con Google

c. 35r Descrizione delle architetture interne del Teatro (statue, frons scenae, etc.), 1584 Cerca con Google

c. 35v Elenco delle composizioni recitate in Teatro nel 1584 Cerca con Google

cc. 35v-36r Angelo Ingegneri parla del Teatro Olimpico nel suo trattato, 1584 Cerca con Google

c. 36v 2 marzo 1585 si annota che si devono ornare le lumiere della scena [del teatro] Cerca con Google

c. 37 Viene stillato un elenco delle personalità in visita al Teatro nell’anno 1584, compare Ferrante Gonzaga Cerca con Google

c. 43r Ferrante Gonzaga Principe di Guastalla nel 1586 è in visita all’Accademia ed è eletto accademico Cerca con Google

c. 44v L’Accademia esamina nel 1586 una Pastorale del Principe di Guastalla cc. 52v-53 Nel 1587 Angiolelli Accademico racconta gli onori ricevuti da Guglielmo III Duca di Mantova durante la visita a Vicenza avvenuta il 22 agosto 1582 Cerca con Google

cc. 55v-56r Cronaca della barriera tenutasi in teatro nel febbraio del 1588 Cerca con Google

c. 66r Nel 1608 viene in Teatro il Principe di Savoia accompagnato da altri principi; nel 1609 Guarini invia agli Olimpici una lettera (?); nello stesso anno tutto il teatro viene illuminato per la visita dei rettori Foscarini e Pisani Cerca con Google

cc. 85r-87r Commentari dell’Accademia Olimpica (brevi descrizioni degli eventi dal 1555 al 1598) Cerca con Google

cc. 93r+v-97r Elenco di Accademici e altri nominati in Accademia in ordine alfabetico c. 98v Un ingegnere ritorna da Ferrara e riferisce in Accademia un suggerimento di Curzio Gonzaga rispetto alle stanze, [ultimo decennio 1500] Cerca con Google

c. 99v Elenco di lettere, orazioni e suppliche lette in teatro, compare la lettera di Pasi «eccellente d’invenzioni per illuminare», oltre che di Guarini per Verato e di Scamozzi «inventore delle prospettive» Cerca con Google

A.O., b. 2, fasc. 12, libro segnato N, Notizie dell’Accademia Olimpica dal 1555 al [1600] Cerca con Google

c. 3r Elenco Accademici fondatori Cerca con Google

cc. 8v-11v Biblioteca degli Accademici, con elenco di gessi, mobili e altri oggetti Cerca con Google

cc. 13v-14r Accordi circa la recita della traduzione dell’Adria di Terenzio: si stabilisce che non si reciti la commedia nella sala di san Marcello ma nella residenza per l’epoca attuale dell’Accademia; si stabilisce poi che ogni accademico possa condusse con sé sette persone mentre i benestanti e i musici tre; si narra poi che la commedia, con la traduzione di Alessandro Massaria, fu eseguita con Cerca con Google

soddisfazione (gennaio-febbraio 1557) Cerca con Google

cc. 23rv Notizia della rappresentazione nel gran salone del Palazzo pubblico dell’Amor Costante di Alessandro Piccolomini; per l’occasione Andrea Palladio progetta un teatro il legno del tutto simile al modello antico; l’Accademico Angiolelli si occupa degli Intermezzi; è presente tutta la nobiltà vicentina oltre a personaggi stranieri di riguardo (carnevale del 1561) Cerca con Google

cc. 24r-25v Informazioni sulla messinscena della Sofonisba di Trissino rappresentata nel Palazzo della Ragione con lo stesso apparato effimero palladiano eretto l’anno precedente; già in una lettera dedicatoria all’Accademia si lodano gli apparati della tragedia (c. 24r); vengono nominati gli illustri personaggi presenti alla rappresentazione e vengono fornite informazioni sull’apparato della tragedia, soprattutto gli attori, i costumi e le musiche (c. 24v); in c. 25r si forniscono informazioni sulle misure del teatro ligneo; ancora informazioni sullo splendido apparato e sul prologo della tragedia declamato da Andrea dell’Anguillara (c. 25v), (1562) Cerca con Google

c. 26r Notizia della rappresentazione della Mandragola, ma in forma privata e senza apparati (1562) Cerca con Google

cc. 26v-27v [Descrizione dell’apparato effimero per la Sofonisba] (1562-1563) Cerca con Google

cc. 47rv Si stabilisce di rappresentare per il carnevale dell’anno seguente una favola pastorale in teatro, dal momento che dopo la Sofonisba di Trissino (per altro superbamente riuscita), l’Accademia non ha più organizzato alcuna rappresentazione (1579) Cerca con Google

cc. 54r-55v In gennaio del 1580 gli Accademici decidono di far costruire un teatro coperto per rappresentare i drammi; viene chiesto alla Città il consenso ad utilizzare il sito delle prigioni vecchie; si decide di utilizzare il modello gia presentato da Andrea Palladio; si eleggono degli accademici responsabili della fabbrica ed apparati ed altri per la rappresentazione della pastorale (più tardi si deciderà di mettere in scena una tragedia); il 28 febbraio iniziano i lavori della fabbrica del teatro (1580) Cerca con Google

cc. 71v-72rv Resoconto della visita di Guglielmo III Duca di Mantova al Teatro Olimpico, avvenuta il 22 agosto 1582 Cerca con Google

cc. 73rv Angiolelli compie un’azione in teatro dedicandolo a Giove; si loda la bellezza dell’apparato (1582, probabilmente dopo il mese di agosto) Cerca con Google

c. 74r Elenco Accademici creati nell’anno 1582 (compare Guglielmo III Duca di Mantova) Cerca con Google

c. 79v Nel 1583 si termina la fabbrica del teatro (forse ottobre) Cerca con Google

cc. 79v-80v Angelo Ingegneri accademico fa stampare la sua pastorale La Danza di Venere composta per l’Accademia (anche se già gli accademici avevano optato per una tragedia per lo spettacolo inaugurale); invia inoltre un discorso sull’illuminazione che poi sarà parte del trattato Della poesia rappresentativa (novembre 1583) Cerca con Google

c. 84v In giugno Maganza scrive a Luigi Groto chiedendo di sostenere la parte di Tiresia nell’Edipo; in luglio Camillo Camilli chiede di nuovo a Groto di partecipare all’Edipo sostenendo la parte di Edipo, 1584 Cerca con Google

c. 85r Si annuncia la visita di Guarini da Ferrara assieme ad Antonio Pasi ingegnere del Duca di Ferrara e il signor Giovan Battista Verato con la moglie per interpretare l’uno la parte di Tiresia e l’altra di Giocasta; Paolo Chiapino e il signor Maganza si adoperano per scrivere un prologo all’Edipo, ma nessuno dei due è preso in considerazione, settembre 1584 Cerca con Google

c. 86v Elenco Accademici creati nell’anno 1584 (compare Ferrante Gonzaga principe di Guastalla) Cerca con Google

c. 92r Cronaca della prima: si lodano le prospettive di Scamozzi e si dice che la scena sembrava una città illuminata con le case in parte in rilievo in parte dipinte al naturale (1585) Cerca con Google

c. 92v Cronaca della prima: annotazioni sull’illuminazione occultata delle prospettive: si loda l’effetto d’insieme dei lumi, si dice che «l’artificio dell’illuminazione fu bellissimo mentre non apparivano in nessun luogo li lumi, il che diede gran stupore ad ognuno», (1585) Cerca con Google

cc. 93v-95v Elenco di abiti, mobili, suppellettili e oggetti di scena dell’Accademia Cerca con Google

c. 101r Esaminata una pastorale del principe di Guastalla, 1586 Cerca con Google

c. 101v Celebrazione e orazione funebre per la morte di un accademico generale (tutta la chiesa addobbata con panni neri). Il cieco d’Adria (Grioto) compone delle orazioni in onore dell’accademico (20 maggio 1586) Cerca con Google

cc. 102rv Chiapino Accademico invia in accademia la sua descrizione della serata inaugurale, allo scopo di raffrontarla con quella di Ingegneri; gli Accademici le inviano entrambe al Principe di Guastalla chiedendo il suo parere in proposito (maggio 1586); viene addobbato il teatro con panni neri per celebrare le esequie di un accademico (luglio 1586) Cerca con Google

cc. 104rv Il principe di Guastalla invia una favola pastorale perché sia letta in Accademia, 1586 Cerca con Google

cc. 106v-107rv nel 1587 Angiolelli Accademico annovera tra i discorsi fatti quello per il Duca di Mantova durante la visita avvenuta il 22 agosto 1582 Cerca con Google

c. 112v Descrizione di una barriera svoltasi il 26 febbraio 1588 (giovedì grasso); si annota che il luogo è adorno di luminari Cerca con Google

c. 120r In occasione dell’arrivo di Donna Marfisa d’Este si stabilisce di illuminare il Teatro (maggio 1592) Cerca con Google

cc. 125-126r Nel 1594 l’Accademico mantovano Antonio Costantini presenta all’Accademia un’orazione funebre scritta in onore del Cardinal Scipione Gonzaga Cerca con Google

c. 127r Annotazioni sui lumi: si dice che Trissino entra in teatro e a proprie spese acquista torce e candelotti per la Messa Solenne dello Spiriro Santo (maggio 1595) Cerca con Google

c. 127v Decisione di completare i lavori di riordino e decorazione della principale Stanza per i Forestieri, dove poter eseguire azioni pubbliche e fare musica, 17 maggio 1595 Cerca con Google

c. 128r Proposta di allestire una rappresentazione in teatro nel 1596, ma mancano alcuni recitanti, per questo motivo gli accademici si organizzano per ritrovare degli attori; anche Guarini si adopera per trovare un’opera degna per il Teatro, 13 luglio 1595 Cerca con Google

cc. 128v-129v Si stabilisce di rappresentare per il carnevale del 1596 una pastorale, in particolare Eugenio di Fabio Pace; tramite Guarini, viene chiesto l’intervento di un ingegnere di Ferrara [Aleotti] per l’allestimento della pastorale, il quale ingegnere già aveva richiesto la pianta del teatro. Si dice che gli accademici sperano di essere serviti meglio che da Pasi ai tempi della prima (1595) Cerca con Google

c. 132v Proposta di far dipingere nella Stanza le azioni più notabili eseguite in Teatro, Cerca con Google

lista delle proposte, 1596 Cerca con Google

c. 143r Elenco segretari dell’Accademia Olimpica dal 1555 al 1600 Cerca con Google

c. 144r Elenco dei discorsi extraordinari, compare quello al Duca di Mantova svoltosi nel 1582 Richiedere la riproduzione Cerca con Google

A.O., b. 2, fasc. 13, libro segnato O Cerca con Google

cc. 17rv Notizia della messinscena dell’Amor Costante di Piccolomini nel Palazzo della Ragione, con il teatro in legno di Palladio sul modello antico e gli Intermezzi di Angiolelli intitolati La Lidia, 1561 Cerca con Google

cc. 18rv Notizia della rappresentazione della Sofonisba di Trissino nello stesso apparato opera del Palladio utilizzato l’anno precedente; si sottolinea l’afflusso di forestieri e ambasciatori stranieri illustri; si lodano le musiche, gli attori e i costumi; Andrea dell’Anguillara compone il Prologo, 1562 Cerca con Google

cc. 20-21 Descrizione dell’apparato effimero ideato da Palladio nel 1561 e 1562, 1563 c. 65r Notizia della visita del Duca di Mantova Guglielmo III avventa in agosto del 1582 Cerca con Google

c. 70r Notizia della registrazione di alcune lettere e discorsi in Accademia, soprattutto due documenti di Guarini, uno riguardo alla candidatura di Verato per interpretare la parte di Tiresia, l’altro circa Antonio Pasi «eccellente d’invenzioni per l’illuminazione»; una lettera di Scamozzi architetto delle prospettive, 1584 Cerca con Google

c. 71r Ferrante Gonzaga Principe di Guastalla visita l’Accademia ed è eletto accademico, maggio 1584 Cerca con Google

c. 71r Maganza scrive a Luigi Groto invitandolo a sostenere la parte di Tiresia nella recita dell’Edipo, maggio 1584 Cerca con Google

c. 71v Notizia dell’invio in Accademia dei discorsi di Pasi; Groto è invitato a sostenere la parte di Edipo nella tragedia, giugno 1584 Cerca con Google

c. 72r Notizia della venuta da Ferrara di Guarini con Pasi, Verato e la moglie, [settembre] 1584 Cerca con Google

cc. 82rv Cronaca dell’Edipo tratta dal trattato di Ingegneri: si loda e si spiega il modo in cui si è coordinato il coro, 1585 Cerca con Google

c. 82v Annotazione sull’illuminazione dell’Edipo e sulle prospettive illuminate, 1585 c. 83r Informazioni circa il numero e i costi dei lumi della recita inaugurale, 1585 328 Ingegneri invia all’Accademia un discorso sulla rappresentazione Cerca con Google

c. 85r Arriva a Vicenza il Generale Don Violante Gonzaga (?) e viene nominato accademico, agosto 1585 Cerca con Google

c. 86v Gli accademici esaminano una Pastorale del Principe di Guastalla, 1586 Cerca con Google

c. 90r Gli accademici inviano un discorso al Principe di Guastalla accademico, maggio 1586 Cerca con Google

cc. 92v-93r Il signor Angiolelli compie un discorso in Accademia in cui ricorda le lodi ricevute durante la visita a Vicenza del duca di Mantova avvenuta il 22 agosto 1582, gennaio 1587 Cerca con Google

c. 98v In occasione della visita di Donna Marfisa d’Este si stabilisce di preparare un’azione e di illuminare il teatro, maggio 1592 Cerca con Google

c. 101r Incaricato di allestire una rappresentazione per il carnevale dell’anno seguente, un ingegnere del duca di Ferrara [Aleotti?] chiede la pianta del Teatro; si spera che gli accademici siano serviti meglio che al tempo dell’Edipo e di Pasi; si dice che gli Accademici ora non desiderao più imitare gli antichi, poiché non è più consuetudine farlo presso nessuna corte, novembre 1595 Cerca con Google

c. 101v Accademici fondatori del Teatro, 1595 Cerca con Google

cc. 102v-103rv Elenco accademici dal 1581 al 1596: compaiono il Duca Guglielmo III Gonzaga, Don Ferrando Gozanga Principe di Guastalla [1596] Cerca con Google

c. 118r Personaggi Distintissimi Accademici Olimpici dal 1555 al 1600: compaiono Guglielmo III Duca di Mantova e Ferrando Principe di Guastalla e Monferrato [1600] Cerca con Google

c. 131v Notizia di una barriera descritta da Alessandro Maganza, dice il cronista forse nel 1588; si illumina il teatro per la visita dei Rettori Foscari e Grimani, 1601 Cerca con Google

c. 137v La tragedia Barbara è dedicata al Cardinale Gonzaga, 1611 Cerca con Google

A.O., b. 2, fasc. 14, libro segnato P, Prove delle memorie dell’Accademia Olimpica Cerca con Google

A.O., b. 2, fasc. 15, Prove delle memorie dell’Accademia Olimpica Cerca con Google

A.O., b. 2, fasc. 16, Registro degl’ingressi de’ Principi dell’Accademia e di feste pubbliche nel Theatro con la nota in fine degl’Accademici attuali. 1686-1709 Cerca con Google

cc. 3v-4r In occasione della visita dell’Elettore di Baviera il Teatro viene illuminato e si organizza al suo interno un ballo, 1 marzo 1681 Cerca con Google

A.O., b. 3, fasc. 17, Parti dell’Accademia 1646 sino 1740 Cerca con Google

c. 6v Proposte per la visita della Principessa di Mantova, 23 gennaio 1651 Cerca con Google

cc. 11v-12r Provvedimento per organizzare una rappresentazione in Teatro, il quale da tempo non viene illuminato; vengono nominati alcuni accademici incaricati di scegliere un’opera adatta al Teatro, 23 aprile 1651 Cerca con Google

c. 12v Osservazione della scena del Teatro per vedere l’opportunità di utilizzare macchine e mutamenti per l’opera di Pier Paolo Bissari [La Mensa de gli Dei messo in scena nel 1656], 19 marzo 1652 Cerca con Google

c. 16r Si discute dell’opera di Bissari scelta dagli Accademici per la rappresentazione, 24 maggio 1652 Cerca con Google

cc. 19v-20r Compiti degli accademici delegati sopra le macchine teatrali, compresi i costi, 11 luglio 1652 Cerca con Google

cc. 20rv Accordi con il pittore Domenico Cera per la pittura delle scene del Teatro, 20 aprile 1652 Cerca con Google

c. 66v Festeggiamenti e torneo della nobiltà vicentina in Teatro, 21 giugno 1680; Festa da ballo in Teatro per il Carnevale, 1681 Cerca con Google

c. 69v Manifestazioni e feste in Teatro, 6 maggio 1681 Cerca con Google

c. 74r Messa nella chiesa di Ognissanti e celebrazioni per il nuovo Principe, 29 agosto 1686; proposta di organizzare una festa da ballo per il passaggio dell’Elettore di Baviera, 26 febbraio 1687 Cerca con Google

c. 74v Festeggiamenti in Teatro per la visita dell’Elettore di Baviera, 1 marzo 1687 Cerca con Google

c. 76r Visita all’Accademia e al Teatro del Principe di Toscana, 16 gennaio 1688 Cerca con Google

cc. 89rv Visita al Teatro del re Federico IV di Danimarca nel 1709, il Teatro viene illuminato; posa di lapide 11 aprile 1711 Cerca con Google

A.O., b. 3, fasc. 20, Copia delli sommari Cerca con Google

A.O., b. 3, fasc. 22, Nomi dei fondatori e di tutti quelli che hanno statua Cerca con Google

cc. 3r-7r Sulle statue degli Accademici in Teatro, 1580-1589 Cerca con Google

A.O., b. 3, fasc. 27, Per Accademia Olimpica. Mandati diretti al S. Monte e conteggio esibito per parte d’esso S. Monte con quale si fa creditor di L. 5536.15.8 e d’altri documenti. 1561 sino 1787 Cerca con Google

A.O., b. 3, fasc. 29, Per Accademia Olimpica. Carte contenenti l’acquisto fatto di poco terreno adiacente al Teatro dal Serenissimo Principe Cerca con Google

A.O., b. 4, fasc. 51, Accademia Olimpica. Copia del 1781 dal manoscritto del Ziggiotti. Montanari Cerca con Google

cc. 3-196 Cerca con Google

A.O., b. 4, fasc. 69, Squarzetto abozzi e parti dell’Accademia Olimpica. Principia 1566 termina 1572 Cerca con Google

A.O., b. 4, fasc. 70, Atti dell’Accademia Olimpica. Da l’anno 1600 in poi et successivamente. Atti dell’Accademia Olimpica dall’anno 1600 fino 1611 Cerca con Google

cc. 5rv Si stabilisce di illuminare il Teatro in onore dei Rettori in visita in città, 12 febbraio 1602 Cerca con Google

c. 17v Pagamento per l’illuminazione del Teatro, 12 gennaio 1606 Cerca con Google

c. 26v Nomine accademiche per gli spettacoli teatrali, 14 aprile 1608 Cerca con Google

c. 27r Offerta di Leonida Loschi per una rappresentazione in Teatro, si sottolinea l’importanza di far vedere il Teatro illuminato, 24 aprile 1608 Cerca con Google

A.O., b. 8, fasc. 88, Statuti della Accademia de gli Olimpici. 1556 Cerca con Google

A.O., b. 8, fasc. 89, Statuto. Essemplato l’anno MDXCCVI di ordine dell’illustre sig. Pompeo Trissino dal Vello d’oro prencipe, manoscritto pergamenaceo cc. 1-13 Cerca con Google

AAO, b. 8, fasc. 92 Cerca con Google

cc. 22r-22v Resoconto della visita al Teatro Olimpico del duca di Mantova Guglielmo Gonzaga avvenuta il 22 agosto 1582 Cerca con Google

Lettera di un inviato al Duca di Mantova sui preparativi dell’Edipo, Archivio di Stato, Archivio Gonzaga, b. 1515, cc. 136-138,Venezia, 16 febbraio 1585 Cerca con Google

Lettera di un inviato al Duca di Mantova sui preparativi dell’Edipo, Archivio di Stato, Archivio Cerca con Google

Gonzaga, b. 1515, cc. 158-160,Venezia, 23 febbraio 1585 Cerca con Google

Notizie sulla presenza dell’Ambasciatore mantovano a Vicenza per l’Edipo, Archivio di Stato, Archivio Gonzaga, b. 1989, cc. 66-67,Venezia, 2 marzo 1585 e ivi, cc. 72-73, 9 marzo 1585 Notizie sulla presenza dell’Ambasciatore mantovano a Vicenza per l’Edipo, Archivio di Stato, Archivio Gonzaga, b. 1989, cc. 72-73, 9 marzo 1585 Cerca con Google

Tragoedia Vicentina intitolata l’Edipo di Sofocle, ms., secolo XVI, Biblioteca Ambrosiana, Cod. R. 123 sup, cc. 282r-328v, fascicolo riprodotto integralmente in ALBERTO GALLO, La prima rappresentazione al Teatro Olimpico, con i progetti e le relazioni dei contemporanei, Milano, Il Polifilo, 1973, pp. 3-60. Si tratta di una raccolta di scritti sull’Edipo Tiranno che fa parte di un più ampio volume miscellaneo del XVI secolo composto di 421 fogli proveniente dalla biblioteca di Giovanni Vincenzo Pinelli; si rimanda a ivi, pp. 63-65 per una panoramica bibliografica sui codici conservati all’Ambrosiana e per le precedenti referenze del fascicolo Lettera e progetto di Angelo Ingegneri per lo spettacolo inaugurale dell’Olimpico, ms., [s.d.] [post 6 maggio 1584], in Tragoedia Vicentina intitolata l’Edipo di Sofocle, ms., secolo XVI, Biblioteca Ambrosiana, Cod. R. 123 sup, cc. 283r-298r, riprodotta in ALBERTO GALLO, La prima rappresentazione al Teatro Olimpico, con i progetti e le relazioni dei contemporanei, cit., pp. 3- 25 Cerca con Google

Lettera di Vincenzo Scamozzi a Leonardo Valmarana, [s.l.], [s.d.], in Tragoedia Vicentina intitolata l’Edipo di Sofocle, ms., secolo XVI, Biblioteca Ambrosiana, Cod. R. 123 sup, c. 300r. Riprodotta in Raccolta di lettere sulla pittura, scultura ed architettura scritte da’ più celebri personaggi dei secoli XV, XVI e XVII pubblicata da M. Giovan Bottari e continuata fino ai nostri giorni da Stefano Ticozzi, VIII, Milano, Silvestri, 1822-1825, p. 11; Cerca con Google

GIAN GIORGIO ZORZI, Le prospettive del Teatro Olimpico di Vicenza nei disegni degli Uffizi di Firenze e nei documenti dell’Ambrosiana di Milano, in «Arte Lombarda», X (1965), 2, p. 88; ALBERTO GALLO, La prima rappresentazione al teatro Olimpico con i progetti e le relazioni dei contemporanei, cit., p. 27. Mazzoni suppone che la lettera provenga da Venezia e che sia datata post 6 maggio 1584-ante 3 marzo 1585, cfr. Cerca con Google

STEFANO MAZZONI, L’Olimpico di Vicenza […], cit., nota 327, p. 188 e ivi p. 128 in cui la lettera è parzialmente riprodotta. Cerca con Google

Lettera di Alessandro Tessame ad Angelo Ingegneri, Torino, [s.d.], in Tragoedia Vicentina intitolata l’Edipo di Sofocle, ms., secolo XVI, Biblioteca Ambrosiana, Cod. R. 123 sup, cc. 300r- 300v, riprodotta in ALBERTO GALLO, La prima rappresentazione al teatro Olimpico con i progetti e le relazioni dei contemporanei, cit., p. 29. Mazzoni suppone che la lettera sia datata post 6 maggio 1584, cfr. STEFANO MAZZONI, L’Olimpico di Vicenza […], cit., nota 333, p. 188 e ivi p. 129 in cui la lettera è parzialmente riprodotta Cerca con Google

Lettera di Giacomo Dolfin [a Battista Guarini], Venezia, 9 marzo 1585, in Tragoedia Vicentina Cerca con Google

intitolata l’Edipo di Sofocle, ms., secolo XVI, Biblioteca Ambrosiana, Cod. R. 123 sup, cc. 304r- Cerca con Google

306v. Riprodotta in Cerca con Google

GIAN GIORGIO ZORZI, Le prospettive del Teatro Olimpico di Vicenza nei disegni degli Uffizi di Firenze e nei documenti dell’Ambrosiana di Milano, cit., pp. 95-96; Cerca con Google

ALBERTO GALLO, La prima rappresentazione al teatro Olimpico con i progetti e le relazioni dei Cerca con Google

contemporanei, cit., pp. 33-37 Cerca con Google

Lettera di Filippo Pigafetta, Vicenza, 4 marzo 1585, in Tragoedia Vicentina intitolata l’Edipo di Cerca con Google

Sofocle, ms., secolo XVI, Biblioteca Ambrosiana, Cod. R. 123 sup, cc. 322r-325r. Riprodotta in Cerca con Google

Raccolta milanese dell’anno 1756, In Milano, Nella Stamperia di Antonio Agnelli, f. 35; Cerca con Google

LEONARDO TRISSINO, Due lettere descrittive l’una dell’ingresso a Vicenza della Imperatrice Cerca con Google

Maria d’Austria dell’anno 1581 l’altra della recita nel Teatro Olimpico dell’Edipo di Sofocle nel 1585, Padova, Crescini, 1830, pp. 25-31; Lettera di Filippo Pigafetta nobile vicentino descrittiva il teatro olimpico e la rappresentazione in esso fatta dell’Edipo di Sofocle nel 1585, Edizione terza, Vicenza, Tipografia Picutti, 1843; Cerca con Google

GIAN GIORGIO ZORZI, Le prospettive del Teatro Olimpico di Vicenza nei disegni degli Uffizi di Firenze e nei documenti dell’Ambrosiana di Milano, cit., pp. 96-97; Cerca con Google

ALBERTO GALLO, La prima rappresentazione al teatro Olimpico con i progetti e le relazioni dei contemporanei, cit., pp. 53-58 Cerca con Google

Lettera di Pier Maria Cecchini ad un segretario ducale Archivio di Stato, Archivio Gonzaga, Cerca con Google

busta 1545, c. 653, Padova, 10 agosto 1613; catalogata in Herla, C653. Cerca con Google

Lettera di Pier Maria Cecchini ad un segretario ducale, Archivio di Stato, Archivio Gonzaga, b. 1545, c. 654, Vicenza, 29 agosto 1613, riprodotta in Comici dell’Arte. Corrispondenze, edizione Cerca con Google

diretta da Siro Ferrone, a cura di Claudia Buratelli, Domenica Landolfi, Anna Zinanni, 2 t., Firenze, Le Lettere, 1993, t. I, p. 269; catalogata in Herla, C654 Cerca con Google

Lettera di Giovan Paolo Fabri al Duca di Mantova, Archivio di Stato, Autografi, b. 10, cc. 122- 123r, Verona, 27 agosto 1623; catalogata in Herla, C 139. Cerca con Google

Lettera di Giovan Battista Andreini a [Girolamo] Parma, Archivio di Stato, Archivio Gonzaga, b. 1567, c. 534r, Vicenza, 27 settembre 1633, riprodotta in Comici dell’Arte. Corrispondenze, cit., t. I, p. 155 Cerca con Google

Lettera di Giovan Battista Andreini a Carlo I Gonzaga Nevers, Archivio di Stato, Archivio Gonzaga, b. 1568, c. 313r, Vicenza, 12 aprile 1636, riprodotta in Comici dell’Arte. Cerca con Google

Corrispondenze, cit., t. I, pp. 159-160; catalogata in Herla, C809 Cerca con Google

Lettera di Giovan Battista Andreini a Francesco I d’Este, Archivio di Stato, busta unica Comici, Cerca con Google

Vicenza, 26 settembre 1633, riprodotta in Comici dell’Arte. Corrispondenze, cit., t. I, pp. 154- 155 Cerca con Google

Lettera di Sir Henry Wotton a Sir Dudley Carleton, Padova 11 ottobre 1618, edita in Cerca con Google

LOGAN PEARSALL SMITH, The life and letters of Sir Henry Wotton, Oxford, Clarendon press, 1907, vol. II, 157-159 (in italiano nella traduzione di MARILLA BATTILANA, Una lettera di H. Wotton da Padova, in «Bollettino del Centro Interuniversitario per la Ricerca sul viaggio in Italia», I (1980), 1, 54-56, riprodotta in Cerca con Google

STEFANO MAZZONI, L’Olimpico di Vicenza […], cit., p. 213) Cerca con Google

ZIGGIOTTI BARTOLOMEO, Accademia Olimpica, ms., 1746 circa-1752, copia stilata da Vincenzo Gonzati nella prima metà del secolo XIX (1837 circa), ms. Gonz. 21.11.2 (2916), studiato in Cerca con Google

STEFANO MAZZONI, L’Olimpico di Vicenza: un teatro e la sua perpetua memoria, Firenze, Le Cerca con Google

Lettere, 1998, soprattutto pp. 13-32. A questo esemplare più noto vanno aggiunte la trascrizione Cerca con Google

del 1781 conservata in Cerca con Google

A.O., b. 4, fasc. 51, si tratta della copia più antica del codice, segnalata in L’Archivio Storico dell’Accademia Olimpica conservato presso la Biblioteca Civica Bertoliana (sec. XVI-XIX), a cura di Antonio Ranzolin, Vicenza, Accademia Olimpica, 1989, p. 83. Si ricordino poi l’esemplare ottocentesco conservato presso la Biblioteca Correr di Venezia, cod. Cic. 3251/IV, segnalato in Cerca con Google

DONALD JAMES GORDON, L’immagine e la Parola. Cultura e simboli del Rinascimento, a cura di Stephen Orgel, Milano, Il Saggiatore, 1987, nota p. 188; e l’ulteriore copia sempre del XIX secolo conservata all’Ambrosiana di Milano ed indicata in Cerca con Google

LIONELLO PUPPI, Le esperienze scenografiche Palladiane prima dell’Olimpico, in «Bollettino del Centro Internazionale di Studi di Architettura Andrea Palladio», XVI (1974), pp. 287-307: nota 36 p. 299. Indicazioni critiche sul manoscritto sono segnalate anche in Bibliografia a cura di Stefano Mazzoni, in Cerca con Google

LICISCO MAGAGNATO, Il teatro Olimpico, a cura di Lionello Puppi, Milano, Electa, 1992, p. 307 Cerca con Google

GALIANI BERARDO, Parere del M.se Galiani dato sulla copertura de Palco del Teatro Olimpico, Cerca con Google

ms., 1764, ms. Gonz. 25. 10. 105-112 Cerca con Google

Testi a stampa Cerca con Google

BONIFACIO VICENTINO, Ordine et successo della bellissima giostra, & d’altri battimenti fatti Cerca con Google

nella magnifica città di Vicenza, con i cartelli, et ricchissime livree di molti onorati cavalieri, In Cerca con Google

Venetia, per Bartholamio detto l’Imperador, Ad instantia di Pier’Antonio Alciati Padoano, 1553 Cerca con Google

ANGIOLELLI ANTONIO MARIA, La Lidia dell’Angiolelli insieme con alcune stanze di Mercurio ed altre rime recitate in Vicenza nella commedia degli Olimpici nuovamente stampata e venuta in Cerca con Google

luce, Brescia, per Lodovico Britanico, 1561 Cerca con Google

HOROLOGI GIUSEPPE, L’inganno dialogo di M. Gioseppe Horologgi, In Vinegia, Appresso Gabriele Giolito de’ Ferrari, 1562 Cerca con Google

DA MONTE CONTE, Antigono tragedia de l'ecc. m. Conte di Monte vicentino, In Vinegia, Appresso Comin da Trino, 1565 Cerca con Google

CAMPANA CESARE, Le lagrime del Bacchiglione per la morte del conte Antonio Valmarana, di Cerca con Google

Cesare Campana detto il Vario Olimpico, stampato in Vicenza, appresso Giorgio Angelieri, 1577 Cerca con Google

GIOVAN BATTISTA MAGANZA, Canzone nella quale si priega per la magnifica città di Vicenza Cerca con Google

l’anno della sua calamità MDLXXVII, in Vicenza, appresso Giorgio Angelieri, 1577 Cerca con Google

ANGELO INGEGNERI, La danza di Venere. Pastorale di Angelo Ingegneri, nell’Accademia degli Cerca con Google

Olimpici detto il Negletto et l’Innestato in quella dei signori Innominati di Parma, Vicenza, 1584 Cerca con Google

GIUSTINIANI ORSATTO, Edipo tiranno di Sofocle. Tragedia. In lingua volgare ridotta dal Clariss. Cerca con Google

Signor Orsatto Giustiniani, Patrizio Veneto. Et in Vicenza con sontuosissimo apparato da quei Cerca con Google

Signori Accademici recitata l’anno 1585, in Venetia, appresso Francesco Ziletti, 1585 (edizione Cerca con Google

moderna in LEO SCHRADE, La représentation d’Edipo tiranno au Teatro Olimpico (Vicence Cerca con Google

1585). Étude suivie d’une édition critique de la tragédie de Sophocle par Orsatto Giustiniani et Cerca con Google

de la musique des choeurs par Andrea Gabrieli, Paris, CNRS, 1960) Cerca con Google

TRISSINO GIANGIORGIO, La Sofonisba tragedia del s. Gio Giorgio Trissino vicentino. Di nuovo Cerca con Google

con somma diligenza corretta e ristampata, In Vicenza, ad instantia di Girolamo Brescia, 1585 Cerca con Google

GABRIELI ANDREA, Chori in musica composti da M. Andrea Gabrieli, sopra li chori della tragedia di Edippo Tiranno. Recitati in Vicenza l’anno MDLXXXV. Con solennissimo apparato, in Venetia, appresso Angelo Gardano, 1588 Cerca con Google

Barriera fatta nella città di Vicenza l’anno MDLXXXVIII adì 25 febraro nel theatro delli sig. academici Olimpici, In Vicenza, Appresso Giorgio Greco, 1588 (edizione moderna Vicenza, Neri Cerca con Google

Pozza, 1985 con una prefazione di Fernando Bandini) Cerca con Google

ROSSI NICOLÒ, Discorsi di Nicolo Rossi vicentino academico olimpico intorno alla tragedia, In Cerca con Google

Vicenza, appresso Giorgio Greco, 1590 Cerca con Google

INGEGNERI ANGELO, Argonautica di Angelo Ingegneri al felicissimo principe Carlo Emanuello Cerca con Google

duca serenissimo di Sauoia, &c, In Vicenza, [s.n], 1601 Cerca con Google

INGEGNERI ANGELO, Contra l'alchimia, e gli alchimisti palinodia dell'Argonautica di Angelo Ingegneri. Con la stessa Argonautica, dichiarata da copiose postille del proprio autore. Al Cerca con Google

molto illustre, e reuerendiss. signore monsignor Girolamo Fosco prothonotario apostolico, In Napoli, appresso Giovan Giacomo Carlino, 1606 Cerca con Google

VALMARANA PAOLO ANTONIO, Barbara tragedia di Paolo Antonio Valmarana vicentino. L’esposto accademico olimpico. All’illustrissimo Cardinal Gonzaga, in Vicenza, appresso Francesco Grossi, 1611 Cerca con Google

FIAMMA CARLO, Il bellissimo torneo a piedi o vero la barriera fatta dalla nobiltà di Vicenza nel Cerca con Google

theatro delli Signori Accademici Olimpici il Carnevale dell’anno MDCXII, con aggionta dell’attione et de’ versi recitati dall’Accademia. Dedicata al clarissimo Sig. Lorenzo Donato dell’Ill.mo Sig. Luigi Capitano di Vicenza, in Vicenza, Appresso Francesco Grossi, 1612 Cerca con Google

INGEGNERI ANGELO, Danza di Venere boschereccia singolare del sig. Angelo Ingegneri. Dedicata all'illust. conte Ascanio Valmarana, In Vicenza, per Girolamo Brescia, 1613 Cerca con Google

La Criselia de Lidaceli, famosa, y verdadera historia de varios acontescimientos de amor, y armas. Con graciosas disgressiones, de encantamientos, y coloquios pastoriles. De Antonio de Melo comico inflamado. Dirigida al illustriss. Senor Massimiliano Valmarana, in Vicenza, appresso Dominico Amadio, 1614 Cerca con Google

TONIANI PIETRO ANTONIO, Floriano il fido tragicommedia pastorale di Pietro Ant. Toniani donata al m. ill. sig. Conte Baldassar Valmarana con due altre operette, in Vicenza, Appresso Dominico Amadio, 1616 Cerca con Google

COSTA MARGHERITA, Istoria del viaggio d'Alemagna del Serenissimo Gran Duca di Toscana Ferdinando Secondo dedicata, all'Illustrissimo, & Eccelentissimo sig. Don Giovanni De Erasso Ambasciatore della Maestà Cattolica in Toscana dalla signora Margherita Costa romana, in Venezia, [s.n.], [1628] Cerca con Google

[Anonimo], Il torneo a piedi fatto da’ Cavalieri Vicentini il 6 marzo 1642 Sotto gli Auspici Felicissimi dell’Illustriss. Sig. Giovanni Cavalli Podestà di Vicenza dedicato all’Illustriss.a Sig.a Cerca con Google

Lucretia Cavalli Podestaressa, per Giacomo Zampieroni, Vicenza, 1642 Cerca con Google

VALMARANA GIOVANNI LODOVICO, Glorie Farnesi. Al già serenissimo di Parma il Duca Odoardo descritte dal co. Gio. Lodovico di Valmarana e all’A. del Serenissimo duca Ranuccio Regnante dal medesimo dedicate, in Padua, per il Crivellari, 1648 Cerca con Google

Il teatro vicentino, Del Signor Domenico d’Alessandro Orefice Napolitano All’Illustrissimo et Eccellentissimo Signor D. Gasparo de Teves Gusmano Marchese della Fuente, e nella Serenissima Repubblica di Venetia ed à Prencipi d’Italia Ambasciatori estraordinario per Sua Maestà Cattolica, Venetia, Stamperia Salis, 1652 Cerca con Google

BISSARI PAOLO, La mensa de gli dei alle dame di Vicenza nel Teatro Olimpico, Vicenza, per gl’Heredi Amadio, [1654-1656], Cerca con Google

NANI BERNARDO, Vicenza trionfante, relazione delle solennità celebrate in Vicenza nel mese di Cerca con Google

giugno del 1680. Composta dal p. d. Bernardo Nani Teatino. Dedicata all’illustriss. & eccellentiss. Signori Marin Zorzi podesta, Benedetto Capello capitanio, et illustrissimi signori deputati della illustrissima città di Vicenza, in Vicenza, per gli eredi di Giacomo Amadio, 1680 Cerca con Google

PATIN CARLO, Le pompose feste di Vicenza fatte nel mese di giugno del 1680. Dedicate alli illustrissimi signori Sig.ri Deputati di Vicenza, In Padova, Per Giovan Battista Pasquati, 1680 Cerca con Google

BONARELLI PROSPERO, Il Solimano tragedia del co. Prospero Bonarelli rappresentata in casa Cerca con Google

Valmarana del giardino. Alle illustrissime dame co. Barbariga Vitturi Nieva co. Giulio Thiene Valmarana co. Leonilde di Valvasone Thiene, in Vicenza, per Tomaso Lavezari, 1716 Cerca con Google

MONTENARI GIOVANNI, Del teatro Olimpico di Andrea Palladio in Vicenza. Discorso del Signor conte G.M. vicentino, Padova, Giovambattista Conzatti, 1733 (rist. anast. Vicenza, Società Cerca con Google

Edizioni Artistiche, 1989) Cerca con Google

MONTENARI GIOVANNI, Del teatro Olimpico di Andrea Palladio in Vicenza. Discorso del Signor conte G.M. […] Seconda edizione con lettere due critiche, l’una del sig. marchese Giovanni Cerca con Google

Poleni […], l’altra del’autore, Padova, Stamperia del Seminario, 1749 Descrizione dell’arco trionfale e della illuminazione fatta nella Pubblica Piazza di Vicenza la Notte 12 Novembre 1758 per la gloriosissima esaltazione alla dignità cardinalizia di Sua Eminenza Reverendissima Signor Antonio Marino Priuli Vescovo della medesima Città dedicata agl’Illustrissimi Sig. Sig. Deputati di Vicenza, in Vicenza, Nella Stamperia di Carlo Bressan e Francesco Mazzolini Compagni, con Licenza de’ Superiori, 1758 Cerca con Google

ARNALDI ENEA, Idea di un teatro nelle principali sue parti simile a’ teatri antichi, all’uso moderno accomodato dal conte Enea Arnaldi con due discorsi, l’uno che versa intorno a’ teatri in generale riguardo solo al coperto delle scene esteriori, l’altro intorno al soffitto di quella del Teatro Olimpico di Vicenza opera dell’insigne Andrea Palladio, Vicenza, Antonio Veronese, 1762 Cerca con Google

BERTATI GIOVANNI, L’isola di Alcina dramma giocoso per musica da rappresentarsi nel prossimo autunno dell’anno 1773 nel teatro delle Grazie di Vicenza dedicato alla nobil donna la sig. co. Laura Vale Porto, in Vicenza, per Carlo Bressan, 1773 Cerca con Google

BERTOTTI SCAMOZZI OTTAVIO, Le Fabbriche e i Disegni di Andrea Palladio raccolti ed illustrati da Ottavio Bertotti Scamozzi […]. Opera divisa in quattro Tomi con Tavole in rame Cerca con Google

rappresentanti le Piante, i Prospetti, e gli Spaccati. Con la traduzione francese, tomo I, In Vicenza, Per Francesco Modena Con Licenza de’ Superiori, 1776, Cerca con Google

L’Avaro dramma giocoso per musica da rappresentarsi nel magnifico teatro nobile delle Grazie di Vicenza nel corrente carnovale dell’anno 1778. Dedicato alla nobil donna la sig. co. Laura Vale Porto, in Vicenza, per Carlo Bressan, 1778 Cerca con Google

PATTE PIERRE, Description du Théâtre de la ville de Vicence, en Italie, chef-d’oeuvre d’André Cerca con Google

Palladio, Levé & dessiné par M. Patte, Architecte de S. A. S. Monseigneur le Prince Palatin, Duc régnant de Deux-Ponts. Ouvrage enrichi de Planches gravées en taille-douce, Paris 1780 Cerca con Google

BERTOTTI SCAMOZZI OTTAVIO, L’origine dell’Accademia Olimpica di Vicenza con una breve Cerca con Google

descrizione del suo teatro opera di Ottavio Bertotti Scamozzi architetto, in Vicenza, per Giovanni Cerca con Google

Rossi, 1790 (ristampa anastatica a cura dell’Accademia Olimpica nella ricorrenza del IV Centenario della morte di Andrea Palladio 1580-1980) Cerca con Google

BERTOTTI SCAMOZZI OTTAVIO, Le Fabbriche e i Disegni di Andrea Palladio raccolti ed illustrati, 4 voll., Vicenza, per Giovanni Rossi, 1796 Cerca con Google

TRISSINO LEONARDO, Due lettere descrittive l’una dell’ingresso a Vicenza della Imperatrice Maria d’Austria nell’anno MDLXXXI l’altra della recita nel Teatro Olimpico dell’Edipo di Sofocle nel MDLXXXV, Padova, per Valentino Crescini, 1830 Cerca con Google

SCOLARI FILIPPO, Della vita e delle opere dell'architetto Vincenzo Scamozzi. Commentario. Giuntevi le notizie di Andrea Palladio, Treviso, Andreola, 1837 Cerca con Google

MAGRINI ANTONIO, Memorie intorno la vita e le opere di Andrea Palladio pubblicate nell'inaugurazione del suo monumento in Vicenza, li, 19 agosto 1845: colla serie di ventisette scritture del medesimo architetto in parte inedite ed ora per la prima volta unite dall'abate Antonio Magrini, Padova, Tipografia del Seminario, 1845 Cerca con Google

MAGRINI ANTONIO, Il Teatro Olimpico nuovamente descritto ed illustrato dall’abate Antonio Cerca con Google

Magrini, Padova, Tipi del Seminario, 1847 Cerca con Google

Studi critici Cerca con Google

RUMOR SEBASTIANO, Accademie in Vicenza, Vicenza, [s.l.], 1892 Cerca con Google

MOCENIGO GIOVANNI, I teatri moderni di Vicenza dal 1650 al 1800 o de’ due distrutti teatri di Cerca con Google

Piazza e delle Grazie, Bassano, Sante Pozzato, 1894 Cerca con Google

CROVATO GIAMBATTISTA, Drammatica a Vicenza nel Cinquecento, Torino, Clausen, 1894 Cerca con Google

MAYLENDER MICHELE, Storia delle accademie d’Italia, 5 voll., Bologna, Cappelli, 1926-1930 Cerca con Google

RUMOR SEBASTIANO, Luigi Gonzaga a Vicenza al seguito di Maria d’Austria (28-29 settembre Cerca con Google

1581), Vicenza, Tipografia S. Giuseppe, 1926 Cerca con Google

COGO GUIDO, Nei teatri di Vicenza: storia, personaggi, curiosità, avvenimenti (1585-1948), Vicenza, Arti Grafiche delle Venezie, 1949 Cerca con Google

BARBIERI FRANCO, Vincenzo Scamozzi, Vicenza, Edizione Cassa di Risparmio di Verona e Vicenza, 1952 Cerca con Google

MAGAGNATO LICISCO, Teatri Italiani del Cinquecento, Vicenza, Neri Pozza, 1954 Cerca con Google

SCHRADE LEO, La représentation d’Edipo tiranno au Teatro Olimpico (Vicence 1585). Étude suivie d’une édition critique de la tragédie de Sophocle par Orsatto Giustiniani et de la musique des choeurs par Andrea Gabrieli, Paris, CNRS, 1960. Cerca con Google

PUPPI LIONELLO, La rappresentazione inaugurale dell’Olimpico. Appunti per la restituzione di uno spettacolo rinascimentale, 1, in «Critica d’Arte», IX (1962), 50, pp. 57-63 Cerca con Google

PUPPI LIONELLO, La rappresentazione inaugurale dell’Olimpico. Appunti per la restituzione di uno spettacolo rinascimentale, 2, in «Critica d’Arte», IX (1962), 51, pp. 57-69 Cerca con Google

ZORZI GIANGIORGIO, Le opere pubbliche e i palazzi privati di Andrea Palladio, Venezia, Neri Pozza, 1964 Cerca con Google

BETTINI SERGIO, Palladio urbanista, in «Arte Veneta», 1961, pp. 89-98 Cerca con Google

WITTKOWER RUDOLF, Principi architettonici nell’età dell’Umanesimo, Torino, Einaudi, 1964 (titolo originale e prima edizione Architectural Principles in the Age of Humanism, London, Academiy Editions, 1962) Cerca con Google

ZORZI GIANGIORGIO, Le prospettive del teatro Olimpico nei disegni degli Uffizi di Firenze e nei Cerca con Google

documenti dell’Ambrosiana di Milano, in «Arte lombarda», X, (1965) 2, pp. 70-97 Cerca con Google

CEVESE RENATO, Opere di Andrea Palladio in Vicenza, Vicenza, Camera di Commercio, 1966 PUPPI LIONELLO, Prospettive dell’Olimpico, documenti dell’Ambrosiana e altre cose: documenti Cerca con Google

per una replica, in «Arte lombarda», I, (1966), pp. 26-32 Cerca con Google

ZORZI GIANGIORGIO, Le ville e i teatri di Andrea Palladio, Vicenza, Neri Pozza, 1969 Cerca con Google

PUPPI LIONELLO, Gli spettacoli dell’Olimpico di Vicenza dal 1585 all’inizio del ’600, in Studi sul teatro veneto fra Rinascimento ed Età barocca, a cura di Gian Franco Folena, Firenze, Olschki, Cerca con Google

1971, pp. 73-96 Cerca con Google

ACKERMAN JAMES S., Palladio, Torino, Einaudi, 1972 (titolo originale e prima edizione Palladio, Harmondsworth, Penguin Books, 1966) Cerca con Google

NOGARA GINO, Cronache degli spettacoli nel teatro Olimpico di Vicenza dal 1585 al 1970, Vicenza, Accademia Olimpica, 1972 Cerca con Google

TAFURI MANFREDO, Teatro e città nell’architettura palladiana, in «Bollettino del Centro Internazionale di Studi di Architettura Andrea Palladio», VII (1965), pp. 65-78 Cerca con Google

PECORELLA CORRADO, Note per la classificazione delle accademie italiane dei secoli XVI-XVIII, in «Studi sassaresi», ser. III, 1, (1967-68), pp. 205-231 Cerca con Google

CEVESE RENATO, Porte ed archi di trionfo nell’arte di Andrea Palladio, in «Bollettino del Centro Cerca con Google

Internazionale di Studi di Architettura Andrea Palladio», XIV (1972), pp. 324-325 Cerca con Google

GALLO ALBERTO, La prima rappresentazione al Teatro Olimpico, con i progetti e le relazioni dei Cerca con Google

contemporanei, Milano, Il Polifilo, 1973 Cerca con Google

PUPPI LIONELLO, Andrea Palladio, 2 voll, Milano, Electa, 1973 Cerca con Google

BARBIERI FRANCO, Il Teatro Olimpico: dalla città essenziale alla città ideale, estratto da «Bollettino del Centro Studi Andrea Palladio», 16, 1974 Cerca con Google

PUPPI LIONELLO, Le esperienze scenografiche Palladiane prima dell’Olimpico, in «Bollettino del Cerca con Google

Centro Internazionale di Studi di Architettura Andrea Palladio», XVI (1974), pp. 287-307 Cerca con Google

PUPPI LIONELLO, Breve storia del Teatro Olimpico, Vicenza, Neri Pozza, 1973 Cerca con Google

OLIVATO LOREDANA, Una relazione difficile. Lettere inedite di Tomaso Temanza a Ottavio Bertotti Scamozzi, in «Arte Veneta», XXIII (1979) Cerca con Google

PIERI MARZIA, Il «laboratorio» provinciale di Luigi Groto, in «Rivista Italiana di Drammaturgia», IV (1979), 14, 3-35 Cerca con Google

BARBIERI GIUSEPPE, L’artificiosa rota: il teatro di Giulio Camillo, in Architettura e utopia nella Cerca con Google

Venezia del Cinquecento, catalogo della mostra a cura di Lionello Puppi (Venezia, luglio-ottobre 1980), Milano, Electa, 1980, pp. 209-218 Cerca con Google

FRANZINA EMILIO, Le feste dei nobili a Vicenza, Vicenza, Libreria Traverso, 1980 Andrea Palladio. Il testo, l'immagine, la città, catalogo della mostra, a cura di Lionello Puppi, Milano, Electa, 1980 Cerca con Google

BENZONI GINO, Le accademie, in Storia della cultura veneta diretta da Girolamo Arnaldi e Cerca con Google

Manlio Pastore Stocchi, 6 voll., Vicenza, Neri Pozza, 1976-1986, IV vol., 1, Il Seicento, pp. 131- 162 Cerca con Google

MANGINI NICOLA, La tragedia e la commedia, in Storia della cultura veneta diretta da Girolamo Cerca con Google

Arnaldi e Manlio Pastore Stocchi, 6 voll., Vicenza, Neri Pozza, 1976-1986, IV vol., 1, Il Cerca con Google

Seicento, pp. 297-326 Cerca con Google

BENZONI GINO, Aspetti della cultura urbana nella società veneta del ’500-’600: Le accademie, in «Archivio Veneto», V serie, vol. CVIII (1977), pp. 87-159 Cerca con Google

QUONDAM AMEDEO, L’accademia, in Letteratura italiana, direzione Alberto Asor Rosa, Torino, Cerca con Google

Einaudi, 1982, vol. I, Il letterato e le istituzioni, pp. 823-898 Cerca con Google

SCHIAVO REMO, Il Teatro Eretenio tra cronaca e storia: nel bicentenario della inaugurazione (1784), Vicenza, Accademia Olimpica, 1983 Cerca con Google

BERTOLDI DONATA, Prospettive preliminari per una lettura della festa barocca: un campione Cerca con Google

provinciale Vicenza tra ’500 e ’600, in La musica nel Veneto dal XVI al XVIII secolo, a cura di Cerca con Google

Francesco Passatore con la collaborazione di Ivano Cavallini, Adria, Antiquae Musicae Italicae Cerca con Google

Studiosi, 1984, pp. 163-173 Cerca con Google

MAZZONI STEFANO, Vincenzo Scamozzi e il teatro di Sabbioneta, in STEFANO MAZZONI-OVIDIO GUAITA, Il teatro di Sabbioneta, Firenze, Olschki, 1985, pp. 13-91 Cerca con Google

MANCINI FRANCO, MURARO MARIA TERESA, ELENA POVOLEDO (a cura di), I Teatri del Veneto, Venezia, Regione del Veneto, Giunta Regionale/Corbo e Fiore, 1985, voll. I-IV Cerca con Google

GRAPPIOLO EGLE, Il Teatro Olimpico di Vicenza e la cultura teatrale del Cinquecento, tesi di Cerca con Google

laurea, Genova, Università degli Studi di Genova, a.a. 1985-1986 Cerca con Google

PUPPI LIONELLO, I costumi per la recita inaugurale del Teatro Olimpico a Vicenza (e altre questioni), in «Storia dell’Arte», (1987), 61, pp. 189-200 Cerca con Google

Vicenza: il Teatro Olimpico, testi di Fernando Rigon, Jorge Amado, André Chastel, Milano, Franco Maria Ricci, 1988 Cerca con Google

L’Archivio Storico dell’Accademia Olimpica conservato presso la Biblioteca Civica Bertoliana (sec. XVI-XIX), a cura di Antonio Ranzolin, Vicenza, Accademia Olimpica, 1989 Cerca con Google

BRIZI BRUNO, Le feste e gli spettacoli, in Storia di Vicenza, III vol, 2, L’età della Repubblica Veneta (1404-1797), a cura di Franco Barbieri e Paolo Preto, Vicenza, Neri Pozza, 1990 Cerca con Google

PUPPI LIONELLO, Un torneo immobile: il teatro Olimpico di Vicenza, in La civiltà del torneo Cerca con Google

(sec. XII-XVII). Giostre e tornei tra Medioevo ed età moderna, atti del VII convegno di studio, Narni 14-16 ottobre 1988, Narni, Centro Studi Storici di Narni, 1990, pp. 21-34 Cerca con Google

SCHIAVO REMO, L'Olimpico. Lo spazio teatrale - La rappresentazione, Vicenza, Nevio Zanni, 1990 Cerca con Google

MAGAGNATO LICISCO, Il teatro Olimpico, a cura di Lionello Puppi, Milano, Electa, 1992 Cerca con Google

AVAGNINA MARIA ELISA, Le statue dell’Olimpico, ovvero “la messa in pietra degli Accademici Cerca con Google

fondatori del teatro”, in LICISCO MAGAGNATO, Il teatro Olimpico, a cura di Lionello Puppi, Milano, Electa, 1992, pp. 85-128 Cerca con Google

MAZZONI STEFANO, Regesto iconografico, in LICISCO MAGAGNATO, Il teatro Olimpico, a cura di Lionello Puppi, Milano, Electa, 1992, pp. 141-305 Cerca con Google

GUTHMÜLLER BODO, Il movimento delle accademie nel Cinquecento. Il caso di Vicenza, in Cerca con Google

«Quaderni Veneti», n. 25 (1997), pp. 9-43 Cerca con Google

VALENTE SIMONETTA, I teatri di Vicenza nei secoli 17 e 18, tesi di laurea, Padova, Università Cerca con Google

degli Studi, a.a. 1997-1998 Cerca con Google

MAZZONI STEFANO, L’Olimpico di Vicenza: un teatro e la sua perpetua memoria, Firenze, Le Cerca con Google

Lettere, 1998 Cerca con Google

GUARDENTI RENZO, Il costume in scena, in ROBERTO ALONGE E GUIDO DAVICO BONINO (a cura di), Storia del teatro moderno e contemporaneo, Torino, Einaudi, 2000-2003, vol. I, La nascita del teatro moderno. Cinquecento-Seicento, pp. 1067-1100 Cerca con Google

MAZZONI STEFANO, Lo spettacolo delle accademie, in ALONGE ROBERTO E DAVICO BONINO GUIDO (a cura di), Storia del teatro moderno e contemporaneo, Torino, Einaudi, 2000-2003, vol I, La nascita del teatro moderno. Cinquecento-Seicento, pp. 869-904 Accademia Olimpica gli statuti del 1650, a cura di Enrico Niccolini, Vicenza, Accademia Olimpica di Vicenza, 2003 Cerca con Google

2. VICENZA E IL CONTESTO CULTURALE Fonti Manoscritti Cerca con Google

Lettera del Duca d’Urbino al Marchese di Mantova, Archivio di Stato, Archivio Gonzaga, b. 1066, c. 95, Urbino, 15 marzo 1487; catalogato in Herla, C4673 Leonardo Valmarana, Cronaca familiare, ms., 1550-1630, ms. [Gonz. 21.10.20] 532, edito in Cerca con Google

LEONARDO VALMARANA, Faustissime nozze Valmarana-Nussi. Cronaca di Leonardo Valmarana (1574-1630), Vicenza, Tipografia S. Giuseppe, 1897; citato in Cerca con Google

OTTO G. SCHINDLER, Viaggi teatrali tra l’Inquisizione e il Sacco. Comici dell’Arte di Mantova alle corti degli Asburgo d’Austria, in I Gonzaga e l’Impero. Itinerari dello spettacolo. Con una selezione di materiali dall’Archivio informatico Herla (1560-1630), a cura di Umberto Artioli e Cristina Grazioli, Firenze, Le Lettere, 2005, nota 162 p. 155 Cerca con Google

Testi a stampa Cerca con Google

MARZARI GIACOMO, La Historia di Vicenza del sig. Giacomo Marzari fu del Sig. Gio. Pietro Cerca con Google

Nobile Vicentino divisa in due libri […] nuovamente posta in luce con due tavole una dei nomi de gli Huomini & l’altra delle cose più notabili, in Vicenza, appresso Giorgio Greco, 1604 (ristampa anastatica Bologna, Forni, 1982; prima edizione Venetia, Appresso Giorgio Angelieri, 1591) Cerca con Google

TOMASINI FRANCESCO, Theatro genealogico delle famiglie Chieregata, Cogolla, Garzadori, Godi, Mascarella, Nieve, Negri, Pagiella, Pigafetta, Piovini, Pogliana, e Squarzi tutte nobili di Vicenza di Francesco Tomasini vicentino dedicato all’illustriss. Gio. Battista Gradenigo, in Venetia, appresso Antonio Bosio, 1677 Cerca con Google

TOMASINI FRANCESCO, Le glorie di Vicenza, epilogate nelle sue famiglie nobili. Fatica di Cerca con Google

Francesco Tomasini. Consacrate all’illustriss. e eccellentiss. Sig. Marc’Antonio Michiele, in Cerca con Google

Padova, per Giovan Battista Cesari, 1700 Cerca con Google

TEMANZA TOMMASO, Vite dei piu celebri architetti, e scultori veneziani che fiorirono nel secolo Cerca con Google

decimosesto, scritte da Tommaso Temanza, In Venezia, nella stamperia di C. Palese, 1778 (edizione moderna a cura di Liliana Grassi, Milano, Edizioni Labor Riproduzioni e documentazioni, 1966) Cerca con Google

CASTELLINI SILVESTRO, Storia della città di Vicenza di Silvestro Castellini ove si vedono i fatti e le guerre de' vicentini così esterne come civili, dall'origine di essa città sino all'anno 1630, 19 Cerca con Google

libri, Vicenza, per Francesco Vendramini Mosca (poi tipografia Parise), 1783-1822, libri XVIXIX Cerca con Google

MAGRINI ANTONIO, Notizie di Girolamo Gualdo canonico e fondatore del Museo Gualdo in Cerca con Google

Vicenza nel sec. XVI, Vicenza, Paroni, 1856. Cerca con Google

Studi critici Cerca con Google

CRISTOFOLETTI LUIGI - FABRIS GIUSEPPE, Memorie intorno alla Rua, Vicenza, Tipografia Cerca con Google

Girolamo Burato, 1867 Cerca con Google

MAGRINI ANTONIO, Reminescenze vicentine della Casa di Savoia, Vicenza, 1869 Cerca con Google

LAMPERTICO FEDELE, Ricordi academici e letterari, in Atti del consiglio academico, Vicenza, Cerca con Google

Paroni, 1872 Cerca con Google

LAMPERTICO FEDELE, Scritti storici e letterari, 2 voll., Firenze, Le Monnier, 1882-83 Cerca con Google

RUMOR SEBASTIANO, Bibliografia storica della città e provincia di Vicenza, Vicenza, Tipografia Cerca con Google

Pontificia San Giuseppe, 1916 Cerca con Google

CRISTOFARI MARIA, La tipografia vicentina nel secolo XVI, Miscellanea di scritti di bibliografia Cerca con Google

ed erudizione in memoria di Luigi Ferrari, Firenze, Olschki, 1952 Cerca con Google

BARBIERI FRANCO- CEVESE RENATO - MAGAGNATO LICISCO, Guida di Vicenza, Vicenza, Eretenia, 1956 Cerca con Google

GUALDO JR GIROLAMO., Giardino di chà Gualdo, a cura di Lionello Puppi, Firenze, Olschki, Cerca con Google

1972 Cerca con Google

BALLARIN ALESSANDRO, Valerio Belli e la glittica del Cinquecento, in Il gusto e la moda nel Cerca con Google

Cinquecento vicentino e veneto, Catalogo della mostra a Palazzo Chiericati, Vicenza, 30 maggio- Cerca con Google

15 dicembre 1973, cura di Andreina Ballarin, Vicenza, STA, 1973 Cerca con Google

PUPPI LIONELLO, Scrittori vicentini d’architettura del secolo VXI, Vicenza, Accademia Olimpica, 1973 Cerca con Google

MANTESE GIOVANNI, Memorie storiche della chiesa vicentina, 5 voll., Vicenza, Accademia Cerca con Google

Olimpica, 1964-1982, vol. II, 1, Dal 1563 al 1700: parte prima, 1974 Cerca con Google

PUPPI LIONELLO, Un inedito profilo di G. G. Trissino redatto da Paolo Gualdo, in «Ateneo Cerca con Google

veneto», a. 13, n.s., v. 13, n. 2 (1975), pp. 40-45 Cerca con Google

La «vita» di Giangiorgio Trissino di Paolo Gualdo, a cura di Lionello Puppi, in Vicenza illustrata, a cura di Neri Pozza, Vicenza, Neri Pozza, 1976, pp. 171-173; Cerca con Google

ARNALDI GIROLAMO, La fondazione dell’università di Vicenza (1204), in Vicenza illustrata, a Cerca con Google

cura di Neri Pozza, Vicenza, Neri Pozza, 1976, pp. 50-52 Cerca con Google

BRUNELLO FRANCO, Fraglie e società artigiane a Vicenza dal XIII al XVIII secolo, in Vicenza Cerca con Google

illustrata, a cura di Neri Pozza, Vicenza, Neri Pozza, 1976, pp. 86-116 Cerca con Google

TOMASINI FRANCESCO, Theatro genealogico delle famiglie nobili di Vicenza, Bologna, A. Forni, 1976 Cerca con Google

QUAGLIO ANTONIO E., La cultura umanistica vicentina, in Vicenza illustrata, a cura di Neri Cerca con Google

Pozza, Vicenza, Neri Pozza, 1976, pp. 80-85 Cerca con Google

FRANZINA EMILIO, Vicenza. Storia di una città 1404-1866, Vicenza, Neri Pozza, 1980 Cerca con Google

Storia della cultura veneta, a cura di Arnaldi Girolamo e Manlio Pastore Stocchi, Vicenza, Neri Cerca con Google

Pozza, 1980 Cerca con Google

DRAGONZINO GIOVANBATTISTA, Nobiltà di Vicenza, a cura di Franco Barbieri e Flavio Fiorese, Vicenza, Neri Pozza, 1981 Cerca con Google

MORSOLIN BERNARDO, Giangiorgio Trissino. Monografia d’un gentiluomo letterato del secolo Cerca con Google

XVI, Firenze, Le Monnier, 1894 Cerca con Google

STEFANI WALTER - STEFANI ANTONI, Vicenza e la Rua, Vicenza, Neri Pozza, 1985 Cerca con Google

BARBIERI FRANCO, Vicenza. Città di palazzi, Vicenza, Banca Popolare di Vicenza, 1987 Cerca con Google

ZIRONDA RENATO, Un tipografo attivo a Vicenza tra XVI e XVII secolo: Giorgio Greco, in Cerca con Google

Pagine di cultura vicentina. Scritti in onore di Gianni Conforto, Vicenza, [s.n.], 1987, pp. 63-71 Cerca con Google

DAL CORTIVO FILIBERTO, Leonardo Valmarana, nobile vicentino fra Cinque e Seicento, tesi di Cerca con Google

laurea, Padova, Università degli Studi, a.a. 1988-1989 Cerca con Google

BARBIERI FRANCO, L’immagine urbana dalla Rinascenza alla «età dei lumi», in Storia di Vicenza, III vol, 2, L’età della Repubblica Veneta (1404-1797), a cura di Franco Barbieri e Paolo Cerca con Google

Preto, Vicenza, Neri Pozza, 1990, pp. 211-279. Cerca con Google

CONTI LILIANA, Tre famiglie di cartai tipografi: Grossi, Lavezzari, Amadio, in Storia di Vicenza, Cerca con Google

III vol, 2, L’età della Repubblica Veneta (1404-1797), a cura di Franco Barbieri e Paolo Preto, Vicenza, Neri Pozza, 1990, pp. 131-137 Cerca con Google

Scultura a Vicenza, a cura di Chiara Rigoni, Milano, Silvana Editoriale, 1999 Cerca con Google

SCHINDLER OTTO G., Viaggi teatrali tra l’Inquisizione e il Sacco. Comici dell’Arte di Mantova Cerca con Google

alle corti degli Asburgo d’Austria, in I Gonzaga e l’Impero. Itinerari dello spettacolo. Con una selezione di materiali dall’Archivio informatico Herla (1560-1630), a cura di Umberto Artioli e Cerca con Google

Cristina Grazioli, Firenze, Le Lettere, 2005, pp. 107-160 Cerca con Google

NICCOLINI ENRICO, Cultura e società a Vicenza nel Rinascimento: l’Accademia Olimpica, Cerca con Google

Costabissara (Vi), Colla, 2006 Cerca con Google

3. ILLUMINOTECNICA, SCENOTECNICA E SPAZIO TEATRALE Cerca con Google

Fonti Cerca con Google

SERLIO SEBASTIANO, Trattato sopra le Scene e De’ Lumi artificiali delle Scene, Parigi, J. Barbè, Cerca con Google

1545 Cerca con Google

BARBARO DANIELE, I Dieci Libri dell’Architettura di M. Vitruuio tradutti et commentati da Cerca con Google

monsignor Barbaro eletto patriarca d’Aquileggia. Con due tavole, l’una di Tutto quello si contiene per i capi nell’Opera, l’altra per dechiaratione di tutte le cose d’importanza, in Vinegia, per Francesco Marcolini, 1556 Cerca con Google

BIRINGUCCI VANNOCCIO, Pirothecnia del S. Vannuccio Biringuccio senese; nella quale si tratta Cerca con Google

non solo della diversità delle minere, ma anche di quanto si ricerca alla pratica di esse. E di quanto s’appartiene all’arte della fusione, o getto, de metalli. Far campane, arteglierie, fuochi artificiali e altre diverse cose utilissime, Venezia, appresso Gironimo Giglio, 1559 (prima edizione De la Pirotechnia libri X, Venezia, 1540) Cerca con Google

DE’ SOMMI LEONE, Quattro dialoghi in materia di rappresentazione scenica [1565-1566] (edizione moderna a cura di Ferruccio Marotti, Milano, Il Polifilo, 1968) Cerca con Google

[Anonimo], Descrittione de la scena et intermedii fatti per aere et per terra ne la tragedia di Giocasta, recitata in Viterbo, dalli virtuosi e onorati sig. accademici Ostinati li 9 de ottobre 1570, stampato in Viterbo per Agostino Colali, 1570 Cerca con Google

PALLADIO ANDREA, I Quattro libri dell'Architettura di Andrea Palladio. Ne' quali, dopo un breue trattato de' cinque ordini, & di quelli auertimenti, che sono piu necessarij nel fabbricare; si tratta delle case private, delle Vie, de i Ponti, delle Piazze, de i Xisti, et de’ Tempij. Con privilegi, In Venetia, Appresso Dominico de’ Franceschi, 1570 (ristampa anastatica Milano, Hoepli, 2006) Cerca con Google

PALLADIO ANDREA, Delle case di villa (1556-1570), a cura di Lionello Puppi, Venezia, Umberto Cerca con Google

Allemandi & C., 2005 Cerca con Google

SERLIO SEBASTIANO, Tutte l'opere d'architettura di Sebastiano Serlio bolognese; dove si trattano in disegno, quelle cose, che sono piu necessarie all'architetto; et hora di nuovo aggiunto, oltre il libro delle porte, gran numero di case private nella citta, & in villa, et un indice copiosissimo Cerca con Google

raccolto per via di considerationi da m. Gio. Domenico Scamozzi, in Venezia, appresso Francesco de’ Franceschi senese, 1584 Cerca con Google

INGEGNERI ANGELO, Della poesia rappresentativa e del modo di rappresentare le favole sceniche. Discorso di Angelo Ingegneri al Serenissimo Signore, il Signore Don Cerca con Google

Download statistics

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record