Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

| Crea un account

Zanatta, Alberto (2009) Dal Gabinetto Patologico ad un Museo-Laboratorio di Anatomia Patologica. [Tesi di dottorato]

Full text disponibile come:

[img]
Anteprima
Documento PDF
8Kb

Abstract (inglese)

This thesis wants to call the attention to the long route made by the collections of pathological anatomy from the second half of the 1700’s until the beginnings of the 1900’s and today.
Padua has always been the world-wide centre of medicine. The necessity to preserve the anatomical preparations has kept pace with the prestige of the “Medical School. “His Anatomical Majesty” Giovanni Battista Morgagni (1682-1771) had planned an anatomical museum inside Palazzo del Bo, next to the anatomical theatre of Girolamo Fabrici D’Acquapendente, but this work was never finished.
The after Morgagni sees illustrious doctors like Caldani (1725-1813), Comparetti (1745-1801) and Fanzago (1764-1836). Only with this last one we have the first news about a pathological cabinet (1810), even if completely rudimental.
However, we must wait for Lodovico Brunetti (1813-1899) to have a real Museum of Pathological Anatomy (1870). He was the first professor of pathological anatomy in Padua, as well as the first director of the same Institute. During his direction major changes take place: the anatomical schools “in force of my persevering firmness had been transported from the hospital to Saint Mattia”, the anatomical theatre became, more and more, the essential moment of the anatomo-pathological research, the Museum is conceived like a formative and popular instrument.
Another great innovation introduced by Brunetti was the realization of many preparations with his personal method: the “tannizzazione”. This extraordinary technique is a process of conservation of the animals tissues that required the use of water to bleed the preparation (passing through the blood vessels), sulfuric ether to de-grease, tannic acid to “tannizzare” and compressed air to dry the whole preparation. Unfortunately, the tannizzazione did not have a continuation and remained unused, despite the prizes obtained in all Europe by Brunetti, who used to complain: “nobody of you follows me in my work”.
The teaching of Morgagni, Rokitansky, Virchow has evolved in the one of Koch and the research mostly concerns “the invisible”.
The history of the Museum of Pathological Anatomy is close to the one of the Institute of Pathological Anatomy of the University of Padua and in particular to the history of the Directors. Beginning exactly from Brunetti, carrying on with Augusto Bonome, Giovanni Cagnetto, up to professor Gaetano Thiene, their works and the interventions for the development of the Museum have been highlighted. The Museum is a place getting more and more modern where the collection and the preservation of the anatomo-pathological material is guaranteed, but in particular it represents a biological archives in which we can draw upon for study and scientific research. To allow and develop that, it is opportune to think of “a widespread” museum in the territory.

Abstract (italiano)

Questo lavoro vuole richiamare il lungo percorso compiuto dalle collezioni di anatomia patologica a partire dalla seconda metà del Settecento fino agli inizi del Novecento e ai giorni nostri.
Padova è stata da sempre centro mondiale della medicina. Di pari passo col prestigio della “Scuola Medica” si è vista accrescere negli anni la necessità di poter conservare i preparati anatomici. Già “Sua Maestà Anatomica” Giovanni Battista Morgagni (1682-1771) aveva fatto progettare proprio un museo anatomico al Palazzo del Bo, di fianco al teatro anatomico di Girolamo Fabrici D’Acquapendente, ma tale opera non fu mai portata a termine.
Il dopo Morgagni vede illustri medici come Caldani (1725-1813), Comparetti (1745-1801) e Fanzago (1764-1836), però solo con quest’ultimo si hanno le prime notizie riguardanti un gabinetto patologico (1810), anche se del tutto rudimentale.
Bisogna aspettare però l’arrivo di Lodovico Brunetti (1813-1899) per avere un vero e proprio Museo anatomo-patologico (1870). Egli fu il primo cattedratico di anatomia patologica a Padova, nonché il primo direttore del medesimo Istituto. Durante la sua direzione ci furono i più significativi cambiamenti: le scuole anatomiche “in forza della mia perseverante fermezza vennero trasportate dall’ospitale in San Mattia”, il teatro anatomico divenne, sempre più, il momento essenziale della ricerca anatomo-patologica, il Museo concepito come strumento formativo e divulgativo.
Altra grande novità introdotta dal Brunetti fu la realizzazione di moltissimi preparati con una sua personalissima metodica: la tannizzazione. Questa straordinaria tecnica è un processo di conservazione dei tessuti animali che prevedeva l’utilizzo, passando attraverso i vasi sanguigni, di acqua per dissanguare il preparato, etere solforico per digrassarlo, acido tannico per tannizzarlo ed infine aria compressa per essiccare il tutto. La tannizzazione non ebbe più un seguito, rimanendo purtroppo inutilizzata, nonostante i premi ricevuti in tutta Europa dal Brunetti, che si lamentava: “nessuno di voi mi segue coll’opera. L’insegnamento del Morgagni, del Rokitansky, del Virchow si è trasformato in quello del Koch e le indagini si aggirano, pressoché esclusivamente, intorno agli invisibili”.
La storia del museo di anatomia patologica si colloca al fianco di quella dell’Istituto di Anatomia Patologica dell’Università di Padova ed in specifico con quella dei Direttori. Partendo appunto dal Brunetti, per continuare con Augusto Bonome, Giovanni Cagnetto, fino ad arrivare al prof. Gaetano Thiene, sono stati evidenziati i loro lavori e gli interventi fatti per lo sviluppo del Museo; luogo sempre più moderno dove vengono garantite la raccolta e la salvaguardia di materiale anatomo-patologico, ma in particolare rappresenta un archivio biologico in cui attingere per lo studio e la ricerca scientifica. Per permettere e sviluppare ciò, è opportuno pensare ad un museo “diffuso” nel territorio.

Statistiche Download - Aggiungi a RefWorks
Tipo di EPrint:Tesi di dottorato
Relatore:Rippa Bonati, Maurizio
Dottorato (corsi e scuole):Ciclo 21 > Scuole per il 21simo ciclo > SCIENZE MEDICHE, CLINICHE E SPERIMENTALI > SCIENZE CARDIOVASCOLARI
Data di deposito della tesi:02 Febbraio 2009
Anno di Pubblicazione:2009
Parole chiave (italiano / inglese):Museo di anatomia patologica, storia della medicina, brunetti, tannizzazione, fanzago, gabinetto patologico, istituto di anatomia patologica, Padova
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 06 - Scienze mediche > MED/02 Storia della medicina
Area 06 - Scienze mediche > MED/08 Anatomia patologica
Struttura di riferimento:Istituti > Istituto di Anatomia Patologica
Dipartimenti > pre 2012 - Dipartimento di Scienze Medico Diagnostiche e Terapie Speciali
Codice ID:1920
Depositato il:02 Feb 2009
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Bibliografia

I riferimenti della bibliografia possono essere cercati con Cerca la citazione di AIRE, copiando il titolo dell'articolo (o del libro) e la rivista (se presente) nei campi appositi di "Cerca la Citazione di AIRE".
Le url contenute in alcuni riferimenti sono raggiungibili cliccando sul link alla fine della citazione (Vai!) e tramite Google (Ricerca con Google). Il risultato dipende dalla formattazione della citazione.

BALDINI U., Andrea Comparetti in Dizionario Biografico degli Italiani, pp. 668-672, Istituto della Enciclopedia Italiana, Roma. Cerca con Google

BERTOLASO B.,1961, Francesco Luigi Fanzago (1764-1836) patologo e medico-legale nell’Ateneo padovano. Rivista di Storia della Medicina, anno V, 2, pp. 225-243. Cerca con Google

BOMPIANI G., 1944, L’opera scientifica di Giovanni Cagnetto, AUP, pp. 149-163. Cerca con Google

BONOME A., 1913, Per la costruzione di un nuovo istituto di anatomia patologica presso la R. Università di Padova. Tipo-litografia F.lli Garbin. Padova. Cerca con Google

BOYER A., Traité des maladies chirurgicales et des opérations qui leur convienent. Opera in 11 volumi, 1814-1826, Paris. Cerca con Google

BRUNETTI L., 1855, Prolusione all’insegnamento dell’Anatomia Patologica.. Padova. Cerca con Google

BRUNETTI L., 1863, Sopra il nuovo rachiotomo e sul metodo d’aprire lo speco vertebrale. Padova. Cerca con Google

BRUNETTI L., 1864, Sopra una straordinaria causa di soffocazione. I, Padova. Cerca con Google

BRUNETTI L., 1866, Cenni sul nuovo metodo di conservazione delle parti animali ad uso delle preparazioni anatomiche della scuola di Anatomia Patologica presso la regia Università di Padova. Stab. Nazionale di P. Prosperini, Padova. Cerca con Google

BRUNETTI L., 1867, Notice sur une nouvelle méthode de conservation macromicroscopique des pièces anatomiques. Paris, Exposition Universelle, Douzième Section, Département de l’Italie. Cerca con Google

BRUNETTI L., 1871, Anatomia Patologica. Lezioni, a cura di Francesco Baldini. Cerca con Google

BRUNETTI L., 1872, Due casi di trasposizione laterale completa di tutti i visceri nell’uomo. Padova. Cerca con Google

BRUNETTI L., 1876,Una riabilitazione chirurgica. Reminescenze dell’autunno 1876. Padova. Cerca con Google

BRUNETTI L., 1878, La Tannizzazione dei tessuti animali. Racheotomia anteriore e posteriore. Invaginamento intestinale. L’organo della parola. I, Premiata Tip. Alla Minerva dei Fratelli Salmin. Padova. Cerca con Google

BRUNETTI L., 1881, Propedeutica ossia guida per il dissettore al tavolo di sezione. Tipografia del Seminario. Padova. Cerca con Google

BRUNETTI L., 1881, Inumazione, cremazione e imbalsamazione dei cadaveri. Estratto dal Giornale Internazionale delle Scienze Mediche, anno III, Enrico Detken editore Napoli. Cerca con Google

BRUNETTI L., 1884, Cremazione e conservazione dei cadaveri. I, Tipografia del Seminario. Padova. Cerca con Google

BRUNETTI L., 1886, Provvedimenti contro il colera nel 1885 in Sicilia. Roma. Cerca con Google

BRUNETTI L., 1888, La tannizzazione dei tessuti animali che mi appartiene deve essere impiegata dagli anatomici e compresa dai patologhi. Padova. Cerca con Google

BRUNETTI L., 1892, La tannizzazione dei tessuti animali, scoperta anatomica. Rivista italiana di scienze naturali e bollettino del naturalista, Siena, estratto dall’anno XII, fasc. 3, 1892. Cerca con Google

BRUNETTI L., 1893, L’organo valvulare regolatore la nutrizione del cuore e del muscolo animale della locomozione scoperto dal metodo di tannizzazione dei tessuti animali nell’estate del 1891. II edizione, Fratelli Drucker editori librai, Padova-Verona. Cerca con Google

CALDANI L. M. A., SPALLANZANI L., a cura di ONGARO G., 1982, Carteggio (1768-1798). Cisalpino Editore. Fonti e Studi per la storia dell’Università di Pavia. Cerca con Google

CALDANI L. M. A., CALDANI F., 1801, Icones anatomicae quotquot sunt celebriores ex optimis neotericorum operibus summa diligentia deromptae et collectae. Picotti, Venezia 1801-1814. Cerca con Google

CASTIGLIONI A., 1948, Storia della Medicina, II, Mondadori, Milano. COLETTI F., 1871, Ricordi storici della cattedra e del gabinetto di materia medica nella università di Padova. Tip. Di Gio. Batta. Randi. Padova. Cerca con Google

COMPARETTI A., 1793, Saggi sulla Scuola Clinica nello Spedale di Padova, Padova, pp. 24-26. Cerca con Google

CORNELIANI G., 1853, Sulla coltivazione dell’anatomia patologica in Italia, lettera innanzi all’Accademia Medico-Chirurgica di Padova nel giorno 5 giugno 1853, Padova, 19. Cerca con Google

DAL PIAZ V., 1994, Architettura, trasformazioni, restauri: da laboratorio scientifico a monumento della scienza. Il teatro anatomico, storia e restauri, pp. 83-113. Cerca con Google

DE COLO F., 1910, L’imbalsamazione umana. Hoepli. Milano. Cerca con Google

DE RENZI S., 1848, Storia della Medicina in Italia, V, Napoli. Cerca con Google

DI TOMA F., 1978, Il museo dell’Istituto di Anatomia ed Istologia Patologica dell’Università di Padova. Tesi di laurea in medicina e chirurgia, Università degli Studi di Padova. Relatore: Piazza M., Correlatore: Terribile V. Cerca con Google

FANZAGO F. L., 1809, Saggio sulle differenze essenziali delle malattie universali. Padova. Cerca con Google

FANZAGO F. L., 1816, Istitutiones Pathologicae. Pars II, Patavi Typis Seminarii. Cerca con Google

FANZAGO F. L., 1820, Memorie sopra alcuni pezzi morbosi conservati nel Gabinetto Patologico dell’I. R. Università di Padova. Fasc. I, I, Tipografia del Seminario, Padova. Cerca con Google

FAVARO A., 1922, L’università di Padova, Venezia, p. 115. Cerca con Google

FRUSSICHS D., DE MOULON A., 1829, Prospetto delle malattie e sezioni cadaveriche più singolari osservate nella prima divisione dell’Ospedale Cerca con Google

Civile di Trieste durante l’anno 1827. Tipografia Pecile, Udine. Cerca con Google

FULCHERI E., 1989, Importanza delle raccolte osteologiche nei musei di Anatomia Patologica quali materiale di studio e di confronto per la paleopatologia. Pathologica, 81, pp. 315-324. Cerca con Google

FULCHERI E., 1991, I musei di Anatomia Patologica: importanza delle raccolte osteologiche per la Paleopatologia. Museologia Scientifica, VIII, pp. 67-74. Cerca con Google

FULCHERI E., 1996, I musei di Anatomia Patologica: un settore troppo trascurato della museologia scientifica, degno di riconsiderazione. Pathologica, 88, pp. 291-296. Cerca con Google

GIAMPALMO A., PIAZZA M., 1982, Giovanni Batista Morgagni anatomopatologo del suo e del nostro tempo. Pathologica, 74, pp. 755-762. Cerca con Google

GHETTI M.C., 1992, Onori russi per il docente padovano di anatomia Ludovico Brunetti (1868-69). Quaderni per la storia dell’Università di Padova, Centro per la storia dell’Università di Padova, 25, pp. 511-524. Cerca con Google

GOZZI L., VANNOZZI F., LAFISCA S., 1987, Francesco Luigi Fanzago e i suoi studi sulla pellagra: esempio dello sviluppo della medicina a Padova fra Sette e Ottocento. Atti del XXXII congresso nazionale della società italiana di storia della medicina, Padova-Trieste 1985, a cura di L. Cerca con Google

Premuda, Padova 1987, pp. 69-72. Cerca con Google

LANZA B., AZZAROLI M., POGGESI M., MARTELLI A., 1979, Le cere anatomiche della Specola. Arnaud. Firenze. Cerca con Google

LORENZUTTI A., 1844, Breve relazione di alcuni pezzi conservati nel museo patologico Cerca con Google

MASI G., 1916, La ceroplastica in Firenze nei secoli XV-XVI e la famiglia Benintendi. Riv. D’arte, 9, 214. Cerca con Google

MAZZI V., 1977, Manuale di tecniche istologiche e istochimiche. Piccin, Padova. Cerca con Google

ONGARO G., 1994, Tra preriformismo ed epigenesi: il carteggio Caldani- Bonnet (1780-1792). AMAP, 106, II, pp. 99-123. Cerca con Google

PARI G. A., 1943, Commemorazione di Giovanni Cagnetto, AMAP, 59, I, pp.47-48. Cerca con Google

PAZZINI A., 1947, Storia della Medicina, II, Società Editrice Libraria, Milano. Cerca con Google

PAZZINI A., 1961, Morgagni sconosciuto. Rivista di Storia della Medicina, anno V, 2, pp. 115-123. Cerca con Google

PREMUDA L., 1968, Gli orientamenti scientifici e le strutture didattiche dell’Ottocento medico padovano. Atti del XXIII Congresso Nazionale di Storia della Medicina, Modena, 22-24 settembre 1967, pp.557-581. Cerca con Google

PREMUDA L., 1971, Fermenti illuministici della prolusione (1712) di G.B. Morgagni a Padova. Morgagni, 4, pp. 127-138. Cerca con Google

PREMUDA L., 1980, L’asse Vienna-Padova nella medicina dell’Ottocento e i suoi riflessi sul piano didattico e scientifico. Atti e Memorie dell’Acc. Patavina di Scienze, Lettere ed Arti, vol. XCII, pp. 129-143. Cerca con Google

PREMUDA L., 1982, The influence of the nineteenth-century Vienna school on the Italian medicine, the role of Padua and Trieste. Bulletin of the History of Medicine, suppl., 6, pp. 180-199. Cerca con Google

PREMUDA L., 1983, “Autopsia” di G.B. Morgagni (1682-1771): il maestro sotto l’obiettivo degli epigoni padovani. Tra Illuminismo e Romanticismo, Firenze, pp. 1-12. Cerca con Google

PREMUDA L., 1984-85, Suggestive indicazioni e interessanti rilievi in un libretto confidenziale di Lodovico Brunetti (1813-1899), primo anatomopatologo ufficiale nello studio di Padova. Atti dell’Istituto Veneto di S.S.L.L.A.A., classe di scienze fisiche, matematiche e naturali, 143, pp. Cerca con Google

75-99. Cerca con Google

PREMUDA L., 1988, Tra Padova e Trieste: dal “gabinetto patologico” alle “sezioni cadaveriche” come riscontro diagnostico-clinico nei primi decenni dell’Ottocento. Rivista di Anatomia Patologica e di Oncologia, 47, 1, pp.7-31. Cerca con Google

RIPPA BONATI M., 1994, L’anatomia “teatrale” nelle descrizioni e nell’iconografia. Il teatro anatomico, storia e restauri, pp. 55-81. Cerca con Google

ROKITANSKY C., 1846, Handuch der pathologischen Anatomie, I Band, Wien, pp. 1-14. Cerca con Google

SABBATANI L., 1923, In memoria di Augusto Bonome, AMAP, 39, pp. 121- 142. Cerca con Google

SACCO L., 1809, Trattato di vaccinazione con osservazioni sul giavardo e vajuolo pecorino. Tipografia Mussi, Milano. Cerca con Google

SALVIOLI I., 1923 Augusto Bonome, AUP, pp.224-225. Cerca con Google

SCARANI P., 1991, The resurrection of a museum. Actes du V colloque des conservateurs des musées d’historie des sciences mèdicales. Barcellona. Lion, Collection Fondation Marcel Mérieux, pp. 19-27. Cerca con Google

SCARANI P., DI PALMA S., 1988, Cesare Taruffi, his museum and the development of teratology in the 19th century. Actes du IV colloque des conservateurs des musèes d’histoire des sciences mèdicales. Ed. Museo per la Storia dell’Università di Pavia, pp. 27-31. Cerca con Google

SPONGIA G.F., 1838, Di Francesco Fanzago nobile e medico padovano del suo secolo e de’ suoi scritti, Padova, p. 187. Cerca con Google

TUCCI U., Il vaiolo, tra epidemia e prevenzione. Malattia e medicina, Storia d’Italia, Annali 7, pp. 389-428. Cerca con Google

TERRIBILE WIEL MARIN V., 1981, Compendio di tecnica e diagnostica delle autopsie. Cleup, Padova. Cerca con Google

TERRIBILE WIEL MARIN V., PIAZZA M., PREMUDA L., 1988, Il museo dell’istituto di anatomia patologica dell’università degli studi di Padova. Estratto da “Museologia Scientifica” Vol. IV, 3-4, pp. 193-219. Cerca con Google

TOFFANIN G., 1985, Un secolo fa: il clamoroso arresto dell’anatomopatologo dello Studio padovano. Atti del XXXII congresso nazionale Cerca con Google

della società italiana di storia della medicina, Padova-Trieste 1985, a cura di L. Premuda, Padova 1987, pp. 59-64. Cerca con Google

TOFFANIN G., 1973, Cent’anni in una città. Cittadella, p.54. Cerca con Google

Download statistics

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record