Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | AccessibilitĂ 

| Crea un account

Novello, Lorenza (2009) L'Entrée d'Espagne della Biblioteca Marciana di Venezia nel contesto della illustrazione cavalleresca padana del Medioevo. [Tesi di dottorato]

Full text disponibile come:

[img]Documento PDF
Tesi non accessible per motivi correlati alla proprietĂ  intellettuale.
Visibile a: nessuno

10Mb
[img]Documento PDF
Tesi non accessible per motivi correlati alla proprietĂ  intellettuale.
Visibile a: nessuno

1293Kb

Abstract (inglese)

This dissertation focuses on the illustration of the illuminated manuscript Fr Z.21 (=257) (Venice, Biblioteca Marciana), the only evidence of the chivalric poem Entrée d’Espagne, written in a French-Venetian language by an anonymous author, who defined himself “patavian”, meaning Paduan. It is unanimous opinion of philologists that this anonymous author composed his work in the thirties or forties of the 14th century.
After a reconstruction of the codex history, located in 1407 in the library of Francesco Gonzaga in Mantua, an overview of the chivalric illumination in Italy between the 13th and 14th centuries has been traced to identify the historical and the artistic context of the manuscript, with a special attention to the Veneto area.
The analysis of the illumination style points to a Paduan origin even if some elements may be revealing a Venetian influence. Three different periods have been recognized in the making of the manuscript illuminations: the first two are chronologically near and can be located in the second quarter of the 14th century, while the third one is surely subsequent, and can be assumed to be held in the last decade of the century.

Abstract (italiano)

Oggetto della ricerca è l’illustrazione del manoscritto Fr. Z.21 (=257) della Biblioteca Marciana di Venezia, unico testimone dell’Entrée d’Espagne, poema cavalleresco in franco-veneto, composto da un autore, rimasto anonimo, che dichiara di essere “patavian” ovvero padovano, e che, secondo il parere unanime dei filologi, mostra di aver composto la sua opera negli anni trenta-quaranta del XIV secolo.
Ripercorsa la storia del codice, nel 1407 presente nella biblioteca di Francesco Gonzaga a Mantova, si è proceduto a tracciare un profilo generale della miniatura cavalleresca in Italia tra XIII e XIV secolo, in particolare in Veneto a fini di inquadrare l’illustrazione dell’opera nel suo contesto storico-artistico. L’analisi stilistica dell’illustrazione si riconosce essenzialmente collocabile a Padova, anche se alcuni elementi potrebbero prospettare qualche tangenza veneziana. Nell’esecuzione si sono riconosciute tre distinte fasi: le prime due cronologicamente vicine, riferibili al secondo quarto del Trecento, mentre la terza decisamente posteriore, da collocarsi negli anni novanta del secolo.

Aggiungi a RefWorks
Tipo di EPrint:Tesi di dottorato
Relatore:Canova, Giordana
Dottorato (corsi e scuole):Ciclo 20 > Corsi per il 20simo ciclo > STORIA E CRITICA DEI BENI ARTISTICI E MUSICALI
Data di deposito della tesi:02 Febbraio 2009
Anno di Pubblicazione:01 Febbraio 2009
Parole chiave (italiano / inglese):Entrée d'Espagne
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 10 - Scienze dell'antichitĂ , filologico-letterarie e storico-artistiche > L-ART/01 Storia dell'arte medievale
Struttura di riferimento:Dipartimenti > pre 2012 - Dipartimento di Storia delle Arti Visive e della Musica
Codice ID:1938
Depositato il:02 Feb 2009
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record