Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

| Crea un account

Raimondi, Fabio (2010) Il rapporto tra contingenza e ideologia nella filosofia politica di Louis Althusser. [Tesi di dottorato]

Full text disponibile come:

[img]
Anteprima
Documento PDF
1970Kb

Abstract (inglese)

During the Cold War and especially after the failure of Stalinism, Althusser tried to give a contribution to build up a new Marxism by the production of an original "theory of ideology". The result was the draft of a new political philosophy: the so-called "aleatory materialism" that is a philosophy of contingency (or a philosophy of the un-necessary). Using at the same time Machiavelli, Spinoza and Marx, Althusser proposed an explanation of the birth of society and State with reference neither to the doctrine of natural law nor to contractualism. In the althusserian theory, the ideology (persuasion without constraint) is necessary in order to interpellate the individuals into subjects. But the ideology can fail because the class struggle is aleatory in its effects. So, beyond every kind of functionalism, a revolution is always possible starting from a deviation (clinamen), that may be the prelude of a structural yielding and so an occasion to transform the old structures or to construct something totally new.

Abstract (italiano)

Attraverso la produzione di una "teoria dell'ideologia", innovativa rispetto a quella di Marx, Engels e Gramsci, Althusser ha cercato di contribuire alla costruzione di un marxismo in grado di rispondere in modo propositivo ai fallimenti della politica staliniana e alle sfide della guerra fredda. L'esito è stato l'ab-bozzo di una filosofia nuova, soprattutto in ambito politico: il cosiddetto "materialismo aleatorio", che è una filosofia della contingenza (o del non-necessario). Ibridando Machiavelli, Spinoza e Marx, Althusser giunse a proporre una spiegazione della nascita della società e dello Stato che non si richiamava né al giusnaturalismo né al contrattualismo e che faceva dell'ideologia (persuasione senza costrizione) un di-spositivo necessario, il cui compito era interpellare gli individui in soggetti per far loro assumere i ruoli sociali indispensabili al funzionamento della macchina produttiva. Al di là di ogni intenzione funziona-listica però, questa pratica, attraversata necessariamente dalla politica (lotta di classe), rende possibili ef-fetti di deviazione (clinamen) rispetto alla struttura: spostamenti che possono anche essere i preludi di cedimenti e quindi occasioni per trasformare le vecchie strutture o costruirne di totalmente nuove.

Statistiche Download - Aggiungi a RefWorks
Tipo di EPrint:Tesi di dottorato
Relatore:Fiaschi, Giovanni
Dottorato (corsi e scuole):Ciclo 22 > Scuole per il 22simo ciclo > FILOSOFIA > FILOSOFIA POLITICA E STORIA DEL PENSIERO POLITICO
Data di deposito della tesi:NON SPECIFICATO
Anno di Pubblicazione:22 Gennaio 2010
Parole chiave (italiano / inglese):Althusser, Marx/marxismo, contingenza, ideologia, Machiavelli, aleatorio
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 14 - Scienze politiche e sociali > SPS/01 Filosofia politica
Struttura di riferimento:Dipartimenti > Dipartimento di Filosofia
Dipartimenti > Dipartimento di Studi Storici e Politici
Codice ID:2389
Depositato il:21 Set 2010 11:05
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Download statistics

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record