Go to the content. | Move to the navigation | Go to the site search | Go to the menu | Contacts | Accessibility

| Create Account

Parini, G.A. (2009) LA RESPONSABILITA' CIVILE NELLE RELAZIONI FAMILIARI
CON PARTICOLARE RIGUARDO AL RAPPORTO GENITORI-FIGLI.
[Ph.D. thesis]

Full text disponibile come:

[img]
Preview
PDF Document - Accepted Version
2445Kb

Abstract (english)

Ho scelto lo spagnolo come seconda lingua:
LA RESPONSABILIDAD CIVIL EN LAS RELACIONES FAMILIARES
EN PARTICULAR RESPECTO A LA RELACIÓN PADRES-HIJOS

En el pasado se negaba la posibilidad de presentar una pretensión de indemnización contra un miembro de la familia. Razones sociológicas y jurídicas impedían a la responsabilidad civil entrar en el ambiente doméstico. En obedencia al pensamiento pasado e consolidado del derecho de familia como un sistema cerrado, con sus propios remedios, “una isla tocada sólo por el mar del derecho”, de hecho, se creía que, a causa de la violación de los derechos de un miembro de la familia por parte de otro miembro, no se habría podido recurrir a un remedio de carácter general, como la responsabilidad civil, sino sólo usar medios propios y típicos, conforme al principio lex specialis derogat legi generali, del que al art. 14 disp. prel. al c.c. En este sentido se alegaba también la presumida perfección y exhaustividad de los remedios del derecho de familia que hacía considerar no admisible un eventual cúmulo con lo medios de carácter general, conforme al principio por el que inclusio unius, exclusio alterius, para evitar incurrir en una suerte de di ne bis in idem por el que el autor de la conducta lesiva habría sido llamado a responder dos veces por el mismo hecho. Se negaba la misma juridicidad de las obligaciones conyugales y de los padres, consideradas simplemente obligaciones morales del contenido vago y sin previsión sancionatoria, si se excluyen los remedios típicos del derecho de familia, sino que los cuales, sobre todo después de la abolición de la separación por culpa, no pueden ser conceptualmente encaminados a la sanción de los deberes de los que a los art. 143 y 147 c.c.
A consecuencia de la promulgación de la Carta constitucional y de la reforma del derecho de familia, pero, ha sido necesario un cambio de perspectiva, por medio del que los miembros de la familia deben, antes de todo, ser considerados personas y por eso titulares de las situaciones existenciales que piden protección entre las paredes domésticas también, porque el status de familiar no puede conllevar una reducción de tutela, sino, si acaso, un agravamiento.
Fundamental para el superamiento de la condición de inmunidad y privilegio en la que están los miembros del consortium familiar respecto a la tutela de indemnización ha sido también la evolución del sistema de responsabilidad civil. En razón de la consideración que los derechos inviolables se garantizan dentro de las formaciones sociales también, conforme a lo dispuesto en el art. 2 Cost., se ha llegado a reconocer la posibilidad de accionar una pretensión de indemnización también contra un familiar por lesión de los derechos fundamentales. Pero también en presencia de una violación de un derecho fundamental no ocurrirá un automatismo de indemnización, sino será necesario evaluar la injusticia del daño, haciendo un balance entre los intereses de la víctima y del autor. En este sentido se ha pronunciado la Corte de Casación, con la sentencia 10 mayo 2005 n. 9801: sin embargo es oportuno precisar cómo la Corte no haya llegado absolutamente a afirmar tutela aquiliana contra la violación de las obligaciones conyugales en sí, considerando no suficiente esa lesión para legitimar la acción de indemnización. También por lo que se refiere a la relación padres-hijos la Suprema Corte considera que la violación en sí de las obligaciones de los padres no hace incurrir el padre en responsabilidad, siendo en cambio necesaria la lesión de intereses constitucionalmente garantizados (Cas. 7 junio 2000 n. 7713).
Entendido que el interés perjudicado que justifica la pretensión de indemnización es un derecho inviolable y que la naturaleza de la responsabilidad es extracontractual, se ha procedido a examinar los elementos constitutivos de responsabilidad civil en este ámbito: hay que tener en cuenta, de hecho, que los ilícitos endofamiliares, tradicionalmente, son considerados por la doctrina necesariamente dolosos. Después, analizado el perfil de los daños resarcibles, se ha debido enfrentar y considerar el actual debate sobre el daño no patrimonial dado que la mayoría de daños causados por un familiar son de esta tipología.
Enfrentadas las susodichas cuestiones, ha sido interesante reflexionar sobre el art. 709 – ter c.p.c. “Solución de las controversias y medidas en caso de incumplimientos y violaciones”, introducido por la ley sobre la custodia compartida, que contiene previsiones encaminadas a garantizar una correcta actuación de las medidas del juez concernientes la prole menor de edad.
En particular, reconoce al juez, en el caso de que un padre cometa graves incumplimientos o actos que en cualquier caso causan perjuicio al menor o que obstaculizan el correcto desarrollo de las modalidades de custodia, el poder de modificar las medidas de custodia y, también conjuntamente, de amonestar al padre incumpliente (n. 1), establecer la indemnización de los daños contra uno de los padres a favor del menor (n. 2) o a favor del otro (n. 3), condenar al padre incumpliente a pagar una sanción administrativa pecuniaria, de € 75 como mínimo y de € 5.000 como máximo, a favor de la Caja de las penas pecuniarias (n. 4).
El fin de tal previsión es crear un cuadro de medidas de coerción indirecta sobre el padre, empujado por la amenaza de una sanción a cumplir de la mejor manera las obligaciones impuestas por las medidas del juez. Sin embargo, si la naturaleza sancionatoria de los remedios de los que al nn. 1 y 4 es innegable, al revés hay contraste sobre la naturaleza de las medidas indicadas en los nn. 2 y 3.
La previsión de la condena de indemnización de los daños, de hecho, ha provocado la formación de despliegues contrapuestos entre los que consideran que representa la expresada codficación de la responsabilidad civil endofamiliar y los que, en cambio, afirman que se trata de pena privada o nada menos de un daño punitivo. En favor de esta última tesis son aducidas diferentes argumentaciones, como, por ejemplo, el hecho que la disposición normativa se referiría únicamente a la gravedad de la conducta del autor, mientras que no se pondría atención particular al perfil de los daños sufridos; la particular sede procesal dentro de la que susodichas medidas son pronunciadas; la colocación de la medida en un contexto de instrumentos considerados de carácter sancionatorio. La aprobación de susodicha imposición no sería carente de consecuencias: antes de todo, no sería requerida al recurrente una convincente prueba del daño, sino sólo de la gravedad de la conducta, con una consecuente superación de la rígida carga de la alegación y de la prueba, sostenida en cambio por el dañado que actúa para la indemnización de los daños ex art. 2043 e 2059. Además, el quantum debeatur no podría ser determinado siguiendo el criterio de la cuantía del daño, usado en presencia de las tradicionales medidas de indemnización, sino según criterios cuales la gravedad de la conducta, la eventual reiteración de la misma, las condiciones económicas del agente. Además, la aprobación del recurso ex art. 709-ter c.p.c., encaminado a obtener la pronunciación de las medidas previstas en los nn. 2 y 3, no perjudicaría la posibilidad de pedir en el ordinario juicio de cognición la indemnización de los daños ex art. 2043 e 2059 c.c. (con función en cambio compensatoria).
Sin embargo, más allá de los entusiasmos demostrados respecto a eso por la jurisprudencia mayoritaria y por la doctrina, la reconducción de susodichos instrumentos en el álveo de los daños punitivos o, más en líneas generales, de las penas privadas hace nacer más de una perplejidad por la que en cambio hay que hacer marcha atrás y reconocer la naturaleza resarcitoria a los mismos. En tal sentido conducen diferentes elementos: antes de todo, la formulación literal de las medidas nn. 2 y 3, dentro de las que se usa la expresión “establecer la indemnización de los daños”. Si el legislador hubiera entendido realmente introducir una pena privada o nada menos un daño punitivo inspirado por el sistema norteamericano, considerada la innovación para nuestro ordenamiento y las consecuencis que derivarían del calificar la medida de un manera u otra, habría usado una formulación literal menos oscura y portadora de fáciles confusiones y problemas en la práctica.
Además, hay que considerar también que han sido introducidas dos diferentes previsiones, una concerniente la indemnización de los daños con respecto al hijo menor, otra que contempla la indemnización con respecto a otro padre, de manera que se ponga la atención sobre el sujeto dañado. Superando luego el dato literal en sí débil, dada también la infeliz formulación, constatamos cómo el reconocer función punitiva y disuasoria también a susodicha medida no permitiría comprender por qué el legislador habría debido introducir, dentro de la misma disposición normativa y para reaccionar a los mismos comportamientos, dos medidas (la indemnización de los daños y la condena al pago de la sanción pecuniaria) que serían idénticas en funciones y ambas conllevarían la condena al pago de una suma de dinero, una con beneficiario la Caja de las penas pecuniarias y otra el menor o el padre. Si fuera así, las medidas estandarizadas serían inútiles y superabundantes. Además habría que observar como, mientras para el pago de la sanción administrativa pecuniaria el legislador ha previsto un límite minimo y un límite máximo del monto de la sanción para poner atajo al poder discrecional del juez en el conminar esa medida sancionatoria, en cambio para la medida resarcitoria el legislador no ha fijado algún límite. Si se tratara de una medida punitiva, la discrecionalidad sancionatoria del juez sería mucho elevada. Diferentemente, el reconocimiento de la naturaleza resarcitoria permitiría comprender que la frustrada previsión de un límite mínimo y de uno máximo depende del hecho que el monto de la indemnización habrá de ser determinado en relación a los daños efectivamente sufridos.
Por estas y otras razones habría que concluir por la exclusión de la naturaleza sancionatoria (o de cualquier modo en su mayoría sancionatoria) que permitiría adscribir susodichos remedios a la categoría de las penas privadas. De la misma manera parece que excluir la reconducibilidad a los así llamados daños punitivos que, por otra parte, también según lo que afirma la Corte de Casación, con la aunque discutible sentencia del 19 enero 2007, n. 1183, no serían admisibles por resultar contrarios al orden público nacional dentro de nuestro ordenamiento en el que la responsabilidad civil sería caracterizada únicamente por finalidades reintegrativas y compensatorias.
Reconocer la naturaleza propiamente resarcitoria del remedio en cuestión determina consecuencias relevantes, como la necesidad de la subsistencia de todos los elementos indicados en el art. 2043 c.c., de la prueba del daño y de la demanda de parte. El perfil de novedad concerniría por eso la particular sede procesual dentro de la que sería posible obtener una fallo resarcitorio.
Dicho esto, la familia no es un espacio cerrado en el que el remedio resarcitorio no puede entrar, sin embargo es necesario que el juez lo reconozca con prudencia dado que a menudo susodicha tutela es invocada sin que exista un fundamento real, sino solo por desquite o rencor.
En fin hay que observar cómo susodicho instrumento, no obstante sea dotado de una eficacia disuasoria, sin embargo es encaminado esencialmente al pasado dado que aspira al alivio de los daños causados.
Por lo tanto, desde una óptica de una más eficaz protección de los intereses de la prole, será importante en particular el uso de los remedios del derecho de familia encaminados a prevenir y evitar que el menor sufra unos perjuicios.

Abstract (italian)

LA RESPONSABILITÀ CIVILE NELLE RELAZIONI FAMILIARI
CON PARTICOLARE RIGUARDO AL RAPPORTO GENITORI-FIGLI

In passato la possibilità di avanzare una pretesa risarcitoria nei confronti di un componente della famiglia si scontrava con un atteggiamento di netta chiusura. Diversi ostacoli impedivano l’ ingresso della responsabilità civile nell’ambiente domestico: ragioni di vario ordine, da quelle sociologiche a quelle giuridiche, venivano addotte per escludere tale possibilità.
In ossequio al tradizionale e consolidato pensiero secondo cui il diritto di famiglia sarebbe un sistema chiuso e autosufficiente, con propri rimedi, “un’isola solamente lambita dal mare del diritto”, si riteneva, infatti, che, in seguito alla violazione dei diritti di un componente della famiglia ad opera di un altro componente, non sarebbe stato possibile il ricorso ad un rimedio di carattere generale, quale lo strumento risarcitorio, ma soltanto l’utilizzo degli strumenti propri e tipici, in accordo con il principio lex specialis derogat legi generali, di cui all’art. 14 disp. prel al c.c.
In tal senso valeva anche il richiamo alla presunta completezza ed esaustività dei rimedi giusfamiliari, che spingeva a ritenere non ammissibile un eventuale cumulo con gli strumenti di carattere generale, secondo il principio per il quale inclusio unius, exclusio alterius, in modo da evitare di incorrere in una sorta di ne bis in idem per cui l’autore della condotta lesiva sarebbe stato chiamato a rispondere due volte per lo stesso fatto.
Si negava pure la giuridicità stessa degli obblighi coniugali e genitoriali, considerati meri obblighi morali dal contenuto vago e non assistiti da previsioni sanzionatorie, se si escludono i rimedi tipici del diritto di famiglia, i quali però, soprattutto dopo l’abolizione della separazione per colpa, non potevano e non possono essere concettualmente finalizzati alla sanzione dei doveri di cui all’art. 143 e 147 c.c.
La prospettiva muta con l’entrata in vigore della Carta costituzionale, prima (artt. 2, 29 e 30 cost.), e, più tardi, con la riforma del diritto di famiglia (artt. 143-147 c.c.).
In particolare, si afferma e rafforza l’idea che i componenti della famiglia son anzitutto “persone” e, come tali, titolari di situazioni esistenziali che richiedono protezione anche all’interno delle mura domestiche, poiché lo status di familiare non può comportare un affievolimento della tutela ma, semmai, un suo rafforzamento.
Fondamentale per il superamento della condizione di immunità dei componenti il consortium familiare rispetto all’ordinaria tutela risarcitoria, è stata anche la parallela evoluzione del sistema della responsabilità civile, con particolare riguardo alla nozione di ingiustizia del danno da un lato, e alla nozione di danno non patrimoniale, dall’altro.
A partire dalla premessa che i diritti inviolabili sono garantiti anche all’interno delle formazioni sociali, secondo il disposto dell’art. 2 Cost., si è giunti a riconoscere la possibilità di azionare una pretesa risarcitoria anche nei confronti di un familiare per lesione dei diritti fondamentali.
In tal senso si è pronunciata la Corte di Cassazione (Cass, 10 maggio 2005 n. 9801), riaffermando la piena tutela della persona all’interno della famiglia. Si è in tal modo affermata la tutela dei diritti fondamentali anche all’interno di questa peculiare formazione sociale: contro la lesione di tali diritti, infatti, non sarebbe pensabile una negazione di tutela basata sulla presunta completezza dei rimedi giusfamiliari.
Tuttavia, anche in presenza della violazione di un diritto fondamentale non si verificherà un automatismo risarcitorio, ma si renderà necessario valutare l’ingiustizia del danno, operando un bilanciamento tra gli interessi della vittima e dell’autore del fatto lesivo.
È opportuno precisare come la Corte non sia giunta ad affermare il ricorso alla tutela aquiliana nel caso di violazione dei doveri coniugali in sé e per sé considerati, reputando non sufficiente detta lesione a legittimare l’azione risarcitoria. Allo stesso modo, con riguardo al rapporto genitoriale la Suprema Corte ritiene che la violazione in sé dei doveri genitoriali non faccia incorrere il genitore in responsabilità, essendo invece necessaria la lesione di interessi costituzionalmente garantiti.
In tal senso la Suprema Corte (7 giugno 2000 n. 7713) ha condannato il padre, per non aver somministrato al figlio - nonostante l’avvenuto riconoscimento - quanto necessario per il suo mantenimento, al risarcimento non solo dei danni patrimoniali, ma anche del c.d. danno esistenziale per non aver potuto sviluppare la sua personalità in conformità al tenore di vita che le condizioni economiche del padre gli avrebbero potuto consentire. In particolare il danno esistenziale, nel caso di specie, è stato reputato sussistente in re ipsa.
A partire dai risultati ai quali è approdata la giurisprudenza, l’attenzione si è in seguito orientata all’individuazione degli interessi lesi che, nella materia oggetto dell’indagine qui condotta, giustificano la pretesa risarcitoria e, conseguentemente, alla natura della responsabilità.
A riguardo si può anticipare che, essendo l’interesse leso, che sta a fondamento della pretesa, un diritto inviolabile, ovvero un diritto assoluto, tutelabile erga omnes, la natura della responsabilità è extracontrattuale.
Come accennato, la mera violazione di un dovere genitoriale o coniugale non legittima invece alcuna pretesa risarcitoria: dal momento che si tratta per lo più di meri obblighi, considerata l’assenza del carattere della patrimonialità della prestazione. L’inadempimento di tali obblighi non può quindi dar luogo a una responsabilità contrattuale, la quale presuppone invece l’inadempimento di una obbligazione vera e propria. Né potrebbe giustificare un’azione aquiliana, in quanto difetta il requisito dell’ingiustizia del danno, dal momento che la mera violazione di detti diritti e obblighi non pare poter prevalere nel giudizio di bilanciamento rispetto al diritto inviolabile alla libertà e autodeterminazione che sorregge il comportamento della controparte.
L’attenzione si è quindi rivolta ad esaminare come si atteggino, in tale particolare ambito, gli elementi costitutivi dell’illecito: è da rammentare, infatti, come gli illeciti endo-familiari vengano dalla dottrina, tradizionalmente reputati dolosi. Si rifletta inoltre sull’importanza che potrebbe rivestire, nel contesto in esame, quanto sancito dall’art. 1227 c.c.
La successiva analisi ha poi affrontato il profilo dei danni risarcibili, soprattutto alla luce dell’attuale dibattito sul danno non patrimoniale, dal momento che la gran parte di danni cagionati all’interno di una relazione familiare i parentale appartengono a questa tipologia di danno.
La riflessione si è spostata sull’art. 709-ter c.p.c. “Soluzione delle controversie e provvedimenti in caso di inadempienze e violazioni”, disposizione introdotta dalla legge sull’affidamento condiviso.
La norma è di estrema rilevanza per il tema qui in discussione, poiché contiene previsioni relative a fattispecie sì diversificate, ma tutte volte a garantire una corretta attuazione dei provvedimenti del giudice concernenti la prole minorenne.
In particolare riconosce al giudice, nel caso in cui un genitore commetta gravi inadempienze o atti che comunque arrechino pregiudizio al minore o che ostacolino il corretto svolgimento delle modalità di affidamento, il potere di modificare i provvedimenti sull’affidamento e, anche congiuntamente, di ammonire il genitore inadempiente (n. 1); disporre il risarcimento dei danni a carico di uno dei genitori a favore del minore (n. 2) oppure a favore dell’altro (n. 3); condannare il genitore inadempiente al pagamento di una sanzione amministrativa pecuniaria, da un minimo di € 75 ad un massimo di € 5.000, a favore della Cassa delle ammende (n. 4).
L’introduzione delle misure dell’art. 709-ter, secondo comma, c.p.c., in particolare di quelle tipizzate, risponde all’esigenza di colmare il vuoto di tutela presente nel nostro ordinamento, data la mancanza di strumenti in grado di assicurare l’effettivo rispetto dei provvedimenti del giudice sull’affidamento della prole, difficilmente eseguibili coattivamente. Avverso l’inottemperanza a tali provvedimenti non vi erano, infatti, strumenti in grado di reagire, salvo il ricorso alla tutela penale, con tutte le problematiche connesse, oppure alla richiesta modifica delle condizioni dell’affidamento con finalità punitiva.
La finalità della previsione sarebbe quella di offrire un quadro di misure di coercizione indiretta nei confronti del genitore, spinto dalla minaccia di una sanzione ad adempiere al meglio agli obblighi imposti dai provvedimenti del giudice.
Le misure tipizzate formerebbero in tale ottica un insieme di misure aventi funzione sanzionatoria, volte a garantire l’osservanza e la corretta attuazione dei provvedimenti del giudice. Tuttavia, se tale ricostruzione pare condivisibile per quanto riguarda i rimedi indicati ai nn. 1 e 4, una più attenta riflessione sulla natura delle due misure “risarcitorie” indicate ai nn. 2 e 3, consente di affermare come non sia invero possibile ricostruire un quadro unitario.
La previsione della condanna al risarcimento dei danni contenuta ai nn. 2 e 3 dell’art. 709-ter c.p.c., secondo comma, ha immediatamente attirato l’attenzione degli interpreti, suscitando la formazione di contrapposti schieramenti: da un lato coloro i quali ritengono essa rappresenti l’espressa codificazione della responsabilità civile endo-familiare, dall’altro, quanti invece, sostengono trattarsi di pena privata o addirittura di una sorta di “punitive damage”.
A favore di quest’ultima tesi si fa valere, tra le altre argomentazioni: a) il fatto che la disposizione normativa porrebbe attenzione unicamente sulla gravità della condotta dell’autore, mentre non verrebbe posta particolare attenzione al profilo dei danni patiti; b) la particolare sede processuale all’interno della quale detti provvedimenti vengono emessi; c) la collocazione della misura in un contesto di strumenti reputati di carattere sanzionatorio. L’accoglimento di questa impostazione, come si dirà, non è privo di conseguenze: anzitutto, non verrebbe richiesta al ricorrente una stringente prova del danno, ma solamente della gravità della condotta, con un conseguente superamento del rigido onere dell’allegazione e della prova, sostenuto invece dal danneggiato che agisce per il risarcimento dei danni ex artt. 2043 e 2059 c.c. Inoltre, il quantum debeatur non potrebbe venir determinato seguendo il criterio dell’entità del danno, utilizzato in presenza delle tradizionali misure risarcitorie, ma secondo criteri quali la gravità della condotta, l’eventuale reiterazione della stessa, le condizioni economiche dell’agente. Conseguentemente, non potrebbero trovare applicazione a fini di determinazione del quantum del “risarcimento” le tabelle elaborate dalla giurisprudenza per la liquidazione del danno biologico e del danno morale. Ancora, l’accoglimento del ricorso ex art. 709-ter c.p.c., volto ad ottenere la pronuncia delle misure previste ai nn. 2 e 3, non pregiudicherebbe la possibilità di chiedere, nell’ordinario giudizio di cognizione, il risarcimento dei danni ex artt. 2043 e 2059 c.c. (con funzione invece compensativa). Senza considerare che il riconoscimento della natura sanzionatoria della misura porterebbe anche a riconoscere al giudice la possibilità di applicarla ex officio.
Tuttavia, al di là degli entusiasmi dimostrati a riguardo dalla giurisprudenza maggioritaria e da una parte della dottrina, la riconduzione di detti strumenti nell’alveo dei danni punitivi o, più in generale, delle pene private fa sorgere più di una perplessità, che induce a propendere per la natura risarcitoria agli stessi.
In tale direzione conducono diversi elementi: anzitutto, la formulazione letterale delle misure nn. 2 e 3, all’interno delle quali viene utilizzata l’espressione “disporre il risarcimento dei danni”, mentre non si fa alcun riferimento alla condanna al pagamento di un danno punitivo o comunque alla comminazione di una sanzione.
Se il legislatore avesse realmente inteso introdurre una pena privata o addirittura un danno punitivo ispirato al modello del sistema nordamericano, la novità per il nostro ordinamento e le conseguenze che deriverebbero dal classificare la misura in un modo piuttosto che nell’altro, avrebbero suggerito di utilizzare una formulazione letterale meno oscura e meno foriera di facili confusioni. Inoltre, bisogna anche considerare che sono state introdotte due diverse previsioni, l’una concernente il risarcimento dei danni nei confronti del figlio minore, l’altra che prevede il risarcimento nei confronti dell’altro genitore, in modo da porre l’attenzione sul soggetto danneggiato.
Superando poi il dato letterale, di per sé debole, data anche l’infelice formulazione, si deve constatare come il riconoscere funzione punitiva e deterrente anche a detta misura porterebbe ad interrogarsi sul perché il legislatore avrebbe dovuto introdurre, all’interno della stessa disposizione normativa e per reagire ai medesimi comportamenti, due misure (il risarcimento dei danni e la condanna al pagamento della sanzione pecuniaria) con identica funzione ed entrambe comportanti la condanna al pagamento di una somma di denaro: l’una avente come beneficiario la Cassa delle ammende e l’altra il minore o il genitore.
Se così fosse, si potrebbe concludere per l’inutilità e la sovrabbondanza delle misure tipizzate. Ancora, si dovrebbe osservare come, mentre per il pagamento della sanzione amministrativa pecuniaria il legislatore ha previsto un limite minimo e un limite massimo aell’ammontare della sanzione - al fine di arginare il potere discrezionale del giudice nel comminare tale misura di funzione chiaramente sanzionatoria – viceversa, per la misura risarcitoria il legislatore non ha fissato alcun limite.
Se si trattasse di una misura punitiva, la discrezionalità sanzionatoria del giudice sarebbe elevata. Diversamente, il riconoscimento della natura risarcitoria permetterebbe di comprendere che la mancata previsione di un limite minimo ed uno massimo dipende dal fatto che l’ammontare del risarcimento andrà determinato in relazione ai danni effettivamente patiti.
Per queste e per altre ragioni, che per esigenze di sintesi non vengono qui indicate, si deve concludere per l’esclusione della natura sanzionatoria (o comunque prevalentemente sanzionatoria) che condurrebbe ad ascrivere detti rimedi alla categoria delle pene private.
Allo stesso modo pare da escludere la riconducibilità ai c.d. danni punitivi che, peraltro, anche nell’ordinamento nordamericano, sono oggetto di contrasti. Infatti, secondo quanto affermato dalla Corte di Cassazione, con la seppur discutibile sentenza del 19 gennaio 2007, n. 1183, i danni punitivi non sarebbero ammissibili nel nostro ordinamento - all’interno del quale la responsabilità civile sarebbe caratterizzata unicamente da finalità reintegrative e compensatorie - in quanto contrari all’ordine pubblico nazionale.
Riconoscere natura propriamente risarcitoria al rimedio in questione determina conseguenze rilevanti, quali la necessità della sussistenza di tutti gli elementi indicati nell’art. 2043 c.c., della prova del danno e della domanda di parte.
Il profilo di novità sarebbe pertanto limitato alla particolare sede processuale all’interno della quale ottenere una pronuncia risarcitoria.
In conclusione, si può affermare come la dimensione familiare non costituisca più una enclave, un luogo chiuso all’interno del quale il rimedio risarcitorio non può fare ingresso. Tuttavia, è necessario fare appello alla prudenza del giudice, in modo da evitare l’accoglimento di pretese avanzate solo per ripicca o astio personali.

Statistiche Download - Aggiungi a RefWorks
EPrint type:Ph.D. thesis
Tutor:Mantovani, M.
Ph.D. course:Ciclo 22 > Scuole per il 22simo ciclo > DIRITTO INTERNAZIONALE E DIRITTO PRIVATO E DEL LAVORO > DIRITTO PRIVATO NELLA DIMENSIONE EUROPEA
Data di deposito della tesi:UNSPECIFIED
Anno di Pubblicazione:26 January 2009
Key Words:responsabilità endo-familiare - natura della responsabilità - art- 709-ter c.p.c. - pene private
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 12 - Scienze giuridiche > IUS/01 Diritto privato
Struttura di riferimento:Dipartimenti > pre 2012 - Dipartimento di Diritto Comparato
Codice ID:2553
Depositato il:21 Sep 2010 10:54
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Bibliografia

I riferimenti della bibliografia possono essere cercati con Cerca la citazione di AIRE, copiando il titolo dell'articolo (o del libro) e la rivista (se presente) nei campi appositi di "Cerca la Citazione di AIRE".
Le url contenute in alcuni riferimenti sono raggiungibili cliccando sul link alla fine della citazione (Vai!) e tramite Google (Ricerca con Google). Il risultato dipende dalla formattazione della citazione.

AA.VV., Affidamento condiviso e diritti dei minori (Legge 8 febbraio 2006, n. 54), a cura di M. DOGLIOTTI, Torino, 2008. Cerca con Google

AA.VV., La responsabilità nelle relazioni familiari, a cura di M. SESTA, Torino, 2008. Cerca con Google

AA.VV., La tutela del coniuge e della prole nella crisi familiare. Profili di diritto sostanziale e processuale2, a cura di G. DE MARZO, C. CORTESI e A. LIUZZI, 2007, Milano. Cerca con Google

AA.VV., Illeciti tra familiari, violenza domestica e risarcimento del danno, a cura di TORINO R., Milano, 2006. Cerca con Google

AA.VV., L’affidamento condiviso, a cura di S. PATTI e L. ROSSI CARLEO, Milano, 2006. Cerca con Google

AA.VV., I rapporti familiari tra autonomia e responsabilità, a cura di R. TORINO, Torino, 2004. Cerca con Google

AA.VV., Trattato della responsabilità civile e penale in famiglia, a cura di P. CENDON, Padova, 2004. Cerca con Google

AA.VV., Critica del danno esistenziale, a cura di G. PONZANELLI, Padova, 2003. Cerca con Google

AA.VV., Persona e danno, a cura di P. CENDON, Milano, 2003. Cerca con Google

AA.VV., Il bambino non voluto è un danno risarcibile, a cura di A. D’ANGELO, in L’alambicco del comparatista, Milano, 1999. Cerca con Google

AA.VV., Le pene private, a cura di F.D. BUSNELLI G. SCALFI, Milano, 1985. Cerca con Google

ACONE M., La tutela dei crediti di mantenimento, Napoli, 1985. Cerca con Google

AGRIFOGLIO S., Le sezioni unite tra vecchio e nuovo diritto pubblico:dall’interesse legittimo alle obbligazioni senza prestazione, in Eur. dir. priv., 1999, p. 1250. Cerca con Google

ALPA G., Diritto della responsabilità civile, 2003, Roma – Bari. Cerca con Google

ALPA G., I “Principles of European Law” predisposti dalla Commissione Lando, in Riv. crit. dir. priv., 2000, p. 483. Cerca con Google

ALPA G., Diritto privato europeo: fonti normative e programmi di armonizzazione, in Nuova giur. civ. comm., 2003, pt. II, p. 16. Cerca con Google

ALPA G., La responsabilità civile, Milano, 1999. Cerca con Google

ALPA G., Responsabilità civile e danno, Bologna, 1991. Cerca con Google

ALPA G. e ANDENAS M., Fondamenti del diritto privato europeo, Milano, 2005. Cerca con Google

ALPA G. e ANSALDO A., Le persone fisiche, Artt. 1 -10, in Il Codice Civile. Commentario, diretto da P. SCHLESINGER, Milano, 1996. Cerca con Google

AMADIO G., Obblighi di mantenimento, accertamento della filiazione e rapporti tra i genitori, in Fam. dir., 1999, p. 272. Cerca con Google

AMATO C., Il danno non patrimoniale da contratto, in Il “nuovo danno non patrimoniale”, a cura di G. PONZANELLI, Padova, 2004, p. 141. Cerca con Google

AMENDOLAGINE V., Il pregiudizio “esistenziale” subito dal figlio naturale per effetto del mancato riconoscimento della paternità è un danno risarcibile?, in Giur. merito, 2008, p. 2493. Cerca con Google

AMOROSO D., Sulle conseguenze risarcitorie della colposa mancata diagnosi prenatale della malformazione del nascituro, in Giust. civ., 2008, pt. I, p. 2278. Cerca con Google

AMRAM D., Misure risarcitorie non riparatorie nel diritto di famiglia, in Fam. dir., 2008, p. 964. Cerca con Google

ANCESCHI A., Rapporti tra genitori e figli. Profili di responsabilità, Milano, 2007. Cerca con Google

ANGELONI F., La patrimonialità della prestazione, in Contr. impresa, 2001, p. 893. Cerca con Google

ANNUNZIATA G., Il processo nel diritto di famiglia, Padova, 2006. Cerca con Google

ARCIERI A., L’affidamento condiviso, Milano, 2007. Cerca con Google

ASPREA S., La tutela dei figli nella separazione, nel divorzio e nella famiglia di fatto. Alla luce della legge sull’affido condiviso e del nuovo patto di famiglia, Torino, 2006. Cerca con Google

ATELLI M., Il risarcimento dei danni nell’affidamento condiviso, in Resp. civ., 2006, p. 477. Cerca con Google

AUTORINO STANZIONE G., Diritto di famiglia, Torino, 2003. Cerca con Google

AZZARITI G., In tema di responsabilità contrattuale ed extracontrattuale, in Riv. dir. civ., 1959, pt. II, p. 469. Cerca con Google

BALDINI G., Il nascituro e la soggettività giuridica, in Dir. fam. pers., 2000, p. 334. Cerca con Google

BALDINI G., Responsabilità civile e ordinamento familiare (Profili essenziali), Napoli, 1998. Cerca con Google

BALENA G., Il processo di separazione personale dei coniugi, in Le riforme più recenti del processo civile, a cura di BALENA e BOVE, Bari, 2006, p. 421. Cerca con Google

BARATELLA M.G., Le pene private, Milano, 2006. Cerca con Google

BELVEDERE A., voce “Potestà dei genitori”, in Enc. giur. Trecc., Roma, 1990, vol. XXIII. Cerca con Google

BENEDETTI A.P., Guidatore ebbro e concorso di colpa del trasportato – danneggiato, in Danno resp., 2006, p. 1200. Cerca con Google

BESSONE M. e ROPPO E., Sul valore costituzionale del principio di unità della famiglia, in Giur. it., 1975, pt. IV, c. 20. Cerca con Google

BIANCA C.M., La nuova disciplina in tema in materia di separazione dei genitori e affidamento condiviso: prime riflessioni, in Dir. fam. pers., 2006, p. 676. Cerca con Google

BIANCA C.M., Diritto civile 2. La famiglia. Le successioni4, Milano, 2005. Cerca con Google

BIANCA C.M., Diritto civile 1. La norma giuridica. I soggetti2, Milano, 2002. Cerca con Google

BIANCA C.M., Diritto civile 3. Il contratto, Milano, 2000. Cerca con Google

BIANCA C.M., Diritto civile 6. La proprietà, Milano, 1999. Cerca con Google

BIANCA C.M., Diritto civile 5. La responsabilità, Milano, 1994. Cerca con Google

BIANCA C.M., Diritto civile 4. L’obbligazione, Milano, 1993. Cerca con Google

BIANCA C.M., I rapporti personali nella famiglia e gli obblighi di contribuzione, in La riforma del diritto di famiglia dieci anni dopo. Atti del Convegno di Verona 14-15 giugno 1985, Padova, 1986, p. 74. Cerca con Google

BIANCA C.M., Riflessioni sulla pena privata, in Le pene private, a cura di F.D. BUSNELLI e G. SCALFI, Milano, 1985, p. 407. Cerca con Google

BIANCA C.M., Dell’inadempimento delle obbligazioni. Art. 1218- 1229, in Commentario del codice civile, a cura di A. SCIALOJA e G. BRANCA, Bologna- Roma, 1967. Cerca con Google

BILOTTA F., Profili del danno esistenziale nella procreazione, in Resp. civ. prev., 1999, p. 337. Cerca con Google

BITETTO A., Diritto a nascere sani, in Foro it., 2004, pt. I, c. 3329. Cerca con Google

BLACKSTONE, Commentaries on the laws of England, I, Oxford, 1775, p. 442. Cerca con Google

BLAIOTTA R., Causalità e colpa: diritto civile e diritto penale si confrontano, in Resp. civ., 2009, p. 261. Cerca con Google

BOCCADAMO L., Torto endofamiliare e risarcibilità del danno esistenziale per violazione di doveri coniugali: una duplice conferma, in Resp. civ., 2008, p. 619. Cerca con Google

BOCCHINI F., L’interesse del minore nei rapporti patrimoniali, in Riv. dir. civ., 2000, p. 277. Cerca con Google

BOLONDI E., La responsabilità del coniuge per ingiustificato rifiuto di partecipare all’atto di acquisto ai sensi dell’art. 179, secondo comma, c.c., in La responsabilità nelle relazioni familiari, a cura di M. SESTA, Torino, 2008, p. 316. Cerca con Google

BONA M., La saga del danno esistenziale verso l’ultimo ciak, in Danno resp., 2008, p. 562. Cerca con Google

BONA M., Il danno esistenziale bussa alla porta e la Corte Costituzionale apre (verso il “nuovo” art. 2059 c.c.), in Danno resp., 2003, p. 941. Cerca con Google

BONA M., Violazione dei doveri genitoriale e coniugali: una nuova frontiera della responsabilità civile?, in Fam. dir., 2001, p. 189. Cerca con Google

BONILINI G., Manuale di diritto di famiglia3, Torino, 2005. Cerca con Google

BONILINI G., Il danno non patrimoniale, Milano, 1983. Cerca con Google

BOTTA R. e GIOVETTI G., Diritto di famiglia, in La colpa nella responsabilità civile II, a cura di P. CENDON, Torino, 2006, p. 45. Cerca con Google

BOTTON M., Quale e quanto danno nella famiglia?, in Fam. dir., 2006, p. 545. Cerca con Google

BOZZI L., Scene dopo un matrimonio: violazione dell’obbligo di fedeltà e pretese risarcitorie, in Danno resp., 2003, p. 1132. Cerca con Google

BRECCIA U., voce “Separazione personale dei coniugi”, in Dig. disc. priv., Sez. civ.,Torino, 1998, vol. XVIII, p. 351. Cerca con Google

BRECCIA U., Le obbligazioni, in Tratt. dir. priv., a cura di G. IUDICA e P. ZATTI, Milano, 1991. Cerca con Google

BRECCIA U., Le cause sopravvenute interruttive del nesso causale, Napoli, 1975. Cerca con Google

BREDA R., Il danno non patrimoniale da violazione dei doveri sponsali, in Il “nuovo danno non patrimoniale”, a cura di G. PONZANELLI, Padova, 2004, p. 178. Cerca con Google

BROGGINI G., Compatibilità di sentenze statunitensi di condanna al risarcimento di “puntive damages” con il diritto europeo della responsabilità civile, in Europa dir. priv., 1999, p. 479. Cerca con Google

BUCCIANTE A., La potestà dei genitori, la tutela e l’emancipazione2, in Trattato dir. priv., n. 4, Persone e famiglia, vol. III, 1997, Torino. Cerca con Google

BUCCIANTE A., La patria potestà nei suoi profili attuali, Milano, 1971. Cerca con Google

BUGETTI M.N., La responsabilità per seduzione con promessa di matrimonio, in La responsabilità nelle relazioni familiari, a cura di M. SESTA, Torino, 2008, p. 27. Cerca con Google

BULGARELLI A., Mantenimento, ammonito chi non paga. Ma sulle sanzioni previste per gli inadempimenti i dubbi restano, in Dir. giust., 2006, n. 25, p. 22. Cerca con Google

BUSNELLI F.D., Deterrenza, responsabilità civile, fatto illecito e danni punitivi, in Eu. dir. priv., 2009, p. 909. Cerca con Google

BUSNELLI F.D., Le Sezioni unite e il danno non patrimoniale, in Riv. dir. civ., 2009, pt. II, p. 97. Cerca con Google

BUSNELLI F.D., L’illecito nella stagione europea delle riforme del diritto delle obbligazioni, in Il diritto delle obbligazioni e dei contratti verso una riforma? Le prospettive di una novellazione del libro IV del Codice civile nel momento storico attuale (Atti del Convegno di Treviso del 23-25 marzo 2006), in Riv. dir. civ., 2006, p. 439. Cerca con Google

BUSNELLI F.D., Chiaroscuri d’estate. La corte di cassazione e il danno alla persona, in Danno resp., 2003, p. 826. Cerca con Google

BUSNELLI F.D., Bioetica e diritto privato. Frammenti di un dizionario, Torino, 2001. Cerca con Google

BUSNELLI F.D., Lesione di interessi legittimi: dal “muro di sbarramento” alla “rete di contenimento”, in Danno resp, 1997, p. 269. Cerca con Google

BUSNELLI F.D., Interessi della persona e risarcimento del danno, in Riv. trim. dir. proc. Civ., 1996, p. 1. Cerca con Google

BUSNELLI F.D., Itinerari europei nella “terra di nessuno tra il contratto e il fatto illecito”: la responsabilità da informazioni inesatte, in Contr. impr., 1991, p. 539. Cerca con Google

BUSNELLI F.D., voce “Illecito civile”, in Enc. giur. Trecc., 1991, Roma, vol. XVI. Cerca con Google

BUSNELLI F.D., Il dovere di fedeltà coniugale, in Giur. it., 1975, pt. IV, p. 129. Cerca con Google

BUSNELLI F.D., La lesione del diritto di credito da parte di terzi, Milano, 1964. Cerca con Google

CAGGIA F., Contratto, responsabilità civile e danno risarcibile da rottura del rapporto matrimoniale (o di convivenza): un’analisi comparata, in La responsabilità nelle relazioni familiari, a cura di M. SESTA, Torino, 2008, p. 356. Cerca con Google

CAIAFFA G., Risarcimento del danno- Danno non patrimoniale art. 2059 c.c.- Nozione- Comprende il danno da lesione di valori costituzionalmente garantiti- Esclusione dei limiti della riserva di legge correlata all’art. 185 c.p., in Rass. dir. civ., 2005, p. 1104. Cerca con Google

CALABRESI G., Le pene private e il carattere misto della responsabilità civile, in Le pene private, a cura di F.D. BUSNELLI e G. SCALFI, Milano, 1985, p. 413. Cerca con Google

CALOGERO M., La separazione giudiziale, in Aggiornamenti (gennaio 2003- giugno 2006), in Trattato di diritto di famiglia, diretto da P. ZATTI, vol. VII, Milano, 2006, p. 196. Cerca con Google

CAMPANILE C., La responsabilità endo-familiare, in La famiglia. Le persone, vol. II, Aggiornamento, a cura di P. CENDON, Torino, 2008, p. 327. Cerca con Google

CANARIS C.W., Norme di protezione, obblighi del traffico, doveri di protezione, in Riv. crit. dir. priv., 1983, p. 567. Cerca con Google

CANTILLO A., Potestà genitoriale, finalità non sanzionatoria- Esclusivo interesse del minore- Decadenza- Insussistenza, in Dir. fam. pers., 2002, p. 917. Cerca con Google

CAPECCHI M., Nesso di causalità e perdita di chances: dalle Sezioni unite penali alle sezioni unite civili,in Nuova giur. civ. comm., 2008, pt. II, p. 143. Cerca con Google

CAPECCHI M., Il nesso di causalità, Padova, 2005. Cerca con Google

CARBONE V., Ammissibilità del c.d. aborto eugenetico, in Corr. Giur., 2006, p. 1202. Cerca con Google

CARBONE E., La giuridificazione delle relazioni domestiche e i suoi riflessi aquiliani, in Familia, 2006, p. 83. Cerca con Google

CARBONE E., Requiem per un’immunità: violazione dei doveri coniugali e responsabilità civile, in Giur. it., 2006, pt. I, p. 700. Cerca con Google

CARBONE V., Un bambino che nasce minorato ha diritto al risarcimento per la nascita indesiderata?, in Fam. dir., 2001, p. 97. Cerca con Google

CARBONE V., La responsabilità del medico ospedaliero come responsabilità da contatto, in Danno resp., 1999, p. 299. Cerca con Google

CARBONE V., Punitive damages all’italiana, in Corr. giur., 1992, p. 416. Cerca con Google

CARBONE V., Il fatto dannoso nella responsabilità civile, Napoli, 1969. Cerca con Google

CARICATO C., Impotenza taciuta prima delle nozze: risarcimento o indennità?, in Familia, 2005, p. 884. Cerca con Google

CARNELUTTI F., Postilla, in Foro it., 1951, pt. I, c. 990. Cerca con Google

CARNELUTTI F., Il danno e il reato, Padova, 1930. Cerca con Google

CARRARO L., Note introduttive agli artt. 250-268, in Commentario al diritto italiano della famiglia, diretto da G. CIAN, G. OPPO e A. TRABUCCHI, Padova, 1992, tomo IV, p. 80. Cerca con Google

CASABURI G., Affidamento condiviso e inadempimento degli obblighi di mantenimento, in Giur. merito, 2007, n. 10, p. 2527. Cerca con Google

CASABURI G., Art, 709-ter c.p.c: prime applicazioni giurisprudenziali, in Foro It., 2007, pt. I, c. 1610. Cerca con Google

CASABURI G., Art, 709-ter c.p.c: una prima applicazione giurisprudenziale, in Giur. merito, 2007, p. 2528. Cerca con Google

CASABURI G., Commento al decreto del Tribunale di Napoli 27 febbraio 2007, in Foro it., 2007, pt. I, c. 1611. Cerca con Google

CASABURI G., I nuovi istituti di diritto di famiglia (norme processuali ed affido condiviso): prime istruzioni per l’uso, in Giur. merito, speciale riforma diritto di famiglia, 2006, p. 5. Cerca con Google

CASCONE C., Questi abusi tra le mura domestiche. L’ordine di protezione riporta la pace. E’ ammessa la tutela coercitiva anche in assenza di reati, in Dir. giust., 2006, n. 3, p. 31. Cerca con Google

CASSANO G., In tema di danni endofamiliari: la portata dell'art. 709-ter, comma 2, c.p.c. ed i danni prettamente "patrimoniali" fra congiunti, in Dir. fam. per., 2008, pt. II, p. 498. Cerca con Google

CASSANO G., La giurisprudenza in tema di responsabilità genitoriale per violazione dell'affido e la portata dell'art. 709 ter, comma 2°, c.p.c. fra pena privata e danno esistenziale., in Contr. impr., 2008, p. 271. Cerca con Google

CASSANO G., Rapporti tra genitori e figli, illecito civile e responsabilità. La rivoluzione giurisprudenziale degli ultimi anni alla luce del danno esistenziale, in Giur. it., 2007, p. 2097. Cerca con Google

CASSANO G., Rapporti familiari, responsabilità civile e danno esistenziale, Padova, 2006. Cerca con Google

CASSANO G., Rapporti tra genitori e figli, illecito civile e responsabilità: la rivoluzione giurisprudenziale degli ultimi anni alla luce del danno esistenziale, in Dir. fam. pers., 2006, p. 1985. Cerca con Google

CASSANO G., Il danno esistenziale: dubbi e conferme, in Fam. dir., 2002, p. 516. Cerca con Google

CASSANO G., Il risarcimento del danno esistenziale a tutto (troppo) tondo, in Giur. it., 2001, p. 78. Cerca con Google

CASSANO G., Intervento di sterilizzazione, nascite indesiderate e danni incidenti nella sfera "esistenziale", in Fam. dir., 2001, p. 106. Cerca con Google

CASSANO G. e DEL VECCHIO M., Diritto a nascere sani e responsabilità civile: un inventario di questioni ed un risarcimento miliardario, in Dir. fam. per., 1999, pt. I, p. 645. Cerca con Google

CASTAGNARO O.B., Osservazioni sul tema della responsabilità civile da violazione dei doveri coniugali, in Giur. It., 2002, p. 2291. Cerca con Google

CASTRONOVO C., Danno esistenziale: il lungo addio, in Danno resp., 2009, p. 5. Cerca con Google

CASTRONOVO C., Del non risarcibile aquiliano: danno meramente patrimoniale, c.d. perdita di chance, danni punitivi, danno c.d. esistenziale, in Eu. dir. priv., 2008, p. 315. Cerca con Google

CASTRONOVO C., Sentieri di responsabilità civile europea, in Eu. dir. priv., 2008, p. 787. Cerca con Google

CASTRONOVO C., Il risarcimento del danno, in Il diritto delle obbligazioni e dei contratti: verso una riforma? Le prospettive di una novellazione del Libro IV del Codice civile nel momento storico attuale (Atti del Convegno di Treviso 23-25 marzo 2006), in Riv. dir. civ., 2006, p. 81. Cerca con Google

CASTRONOVO C., La nuova responsabilità civile3, Milano, 2006. Cerca con Google

CASTRONOVO C., La nuova responsabilità civile3, Milano, 2006. Cerca con Google

CASTRONOVO C., Le due specie della responsabilità civile e il problema del concorso, in Eur. dir. priv., 2004, p. 69. Cerca con Google

CASTRONOVO C., voce “Obblighi di protezione”, in Enc. Giur., vol. XXI, 1990, Roma. Cerca con Google

CATAUTELLA A., Riservatezza (diritto alla). I) Diritto civile, in Enc. giur., vol. XXVII, Roma, 1991. Cerca con Google

CEA C.M., L’affidamento condiviso. Profili processuali, in Foro it., 2006, pt. V, c. 100. Cerca con Google

CECCHERINI G., Contratti tra coniugi in vista della cessazione del ménage, Padova, 1999. Cerca con Google

CENDON P., Responsabilità per dolo e prevenzione del danno, in Resp. civ. prev., 2009, p. 4. Cerca con Google

CENDON P., Dov’è che si sta meglio che in famiglia?, in Persona e danno, a cura di P. CENDON, III, Milano, 2004, p. 2721. Cerca con Google

CENDON P., La tutela risarcitoria della persona, Milano, 1999. Cerca con Google

CENDON P., Non di sola salute vive l’uomo, in Riv. crit. dir. priv., 1998 p. 570. Cerca con Google

CENDON P., Quali sono i soggetti deboli? Appunti per un incontro di studi, in Pol. dir., 1996, fasc. 3, p. 485. Cerca con Google

CENDON P., voce “Il dolo (intenzione nella responsabilità extracontrattuale)”, in Dig. disc. priv., Sez. dir. civ., vol. VII, Torino, 1991, p. 29. Cerca con Google

CENDON P., Non desiderare la donna d’altri, in Contr. impr., 1990, p. 607. Cerca con Google

CENDON P., Il dolo nella responsabilità extracontrattuale, Torino, 1970. Cerca con Google

CENDON P.- SEBASTIO G., La crisi dell’immunity rule nei torti in famiglia, in Trattato della responsabilità civile e penale in famiglia, a cura di P. CENDON, vol. III, Padova, 2004, p. 2723. Cerca con Google

CENDON P.- SEBASTIO G., La responsabilità civile tra marito e moglie, in Persona e danno, a cura di P. CENDON, vol. III, Milano, 2004, p. 2799. Cerca con Google

CENDON P.e SEBASTIO G., Lui, lei e il danno. La responsabilità civile tra coniugi, in I rapporti familiari tra autonomia e responsabilità, a cura di R. TORINO, 2004, Torino, p. 107. Cerca con Google

CENDON P. e ZIVIZ P., Il risarcimento del danno esistenziale, Milano, 2003. Cerca con Google

CENDON P. e ZIVIZ P., voce “Danno: X”, in Enc. giur. Trecc., Roma, 2002, vol. X. Cerca con Google

CERATO M.S., Gli abusi della potestà dei genitori, in Tratt. breve dei nuovi danni, vol. II, a cura di P. CENDON, 2001, Padova, p. 1413. Cerca con Google

CERATO M., La potestà dei genitori, Milano, 2000. Cerca con Google

CHINDEMI D., Una nevicata su un campo di grano, in Resp. civ. prev., 2009, p. 219. Cerca con Google

CHINDEMI D., Il “tradimento” del coniuge non è fonte di responsabilità extracontrattuale per l’“amante”, ma può esserlo per il coniuge infedele, in Nuova giur civ. comm., 2003, pt. I, p. 764. Cerca con Google

CHRISTANDL G., Eppur si muove: sull’autonoma risarcibilità del danno esistenziale, in Resp. civ., 2007, p. 802. Cerca con Google

CIACCIO E., voce “Diffida (in generale)”, in Enc. dir., vol. XII, Milano, 1964, p. 507. Cerca con Google

CIAN G., Introduzione generale. Sui presupposti storici e sui caratteri generali del diritto di famiglia riformato, Padova, 1977, p. 42. Cerca con Google

CIAN G., Interesse del creditore e patrimonialità della prestazione, in Riv. dir. civ., 1968, pt. I, p. 197. Cerca con Google

CIAN G., Antigiuridicità e colpevolezza, Padova, 1966. Cerca con Google

CIAN G., “Culpa lata dolo aequiparatur”, in Riv. dir. civ., 1963, pt. I, p. 148. Cerca con Google

CIANCI A.G., Gli ordini di protezione familiare, Milano, 2005. Cerca con Google

CIARONI L., Le forme di tutela contro la violenza domestica, in Giur. merito, 2006, p. 1840. Cerca con Google

CICU A., Il diritto di famiglia. (Parte generale), Roma, 1914. Cerca con Google

CILIBERTO C., Controversie economiche sul mantenimento del minore: prime applicazioni dell’art. 709-ter c.p.c., in Fam. dir., 2008, p. 1160. Cerca con Google

CIMAGLIA C., Così fu sdoganato il danno esistenziale. Definito il proprium della figura, prova a carico della vittima, in Dir. giust., 2006, n. 17, p. 10. Cerca con Google

CIPRIANI G., La responsabilità civile nel rapporto tra genitori e figli, in Fam. dir., 2008, p. 518. Cerca con Google

CITTARELLA G., Danno non patrimoniale e contratto, in Resp. civ. prev., 2009, p. 434. Cerca con Google

COFANO G., Intangibile la libertà sessuale?, in Foro it., 1952, pt. IV, c. 12. Cerca con Google

COMANDÈ G., Un’autentica estensione di tutela che cancella solo i diritti immaginari”, in Guida al dir., 2008, n. 47, p. 34. Cerca con Google

CONTIERO G., I doveri coniugali e la loro violazione. L’addebito. Il risarcimento del danno, Milano, 2005. Cerca con Google

CORDER P., Il figlio minore, privato degli incontri con il padre, ha diritto al risarcimento del danno, in Corr. merito, 2008, p. 554. Cerca con Google

CORDIANO A., Contenuto e attualità del dovere di mantenimento dei figli, in Familia, 2008, p. 103. Cerca con Google

CORDIANO A., Danno non patrimoniale per violazione dei doveri genitoriali, in Familia, 2006, p. 592. Cerca con Google

CORRIERO V., Il genitore affidatario ha diritto ad un rimborso in caso di “mancate visite” del non affidatario?, in Giur. it., 2000, p. 1802. Cerca con Google

CORSARO L., Tutela del danneggiato e responsabilità civile, Milano, 2003. Cerca con Google

CORSARO L., voce “Responsabilità civile. I) Diritto civile”, in Enc. giur., vol. XXVI, Roma, 1991. Cerca con Google

COSTANZA M., Danno non patrimoniale e responsabilità contrattuale, in Riv. crit. dir. priv., 1987, p. 127. Cerca con Google

COSTANZO A., Antigiuridicità e colpevolezza, in La colpa nella responsabilità civile, Torino, 2006, vol. I, p. 115. Cerca con Google

COVIELLO N., La tutela della salute dell’individuo concepito, in Dir. fam. pers., 1978, p. 245. Cerca con Google

CUBEDDU M.G., La “responsabilità genitoriale” e i trasferimenti di residenza, in Fam. pers. succ., 2007, p. 677. Cerca con Google

D’ADDA A., Il risarcimento in forma specifica: oggetto e funzioni, Padova, 2002. Cerca con Google

D’ADDA A., Il cosiddetto danno esistenziale e la prova del pregiudizio, in Foro it., 2001, pt. I, c. 187. Cerca con Google

D’ALESSANDRO E., Pronunce americane di condanna al pagamento di punitive damages e problemi di riconoscimento in Italia, in Riv. dir. civ., 2007, p. 383. Cerca con Google

D’ALESSANDRO E., Profili di interesse processuale, in L’affidamento condiviso, a cura di PATTI S. e ROSSI CARLEO L., Milano, 2006, p. 267. Cerca con Google

D’ANGELO A., L’art. 709-ter c.p.c. tra risarcimento e sanzione: un “surrogato” giudiziale della solidarietà familiare?, in Danno resp., 2008, p. 1193. Cerca con Google

D’ANGELO A., Il risarcimento del danno come sanzione? Alcune riflessioni sul nuovo art. 709-ter c.p.c., in Familia, 2006, p. 1031. Cerca con Google

DANOVI A.G., Il dovere di informazione tra coniugi e le conseguenze della sua violazione, in Dir. fam. pers., 2005, p. 1181. Cerca con Google

DANOVI F., Le misure sanzionatorie a tutela dell’affidamento (art. 709-ter c.p.c.), in Riv. dir. proc., 2008, p. 603. Cerca con Google

DANOVI F., L’affidamento condiviso: le tutele processuali, in Dir. fam. pers., 2007, pt. II, p. 1883. Cerca con Google

DANOVI F., I provvedimenti a tutela dei figli naturali dopo la legge 8 febbraio 2006, n. 54, in Riv. dir. proc., 2006, p. 1007. Cerca con Google

D’ANTONIO V., La potestà dei genitori, in La filiazione. La potestà dei genitori. Gli istituti di protezione del minore, in Tratt. teorico pratico, diretto da G. AUTORINO STANZIONE, Torino, 2006, p. 457. Cerca con Google

D’AVACK L., L’affidamento condiviso tra regole giuridiche e discrezionalità del giudice, in Familia, 2006, p. 609. Cerca con Google

DAVOLI L., Violazione dei doveri genitoriali e risarcimento del danno, in Fam. pers. succ., 2009, p. 785. Cerca con Google

DE CUPIS A., Note introduttive agli artt. 343- 389, in Commentario al diritto italiano della famiglia, diretto da G. CIAN, G. OPPO e A. TRABUCCHI, Padova, 1992, vol. IV, p. 419. Cerca con Google

DE CUPIS A., Il danno3, vol. I, Milano, 1979. Cerca con Google

DE CUPIS A., Dei fatti illeciti, in Comm. Scialoja – Branca, Bologna, 1971. Cerca con Google

DE FILIPPIS B., Il Nuovo articolo 709-ter c.p.c., in La mediazione familiare e la soluzione delle controversie insorte tra i genitori separati, a cura di B. DE FILIPPIS, A. MASCIA, A.N. MANZIONE, S. RAMPOLLA, Padova, 2009, p. 213. Cerca con Google

DE FILIPPIS B., Affidamento condiviso dei figli nella separazione e nel divorzio2, Padova, 2007. Cerca con Google

DELCONTE R.C., Il mobbing entra in famiglia?, in Fam. dir., 2000, p. 475. Cerca con Google

DEL GAUDIO M., Le interferenze illecite nella riservatezza del coniuge, in Fam. dir., 1994, p. 454. Cerca con Google

DE GIORGI M.V., voce “Il danno: I”, in Enc. giur. Trecc., Roma, 1988, vol. X. Cerca con Google

DELL’ORO A., Della tutela dei minori, in Commentario Scialoja-Branca, Bologna-Roma, 1979. Cerca con Google

DELL'UTRI M., Funzioni ed efficacia. (Note a margine dell'art. 709-ter c.p.c.), in Giur. merito, 2008, p. 1593. Cerca con Google

DELL’UTRI M., L’affidamento condiviso nel sistema dei rapporti familiari, in Giur. it., 2006, pt. II, p. 1549. Cerca con Google

DE MARZO G., La tutela del coniuge e del convivente nella legge 4 aprile 2001, n. 154, in La tutela del coniuge e della prole nella crisi familiare, Milano, 2007, p. 13. Cerca con Google

DE MARZO G., Responsabilità civile e rapporti familiari, in La tutela del coniuge e della prole nella crisi familiare, a cura di DE MARZO G., CORTESI C., LIUZZI A., 2007, Milano, p. 677. Cerca con Google

DE MARZO G., Interruzione volontaria di gravidanza, addebito della separazione e responsabilità risarcitoria per lesione del diritto alla paternità, in Fam. dir., 2006, p. 200. Cerca con Google

DE MARZO G., L’affidamento condiviso. Profili sostanziali, in Foro it., 2006, pt. V, c. 90. Cerca con Google

DE MARZO G., La cassazione e la responsabilità civile nelle relazioni familiari, in Corr. giur., 2005, p. 925. Cerca con Google

DE MARZO G., La responsabilità risarcitoria dell’amante verso il coniuge tradito, in Corr. giur., 2003, p. 1205. Cerca con Google

DE MARZO G., Responsabilità civile nelle relazioni familiari tra esigenze di tutela e categorie formali, in Corr. giur., 2002, p. 1219. Cerca con Google

DE MARZO G., Responsabilità civile e rapporti familiari, in Danno resp., 2001, p. 741. Cerca con Google

DE MARZO G., La cassazione e il danno esistenziale, in Corr. giur., 2000, p. 873. Cerca con Google

DE MICHEL R., Violazione del dovere di fedeltà e separazione personale dei coniugi, in Fam. dir., 2000, p. 131. Cerca con Google

DE PAOLA V., Il diritto patrimoniale della famiglia coniugale, Milano, 1991. Cerca con Google

DE STEFANIS R., Mancato riconoscimento del figlio e risarcimento del danno, in Danno resp., 2007, p. 576. Cerca con Google

DE STEFANIS R., Padre “assente” e responsabilità verso il figlio. Commento, in Danno resp., 2005, p. 548. Cerca con Google

DI CRISTO R., Obbligo di mantenimento e regresso nei rapporti tra genitori naturali, in Fam, pers. succ., 2008, p. 919. Cerca con Google

DI FRANCO C., La responsabilità aquiliana nelle relazioni familiari, in Resp. civ., 2008, p. 165. Cerca con Google

DI MAJO A., L’obbligazione senza prestazione approda in Cassazione, in Corr. giur., 1999, p. 446. Cerca con Google

DI MAJO A., voce “Responsabilità contrattuale”, in Dig. disc. priv., XVII, Torino, 1998, p. 25. Cerca con Google

DI MAJO A., Delle obbligazioni in generale, in Commentario al Codice Civile Scialoja- Branca, Bologna, 1988. Cerca con Google

DI MARZIO M., Ecco il decalogo del danno esistenziale. Il vademecum firmato dalle sezioni unite. E’ la prova che la giurisprudenza sa recepire concetti nuovi, in Dir. giust., 2006, n. 23, p. 49. Cerca con Google

DI MARZIO M., Il danno esistenziale? Ormai sdoganato. Sì ai ragionamenti presuntivi per dimostrare il pregiudizio, in Dir. giust., 2006, n. 28, p. 14. Cerca con Google

DI PINTO S., Illeciti di dolo, in La colpa nella responsabilità civile, a cura di P. CENDON, vol. I, Torino, 2006, p. 293. Cerca con Google

DOGLIOTTI M., La potestà dei genitori e l’autonomia dei minori, in Tratt. dir. civ. comm., Milano, 2007. Cerca con Google

DOGLIOTTI M., Adozione dei minori: presupposti oggettivi e soggettivi, in Diritto alla famiglia e minori senza famiglia, a cura di F. RUSCELLO Padova, 2005, p. 69. Cerca con Google

DOGLIOTTI M., La responsabilità civile entra nel diritto di famiglia, in Dir. fam. pers., 2002, p. 61. Cerca con Google

DOGLIOTTI M., La famiglia e l’ “altro” diritto: responsabilità civile, danno biologico, danno esistenziale, in Fam. dir., 2001, p. 164. Cerca con Google

DOGLIOTTI M., Le persone fisiche, in Tratt. di diritto privato, a cura di P. RESCIGNO, Torino, 1999, vol I, p. 3. Cerca con Google

DOGLIOTTI M., “Diritto a non nascere” e responsabilità civile, in Dir. fam. pers., 1995, pt. I, p. 1474. Cerca con Google

DOGLIOTTI M., Doveri familiari e obbligazione alimentare, in Tratt. dir. civ. comm., già diretto da A. CICU e F. MESSINEO, continuato da L. MENGONI, Milano, 1994, vol. VI, tm. 4. Cerca con Google

DOGLIOTTI M., Ancora sulla responsabilità del genitore per il fatto di procreazione e sull’inseminazione artificiale, in Giur. merito, 1991, p. 54. Cerca con Google

DOGLIOTTI M., Sulla responsabilità del genitore per il fatto della procreazione, in Giur. it, 1978, pt. I, p. 185. Cerca con Google

DOGLIOTTI M.e FIGONE G., I rapporti familiari, in La responsabilità civile, a cura di CENDON P., Torino, 1998, p. 61. Cerca con Google

DOSI G., Le nuove norme sull’affidamento e sul mantenimento dei figli e il nuovo procedimento di separazione e divorzio, Milano, 2006. Cerca con Google

DOSI G., Famiglia e risarcimenti arriva la svolta. Sì all’illecito civile se sono lesi diritti fondamentali della persona, in Dir. giust., 2005, n. 22, p. 12. Cerca con Google

DOSI G. e DI BARTOLOMEO C., Abuso della potestà genitoriale e risarcimento del danno al minore, in Fam. dir., 1996, p. 489. Cerca con Google

EBENE COBELLI C., Il cammino servo l’uguaglianza tra i coniugi negli Stati Uniti d’America e l’equal rights amendment, in Riv. dir. civ., 1979, p. 66. Cerca con Google

ELIA M., Responsabilità del genitore verso il figlio eredoluetico?, in Foro it., 1951, pt. I, c. 987. Cerca con Google

FACCI G., Il danno non patrimoniale nelle relazioni familiari dopo le sentenze delle Sezioni Unite dell'11 novembre 2008, in Fam. dir., 2009, p. 125. Cerca con Google

FACCI G., I nuovi danni nella famiglia che cambia2, 2009, Lavis (Tn). Cerca con Google

FACCI G., Infedeltà omosessuale del marito: alla moglie non spetta un risarcimento perché non vi è un danno ingiusto, in Fam. dir., 2008, p. 483. Cerca con Google

FACCI G., L'art. 709 ter c.p.c., l'illecito endofamiliare ed i danni punitivi, in Fam. dir., 2008, p. 1026. Cerca con Google

FACCI G., La responsabilità dei genitori per violazione dei doveri genitoriali, in La responsabilità nelle relazioni familiari, a cura di M. SESTA, Torino, 2008, p.204. Cerca con Google

FACCI G., La responsabilità del genitore per gli illeciti compiuti a danno della prole, in Resp. civ. prev., 2008, p. 2194. Cerca con Google

FACCI G., La responsabilità del genitore che sceglie di non riconoscere il figlio e non provvede al suo mantenimento: una sentenza importante, in Fam. dir., 2007, p. 932. Cerca con Google

FACCI G., La rottura della promessa di matrimonio ed il danno lamentato dai genitori della "sposa mancata”, in Fam. dir., 2007, p. 477. Cerca con Google

FACCI G., La rottura della promessa di matrimonio: il motivo (in)giusto ed i danni risarcibili, in Nuova giur. civ. comm., 2007, pt. I, p. 583. Cerca con Google

FACCI G., Violazione dei doveri familiari e responsabilità civile, in Resp. civ., 2007, p. 581. Cerca con Google

FACCI G., L’illecito endofamiliare tra danno in re ipsa e risarcimenti ultramilionari, in Fam. dir., 2006, p. 515. Cerca con Google

FACCI G., Il danno da vita indesiderata, in Resp. civ., 2005, p. 254. Cerca con Google

FACCI G., L’illecito endofamiliare al vaglio della cassazione, in Fam. dir., 2005, p. 372. Cerca con Google

FACCI G., La legittimazione al risarcimento in caso di danno da vita indesiderata, in Resp. civ. prev., 2005, p. 325. Cerca con Google

FACCI G., Il “nuovo danno non patrimoniale” nelle relazioni familiari, in Fam. dir., 2005, p. 304. Cerca con Google

FACCI G., L’ingiustizia del danno nelle relazioni familiari, in Contr. impr., 2005, p. 1241. Cerca con Google

FACCI G., Il danno aquiliano da adulterio, in Resp. civ., 2004, p. 53. Cerca con Google

FACCI G., Wrongful life: a chi spetta il risarcimento del danno? in Fam. dir., 2004, p. 561. Cerca con Google

FAILLACE S., La responsabilità da contatto sociale, Padova, 2004. Cerca con Google

FALCONE I., La rilevanza dei doveri coniugali tra disciplina di settore e regole di responsabilità civile, in Giur. civ., 2007, pt. II, p. 379. Cerca con Google

FANTETTI F.R., L'illecito del minore e la responsabilità dei genitori, in Fam., Pers. Succ., 2009, p. 105. Cerca con Google

FAROLFI F., L’art. 709- ter c.p.c.: sanzione civile con finalità preventiva e puntiva?, in Fam. dir., 2009, p. 610. Cerca con Google

FAROLFI F., Violazione dei doveri genitoriali e legittimazione del comune, quale tutore al risarcimento dei danni, in Fam. dir., 2008, p. 491. Cerca con Google

FASANO A., Il maltrattamento dei figli: aspetti civili, amministrativi, processuali, in Trattato della responsabilità civile e penale in famiglia, a cura di P. CENDON, vol. II, Padova, 2004, p. 1195. Cerca con Google

FAVA G., Quando l’affido condiviso non funziona: dalla sanzione all’affido esclusivo con esclusione dell’esercizio della potestà, in Giur. merito, 2008, p. 3133. Cerca con Google

FAVA P., Funzione sanzionatoria dell'illecito civile? Una decisione costituzionalmente orientata sul principio compensativo conferma il contrasto tra danni punitivi e ordine pubblico, in Cor. Giur., 2009, p. 525. Cerca con Google

FAVA P., Quando l’affido condiviso non funziona: dalla sanzione all’affido esclusivo con esclusione dell’esercizio della potestà, in Giur. merito, 2008, p. 3135. Cerca con Google

FAVA P., Punitive damages pubblico: la Cassazione blocca lo sbarco, in Corr. Giur., 2007, p. 498. Cerca con Google

FAVILLI C., I danni da illecito endofamiliare, in I danni non patrimoniali, a cura di E. NAVARRETTA, Milano, 2004, p. 369. Cerca con Google

FERRANDO G., Responsabilità civile e rapporti familiari alla luce della legge n. 54/2006, in Fam. pers. succ., 2007, p. 590. Cerca con Google

FERRANDO G., Manuale di diritto di famiglia, Roma- Bari, 2005. Cerca con Google

FERRANDO G., Rapporti familiari e responsabilità civile, in Persona e danno, a cura di CENDON P., vol. III, Milano, 2004, p. 2777. Cerca con Google

FERRANDO G., Separazione e divorzio, 2003, Milano. Cerca con Google

FERRANDO G., Nascita indesiderata, situazioni protette e danno risarcibile, in Un bambino non voluto è un danno risarcibile, a cura di A. D’ANGELO, Milano, 1999, p. 209. Cerca con Google

FERRANDO G., La filiazione naturale e la legittimazione, in Trattato dir. priv., n. 4, Persone e famiglia, vol. III, diretto da P. RESCIGNO, 1997, Torino, 2° ed., p. 99. Cerca con Google

FERRARA L., L’esecuzione processuale indiretta, Napoli, 1915. Cerca con Google

FERRI L., Della potestà, in Commentario al Codice Civile Sciaoloja e Branca, Bologna- Roma, 1988. Cerca con Google

FERRI G.B., Oggetto del diritto della personalità e danno non patrimoniale, in Riv. dir. comm., 1984, pt. I, c. 137. Cerca con Google

FIANDACA G. e MUSCO E., Diritto penale. Parte generale4, Bologna, 2004. Cerca con Google

FIGONE A., In tema di risarcimento del danno ex art. 709-ter c.p.c., in Danno resp., 2008, p. 800. Cerca con Google

FIGONE A., Dichiarazione giudiziale di paternità, mantenimento del figlio e rimborso delle spese anticipate dall’altro coniuge, in Fam. dir., 2006, p. 506. Cerca con Google

FIGONE A., La legge sulla violenza in famiglia, in Fam. dir., 2001, p. 355. Cerca con Google

FINOCCHIARO A. e FINOCCHIARO M., Diritto di famiglia, I, Milano, 1984. Cerca con Google

FINOCCHIARO F., Matrimonio, in Commentario del Codice Civile Scialoja – Branca, a cura di F. GALGANO, Bologna, 1993. Cerca con Google

FINOCCHIARO G., Misure efficaci contro gli inadempimenti, in Guida al dir., 2006, n. 11, p. 58. Cerca con Google

FINOCCHIARO G., Procedimento ad hoc per le liti sulla potestà, in Guida al dir., 2006, n. 11, p. 53. Cerca con Google

FINOCCHIARO G., Ricorso solo con l’assistenza di un legale, in Guida al dir., 2006, n. 11, p. 55. Cerca con Google

FINOCCHIARO G., Un giudice garantisce la corretta esecuzione, in Guida al dir., 2006, n. 11, p. 64. Cerca con Google

FINOCCHIARO M., Disfavore per l’assegnazione esclusiva, in Guida al dir., 2006, n. 11, p. 37. Cerca con Google

FINOCCHIARO M., La ricerca di tutela per la parte più debole non deve “generare” diritti al di là della legge, in Guida al dir., 2002, n. 24, p. 49. Cerca con Google

FINOCCHIARO M., La violazione dell’obbligo di assistenza morale dovrebbe trovare maggiore tutela in giudizio, in Guida al dir., 1998, n. 47, p. 48. Cerca con Google

FINOCCHIARO M., Auspicabile la riforma della disciplina legislativa per eliminare un istituto al passo con i tempi, in Guida al dir., 2004, n. 1, p. 40. Cerca con Google

FINOCCHIARO M., Impossibile riconoscere il risarcimento se non è peggiorata la qualità della vita. in Guida al dir., 2004, n. 42, p. 66. Cerca con Google

FRACCON A., Nuovi approdi della responsabilità civile. Anche la cassazione oltrepassa la soglia dei rapporti tra coniugi, in Giur. it., 2006, pt. I, p. 694. Cerca con Google

FRACCON A., Famiglia e danni endofamiliari, in I danni risarcibili nella responsabilità civile, a cura di P. CENDON, vol. IV, 2005, Torino, p. 155. Cerca con Google

FRACCON A., La responsabilità civile tra coniugi: questioni generali e singole fattispecie, in Trattato della responsabilità civile e penale in famiglia, a cura di P. CENDON, Padova, 2004, vol. III, p. 2791. Cerca con Google

FRACCON A., Relazioni familiari e responsabilità civile, Milano, 2003. Cerca con Google

FRACCON A., I diritti della persona nel matrimonio. Violazione dei doveri coniugali e risarcimento del danno, in Dir. fam. pers., 2001, p. 367. Cerca con Google

FRANZONI M., Il danno non patrimoniale del diritto vivente, in Corr. giur., 2009, p. 5. Cerca con Google

FRANZONI M., Antigiuridicità del comportamento e prevenzione della responsabilità civile, in Resp. civ., 2008, p. 294. Cerca con Google

FRANZONI M., Errore medico, diritto di non nascere, diritto di nascere sano, in Resp. civ., 2005, p. 486. Cerca con Google

FRANZONI M., La chance nella casistica recente, in Resp. civ., 2005, p. 446. Cerca con Google

FRANZONI M., Il danno risarcibile, in Trattato della responsabilità civile, Milano, 2004. Cerca con Google

FRANZONI M., Il nuovo corso del danno non patrimoniale: un primo bilancio, in Resp. civ., 2004, p. 9. Cerca con Google

FRANZONI M., L’illecito, in Trattato della responsabilità civile, Milano, 2004. Cerca con Google

FRANZONI M., Il danno non patrimoniale, il danno morale: una svolta per il danno alla persona, in Corr. giur., 2003, p. 1031. Cerca con Google

FRANZONI M., Il nuovo corso del danno non patrimoniale, in Contr. impr., 2003, p. 1193. Cerca con Google

FRANZONI M., La lesione dell’interesse legittimo è, dunque, risarcibile, in Contr. impr., 1999, p. 1025. Cerca con Google

FRANZONI M., Risarcimento per lesione di interessi legittimi, in Contr. impr., 1993, p. 274. Cerca con Google

FRASSINETTI A., Rappresentanza processuale del genitore e capacità confessoria, in Fam. dir., 2007, p. 50. Cerca con Google

FRATERNALE A., L’abbandono dei soggetti deboli: minori e anziani, in Tratt. breve dei nuovi danni, a cura di P. CENDON, vol II, Padova, 2001, p. 953. Cerca con Google

FREZZAG., Appunti e spunti sull’art. 709-ter c.p.c., in Giut. Civ., 2009, pt. II, p.29. Cerca con Google

FRIGNANI A., voce “Inibitoria (azione)”, in Enc. dir., Milano, 1971, vol. XXI, p. 559. Cerca con Google

FUCCI C., Se il tradimento possa fondare la pretesa risarcitoria dell'un coniuge nei confronti dell'altro, Resp. civ., 2007, p. 535. Cerca con Google

FURGIUELE G., Libertà e famiglia, Milano, 1979. Cerca con Google

FUSARO A., Responsabilità aquiliana nei rapporti tra coniugi e tutela della personalità, in La nuova giur. civ. comm., 2003, pt. I, p. 292. Cerca con Google

GABRIELLI A., Mantenimento e alimenti: la violazione degli obblighi, in Tratt. breve dei nuovi danni, vol. II, a cura di P. CENDON, Padova, 2001, p. 1382. Cerca con Google

GALGANO F., Danno da procreazione e danno al feto, ovvero quando la montagna partorisce un topolino, in Contr. impr., 2009, p. 537. Cerca con Google

GALGANO F., Le antiche e le nuove frontiere del danno risarcibile, in Contr. impr., 2008, p. 73. Cerca con Google

GALGANO F., Diritto civile e commerciale, Padova, 2004. Cerca con Google

GALLO P., Responsabilità precontrattuale: la fattispecie, in Riv. dir. civ., 2004, p. 295. Cerca con Google

GALLO P., Pene private e responsabilità civile, Milano, 1996. Cerca con Google

GALOPPINI A, Status coniugale e diritti di libertà, in Dir. fam. pers., 1975, p. 1534. Cerca con Google

GAMBARO A., voce “Emulazione”, in Dig. disc. priv. Sez. civ., vol. VII, 1991, Torino, p. 439. Cerca con Google

GAUDINO L., La responsabilità civile endofamiliare, in Resp. civ. prev., 2008, p. 1238. Cerca con Google

GAUDINO L., Il dolo, in La responsabilità civile. Agg. 1988-1996, in Giur. sist. Dir civ comm., diretta da G. ALPA e M. BESSONE Torino, 1997, p. 24. Cerca con Google

GAZZARA M., Danno non patrimoniale da inadempimento: le SS.UU. e le prime applicazioni nella giurisprudenza di merito, in Danno resp., 2009, p. 279. Cerca con Google

GAZZONI F., Manuale di diritto privato, 2004, Napoli. Cerca con Google

GELLI R., La responsabilità per rottura della promessa di matrimonio, in La responsabilità nelle relazioni familiari, a cura di M. SESTA, Torino, 2008, p. 5. Cerca con Google

GIACOBBE E., Wrongful life e problematiche connesse, Giust. civ., 2005, pt. I, p. 136. Cerca con Google

GIACOBBE G., Responsabilità per la procreazione ed effetti del riconoscimento del figlio naturale, in Giust. civ., 2005, pt. I, p. 730. Cerca con Google

GIACOBBE G. e FREZZA G., Ipotesi di disciplina comune nella separazione e nel divorzio, in Famiglia e matrimonio, Tm. II, in Tratt. dir. fam., a cura di P. ZATTI, Milano, 2002, p. 1326. Cerca con Google

GIAMMARIA P., Cenni sul danno al concepito, in Giur. merito, 1992, p. 337. Cerca con Google

GIARDINA F., Per un’indagine sulla responsabilità civile nella famiglia, Pisa, 1999. Cerca con Google

GIARDINA F., Responsabilità contrattuale e responsabilità extracontrattuale, Milano, 1993. Cerca con Google

GIAZZI F., Anche i matrimoni in bianco hanno un costo, in Danno resp., 2006, p. 37. Cerca con Google

GIORGIANNI M., Della potestà dei genitori, in Commentario al diritto italiano della famiglia, diretto da G. CIAN, G. OPPO e A. TRABUCCHI, 1992, Padova, vol. IV, p. 285. Cerca con Google

GIORGIANNI M., L’obbligazione, Milano, 1968. Cerca con Google

GIORGIANNI M., Lezioni di diritto civile. Tenute nell’anno accademico 1955-1956, Varese, 1956. Cerca con Google

GIORGIANNI M., Problemi attuali di diritto familiare, in Riv. trim. dir. proc. civ., 1956, p. 772. Cerca con Google

GIUSSANI A., Resistenze al riconoscimento delle condanne al pagamento dei punitive damages: antichi dogmi e nuove realtà, in Giur. it., 2008, p. 396. Cerca con Google

GLIATTA G., Il danno da procreazione: i soggetti legittimati a chiedere il risarcimento e la natura della responsabilità del medico, in Resp. civ., 2007, p. 845. Cerca con Google

GLIATTA, Il danno esistenziale, il danno non patrimoniale ed i nuovi aspetti introdotti dalla sentenza della Cass. N. 13546/2006, in Resp. civ., 2007, p. 221. Cerca con Google

GORGONI M., La nascita va accettata senza "beneficio d'inventario"?, in Resp. civ. prev., 2004, p. 1349. Cerca con Google

GRASSI S., Separazione con addebito e risarcimento del danno, in Fam. pers. succ., 2009, p. 215. Cerca con Google

GRAZIOSI A., L’esecuzione forzata dei provvedimenti del giudice in materia di famiglia, in Dir. fam. pers., 2008, p. 880. Cerca con Google

GRECO A., Affido condiviso (L. 54/06) e ipotesi di responsabilità civile, in Resp. civ. prev., 2006, p. 157. Cerca con Google

GRECO A., La responsabilità civile nell’affidamento condiviso, in Resp. civ., 2006, p. 731. Cerca con Google

GRECO A., La responsabilità da procreazione, in Resp. civ., 2006, p. 129. Cerca con Google

GUGLIELMUCCI V., Riflessioni in tema di danni da procreazione, in Danno resp., 2007, p. 957. Cerca con Google

JANNARELLI A., La responsabilità civile, in Lineamenti di diritto privato, a cura di M. BESSONE, Torino, 2002, p. 593. Cerca con Google

JEMOLO A.C., La famiglia e il diritto, in Annuali Univ. Catania, 1948, pt. II, p. 38. Cerca con Google

IANNACONE M., Affidamento condiviso e mantenimento della residenza dei figli, in Fam dir.,2007, p. 1054. Cerca con Google

LAMBO L., Responsabilità civile e obblighi di protezione, in Danno resp., 2008, p. 129. Cerca con Google

LAMBO L., Responsabilità civile e obblighi di protezione, 2008. Cerca con Google

LAMBO L., Obblighi di protezione, Padova, 2007. Cerca con Google

LANDINI S., Responsabilità civile dei genitori e diritto a non esistere, in Fam. pers. succ., 2007, p. 251. Cerca con Google

LA ROSA E., Il nuovo apparato rimediale introdotto dall’art. 709-ter c.p.c. I danni punitivi approdano in famiglia?, in Fam. dir., 2008, p. 64. Cerca con Google

LATTANZI R., Dovere di fedeltà e responsabilità civile e coniugale, in Giur. merito, 1991, pt. I, p. 758. Cerca con Google

LECCESE E., La lesione della riservatezza tra coniugi, in Persona e danno, a cura di P. CENDON, vol. III, Milano, 2004, p. 2877. Cerca con Google

LENA B., La responsabilità per violazione dei provvedimenti sull’affidamento, in La responsabilità nelle relazioni familiari, a cura di M. SESTA, Torino, 2008, p. 248. Cerca con Google

LENER, Mero delitto civile la paternità, in Foro it., 1952, pt. IV, c. 18. Cerca con Google

LENTI L., Famiglia e danno esistenziale, in Il danno esistenziale. Una nuova categoria della responsabilità civile, a cura di P. CENDON e P. ZIVIZ, Milano, 2000, p. 254. Cerca con Google

LENTI L., Sulla collaborazione dei genitori al mantenimento del figlio naturale, in Giur. it., 1991, pt. I, c. 635. Cerca con Google

LEPRE A., Responsabilità aquiliana e contrattuale: un unico modello giurisprudenziale di responsabilità?, in Giur. merito, 2007, p. 3063. Cerca con Google

LIGUORI M., Il danno morale del terzo millennio: storia, evoluzione e prospettive, in Resp. civ., 2009, p. 548. Cerca con Google

LISELLA G., «I diritti dei figli privi di stato»: a proposito di un recente contributi, in Rass. dir. civ., 1993, p. 356. Cerca con Google

LISERRE A., Ancora in tema di mancata interruzione della gravidanza e danno da procreazione, in Corr. Giur., 2006, p. 1692. Cerca con Google

LISERRE A., In tema di danno prenatale, in Riv. dir. civ., 2002, pt. I, p. 97. Cerca con Google

LONGO F., L’art. 709- ter c.p.c.: problemi interpretativi di natura processuale e sostanziale, in Fam. dir., 2009, p. 182. Cerca con Google

LONGO F., Famiglia e responsabilità civile: rapporti tra coniugi e danno risarcibile, in Fam. dir., 2003, p. 250. Cerca con Google

LONGO F., Transitorietà dello stato di abbandono e danno da sviluppo della personalità del minore, in Fam. dir., 1999, p. 26. Cerca con Google

LUBELLI V., Brevi note sul diritto a non nascere, in Giur. it., 2007, p. 1924. Cerca con Google

LUPOI M. A., Aspetti processuali della normativa sull’affido condiviso, in Riv. Trim. dir. proc. civ., 2006, p. 1063. Cerca con Google

MAJELLO U., Pena privata e responsabilità civile, in Le pene private, Milano, 1985, p. 331. Cerca con Google

MAJELLO U., Della filiazione illegittima e della legittimazione, in Commentario del Codice civile, a cura di SCIALOJA e BRANCA, Bologna, 1969. Cerca con Google

MALZANI F., La natura e la prova del danno da perdita di chance, in Danno resp., 2008, p. 779. Cerca con Google

MANERA G., L’affidamento condiviso dei figli nella separazione e nel divorzio, Sant’Arcangelo di Romagna (Ri), 2007. Cerca con Google

MANNA D., Responsabilità e procreazione, in Riv. crit. dir. priv., 1999, p. 323. Cerca con Google

MANTOVANI M., Fondamenti della filiazione, interesse del minore e nuovi scenari della genitorialità, in Nuova giur. civ. comm., 2003, pt. II, p. 247. Cerca con Google

MANTOVANI M., (Presunta) omossessualità di un genitore, idoneità educativa e rilievo della conflittualità ai fini dell’affidamento, in Nuova giur. civ. comm., 2009, pt. I. p. 24. Cerca con Google

MANTOVANI M., I fondamenti della filiazione, in Filiazione, in Tratt. dir. fam., a cura di ZATTI P., Milano, 2002, p. 3. Cerca con Google

MARCUCCI V., Violazione degli obblighi di assistenza familiare, in Nov. dig. it., vol. XX, Torino, 1975. Cerca con Google

MARINARO G., I diritti dei figli privi di stato, Napoli, 1991. Cerca con Google

MARINO M., L’inadeguata discussione parlamentare ha impedito un corretto affido condiviso, in Guida al dir., 2006, n. 7, p. 6. Cerca con Google

MARTINI A., In margine ad un orientamento giurisprudenziale sulla violazione degli obblighi coniugali e danno esistenziale, in Vita not., 2003, pt. I, p. 720. Cerca con Google

MARTINO M., La responsabilità per cattiva amministrazione, in La responsabilità nelle relazioni familiari, a cura di M. SESTA, Torino, 2008, p. 286. Cerca con Google

MAZZAMUTO S., Spunti in tema di danno ingiusto e di danno meramente patrimoniale, in Studi in onore di Davide Messinetti, 2009, Napoli, Tm. II, p. 173. Cerca con Google

MAZZONI C.M., La tutela reale dell’embrione, in Nuova giur. civ comm., 2003, pt. II, p. 457. Cerca con Google

MENGONI L., voce “Responsabilità contrattuale (dir. vig.), in Enc. dir., 1988, vol. XXXIX, p. 1072. Cerca con Google

MERELLO S., I rapporti personali tra genitori e figli, in Dir. fam. pers., 2004, p. 791. Cerca con Google

MERELLO S., Diritto di visita dei figli da parte del genitore separato (o divorziato) residente all’estero, in Fam. dir., 2003, p. 171. Cerca con Google

MERELLO S., Decadenza e reintegrazione nella potestà genitoriale, in Fam. dir., 2002, pag. 52. Cerca con Google

MERELLO S., Ancora sulla nozione di stato di abbandono nell’adozione dei minori, in Fam. dir., 2001, p. 622. Cerca con Google

MERUZZI G., La trattativa maliziosa, Padova, 2002. Cerca con Google

MESSINEO F., Il contratto in genere, in Tratt. Dir. Civ. e comm., a cura di A. CICU e F. MESSINEO, vol. XXI, Milano, 1968. Cerca con Google

MESSINETTI D., Diritti della famiglia e identità della persona, in Riv. Dir. Civ., 2005, pt. I, p. 137. Cerca con Google

MESSINETTI D., voce “Personalità (diritti della)”, in Enc. dir., Milano, 1983, vol. XXXIII, p. 355. Cerca con Google

MIGLIORATI G., Il risarcimento danni da violazione dei doveri sponsali, in Danno resp., 2003, p. 652. Cerca con Google

MONATERI P.G., La responsabilità civile, 2006, Torino. Cerca con Google

MONATERI P.G., L’ingiustizia di cui all’art. 2043 c.c., in Il diritto delle obbligazioni e dei contratti: verso una riforma?Le prospettive di novellazione del Libro IV del Codice civile nel momento storico attuale (Atti del Convegno di Treviso 23-25 marzo 2006), in Riv. dir. civ., 2006, p. 523. Cerca con Google

MONATERI P.G., Manuale della responsabilità civile, Torino, 2006. Cerca con Google

MONATERI P.G., Il brontosauro alla resa dei conti? “I will survive”, in Danno resp., 2002, p. 862. Cerca con Google

MONATERI P.G., “Alle soglie”: la prima vittoria in Cassazione del danno esistenziale, in Danno resp., 2000, p. 836. Cerca con Google

MONATERI P.G., La Cassazione riconosce la risarcibilità degli interessi legittimi. Il commento, in Danno resp., 1999, p. 978. Cerca con Google

MONATERI P.G., La responsabilità civile, in Tratt. dir. civ, a cura di V. SACCO, Torino, 1998. Cerca con Google

MONATERI P.G., Cumulo di responsabilità contrattuale ed extracontrattuale (Analisi comparata di un problema), Padova, 1989. Cerca con Google

MONCALVO F.A., L’udienza presidenziale nei procedimenti contenziosi di separazione personale dei coniugi e di divorzio, in Fam. pers. succ., 2009, p. 445. Cerca con Google

MONCALVO F., Violazione del «diritto di visita» del genitore non affidatario e risarcimento del danno, in Fam. pers. succ.,2005, p. 420. Cerca con Google

MONTECCHIARI T., Violazione dei doveri familiari e risarcimento del danno, Napoli, 2008. Cerca con Google

MONTECCHIARI T., La potestà dei genitori, Milano, 2006. Cerca con Google

MONTICELLI L., Maltrattamenti in famiglia o verso i fanciulli, , in Tratt. della responsabilità civile e penale in famiglia, a cura di P. CENDON, vol. II, Padova, 2004, p. 369. Cerca con Google

MORELLO L., Art. 143 c.c. e danno esistenziale, in Giur. merito, 2007, p. 987. Cerca con Google

MORELLO L., Responsabilità endofamiliare e separazione giudiziale, in Giur. merito, 2007, p. 987. Cerca con Google

MOROZZO DELLA ROCCA P., Il danno morale al concepito, ovvero il “già e il non ancora” nella responsabilità civile, in Corr. Giur., 2001, p. 357. Cerca con Google

MOROZZO DELLA ROCCA P., Violazione dei doveri coniugali: immunità o responsabilità?, in Riv. crit. dir. priv., 1988, p. 605. Cerca con Google

MOSCARINI L.V., Riflessioni sulla risarcibilità del danno per violazione del diritto a non nascere, in Familia, 2005, p. 193. Cerca con Google

MOSCATI E., Fonti legali e fonti “private” delle obbligazioni, Padova, 1999. Cerca con Google

MOSCATI E., voce “Pena privata”, in Enc. dir., vol. XXXII, Milano, 1992, p. 770. Cerca con Google

MOSCATI E., Pena privata e autonomia privata, in Riv. dir. civ., 1985, p. 511. Cerca con Google

MUREDEN E.A., La responsabilità del coniuge in mala fede e del terzo conseguente all’invalidità del matrimonio, in La responsabilità nelle relazioni familiari, a cura di M. SESTA, Torino, 2008, p. 48. Cerca con Google

MUSY A.M., Punitive damages e resistenza temeraria in giudizio: regole definizioni e modelli istituzionali a confronto, in Danno resp., 2000, p. 1125. Cerca con Google

MUSATTI, Ancora sulla responsabilità della procreazione, in Foro it., 1952, pt. IV, c. 15. Cerca con Google

NAPOLITANO L., L’affidamento dei minori nei giudizi di separazione e divorzio, Torino, 2006. Cerca con Google

NARDI S., Affidamento condiviso e conflittualità tra genitori, in Fam. pers. succ., 2008, p. 240. Cerca con Google

NATALI L.C. e NATALI P.J., Crisi coniugale: diritto di visita dei nonni e sua tutelabilità, in Corr. Merito, 2009, p. 506. Cerca con Google

NAVARRETTA E., Art. 2059 c.c. e valori costituzionali: dal limite del reato alla soglia della tolleranza, in Danno resp., 2002, p. 865. Cerca con Google

NICOLUSSI A., Obblighi familiari di protezione e responsabilità., in Eur. Dir. priv., 2008, p. 929. Cerca con Google

NOCCO L., Causalità: dalla probabilità logica (nuovamente) alla probabilità statistica, la Cassazione civile fa retromarcia, in Danno resp., 2006, p. 1239. Cerca con Google

OBERTO G., I rimedi all’inadempimento degli obblighi di mantenimento nell’ambito della crisi della famiglia, in Fam. dir., 2008, p. 77. Cerca con Google

OBERTO G., La responsabilità contrattuale nei rapporti familiari, Milano, 2006. Cerca con Google

OMODEI-SALÈ R., La responsabilità del coniuge per il rifiuto d’intrattenere rapporti sessuali col proprio patner, in Resp. civ., 2004, p. 825. Cerca con Google

ONNIBONI C., Ammonizione e altre sanzioni al genitore inadempiente: prime applicazioni dell’art. 709 ter c.p.c., in Fam. dir., 2007, p. 825. Cerca con Google

PACIA R., Doveri dei genitori e responsabilità, in Resp. civ., 2006, p. 103. Cerca con Google

PACIA DEPINGUENTE R., Presupposti soggettivi degli ordini di protezione e problemi di coordinamento con gli artt. 330 ss. c.c., in Familia, 2004, p. 759. Cerca con Google

PACIA DEPINGUENTE R., Dichiarazione giudiziale di paternità: obbligazioni di mantenimento, rapporti tra genitori e poteri ufficiosi del giudice, in Fam. dir., 2000, p. 550. Cerca con Google

PADALINO C., Confronto aperto in giurisprudenza per assicurare in tempi rapidi un accordo sulle scelte “strategiche”, in Fam. minori, 2008, n. 3, p. III. Cerca con Google

PADALINO C., Esclusa la finalità punitiva nella decisione sul ristoro del danno arrecato al minore, in Fam. minori, 2008, p. 72. Cerca con Google

PADALINO C., Un procedimento in forma camerale, in Fam. minori, 2008, n. 3, p. XI. Cerca con Google

PADALINO C., L’affidamento condiviso dei figli, Torino, 2006. Cerca con Google

PAESANO G., Brevi riflessioni su diagnosi prenatale, aborto eugenetico e diritto a nascere sano, in Dir. fam. pers., 2006, pt. I, p. 985. Cerca con Google

PALADINI M., Responsabilità civile nella famiglia: verso i danni punitivi?, in Resp. civ. prev., 2007, p. 2005. Cerca con Google

PALAZZO A., La filiazione, in Tratt., dir. civ. comm., Milano, 2007. Cerca con Google

PALETTO V., Nota di commento a Tribunale di Roma 17 settembre 1988, in Nuova giur. civ. comm., 1989, p. 559. Cerca con Google

PALMERINI E., “La vita come danno? No…, sì…, dipende”, in Nuova giur. civ. comm., 2005, pt. I, p. 433. Cerca con Google

PALMERINI E., Il diritto a nascere sani e il rovescio della medaglia: esiste un diritto a non nascere affatto?, in Nuova giur. civ. comm., 2001, pt. I, p. 210. Cerca con Google

PALMERINI E., Autonomia v. responsabilità nella procreazione: a proposito di caesarians selection e giudici inglesi, in Riv. dir. civ., 2000, p. 604. Cerca con Google

PALMIERI A., Responsabilità da incidente nucleare: sul ruolo e i limiti dei danni punitivi, in Foro it., 1986, pt. IV, c. 134. Cerca con Google

PALMIERI A. e PARDOLESI R., La Cassazione riconosce la risarcibilità degli interessi legittimi, in Danno resp., 1999, p. 980. Cerca con Google

PARADISO M., La responsabilità medica dal torto al contratto, in Riv. dir. comm., 2001, p. 325. Cerca con Google

PARADISO M., I rapporti personali tra i coniugi. Art. 145 -148, in Commentario al Codice Civile, a cura di P. SCHLESINGER, Milano, 1990. Cerca con Google

PARDOLESI P., Danni punitivi all'indice?, in Danno resp., 2007, p. 1126. Cerca con Google

PARDOLESI P., Danni punitivi: frustrazioni da “vorrei, ma non posso”?, in Riv. crit. dir. priv., 2007, p. 341. Cerca con Google

PARDOLESI R., Rischio radioattivo e danni punitivi nell’esperienza statunitense: il difficile rapporto tra disciplina federale dell’attività nucleare e diritto statale della responsabilità civile, in Foro it., 1985, pt. IV, c. 142. Cerca con Google

PARINI M.M., Profili di costituzionalità del provvedimento di revoca dell’assegnazione della casa coniugale, in Rass. Dir. civ., 2009, p. 187. Cerca con Google

PARMIGGIANI M.C., Abuso dei mezzi di correzione o di disciplina, , in Tratt. della responsabilità civile e penale in famiglia, a cura di P. CENDON, vol. II, Padova, 2004, p. 299. Cerca con Google

PARTISANI R., Il danno non patrimoniale da inadempimento della obbligazione, nella rilettura costituzionalmente orientata dell’art. 1218 c.c., in Resp. civ., 2009, p. 68. Cerca con Google

PARTISANI R., Mobbing, illeciti di dolo e danno non patrimoniale da contratto, in Resp. civ. prev., 2007, p. 266. Cerca con Google

PARTISANI R., Sulla risarcibilità del danno cagionato in violazione dell’obbligo di fedeltà coniugale, in Resp. com. imp., 2003, p. 87. Cerca con Google

PATRONE I., Obbligo di mantenimento dei figli: contenuto, garanzie, sanzioni, in Fam. dir., 1996, p. 68. Cerca con Google

PATTI S., Il risarcimento del danno e il concetto di prevenzione, in Resp. civ., 2009, p. 165. Cerca con Google

PATTI S., La richiesta abusiva di affidamento esclusivo: il risarcimento del danno, in Fam. pers. succ., 2009, p. 773. Cerca con Google

PATTI S., Famiglia e responsabilità civile: un lungo itinerario, in La responsabilità nelle relazioni familiari, a cura di M. SESTA, Torino, 2008, p. XXXVII. Cerca con Google

PATTI S., Illeciti familiari: nuove sanzioni?, in Pers. fam. succ., 2008, p. 294. Cerca con Google

PATTI S., L’affidamento condiviso dei figli, in Fam. pers. succ., 2006, p. 300. Cerca con Google

PATTI S., Pena privata, in Danno e responsabilità civile2, a cura di F.D. BUSNELLI e S. PATTI, 2003, Torino, p. 235. Cerca con Google

PATTI S., Famiglia e responsabilità civile, 1984, Milano. Cerca con Google

PATTI S., Il declino dell’immunity doctrine nei rapporti familiari, in Riv. dir. civ., 1981, pt. I, p. 378. Cerca con Google

PERLINGIERI P., Il diritto civile nella legalità costituzionale, Napoli, 2006. Cerca con Google

PERLINGIERI P., L’art. 2059 c.c. uno e bino: un’interpretazione che non convince, in Rass. dir. civ., 2003, p. 775. Cerca con Google

PERLINGERI P., La personalità umana nell’ordinamento giuridico, Napoli, 1972. Cerca con Google

PERROT R., L’effettività dei provvedimenti giudiziari nel diritto civile, commerciale e del lavoro in Francia, in Riv. trim. dir. proc. civ., 1988, p. 859. Cerca con Google

PIGNATARO G., Effetti della separazione legale, in La separazione. Il divorzio, in Il dir. fam. nella dottr. e nella giur., diretto da G. AUTORINO STANZIONE, Torino, 2005, vol. II, p. 103. Cerca con Google

PILLA V., Separazione e divorzio. I profili di responsabilità2, Padova, 2007. Cerca con Google

PILLA V., La responsabilità civile nella famiglia, Bologna, 2006. Cerca con Google

PILLA V., Gli obblighi coniugali e la responsabilità civile, in Persona e danno, a cura di P. CENDON, Milano, 2004, vol. III, p. 2911. Cerca con Google

PINNA A., Nascere sani o non nascere: la Cassazione nega l’esistenza di un tale diritto, in Contr. impr., 2005, p. 1. Cerca con Google

PINO A., Diritto di famiglia, 1998, Padova. Cerca con Google

PITTALIS M., La responsabilità per lesione della paternità conseguente all’interruzione della gravidanza, in La responsabilità nelle relazioni familiari, a cura di M. SESTA, Torino, 2008, p. 180. Cerca con Google

PIZZETTI F.G., Il danno esistenziale approda in Cassazione, in Giur. it., 2000, p. 1352. Cerca con Google

POCAR V. e RONFANI R., La famiglia e il diritto, Roma-Bari, 1998. Cerca con Google

POGGI M.E., Sulla determinazione dell’assegno in sede di divorzio e sulla risarcibilità dei danni non patrimoniali, in Dir. fam. pers., 1973, p. 440. Cerca con Google

POLETTI D., La dualità del sistema risarcitorio e l’unicità della categoria dei danni non patrimoniali, in Resp. civ. prev., 2009, p. 76. Cerca con Google

PONZANELLI G., Non riconoscimento dei danni punitivi nell’ordinamento italiano: una nuova vicenda, in Danno resp., 2009, p. 94. Cerca con Google

PONZANELLI G., Il danno non patrimoniale tra lettura costituzionale e tentazioni esistenziali: la parola alle sezioni unite, in Danno resp., 2008, p. 558. Cerca con Google

PONZANELLI G., I danni punitivi, in Nuova giur. civ. comm., 2008, pt. II, p. 25. Cerca con Google

PONZANELLI G., Danni punitivi? No grazie, in Foro it., 2007, pt. V, c. 1461. Cerca con Google

PONZANELLI G., La lettura costituzionale dell’art. 2059 c.c. esclude il danno esistenziale, in Danno resp., 2007, p. 316. Cerca con Google

PONZANELLI G., Il danno esistenziale e la corte di cassazione,, in Danno resp., 2006, p. 843. Cerca con Google

PONZANELLI G., Le tre voci di danno non patrimoniale: problemi e prospettive, in Danno resp., 2004, p. 5. Cerca con Google

PONZANELLI. G., La «costituzionalizzazione» dei danni punitivi: tempi duri per gli avvocati nordamericani, in Foro it., 2003, pt. IV, c. 356. Cerca con Google

PONZANELLI G., Ricomposizione dell’universo non patrimoniale: le scelte della corte di cassazione, in Danno resp., 2003, p. 829. Cerca con Google

PONZANELLI G., Art. 2059 c.c. tra esame di costituzionalità e valutazione di opportunità, in Danno resp., 2002, p. 875. Cerca con Google

PONZANELLI G., Attenzione: non è danno esistenziale, ma vera e propria pena privata, in Danno resp., 2000, p. 8. Cerca con Google

PONZANELLI. G., Responsabilità da prodotto da fumo: il «grande freddo» dei danni punitivi, in Foro it., 2000, pt. IV, c. 450. Cerca con Google

PONZANELLI. G., Il caso O.J. Simpson tra assoluzione in sede penale e condanna civilistica ai danni punitivi, in Foro it., 1997, pt. IV, c. 395. Cerca con Google

PONZANELLI G., L’incostituzionalità dei danni punitivi grossly excessive, in Foro it., 1996, pt. IV, c. 421. Cerca con Google

PONZANELLI G., Non c’è due senza tre: la corte suprema Usa salva ancora i danni punitivi, in Foro it., 1994, pt. IV, c. 92. Cerca con Google

PONZANELLI G., La responsabilità civile, Bologna, 1992. Cerca con Google

PONZANELLI G., Punitive damages e due process clause: l’intervento della corte suprema Usa, in Foro it., 1991, pt. IV, c. 235. Cerca con Google

PONZANELLI G., voce “Pena privata”, in Enc. giur. Trec., Roma, 1990, vol. XXII. Cerca con Google

PONZANELLI G., I punitive damages, il caso texano e il diritto italiano, in Riv. dir. civ., 1987, pt. II, p. 405. Cerca con Google

PONZANELLI G., Le clausole di esonero dalla responsabilità civile, 1984, Milano. Cerca con Google

PONZANELLI G., I "Punitive damages" nell' esperienza nordamericana, in Riv. dir. civ., 1983, p. 435. Cerca con Google

PORRECA P., La lesione endofamiliare del rapporto parentale come fonte di danno, in Giur. it., 2005, pt. II, c. 1633. Cerca con Google

PRINCIGALLI A.M., Nascere malfermo o non nascere: quale tutela per il nuovo nato, in Riv. crit. dir. priv., 2001, p. 67. Cerca con Google

PRINCIGALLI A.M., La responsabilità civile, in Trattato di diritto privato europeo, a cura di N. LIPARI, Padova, 2003, vol. IV, p. 477. Cerca con Google

PROCIDA MIRABELLI DI LAURO A., Il danno non patrimoniale secondo le sezioni unite. Un “de profundis” per il danno esistenziale, in Danno resp., 2009, p. 32. Cerca con Google

PROCIDA MIRABELLI DI LAURO A., Il danno ingiusto (Dall’ermeneutica “bipolare” alla teoria generale e “monocentrica” della responsabilità civile”). Parte I – Ingiustizia, patrimonialità e risarcibilità del danno nel “law in action”, in Riv. crit. dir. priv., 2003, p. 9. Cerca con Google

PROCIDA MIRABELLI DI LAURO A., Il danno ingiusto (Dall’ermeneutica “bipolare” alla teoria generale e “monocentrica” della responsabilità civile”). Parte II – Ingiustizia, patrimonialità, non patrimonialità nella teoria del danno risarcibile, in Riv. crit. dir. priv., 2003, p. 219. Cerca con Google

PROCIDA MIRABELLI DI LAURO A., L’art. 2059 c.c. va in paradiso, in Danno resp., 2003, p. 831. Cerca con Google

PROSPERI F., Rilevanza della persona e nozione di status, in Rass. dir. civ., 1997, p. 810. Cerca con Google

PROTO PISANI A., Condanna (e misure coercitive), in Foro it., 2007, pt. V, c. 1. Cerca con Google

PROTO PISANI A., La tutela giurisdizionale dei diritti della personalità: strumenti e tecniche di tutela, in Foro it., 1990, pt. V, c. 1. Cerca con Google

PUGLIATTI S., voce “Alterum non laedere”, in Enc. dir., Milano, 1958, p. 99. Cerca con Google

PUGLIESE C.B., Interesse del minore, potestà dei genitori e poteri del giudice nella nuova disciplina dell’affidamento dei figli (L. 8 febbraio 2006, n. 54), in Familia, 2006, p. 1053. Cerca con Google

QUADRI E., Affidamento dei figli e assegnazione della casa familiare: la recente riforma, in Familia, 2006, p. 395. Cerca con Google

QUERCI A., Responsabilità per violazione dei doveri coniugali, in Danno resp., 2007, p. 13. Cerca con Google

RAMACCIONI G., I c.d. danni intrafamiliari: osservazioni critiche sul recente dibattito giurisprudenziale, in Riv. crit. dir. priv., 2006, p. 175. Cerca con Google

RAMACCIONI G., Responsabilità civile e famiglia…un “idillio” che continua, in Danno resp., 2005, p. 855. Cerca con Google

RANZATTO F., Il maltrattamento dei figli: Profili penali, in Tratt. della responsabilità civile e penale in famiglia, a cura di P. CENDON, vol. II, Padova, 2004, p.1247. Cerca con Google

RAVAZZONI A., voce “Diligenza”, in Enc. giur., Roma, vol. XI. Cerca con Google

REGGIO F., La vita come danno. Alcune note in margine ad una recente sentenza in tema di “diritto a non nascere”, in Il filo delle Parche: opinioni comuni e valori condivisi nel dibattito biogiuridico, a cura di F. ZANUSO, Milano, 2009, p. 155. Cerca con Google

RENDA A., L’accertamento della maternità: anonimato materno e responsabilità per la procreazione, in Fam. dir., 2004, p. 510. Cerca con Google

RESCIGNO P., Le famiglie ricomposte: nuove prospettive giuridiche, in Familia, 2002, p. 1. Cerca con Google

RESCIGNO P., voce “Personalità (diritti della)”, in Enc. giur., Roma, 1990, vol. XXIII. Cerca con Google

RESCIGNO P., voce “Obbligazioni (Diritto privato. Nozioni generali)”, in Enc. dir., vol. XXIX, Milano, 1973, p. 133. Cerca con Google

RESCIGNO P., voce “Nascita”, in Noviss. Dig. It., Torino, 1965, vol. XI. Cerca con Google

RESCIGNO P., Immunità e privilegio, in Riv. dir. civ., 1961, pt. I, p. 415. Cerca con Google

RESCIGNO P., Il danno da procreazione, in Riv. dir. civ., 1956, p. 614. Cerca con Google

RICCIO G.M., Violazione dei doveri coniugali e risarcimento del danno, in Danno resp., 2006, p. 585. Cerca con Google

RICCIO G.M., Famiglia e responsabilità civile, in Il matrimonio. I rapporti personali, in Il diritto di famiglia nella dottrina e nella giurisprudenza, diretto da AUTORINO STANZIONE G., Torino, 2005, p. 385. Cerca con Google

RILAMPA O., Il “diritto di non nascere” e la condizione giuridica del nascituro, in Resp. civ., 2006, p. 71. Cerca con Google

RIMINI C., La violazione dei doveri familiari: verso la tutela aquiliana della serenità della famiglia?, in Resp. civ., 2006, p. 6. Cerca con Google

RIZZO V., Le fonti delle obbligazioni fra tipicità, atipicità e giudizio di meritevolezza, in Studi in onore di Davide Messinetti, a cura di F. RUSCELLO, 2008, Napoli, p. 797. Cerca con Google

RODOTÀ S., Le fonti di integrazione del contratto, 2004, Milano. Cerca con Google

RODOTÀ S., voce “Diligenza (dir. civ.)”, in Enc. dir., Milano, 1964, vol. XII. Cerca con Google

RODOTÀ S., Il problema della responsabilità civile, Milano, 1967. Cerca con Google

ROMANO M.S., Quando il troppo è troppo: verso un argine costituzionale ai danni punitivi, in Danno resp., 1997, p. 311. Cerca con Google

ROMANO M.S., Danni punitivi: controllo giudiziale di un rimedio "a rischio", in Foro it., 1995, fs. 6, c. 204. Cerca con Google

ROMANO M.S., Danni punitivi ed eccesso di deterrenza: gli incerti argini costituzionali, in Foro it., 1990, pt. IV, c. 175. Cerca con Google

ROPPO E., voce “Coniugi. I) Rapporti personali e patrimoniali tra coniugi”, in Enc. Giur., Roma, 1988, vol. VIII. Cerca con Google

ROPPO E., Il giudice nel conflitto coniugale, Bologna, 1981. Cerca con Google

ROSSELLO C., Responsabilità contrattuale ed aquiliana: il punto sulla giurisprudenza, in Contr. impr., 1996, p. 642. Cerca con Google

ROSSELLO C., Il danno evitabile, Padova, 1990. Cerca con Google

ROSSELLO C., Responsabilità contrattuale ed extracontrattuale, in La responsabilità civile, a cura di G. ALPA e M. BESSONE, in Giur. sist. dir. civ. comm., fondata da W. BIGIAVI, Torino, 1987, vol. I, p. 289. Cerca con Google

ROSSELLO C., Intorno ai rapporti tra responsabilità contrattuale e responsabilità extracontrattuale, in Giu Cerca con Google

Download statistics

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record