Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

| Crea un account

Bissacco, Cristina (2008) Il canone in dubio pro reo: tra concezione classica e moderna della prova. [Tesi di dottorato]

Full text disponibile come:

[img]
Anteprima
Documento PDF
1323Kb

Abstract (inglese)

The aim of this research is to rediscover an epistemological awareness to help understand the information principles for current criminal trials, with special reference to researching trial truth and the mechanisms that are adopted to prevent judicial errors.
The examination is divided in three chapters. The first contains a historic analysis of the canon of in dubio pro reo, from late Roman law to current day; the current formulation of the ancient canon is given by presumed innocence as given at art. 27, paragraph 2 of the Constitution, which tells the Judge how to behave in the case of doubt, and gives a clear definition of how the trial should be understood. In fact, we can see that this particular principle is acknowledged in the accusatory systems that have been imposed in those countries or moments when liberal instances circulated; however it has been refused by the inquisitorial systems, that have always reflected an authoritarian, if not absolute, power.
Presumed innocence is imposed above all as a "judgement rule", which means it becomes important when the Judge is called on to assess the proof and consequently pronounce the defendant's guilt or otherwise; this is why we considered it opportune to trace back to the origins of the question, dedicating a large part of this research - the second and third chapters - to analysing the evolution of the concept of proof in history. This excursus has shown that in legal culture two concepts of proof can be identified. The first is the traditionally defined "classic concept of proof" which was created and developed - in accusatory systems typical of ancient Greece and Republican Rome - through the theory of "signs" of the Attic orators, the Aristotelian theories, and the theorisation of status by Hermagoras, right up to the further developments brought by Roman culture to the Greek heritage. The passage has then been analysed from this concept to the one that was affirmed by applying scientific methods to legal practice. After a few brief comments on the trials by ordeal and medieval methods, which belong to the transition phase from one concept of proof to another, the modern concept of proof has been analysed, which was immediately given substance in the system of legal proof and inquisitorial type trials, characterised by their strongly rational method.
Through a comparative approach, the method was then examined that connotes the modern concept of proof in antithesis to the classic concept. In particular, evidence has been given of how there is the acceptance of a different meaning of the term probability at the basis of the distinction de qua on an epistemological level. In fact the term can have two meanings; it can designate the level of confirmation of a hypothesis relative to certain proof or the relative frequency of an event in a long series of events. The first definition was historically accepted in the classic concept, where the proof was taken as argumentum, or rather as that quid through which something that was unknown became known thanks to the argumentation. The second definition is constantly applied in the modern concept of proof, traced back to the concept of induction elaborated by Jeremy Bentham. This way we have witnessed a changing perspective and objective of the proof, through the progressive affirmation of an acceptance of probability intended as id quod plerumque accidit in objective and statistic terms, i.e. probability hypostatized to certainty. But if legal proof represented the acknowledgement at legislation level of the statistic-objective concept of probability, it is easy to understand the subsequent and absolute irrelevance of the debate phase, in purely trial terms, as it is reduced to simply reproposing the results of the research by the Public Prosecutor, the only uncontested dominus of the trial.
In the light of the two conceptions of traditionally recognised proof, this research then focused on analysing the canon of in dubio pro reo, trying to understand, through further analysis, whether the acceptance in our legal system of the principle in question, constitutes the reflection of adherence to the classic or modern conception of proof, in epistemological terms. Consequently, only when the proof is logically configured as an argumentum is there any point, on one hand, of discussing the results of the Public Prosecutor's investigations, with the aim of reviewing them in the light of the various reconstruction hypotheses suggested by the other parties in the trial; on the other hand, doubting the conclusions that are reached by a first and, eventually, a second judge, considering the defendant innocent until finally sentenced. But if, as happened in the regime of legal proof, the elements that are gathered unilaterally and in secret by the Prosecution are identified with the "facts to be proved" in relation to the believed responsibility of the person and, therefore, "certainty" regarding the prosecution thesis, the concept of doubt is not only rationally incompatible with the structure of this system generally, but it is even more so after sealing a first or second degree sentence.
At this point it would be easy to object that in a criminal trial the stakes are high because, without any false rhetoric, the judge effectively decides about a person's life, without forgetting that in criminal trials there is also a "superior" interest: that of the State to punish the criminal and protect the public from criminality. In this aspect, we could have the impression that including a classic method and epistemology in such a context is riskier than an abstract and preformed prevision of a system of regulations that control the judge's work, especially in probatory proceedings. With regards to this, it must be pointed out that if a system of free conviction contrasts with one of legal proof, it does not contrast with the legal prescription of the proof method: in the way that freedom of conviction does not mean arbitration, in the same way the legal proof method is not a synonym for inquisitorial logic. Therefore a proof method is necessary, but at the same time it must not imply a reduction of the proof to a preformed and predefined definition.
In fact, it is in the light of this tension that the presumed innocence has a cardinal role in our system. In my opinion, this principle involves numerous profiles in criminal trials and has a balancing function between inquisitorial and accusatorial instances, because of its dual connotation. At an epistemological level, the presence of doubt about a person's guilt until the final sentence is compatible with the qualification of the proof as argumentum, or rather, with a judgement that is imposed as the dialectic research for a result and not as a trial crystallisation of a result that has already been obtained elsewhere; in purely trial terms however, the canon in question is imposed as a judgement rule that tells the judge how to behave in case of doubt; if there is no proof, if it is contradictory or insufficient, the judge must absolve the person, there is no other choice. This imposition has become fixed and definite in the Criminal Procedure Code, at art. 533, paragraph 1, in the reformulated form given by art. 5 of Law no. 46 on 20 February 2006, which establishes that "the judge pronounces the sentence if the defendant is guilty of the crime beyond all reasonable doubt". Therefore on one hand this indicates that if there is any doubt the defendant is absolved - the probatory method - on the other hand, it suggests that there can be doubt in our system, with all the resulting implications at epistemological level.
Finally, the principle of presumed innocence allows, by the elaboration of a legal proof method, revaluating the application of scientific knowledge to the trial on the condition, however - which must be underlined - that the awareness of the excesses that rationality and science can lead to, delimits their effectiveness in the proof method, without any unscrupulous and dangerous attempt to extend them to the proof itself.


Statistiche Download - Aggiungi a RefWorks
Tipo di EPrint:Tesi di dottorato
Relatore:Casa, Federico
Dottorato (corsi e scuole):Ciclo 20 > Scuole per il 20simo ciclo > GIURISPRUDENZA
Data di deposito della tesi:2008
Anno di Pubblicazione:2008
Parole chiave (italiano / inglese):Prova, presunzione, innocenza, concezione, classica, moderna
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 12 - Scienze giuridiche > IUS/20 Filosofia del diritto
Struttura di riferimento:Dipartimenti > Dipartimento di Storia e Filosofia del Diritto e Diritto Canonico
Codice ID:259
Depositato il:29 Set 2008
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Bibliografia

I riferimenti della bibliografia possono essere cercati con Cerca la citazione di AIRE, copiando il titolo dell'articolo (o del libro) e la rivista (se presente) nei campi appositi di "Cerca la Citazione di AIRE".
Le url contenute in alcuni riferimenti sono raggiungibili cliccando sul link alla fine della citazione (Vai!) e tramite Google (Ricerca con Google). Il risultato dipende dalla formattazione della citazione.

1. AA.VV., Diritto processuale penale, vol. I, II ed., Milano 1996 Cerca con Google

2. ABBAGNANO N., Dizionario di filosofia, II ed., Torino 1990 Cerca con Google

3. ALESSI G., Il processo penale: profilo storico, Roma-Bari, 2001 Cerca con Google

4. ALOISI U., Manuale pratico di procedura penale, Milano, 1932 Cerca con Google

5. AMATO G., Individuo e autorità nella disciplina della libertà personale, Milano, 1976 Cerca con Google

6. AMODIO E., La tutela della libertà personale dell‘imputato nella convenzione europea dei diritti dell‘uomo, in Riv. it. dir. proc. pen., 1967, pp. 860-866; Cerca con Google

7. AMODIO E., Rovistando tra le macerie della procedura penale, in Cassazione penale, 1993, p. 294; Cerca con Google

8. AMODIO E., Il dibattimento nel nuovo rito accusatorio, in AA:VV., “Lezioni sul nuovo processo penale”, Milano 1990, pp. 193-219 Cerca con Google

9. ANDRIOLI V., Riflessioni sull‘insufficienza di prove, in Studi in onore di Torrente, 1968 Cerca con Google

10. ANTOLISEI F., Manuale di diritto penale. Parte generale, Milano, 1994 ANTONI C., Recensione a G. Calogero, in “Giornale critico della filosofia italiana”, vol. VI, Firenze 1938 Cerca con Google

11. ARISTOTELE, Retorica, introd. di Franco Montanari, testo critico, trad. e note di Marco Dorati, Milano 1996; Topici, a cura di Attilio Zadro, Loffredo, Napoli 1974 Cerca con Google

12. AUGENTI G.P., L‘onere della prova, Roma, 1932 Cerca con Google

13. BARBA M., Il nuovo processo penale: molte luci e qualche ombra, in “Giurisprudenza italiana”, 1989 Cerca con Google

14. BATTAGLINI G., Diritto penale. Parte generale, Padova, 1949 Cerca con Google

15. BECCARIA C., Dei delitti e delle pene, a cura di G.D. Pisapia, 1964 Cerca con Google

16. BELLAVISTA G., Considerazioni sulla presunzione d‘innocenza, in Il Tommaso Natale, 1973; Cerca con Google

17. BELLAVISTA G., Lezioni di diritto processuale penale, Milano 1956 Cerca con Google

18. BENVENISTE E., Il vocabolario delle istituzioni indoeuropee, I, Torino 1976 Cerca con Google

19. BERARDI A., Vincenzo Manzini. Del metodo giuridico, Napoli, 2003 Cerca con Google

20. BERTI ENRICO, Nuovi studi sulla struttura logica del discorso filosofico, Padova 1984 Cerca con Google

21. BETTIOL G., Istituzioni di diritto e procedura penale, Padova, 1966, p. 213; Cerca con Google

22. BETTIOL G., La regola «in dubio pro reo» nel diritto e nel processo penale, in Riv. it. dir. pen., 1937; Cerca con Google

23. BETTIOL G., Presunzioni e onere della prova nel processo penale, in Riv. it. dir. pen., 1936; Cerca con Google

24. BETTIOL G., Sulle presunzioni nel diritto e nella procedura penale, in Scritti giuridici, I, Padova, 1966; Cerca con Google

25. BETTIOL G., Su alcune caratteristiche giuridiche e politiche del processo penale, in “Scritti giuridici in onore di F. Carnelutti”, Padova 1950 Cerca con Google

26. BODIN J., I sei libri dello Stato, traduzione italiana a cura di Margherita Isnardi Parente, vol. I, Torino, 1964 Cerca con Google

27. BOSCO NYNFA, Perelman e il rinnovamento della retorica, Torino 1983 Cerca con Google

28. BROGGINI G., Coniectanea. Studi di diritto romano, Milano 1966 Cerca con Google

29. BURDESE A., Manuale di diritto privato romano, Torino, 1993 Cerca con Google

30. BUTTI DE LIMA PAULO, L‘inchiesta e la prova. Immagine storiografica, pratica giuridica e retorica nella Grecia classica, Piccola Biblioteca Einaudi, 1996 Cerca con Google

31. CALAMANDREI P., Il processo come giuoco in “Scritti in onore di F. Carnelutti”, Padova 1950, pp. 487-511; Cerca con Google

32. CALAMANDREI P., Il processo come giuoco in “Scritti in onore di F. Carnelutti”, Padova 1950, pp. 487-511; Cerca con Google

33. CALAMANDREI P., Introduzione a “Studi sul processo attico” di Ugo Enrico Paoli, Padova 1933, pp. X-XXVII; Cerca con Google

34. CALAMANDREI P., La crisi della giustizia, in “La crisi del diritto”, Padova 1953 Cerca con Google

35. CALASSO F., Medio evo del diritto, I - Le fonti, Milano 1954 Cerca con Google

36. CALOGERO G., La logica del giudice e il suo controllo in Cassazione, Padova 1937 Cerca con Google

37. CAPOGRASSI G., Giudizio processo scienza verità, in “Opere”, V, 1950 Cerca con Google

38. CARMIGNANI G., Teoria delle leggi della sicurezza sociale –“del giudizio, della offesa e della difesa”, tomo IV, Pisa 1832 Cerca con Google

39. CARNELUTTI F., Lezioni sul processo penale, Roma, 1946; Cerca con Google

40. CARNELUTTI F., Lezioni sul processo penale, vol. I, Roma, 1946; Cerca con Google

41. CARNELUTTI F., Prove civili e prove penali, in Studi di diritto processuale, Padova, 1925, p. 212; Cerca con Google

42. CARNELUTTI F., La morte della giustizia, in “La crisi del diritto”, Padova 1953; Cerca con Google

43. CARNELUTTI F., La prova civile, parte generale, in “Il concetto giuridico della prova”, Roma 1915 Cerca con Google

44. CARNEVALE E., L‘ideale giuridico della procedura penale (1903), in Diritto criminale, vol. III, Roma, 1932 Cerca con Google

45. CARRARA F., Il diritto penale e la procedura penale, (1873), in Opuscoli di diritto criminale, vol. V, Prato, 1881, p. 17 ss. Cerca con Google

46. CARRERI C., Acquisizioni probatorie documentali e poteri istruttori del giudice nel dibattimento, in Cassazione penale, 1992 Cerca con Google

47. CARUSO G., Paradigmi epistemologici del processo penale tra modello accusatorio ed inquisitorio, in U. Pagallo, “Testi e contesti dell‘ordinamento giuridico. Sei studi di teoria generale del diritto”, Padova, 2001 Cerca con Google

48. CAVALLA F., A proposito della ricerca della verità nel processo, estratto da “Verifiche”, anno XIII, n. 4, Trento 1984; Cerca con Google

49. CAVALLA F., La verità dimenticata. Attualità dei presocratici dopo la secolarizzazione, Padova 1996; Cerca con Google

50. CAVALLA F., La prospettiva processuale del diritto. Saggio sul pensiero di Enrico Opocher, Padova 1991; Cerca con Google

51. CAVALLA F., Voce “Topica giuridica”, in Enciclopedia del diritto, vol. XLIV, Varese 1992, pp. 720-739 Cerca con Google

52. CAVANNA A., Storia del diritto moderno in Europa, vol. I, Milano, 1982 Cerca con Google

53. CHIAVARIO M., Il pubblico ministero «organo di giustizia»?, in Riv. it. dir. proc. pen., 1971; Cerca con Google

54. CHIAVARIO M., La Convenzione europea dei diritti dell‘uomo nel sistema delle fonti normative in materia penale, Milano, 1969, p. 380 ss.; Cerca con Google

55. CHIAVARIO M., Processo e garanzie della persona, Milano, 1984, p. 247 ss. Cerca con Google

56. CICERONE, De officiis, traduzione italiana: Gli uffici e sopra di essi – commentari di giurisprudenza, di etica filosofica, di politica e di filologia, opera del marchese Andrea Luigi da Silva, Napoli, 1855 Cerca con Google

57. COHEN L. JONATHAN, Introduzione alla filosofia dell‘induzione e della probabilità. Introd. e trad. di Paolo Garbolino, Milano 1998 Commento al codice di procedura penale, a cura di Mortara, Aloisi ed altri, vol. III, 1915 Commento al codice di procedura penale, a cura di Mortara, Stoppato ed altri, vol. III, Torino, 1921 Cerca con Google

58. COMOGLIO L.P., Prove ed accertamento dei fatti nel nuovo c.p.p., in Riv. ital. dir. proc. penale, 1990, pp. 114-147 Cerca con Google

59. CONSO G. - GREVI V., Commentario breve al nuovo codice di procedura penale, Padova 1998; Cerca con Google

60. CONSO G. - GREVI V., Profili del nuovo codice di procedura penale, Padova 1990; Cerca con Google

61. CONSO G. - GREVI V., voce Accusa e sistema accusatorio, in Enciclopedia del diritto, Milano, 1958, I; Cerca con Google

62. CONSO G. - GREVI V., Compendio di procedura penale, Padova, 2003 Cerca con Google

63. CORDERO F., Guida alla procedura penale, Torino, 1986; Cerca con Google

64. CORDERO F., Procedura penale, Milano, 1993, pp. 321, 797, 829; Cerca con Google

65. CORDERO F., Riti e sapienza del diritto, Roma-Bari, 1981; Cerca con Google

66. CORDERO F., Codice di procedura penale commentato, 1991; Cerca con Google

67. CORDERO F., Linee di un processo accusatorio, in “Criteri direttivi per una riforma del processo penale”, in Atti del IV Convegno di studio “Enrico de Nicola”, Milano 1965 Cerca con Google

68. CORTE COSTITUZIONALE, sentenza 10 luglio 1973, n. 123, in Giurisprudenza Costituzionale, 1973, p. 1320 ss.; Cerca con Google

69. CORTE COSTITUZIONALE, sentenza 10 maggio 1979, n. 11, in Giurisprudenza Costituzionale, 1979, I, p. 240 ss.; Cerca con Google

70. CORTE COSTITUZIONALE, sentenza 12 luglio 1972, n. 135, in Giurisprudenza Costituzionale, 1972, p. 1376 ss.; Cerca con Google

71. CORTE COSTITUZIONALE, sentenza 14 aprile 1976, n. 88, in Giurisprudenza Costituzionale, 1976, p. 499 ss.; Cerca con Google

72. CORTE COSTITUZIONALE, sentenza 14 luglio 1971, n. 175, in Giurisprudenza Costituzionale, 1971, p. 2196 ss.; Cerca con Google

73. CORTE COSTITUZIONALE, sentenza 16 dicembre 1971, n. 202, in Giurisprudenza Costituzionale, 1971, p. 2289 ss.; Cerca con Google

74. CORTE COSTITUZIONALE, sentenza 16 giugno 1970, n. 96, in Giurisprudenza Costituzionale, 1970, p. 1147 ss.; Cerca con Google

75. CORTE COSTITUZIONALE, sentenza 18 luglio 1973, n. 147, in Giurisprudenza Costituzionale, 1973, p. 465 ss.; Cerca con Google

76. CORTE COSTITUZIONALE, sentenza 23 gennaio 1980, n. 1, in Giurisprudenza Costituzionale, 1980, p. 33 ss.; Cerca con Google

77. CORTE COSTITUZIONALE, sentenza 27 febbraio 1974, n. 42, in Giurisprudenza Costituzionale, 1974, p. 149 ss.; Cerca con Google

78. CORTE COSTITUZIONALE, sentenza 4 maggio 1970, n. 64, in Giurisprudenza Costituzionale, 1970, p. 676 ss.; Cerca con Google

79. CORTE COSTITUZIONALE, sentenza 6 luglio 1972, n. 124, in Giurisprudenza Costituzionale, 1972, p. 1325 ss. Cerca con Google

80. CORTE DI CASSAZIONE, 15 gennaio 1980, in Giustizia penale, 1980, vol. III, 461; 15 maggio 1978, Cassazione penale Mass. annot., 1979, p. 380 ss.; 20 giugno 1975, in Giustizia penale, 1975, III cc. 530-31; 26 gennaio 1988, in Foro italiano, 1989, II, 669; 27 agosto 1991, in Cassazione penale, 1992, III, p. 28 ss.; 27 marzo 1991, in Cassazione penale, 1992, p. 702 ss.; 30 aprile 1982, Filippone, in Giustizia penale, 1983, III p. 462 ss.; 7 giugno 1976, Cassazione penale Mass. annot., 1978, p. 463 ss.; S.U., 26 febbraio 1972, p.m. in c. Marchese, Cassazione penale Mass. annot., 1972 p. 1149 ss.; S.U., 6 novembre 1992, in Rivista italiana di diritto e procedura penale, 1993, p. 829 ss.; S.U., 10 luglio 2002, in Foro Italiano, 2002, II, 601; 25 novembre 2004, n. 19777, CED Cass., 231530. Cerca con Google

81. DE DOMINICIS M.A., Ancora sulla “formula dubitativa”, in Archivio Penale, 1965, I; Cerca con Google

82. DE DOMINICIS M.A., Brev. Pauli Sententiarum IV, 12, § 5 e l‘origine romano-cristiana del principio «in dubiis pro reo», in Archivio Penale, XVIII, I, 1962 Cerca con Google

83. DE FRANCISCI P., Sintesi storica del diritto romano, II ed. dell‘Ateneo, Roma 1962 Cerca con Google

84. DE LALLA P., Logica delle prove penali, Napoli 1973; Cerca con Google

85. DE LALLA P., Idee per un “complemento istruttori” del giudice nelle indagini preliminari, in Riv. ital. dir. proc. penale, XXXVII, I, 1994 Cerca con Google

86. DE LUCA G., Il sistema delle prove penali e il principio del libero convincimento nel nuovo rito, in Riv. ital. proc. penale, 1992, pp. 1255-1276 Cerca con Google

87. DE MARSICO A., Diritto penale. Parte generale, Napoli, 1937 Cerca con Google

88. DE MAURO G.B., Istituzioni di diritto processuale penale, vol. I, Roma, 1915, p. 210 Cerca con Google

89. DENTI V., Scientificità della prova e libera valutazione del giudice, in Riv. dir. proc., 1972, pp. 414-437 Cerca con Google

90. DEZZA E., Accusa e inquisizione. Dal diritto comune ai codici moderni, I, Milano 1989 Cerca con Google

91. DOMINIONI O., Le parti del processo penale, Milano, 1985 Cerca con Google

92. DOSI E., La sentenza penale di proscioglimento, Milano, 1955; Cerca con Google

93. DOSI E., Sul principio del libero convincimento del giudice nel processo penale, Milano 1957 Cerca con Google

94. ELLERO P., Opuscoli criminali, Fava e Garagnani, Bologna 1874 Cerca con Google

95. FALCONE G., Problemi di assunzione e valutazione della prova, “Ricerca, acquisizione e valutazione della prova”, in Quaderni del Consiglio Superiore della Magistratura — Incontri di studio e documentazione per i magistrati, Castelgandolfo, n. 4, 27-29 giugno 1986 Cerca con Google

96. FASSONE E., La valutazione della prova, in Manuale pratico dell‘inchiesta penale, a cura di Luciano Violante, Milano 1986; Cerca con Google

97. FASSONE E., La valutazione della prova, in fase istruttoria e in sede dibattimentale, in Quaderni del Consiglio Superiore della Magistratura, 27-29 giugno 1986, Castelgandolfo, n. 4, 27-29 giugno Cerca con Google

98. FERRAJOLI L., Diritto e ragione. Teoria del garantismo penale, IV ed., Roma-Bari, 1997 Cerca con Google

99. FERRI E., I nuovi orizzonti del diritto e della procedura penale, Bologna, 1884, p. 429 ss. Cerca con Google

100. FERRUA P., «Difesa (Diritto di)», in Digesto penale, vol. III, Torino, 1989; Cerca con Google

101. FERRUA P., Studi sul processo penale, Torino, 1992; Cerca con Google

102. FERRUA P., La sentenza costituzionale n. 255 del 1992: declino del processo accusatorio, in Riv. ital. dir. proc. penale 4, 1992, pp. 1455-1467; Cerca con Google

103. FERRUA P., I poteri probatori del giudice dibattimentale: ragionevolezza delle Sezioni unite e dogmatismo della Corte costituzionale, in Riv. ital. dir. proc. penale. XXXVII, 1994, II, pp. 1065-1084 Cerca con Google

104. FILANGERI G., La scienza della legislazione, Libro III, Capo VII, 1855 Cerca con Google

105. FIORELLI P., voce “Accusa e sistema accusatorio”, in Enciclopedia del diritto, vol. I, Varese 1958 Cerca con Google

106. FLORIAN E., Delle prove penali, I, Milano, 1924, p. 353 ss.; Cerca con Google

107. FLORIAN E., Delle prove penali, Milano, 1961, p. 75; Cerca con Google

108. FLORIAN E., Principi di diritto processuale penale, Torino, 1932, p. 88 ss. Cerca con Google

109. FORSTHOFF E., Rechtstaat im Wandel, 1964 (traduzione italiana, Milano, 1973) Cerca con Google

110. FORZA A., Il processo invisibile. Le dinamiche psicologiche nel processo penale, Marsilio 1997 Cerca con Google

111. FOSCHINI G., Sistema del diritto processuale penale, vol. I, 1965, p. 422 Cerca con Google

112. FOUCAULT M., Sorvegliare e punire. Nascita della prigione, tr. it. di A. Tarchetti, Torino 1976 Cerca con Google

113. FRAMARINO DEI MALATESTA, La logica delle prove in criminale, pref. di Brusa E., vol. I, Torino, 1895 Cerca con Google

114. FRIGO G., La formazione della prova nel dibattimento: dal modello originario al modello deformato, Giur. it., 1993, IV Cerca con Google

115. FROSALI R.A., La giustizia penale, in Commentario sistematico della Costituzione italiana, a cura di Calamandrei e Levi, vol. I, 1950; Cerca con Google

116. FROSALI R.A., Sistema penale italiano, Torino, 1958, vol. II, p. 543 ss. Cerca con Google

117. FURNO C., Contributo alla teoria della prova legale, Padova 1940 Cerca con Google

118. GABRIELI V., Codice di procedura penale, in Nuovo Digesto Italiano, vol. III, Torino, 1938 Cerca con Google

119. GALLO M., La legge penale, Torino, 1967 Cerca con Google

120. GAUDEMET J., Les ordalies au moyen age: doctrine, législation et pratique canoniques, in «Recueils de la société Jean Bodin», tomo XVII, «la preuve Il», Bruxelles 1965 Cerca con Google

121. GENTILE F. (a cura di), Politicità e positività nell‘ordinamento giuridico, 1. L‘opera del legislatore, silloge di testi per il corso di Filosofia del Diritto. Padova, 1992; Cerca con Google

122. GENTILE F. (a cura di), “Coscienza sociale” e “istituzioni” nell‘esperienza politica secondo Luigi Sturzo, Napoli: (S.n.), 1989 pp. 179-190. (Estratto da “Nord e Sud”, anno XXXVI, nuova serie, aprile-giugno 1989 n. 2); Cerca con Google

123. GENTILE F. (a cura di), “Idea giuridica e volontà imperante” nella prospettiva giusnaturalistica di Giuseppe Prisco, abate e professore napoletano di fine ottocento, Milano, 1989, pp. 180-199. (Estratto da: Studi in memoria di Giovanni Ambrosetti, tomo 1); Cerca con Google

124. GENTILE F. (a cura di), Burocrazia e principio di sussidiarietà, Forlì: la Nuova Agape, 2002, pp. 8-36. (Estratto dalla rivista: Il nuovo Areopago, Nuova Serie, anno 21, n. 1, 2002); Cerca con Google

125. GENTILE F. (a cura di), Che cosa si intende per sussidiarietà, Rimini, 1999, pp. 639-647 (Estratto da: No profit: rivista trimestrale, 5 (1999), n. 4); Cerca con Google

126. GENTILE F. (a cura di), Dichiarazioni dei diritti umani e ideologie nell‘esperienza politica contemporanea, Padova, 1988 pp. 57-64. (Estratto da: Diritti dell‘uomo e ideologie contemporanee a cura di A.M. Revedin); Cerca con Google

127. GENTILE F. (a cura di), Diritto tra consenso e forza, Padova, 2001, pp. 376-400. (Estratto da: Diritto e forze armate: nuovi impegni, a cura di S. Riondato); Cerca con Google

128. GENTILE F. (a cura di), Esperienza giuridica e secolarizzazione, Milano, 1993, pp. 18-32. (Estratto dal volume: Esperienza giuridica e secolarizzazione. A cura di D. Castellano e G. Cordini); Cerca con Google

129. GENTILE F. (a cura di), Intelligenza politica e ragion di stato, Milano, 1984; Cerca con Google

130. GENTILE F. (a cura di), L‘impegno politico dei cattolici nell‘antropologia di Luigi Sturzo, Napoli: (S.n.), 1990, pp. 1883-203. (Estratto da: “Nord e Sud”, anno XXXVII, n. 1, Nuova serie, gennaio-marzo 1990); Cerca con Google

131. GENTILE F. (a cura di), Ordinamento giuridico. Tra virtualità e realtà, Padova, 2001; Cerca con Google

132. GENTILE F. (a cura di), Ragion di Stato, Roma, 1987, pp. 469-478, in Lessico della politica, a cura di G. Zaccaria; Cerca con Google

133. GENTILE F. (a cura di), Sovranità e autonomia, Padova: (S.l.), 1994. (Padova: La GARANGOLA) pp. 42-46. (Estratto dal volume: Tra ragion di Stato e ragione dell‘uomo: contributi per una cultura della pace offerti a Luigi Gui per l‘ottantesimo compleanno); Cerca con Google

134. GENTILE F. (a cura di), Filosofia e scienza del diritto, Strumento didattico a cura di Francesco Gentile, Accademia militare, Modena l988; Cerca con Google

135. GENTILE F. (a cura di), Pensiero ed esperienza politica, III rist., Università degli Studi di Padova, Facoltà di lettere e filosofia, Padova, anno accademico 1979-80; Cerca con Google

136. GENTILE F. (a cura di), Politica aut/et statistica. Prolegomeni di una teoria generale dell‘ordinamento politico, Milano, 2003; Cerca con Google

137. GENTILE F. (a cura di), Filosofia del diritto. Le lezioni del quarantesimo anno raccolte dagli allievi, Padova, 2006 Cerca con Google

138. GEYMONAT L., Immagini dell‘uomo. Filosofia, scienza e scienze umane nella civiltà occidentale, vol. II, Garzanti, Milano 1989 Cerca con Google

139. GHIARA A., Presunzione di innocenza, presunzione di «non colpevolezza» e formula dubitativa, anche alla luce degli interventi della Corte costituzionale, in Riv. it. dir. proc. pen., 1974 Cerca con Google

140. GHISALBERTI C., Storia costituzionale d‘ Italia, 1848-1948, vol. II, Roma-Bari, 1977, p. 410 Cerca con Google

141. GIAMBRUNO S., Questioni in tema di prove nel nuovo processo penale, Giurisprudenza di merito, 1991 Cerca con Google

142. GIANNITI F., Spunti per una ricostruzione del sistema probatorio penale, in Riv. ital. dir. proc. penale, 1, 1994, pp. 77-94 Cerca con Google

143. GIL F., Prove. Attraverso la nozione di prova/dimostrazione, Milano 1990 Cerca con Google

144. GIRARD P.F., Manuale elementare di diritto romano, Milano 1909 Cerca con Google

145. GIULIANI A., Il concetto classico di prova: la prova come “argumentum” , in “Recueils de la société Jean Bodin”, tomo XVI, “La preuve I”, Bruxelles 1964; Cerca con Google

146. GIULIANI A. Il concetto di prova. Contributo alla logica giuridica, Milano 1961; Cerca con Google

147. GIULIANI A. La controversia. Contributo alla logica giuridica, Università di Pavia 1966; Cerca con Google

148. GIULIANI A. Voce ?Prova (filosofia)?, in Enciclopedia del diritto, vol. XXXVII, Varese 1988 Cerca con Google

149. GREVI V., voce Libertà personale dell‘imputato, in Enc. dir., vol. XXIV, Milano, 1974 Cerca con Google

150. GROSSO M., Luci ed ombre sulla chiamata in correità disciplinata dall‘art. 192, comma 3 cod. proc. pen. 1988, in La giustizia penale, III, 1990, pp. 219-236 Cerca con Google

151. HOBBES T., Leviatano, traduzione italiana di Gianni Micheli, Firenze, 1976 Cerca con Google

152. IACOVIELLO F.M., La motivazione della sentenza penale e il suo controllo in Cassazione, Milano 1997 Cerca con Google

153. ILLUMINATI G., La presunzione d‘innocenza dell‘imputato, Bologna, 1979; Cerca con Google

154. ILLUMINATI G., voce “Accusatorio ed inquisitorio (sistema)”, in Enciclopedia giuridica, vol. I, Roma 1991; Cerca con Google

155. ILLUMINATI G., Il nuovo dibattimento: l‘assunzione diretta delle prove, in “Le nuove disposizioni sul processo penale”, in Atti del Convegno, Perugina, 14-15 aprile 1988, Padova 1989 Cerca con Google

156. La Costituzione della Repubblica nei lavori preparatori della Assemblea Costituente, a cura della Camera dei Deputati-Segretariato generale, voll. I, IV, VI Cerca con Google

157. LEONE G., Lineamenti di diritto processuale penale, Napoli, 1956 Cerca con Google

158. LÉVY J.P., L’évolution de la preuve, des origines à nos jours, in « Recueils de la société Jean Bodin », torno XVII, «la preuve 11», Bruxelles 1965 Cerca con Google

159. LÉVY-BRUHL HENRI, La preuve judiciaire. Étude de sociologie juridique, Marcel Riviére et Cie, Paris 1964 Libero convincimento del giudice, Il) Diritto processuale penale, in Enciclopedia giuridica, vol. XVIII, Roma 1991 Cerca con Google

160. LONGHI S., Il principio della presunzione d‘innocenza nell‘organizzazione del nuovo codice di procedura penale, in Scuola positiva, 1914 Cerca con Google

161. LOZZI G., «Favor rei» e processo penale, Milano, 1968; ID., voce Favor rei, in Enc. dir., 1968, vol. XVII; Carenza o manifesta illogicità della motivazione e sindacato del giudice di legittimità, in Riv. ital. dir. proc. penale, 3, 1992, pp. 766-778 Cerca con Google

162. MALINVERNI A., Lineamenti di storia del processo penale, Torino, 1972 Cerca con Google

163. MANNARINO N., Le massime d‘esperienza nel giudizio penale e il loro controllo in Cassazione, Padova 1993 Cerca con Google

164. MANZINI V., Trattato di diritto processuale penale italiano, vol. III, a cura di G.D. Pisapia, Torino, 1970 Cerca con Google

165. MARAFIOTI L., L‘art. 507 al vaglio delle Sezioni Unite: un addio al processo accusatorio e all‘imparzialità del giudice dibattimentale, in Cassazione penale, 1993 Cerca con Google

166. MARINI G., Elementi di diritto penale. Parte generale, Torino, 1978, vol. I; Cerca con Google

167. MARINI G., Lineamenti del sistema penale, Torino, 1988, p. 201 ss. Cerca con Google

168. MARTINELLI C., Sull‘interpretazione dell‘art. 192 co. 3 c.p.p., in “La giustizia penale”, III, 1990, pp. 695-697 Cerca con Google

169. MARUCCI A., Presunzione di innocenza dell‘imputato e presunzione di inesistenza del delitto, in Giur. compl. Cassazione penale, 1949 Cerca con Google

170. MONTESQUIEU, L‘esprit des lois, traduzione italiana a cura di Sergio Cotta, Torino, 1952 Cerca con Google

171. NAPPI ANIELLO, Libero convincimento, regole di esclusione, regole di assunzione, in “Cassazione penale”, 1991, pp. 1515-1525 Cerca con Google

172. NASO E., La Costituzione italiana nella interpretazione della Corte costituzionale, in Commentario sistematico della Costituzione italiana, 1971 Cerca con Google

173. NOBILI M., Diritto alla prova e diritto di difesa nelle indagini preliminari, Giustizia penale, 1990, vol. III; Cerca con Google

174. NOBILI M., Il nuovo codice di procedura penale, in Documenti di Italia Oggi, 1992; Cerca con Google

175. NOBILI M., Spunti per un dibattito sull‘art. 27/2 Cost., in Il Tommaso Natale, Scritti in memoria di G. Bellavista, vol. II, 1978; Cerca con Google

176. NOBILI M., Il principio del libero convincimento del giudice, Milano 1974 Cerca con Google

177. NUVOLONE P., Il sistema del diritto penale, Padova, 1975, pp. 312-366 Cerca con Google

178. OPOCHER E., Lezioni di filosofia del diritto, Padova, 1953 Cerca con Google

179. ORLANDI R., Provvisoria esecuzione delle sentenze e presunzione di non colpevolezza, in Indice penale, 2000 Cerca con Google

180. PADOVANI T., Diritto penale, Milano 2006; Cerca con Google

181. PADOVANI T., Diritto penale, Milano, 1999 Cerca con Google

182. PAGALLO U., Testi e contesti dell‘ordinamento giuridico, II ed., Padova 1999 Cerca con Google

183. PAGANO F.M., Considerazioni sul processo criminale, Napoli, 1825; Cerca con Google

184. PAGANO F.M., La logica dei probabili. Per servire di teoria alle prove nei giudizi criminali (1806), Salerno 1924, XVIII Cerca con Google

185. PAGLIARO A., Massime astratte e problemi giuridici, in Mass. pen. 1983; Cerca con Google

186. PAGLIARO A., Principi di diritto penale. Parte generale, Milano, 1987 Cerca con Google

187. PATETTA F., Le ordalie, Torino 1890 Cerca con Google

188. PATTI S., Libero convincimento e valutazione delle prove, in Riv. dir. proc., 1985, pp. 481-519 Cerca con Google

189. PAULESU P.P., Presunzione di non colpevolezza, in Digesto penale, vol. IX, Torino, 1995 Cerca con Google

190. PECORELLA G., Al di là dell‘alternativa dipendenza-indipendenza: il PM tecnico dell‘investigazione, in Riv. it. dir. proc. pen., 1993; Cerca con Google

191. PECORELLA G., Il problema della formula dubitativa al lume della Costituzione italiana, in Temi, 1968; Cerca con Google

192. PECORELLA G., L‘assoluzione per insufficienza di prove, in Atti del Convegno di Trieste del 1967, Padova, 1968 Cerca con Google

193. PEIRCE C.S., Collected Papers, Harvard University Press, Cambridge 1931, tr. it. “Le leggi dell‘ipotesi”, a cura di M. A. Bonfantini-R. Grazia-G. Proni, Milano 1984 Cerca con Google

194. PERELMAN C. - OLBRECHTS-TYTECA L., Traité de 1 ‘argumentation, tome premier, Paris, 1958 Cerca con Google

195. PERELMAN C., La spécifrcité de la preuve juridique, in “Recueils de la société Jean Bodin”, tomo XIX, «La preuve IV», Bruxelles 1967; Cerca con Google

196. PERELMAN C., Logica giuridica nuova retorica, Milano 1979 Cerca con Google

197. PESSINA E., Storia delle leggi sul procedimento penale, Napoli, 1912, pp. 84 e ss. Cerca con Google

198. PISANI M., MOLARI A., PERCHIUNDO V., CORSO P., Manuale di procedura penale, Bologna, 1994 Cerca con Google

199. PISANI M., Sulla presunzione di non colpevolezza, in Foro penale, 1965; Cerca con Google

200. PISANI M., Intorno alla prova come argomentazione retorica, in Riv. dir. civ., I, anno V, Padova 1959, pp. 458-465 Cerca con Google

201. PISAPIA G.D., Lineamenti del nuovo processo penale, II ed., Padova 1989; Cerca con Google

202. PISAPIA G.D., Il segreto istruttorio nel processo penale, Milano, 1960 Cerca con Google

203. PLATONE, La Repubblica, a cura di Marino Gentile e Gianni M. Pozzo, Brescia, 1959 Cerca con Google

204. PLEBE A. – EMANUELE P., Manuale di retorica, Roma-Bari 1989 Cerca con Google

205. PLEBE A., Breve storia della retorica antica, Bari 1990 Cerca con Google

206. POPPER K., Conjectures and Refutations, 1969, tr. it. di G. PANCALDI, Congetture e confutazioni, Bologna 1972 Cerca con Google

207. PUGLIESE G., Le garanzie dell‘imputato nella storia del processo romano, in Scritti giuridici scelti, 1969; Cerca con Google

208. PUGLIESE G., Diritto penale romano, in “Il diritto romano” di V. Arangio-Ruiz, A. Guarino, G. Pugliese, parte IV, Jouvence 1980; Cerca con Google

209. PUGLIESE G., Istituzioni di diritto romano, I, Padova 1985; Cerca con Google

210. PUGLIESE G., La preuve dans le procès romain de 1 ‘époque classique, in « Recueils de la société Jean Bodin », vol. XVI, «la preuve I», Bruxelles 1964; Cerca con Google

211. PUGLIESE G., Storia della procedura civile e criminale, in “Storia del diritto italiano”, a cura di P. Del Giudice, Milano 1927 Cerca con Google

212. RANDAZZO P.M., La valutazione delle prove nel processo penale, in “Archivio penale”, 1957 Cerca con Google

213. Relazione del Ministro Guardasigilli al progetto preliminare del codice di procedura penale, in Lavori preparatori del codice penale e di procedura penale, vol. VIII, 1929 Cerca con Google

214. RIGANTI L., La presunzione di non colpevolezza: primi appunti per un‘analisi giurisprudenziale, in Indice penale, 1989 Cerca con Google

215. ROMAGNOSI G.D., Cenni sui sistemi della convinzione intima e delle prove legali, e sul calcolo degli indizi, in Opere, vol. IV, II parte, Perelli e Mariani, Milano 1842 Cerca con Google

216. ROMANO M.-GRASSO G., Commentario sistematico del codice penale, voll. I e II, Milano, 1990 Cerca con Google

217. RONCO M., Il problema della pena, Torino 1996 ROSSI M., “Potestà suppletiva” del giudice e “diritto alla prova” delle parti. Riflessioni a margine della sentenza costituzionale n. 111 del 1993, in La giustizia penale, I, 1993 pp. 367-379 Cerca con Google

218. ROUSSEAU J.J., Contratto sociale, in Opere, a cura di P. Rossi, Firenze, 1989; Cerca con Google

219. ROUSSEAU J.J., Discorso sull‘origine e i fondamenti della disuguaglianza, in Scritti politici, a cura di Maria Garin, vol. I, Bari, 1994; Cerca con Google

220. ROUSSEAU J.J., Jean Jacques Rousseau, cittadino di Ginevra, a Christophe de Beaumont, arcivescovo di Parigi, in Lettere morali, a cura di Raffaele Vitiello, Roma, 1978, pp. 25-106 Cerca con Google

221. SABATINI G., In dubio pro reo, in Novissimo Digesto Italiano, vol. VIII Cerca con Google

222. SALVIOLI G., I limiti della certezza morale nella prova criminale secondo il diritto romano, canonico e la dottrina medievale, estratto da Diritto e giurisprudenza, anno XXXI, 1916, n. 2, Napoli; Cerca con Google

223. SALVIOLI G., Le prove legali secondo la dottrina più antica, in Rivista giuridica d‘Italia, anno II, n. 1-2, 1916; Cerca con Google

224. SALVIOLI G., Storia della procedura civile e criminale, in Storia del diritto italiano, a cura di P. DEL GIUDICE, vol. III, parte 11, Milano 1927 Cerca con Google

225. SAMMARCO A.A., Sui requisiti della prova indiziaria nella nuova disciplina processuale penale, in La giustizia penale, III, 1991, pp. 273-278 Cerca con Google

226. SARACENO P., La decisione sul fatto incerto nel processo penale, Padova, 1940, p. 332 Cerca con Google

227. SCELLA A., I residuali poteri di iniziativa probatoria del giudice dibattimentale, in Riv. ital. dir. proc. penale, vol. XXXV, Milano 1992 Cerca con Google

228. SIRACUSANO D., Prova. III) Nel nuovo codice di procedura penale, in Enciclopedia giuridica, vol. XXV, Roma 1991 Cerca con Google

229. STOPPATO A., Sul fondamento scientifico della procedura penale, in Riv. pen., vol. XXXVII, 1893 Cerca con Google

230. TARUFFO M., La prova dei fatti giuridici, in Trattato di diritto civile e commerciale, III, tomo 2, sez. 1, Milano 1992; Cerca con Google

231. TARUFFO M.,Prove atipiche e convincimento del giudice, in Riv. dir. proc., 1973, pp. 389-434; Cerca con Google

232. TARUFFO M.,Studi sulla rilevanza della prova, Padova 1970 Cerca con Google

233. TESSITORE G., «Presunzione di non colpevolezza» e «presunzione d‘innocenza»: due formule equivalenti, in Il Tommaso Natale 1977 Cerca con Google

234. TOLOMEI G.P., I principi fondamentali del processo penale, Padova, 1931, p. 93 ss. Cerca con Google

235. TONINI P., Manuale di procedura penale, Milano, 2002; ID., La prova legale, III ed., Padova 1999 Cerca con Google

236. TORREBRUNO G., Ora il codice è tornato inquisitorio, in Il commento della “Guida normativa - Il Sole 24 ore – giurisprudenza”, martedì 9 giugno 1992, anno 2, n. 111 Cerca con Google

237. TOZZI A., L‘evoluzione del giudizio di fatto nel processo romano, in Riv. dir. proc. civ., I, 1940, pp. 212-229 Cerca con Google

238. TRAVERSI A., La difesa penale. Tecniche argomentative e oratorie, Milano 1995 Cerca con Google

239. UBERTIS G., Fatto e valore nel sistema probatorio penale, Milano 1979 Cerca con Google

240. VALIANTE M., Il nuovo processo penale. Principi fondamentali, 1975 Cerca con Google

241. VERDE G., voce Prova (dir. proc. civ.), in Enc. dir., vol. XXXVII, Milano, 1988 Cerca con Google

242. VERRI P., Orazione panegirica sulla giurisprudenza milanese (1763), in BECCARIA, Dei delitti e delle pene, con una raccolta di lettere e documenti relativi alla nascita dell‘opera e alla sua fortuna nell‘Europa del Settecento, a cura Venturi F., Torino, 1973, p. 132 Voce “Motivazione della sentenza penale”, in Enciclopedia del diritto, vol. XXVII, Varese 1977 Cerca con Google

243. VOENA G.P., Attività investigativa e indagini preliminari, in Digesto penale, vol. VII, Torino, 1993 Cerca con Google

244. VOLTAIRE, Commentario intorno al libro dei delitti e delle pene, par XXII, p. 645 in Scritti politici, Introduzione e commento di Fubini R., Torino, 1964 Cerca con Google

Download statistics

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record