Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

| Crea un account

Pluchino, Patrik (2010) The attentional blink: a structural or strategic limitation of the attentional system? [Tesi di dottorato]

Full text disponibile come:

[img]
Anteprima
Documento PDF
2952Kb

Abstract (inglese)

The Attentional Blink could be considered as a blind spot in perceptual awareness. This phenomenon results in a marked difficulty to identify the second of two sequential targets, that are presented in a close temporal contiguity, when these are embedded in a Rapid Serial Visual Presentation stream of distractors. The critical temporal window duration of this effect (within 200-600 ms after the presentation of the first target) depends on the time needed from the central processing of the first target. It is interesting to underly that when the temporal interval between the targets is equal to, or shorter then, 100 ms, the Attentional Blink disappears, namely the second target is identified without impairment. This effect is known as Lag-1 sparing in the sense that the second target results spared from the Attentional Blink. Crucial to the present research is the aim to investigate the role of the nature of processing carried out on targets in the Lag-1 sparing phenomenon. In a first series of experiments, 0, 1, or 2 digits (and in one case 0, 1, 2 letters) were embedded with equal probability in Rapid Serial Visual Presentation streams of letter distractors (and in one case in streams of digit distractors). In two experiments (i.e., the first and the third) participants were asked to identify the digits in some blocks of trials and to count the digits in others blocks. In one experiment (i.e., the second) the target to identify or counting were letters and the digits were distractors. In one experiment (i.e., the fourth) the counting task was replaced with a digit-sum task. In the last experiment (i.e., the fifth) the counting task was replaced by a counting task of the digits of a given parity sub-class (odd vs. even digits). Lag-1 sparing was always evident when the participants when the task was the explicit identification of the target digits. Lag-1 sparing was evident when participants were required to sum 2 digits or to count digits of a prespecified parity subclass (e.g., count just even digits). The effect was abolished when participants were asked to count the digits independent on their parity subclass. These results suggest that the occurrence of Lag-1 sparing depends on the type of mental representation that have to be generated on the basis of the target and task information. A numbers of researchers have emphatized the role of distractors intervening between successive targets as the primary determinant of the Attentional Blink. These authors argued that this phenomenon is abolished when 3 or more targets are displayed in a condition of contiguity in rapidly presented serial sequences. In a second series of experiments the present investigation delves deeper into the Lag-1 sparing issue. A multi-targets Rapid Serial Visual Presentation paradigm was employed in which 1-, 2-, 3- digit targets were embedded among letter distractors. Across the series of three experiments both, the numbers of presented targets and the temporal lag between them were manipulated. Evidence of an Attentional Blink was found in each experiment, namely targets that followed the first one in these sequences presented an impairment in the identification task, when the probability of a given target report was condizionalized on a correct response to the preceding targets. These results support and reinforce the notion that some form of capacity limitation in the encoding of targets plays a fundamental role in the elicitation and modulation of the Attentional Blink effect.

Abstract (italiano)

Il fenomeno Attentional Blink puo' essere considerato un punto debole nella consapevolezza percettiva. Tale effetto si configura come una marcata difficolta' nell'identificazione del secondo, di due stimoli target, quando questi vengono presentati in stretta contiguita' temporale, inseriti all'interno di una serie di stimoli distrattori in un paradigma sperimentale di Presentazione Visiva Seriale Rapida. La finestra temporale critica di questo fenomeno (compresa tra 200-600 ms dopo la presentazione del primo stimolo target) dipende dall'intervallo temporale richiesto al processo di elaborazione del primo stimolo target. E' interessante sottolineare che quando l'intervallo temporale tra i due stimoli target e' uguale, o inferiore, a 100 ms, l'attentional blink scompare, il risultato e' che il secondo stimolo target viene identificato correttamente. Questo effetto e' noto come Lag-1 sparing, da interpretare in questo senso, che il secondo target risulta preservato dall'Attentional Blink. Cruciale per la presente ricerca e' il proposito di investigare il ruolo della natura dell'elaborazione che viene condotta sugli stimoli targets, all'interno del fenomeno Lag-1 sparing. In una prima serie di esperimenti 0, 1, oppure due cifre target (e in un caso 0, 1, 2 lettere) venivano inserite con la medesima probabilita' all'interno di stringhe di Presentazione Visiva Seriale Rapida di lettere impiegate come distrattori (e in un caso all'interno di stringhe di cifre come distrattori). In due esperimenti (rispettivamente, il primo e il terzo) i partecipanti dovevano identificare i numeri in alcuni blocchi di prove e contare il numero di cifre in altri blocchi di prove. In un esperimento (il secondo) gli stimoli targets erano lettere, da identificare o contare, e gli stimoli distrattori erano cifre. In un esperimento (il quarto) il compito di conteggio era sostituito da un compito di somma delle cifre. Nell'ultimo esperimento (il quinto) il comptito di conteggio era sostituito da un compito di conteggio di una data sotto-classe di uguaglianza (cifre pari vs. cifre dispari). Il Lag-1 sparing era sempre presente nelle condizioni in cui ai partecipanti veniva chiesto esplicitamente di identificare le cifre. Il Lag-1 sparing era evidente quando i partecipanti dovevano sommare le due cifre o contare le cifre di una sotto-classe prespecificata (es., contare unicamente le cifre pari). L'effetto era abolito quando i partecipanti dovevano contare le cifre in modo indipendente dalla loro stessa sotto-classe. Tali risultati suggeriscono che la presenza del Lag-1 sparing dipende dalla tipologia di rappresentazione mentale che e' stata generata sulla base delle informazione proveniente dallo stimolo target e dal compito richiesto. Alcuni ricercatori hanno enfatizzato il ruolo dei distrattori, che intervengono tra due stimoli target successivi, come determinante primaria dell'Attentional Blink. Questi autori sostengono che tale fenomeno sia abolito quando 3 o piu' targets sono presentati in condizione di contiguita' all'interno di sequenze di stimoli distrattori presentate rapidamente. In una seconda serie di tre esperimenti la presente investigazione approfondisce in dettaglio la problematica Lag-1 sparing. E' stato impiegato un paradigma di Presentazione Visiva Serial Rapida con 1-, 2-, 3- cifre (stimoli target) inseriti all'interno di una serie di lettere (stimoli distrattori). Attraverso la serie di esperimenti sono stati manipolati sia il numero di stimoli target presentati sia l'intervallo temporale di presentazione di questi ultimi. La presenza di un Attentional Blink e' stata riscontrata in ciascun esperimento, gli stimoli targets che seguivano temporalmente il primo stimolo target, all'interno delle sequenze di stimoli, presentavano un prestazione deficitaria nel compito di identificazione, quando la probabilita' di un dato stimolo target era condizionata ad una corretta identificazione dei precedenti stimoli target. Tali risultati sostengono e rinforzano la nozione secondo cui alcune forme di limitazione a livello delle risorse di codifica degli stimoli target giocano un ruolo fondamentale nell'elicitare e nel modulare l'effetto di Attentional Blink.

Statistiche Download - Aggiungi a RefWorks
Tipo di EPrint:Tesi di dottorato
Relatore:Dell'Acqua, Roberto
Dottorato (corsi e scuole):Ciclo 22 > Scuole per il 22simo ciclo > SCIENZE PSICOLOGICHE > SCIENZE COGNITIVE
Data di deposito della tesi:NON SPECIFICATO
Anno di Pubblicazione:29 Gennaio 2010
Parole chiave (italiano / inglese):Attentional Blink, Lag-1 sparing, Multi-target RSVP
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 11 - Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche > M-PSI/01 Psicologia generale
Struttura di riferimento:Dipartimenti > Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione
Codice ID:2804
Depositato il:28 Ott 2010 14:29
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Download statistics

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record