Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

| Crea un account

Nicewicz, E. M. (2010) Il caso Baricco: nella trappola del postmoderno. [Tesi di dottorato]

Full text disponibile come:

[img]
Anteprima
Documento PDF
1914Kb

Abstract (inglese)

The case of Baricco: in a trap of postmodernism
The aim of this PhD dissertation is to discuss the figure of Alessandro Baricco. Undoubtedly, this writer from Turin plays a very significant role in contemporary Italian culture, even though his work and activities evoke different reactions that go from admiration to contempt. Regardless of quality evaluation of his work, the Author’s figure depicts, in a perfect way, the current literary situation. His often debatable but never insignificant initiatives are close to those seized by other contemporary writers (Sandro Veronesi, Carlo Lucarelli, Dario Voltolini, Tiziano Scarpa, just to mention a few). Some time ago, Margherita Ganeri discussed caso Eco, “the case of Eco”, and it is not an exaggeration to talk today about caso Baricco, “the case of Baricco”, both from his literary work point of view and his position as an intellectual, and to treat this author as a model of many different phenomena.
Filippo La Porta (La nuova narrativa italiana, 1999) collocates Baricco, along with Tiziano Scarpa and Aldo Busi, in the second phase of nuova narrativa italiana, “new Italian narrative” that he defines briefly as “a baroque and macaronic, glowing and pyrotechnic, capable of showing stylistic virtuosity and fullness of narration”. A few years later, his quality evaluation is in a way confirmed by Alberto Casadei (Stile e tradizione nel romanzo italiano contemporaneo, 2007) who discusses modello-Baricco, “Baricco’s model” present in Italian literature starting from the second half of the 90s. In Casadei’s opinion, it is precisely with this Turin writer that the new type of a postmodern novel, a novel that constitutes an enduring phenomenon in Italian tradition of literary best-sellers, establishes itself in Italy. It is worth mentioning that the Author knows not only how to promote his own work, but is also able to show the importance of literary creation to new types of consumers.
The writer’s activity (Baricco makes his debut as a novel writer in 1991 with Castelli di rabbia) becomes even more interesting and exemplary as a cultural case if we take into consideration the fact that it coincides exactly with the declared crisis of literary criticism, “the sunset of the intellectual”, the creation of a new reading public, the change in the publishing industry, in other words, with the transition period at the beginning of the 90s. It is precisely in this moment that we witness the entrance of “unauthorized subjects” (journalists, actors, politicians) in the literary world; as Giulio Ferroni bitterly observes, in the eyes of common readers, those subjects are true writers. What is more, it seems that literature can be attractive only if it is a featuring support for other forms of entertainment: it becomes clear that a true writer is the one who knows how to show his own image on television and Internet, the one who knows how to promote oneself.
According to Remo Ceserani, the origin of this transformation can be found in the notion of postmodernism that, as we well know, is ambiguous and equivocal when it comes to definitions. And it is exactly postmodernism, with all its characteristics, that becomes the key concept to understand and define “the case of Baricco”. His poetics (literature aimed at “embracing the world”, not understanding it), his choices of style and content (Silvia Contarini lists the following major inspirers of Baricco’s postmodern prose: heterogeneity, intertextuality, coexistence of high and pop culture, conscious and ludic recovery of the past, absence of evaluation and conceptualization), his other activities, different forms of his relationship with the readers, all of these elements find their roots and justification in postmodernism. In this particular case, the most important choices inspired by postmodern sensibility are midcult and Kitsch. The Author projects the reading as a spectacular and exciting event and that is why his narrative strategies concentrate on linguistic, syntactic and stylistic experiments. On the one hand, we witness the conviction that postmodernism is, above all, a performance and therefore, it is by the means of spectacularity that is should be told; on the other, it is precisely this “ingredient” that provokes the shift from a work of art to a simple commercial product. Consequently, the tactics chosen by Baricco in order to shun commercialization of art and its consequent easy consumption, lead him often to the highest and the most sophisticated level of mass culture, as if he were a victim of some kind of a coincidentia oppositorum or a trap sketched out by himself. His work presents itself as a abnormal consumer product that attempts to settle in the middle of the entertainment society and, in the same time, attempts to oppose to it.
It seems that much-discussed reception of Baricco’s work among critics is caused precisely by this specific position towards postmodernism. The Author who belongs to the generation of writers who are “difficult to classify”, has been the center of heated debates since the beginning of his literary activity. Especially his two first texts were a success not only among young critics, such as Luca Clerici, but also among those more known and well-established, as Maria Corti or Goffredo Fofi. Therefore, the moment when Baricco ceases to be appreciated by the critics and his books appear to be perceived as a triumph of kitsch, second-class “advertisement writing” is particularly interesting. Fofi, convinced of Baricco’s great talent, finds the reason for the decline of Baricco’s appreciation in the logic of the market, in the willingness to be seduced by a passing fad. Fofi’s thesis is somehow shared also by Casadei.
The aim of this dissertation is, therefore, to analyze and exam Baricco as a contemporary author whose work is still in progress, as a “transmedia” writer and as an interesting and controversial case of interaction between critics and writers. Undoubtedly, numerous activities conducted by the author (as a novelist, playwright, journalist, founder of a writing school, TV host, copywriter, marketing expert and literature producer, just to mention a few) do not facilitate the creation of a harmonious profile. In the present study, the period that covers the time starting from his essay debut (Il genio in fuga. Due saggi sul teatro musicale di Gioacchino Rossini, 1988), his novel debut (Castelli di rabbia, 1991) up to the pubblication of Emmaus (November 2009) will be taken into consideration. The arguments of both most severe critics (Giulio Ferroni) and those more favourable (Vittorio Spinazzola) will be reported. It is worth mentioning that whenever possible, the account of the writer’s own words will be presented, by the means of interviews (in written or radio and television broadcasts). Last but not least, also occasional sources and Internet will be referred (articles published in various newspapers and Websites: «La Repubblica», «Corriere della Sera», online literary magazines and blogs).
Baricco’s work can be divided in various phases, among which the first one, consisting in two music essays (Il genio in fuga and L’anima di Hegel e le mucche del Wisconsin), novel debut, Oceano mare and Novecento, seems to be particularly interesting and original. According to some critics, after such a promising beginning, instead of becoming a “novelist-witness” of his own time, the Author, in pursuit of success, dedicates himself to following different fashions, by appealing also to fields of interest other than literature. The present research, divided in four parts, is focused on presenting caso Baricco by collocating it in the postmodern context, emphasizing especially his non-fiction writing and studying his work in a perspective of music and philosophy. There will be no detailed analysis of narrative texts (except for the newest novel, Emmaus), as they have been already examined various times by literary critics, such as Alessandro Scarsella, Fulvio Senardi, Mario Barenghi, Nella Giannetto, Daniele Zangirolami, Claudio Pezzin, whereas the present research constitutes an attempt at casting a new, global light on Baricco’s work.
The first chapter is aimed at outlining the panorama of Italian literary criticism and publishing in the last twenty years, indispensable in order to understand correctly the role of Baricco in literature and culture in general. Little will be said of the Author, and the emphaisis shall be put on analyzing his cultural background. By the means of “social field” concept and the notion of habitus proposed by Pierre Bourdieu, the present study will focus on understanding the reasons why writers and critics take different sides in this, so-called, “cultural field”. Seen in this light, the dispute with academics (especially the one in «La Repubblica» in 2006) and Baricco’s accusations against the reality in which he himself participates, as a founder of a writing school, as an editor and even as a critic, are of salient importance. Consequently, there shall be also given an account of the present situation of criticism that is not only incapable of formulating evaluations that can be shared by both old and young generation of critics, but is also unable to approve “the new narrative”. Last but not least, transformations in literary field will be examined by analyzing the question of a change in the identification of the writer, the reader and, as a consequence, that of mingling of genres.
The second chapter opens with a short discussion of postmodernism, in which the Author will be placed, and the question of critical response to his work. Then, the biography of the writer is outlined (particular attention is paid to his philosophical and music formation, essential in order to understand his later initiatives), his public success, expressed in numerous parodies and pastiches (most sensational examples are Setola and Senza sugo by Leandro Barocco or La Giovane Holding by Vittorio Bongiorno). “Baricco-entrepreneur” plays a significant role in the present discussion, in view of the fact that he manages to modify the literary reality not only by the means of words, but especially by his other cultural activities. Therefore, there shall follow a discussion about Scuola Holden and creative writing in Italy along with the phenomenon of Fandango. The most recent debate, in «La Repubblica» in 2009, on financing cultural activities, will be also mentioned.
The third chapter concentrates on essays which, even though appreciated by the majority of critics, are nearly completely ignored in other monographic studies on Baricco. Actually, it is exactly the non-fictional writing (especially music and philosophy essays, but “journalistic” writing as well) that becomes more important and superior, in terms of quality, to fiction. Moreover, it can be considered some sort of a storehouse, necessary in order to understand Baricco’s intentions and thoughts. In consequence, we shall proceed with analyzing all non-fictional writings published by the Author, starting from Il genio in fuga (1988) to I barbari. Saggio sulla mutazione (2006). The moment in which Baricco decides to make a pact with “new readers-barbarians” and to become “an engaged intellectual”, a spokesman of new key concepts, such as globalization, mutation, entertainment society, is of particular interest.
The fourth chapter presents a collection of considerations on some aspects of Baricco’s writing. The reader shall not find a detailed analysis of narrative texts, but an attempt to reconstruct Baricco’s places and characters. To the detriment of finding numerous intertextual references (this argument shall be discussed roughly), there will be a section devoted to analyzing the elements thanks to which Baricco manages to seduce the public. Last but not least, the final part is dedicated to Emmaus, a book published recently, that places itself in the current narrative tendency, “the return to the real” and autobiographism (present in the work of authors such as Walter Siti, Mauro Covacich, Bruno Pischedda, Tiziano Scarpa) that may open a new chapter in Baricco’s work and that somehow confirms the thesis stating that his prose really represents his time.

Abstract (italiano)

Il caso Baricco: nella trappola del postmoderno
Il seguente lavoro di tesi di dottorato ha per oggetto d’indagine la figura di Alessandro Baricco. Lo scrittore torinese occupa senz’altro un posto rilevante nel panorama culturale dell’Italia contemporanea, nonostante la sua opera e le sue attività continuino a suscitare reazioni assai contrastanti che vanno dall’ammirazione al disprezzo. Indipendentemente dal giudizio di valore, la figura dell’Autore costituisce quindi un ottimo esempio per illustrare l’attuale situazione letteraria. Le sue iniziative, a volte discutibili ma non insignificanti, non sono lontane da quelle intraprese da altri autori odierni (tra cui Sandro Veronesi, Carlo Lucarelli, Dario Voltolini, Tiziano Scarpa). Se alcuni anni fa Margherita Ganeri ha parlato di un “caso Eco”, a nostro avviso, non sarebbe azzardato parlare, oggi, di un “caso Baricco” (sia per la sua produzione letteraria, sia per la posizione dell’intellettuale), intendendo cioè questo autore come esemplare di fenomeni più ampi.
Filippo La Porta (La nuova narrativa italiana, 1999) colloca l’opera di Baricco, accanto a quella di Tiziano Scarpa e di Aldo Busi, nella seconda fase della cosiddetta nuova narrativa italiana, in quella che egli, un po’ sommariamente, definisce «linea barocca e macaronica, rutilante e pirotecnica, capace di esibire virtuosismo stilistico e ricchezza di affabulazione». Il suo giudizio di valore viene in qualche modo confermato alcuni anni dopo da Alberto Casadei (Stile e tradizione nel romanzo italiano contemporaneo, 2007) che parla del “modello-Baricco” presente nella letteratura italiana dalla metà degli anni Novanta. Secondo lo studioso, è proprio con lo scrittore torinese che si afferma in Italia un nuovo tipo di romanzo postmoderno che costituisce il fenomeno più duraturo della letteratura italiana da bestseller. Occorre anche sottolineare che l’Autore non solo è abile a promuovere i propri lavori, ma anche a far riconoscere l’importanza della creazione letteraria presso i nuovi tipi di fruitori.
L’attività dello scrittore (Baricco esordisce come romanziere nel 1991 con Castelli di rabbia) risulta ancora più interessante e esemplare come caso culturale se consideriamo il fatto che essa coincide con la dichiarata crisi della critica letteraria, il “tramonto dell’intellettuale”, la nascita di un pubblico nuovo e con il cambiamento del mercato editoriale, cioè con un periodo di passaggio e trasformazione avviatosi all’inizio degli anni Novanta. È proprio in questa fase che ha luogo a esempio il crescente accesso al mondo letterario dei “non addetti”, (giornalisti, attori, politici) che, come osserva amaramente Giulio Ferroni, nella coscienza della maggior parte dei lettori comuni passano per i veri scrittori. Per di più sembra che la letteratura possa essere attraente solo in quanto supporto appendice di altre forme di intrattenimento: si rivela un vero scrittore contemporaneo solo colui che sa offrire attraverso la televisione e la Rete la propria immagine, in poche parole che è capace di autopromuoversi.
All’origine di tali cambiamenti, a dire di Remo Ceserani, si pone soprattutto la questione del postmoderno – nozione, come è noto, ambigua e sfuggente alle definizioni univoche. Ed è proprio il postmoderno, con tutte le sue caratteristiche, la nozione-chiave indispensabile per capire e definire il “caso Baricco”. È da lì che derivano la sua poetica (la letteratura fatta per “contenere il mondo”, non per conoscerlo), le sue scelte stilistiche e di contenuto (tra i principi ispiratori della prosa di Baricco di origine postmoderna Silvia Contarini elenca: eterogeneità, intertestualità, coesistenza di high e pop culture, recupero consapevole e ludico del passato, assenza di giudizio e di concettualizzazione), è lì che trovano la giustificazione tante altre attività dallo scrittore, e le forme del suo stesso rapporto con i lettori. Tra le scelte dettate dalla sensibilità postmoderna si pone soprattutto quella di ricorrere al midcult o al Kitsch. L’Autore progetta la lettura come un evento spettacolare ed emozionante perciò le strategie narrative da lui adoperate si riassumono nella sperimentazione linguistica, sintattica e stilistica. Da una parte abbiamo quindi la convinzione che la postmodernità sia innanzitutto spettacolo ed è quindi attraverso la spettacolarità che bisogna raccontarla; dall’altra è proprio questo “ingrediente” a rendere le opere d’arte prodotti commerciali puri e semplici. Di conseguenza, la tattica scelta da Baricco per evitare la mercificazione dell’arte e il suo logico facile consumo, lo porta non di rado al massimo e più raffinato grado di mercificazione, dando l’impressione che egli sia la vittima di una sorta di coincidentia oppositorum o di una trappola da lui stesso ordita. Le sue opere si presentano come prodotti di consumo anomali che tentano di situarsi nel bel mezzo della società dello spettacolo e, al contempo, di opporle resistenza.
Pare che sia proprio questa sua specifica collocazione nel postmoderno a determinare la controversa ricezione dell’opera di Baricco presso la critica. L’Autore, appartenente alla generazione degli scrittori “difficilmente classificabili”, è stato l’oggetto di polemiche sin dall’inizio della sua attività letteraria. Infatti, soprattutto i primi due testi vengono accolti favorevolmente non solo dagli esordienti critici come Luca Clerici, ma anche da quelli più affermati come Maria Corti o Goffredo Fofi. È particolarmente interessante perciò il momento in cui Baricco comincia a non essere più apprezzato dalla critica ed i suoi libri iniziano a esser definiti come il trionfo del kitsch, “scrittura pubblicitaria”, di secondo grado. Fofi, convinto che si tratti di un autore di grande talento, vede la causa del suo tramonto nell’affermazione delle logiche del mercato, nella disponibilità al lasciarsi sedurre dal fenomeno delle mode – una tesi che viene condivisa in qualche modo anche da Casadei.
Il presente studio si propone quindi di cimentarsi con un autore contemporaneo, la cui produzione è ancora in progress, con uno scrittore “transmediale” e con un caso particolarmente controverso nella ricezione e nel rapporto tra critici e scrittori. A disegnare un profilo armonico dell’Autore non aiutano sicuramente le diverse attività che lo vedono protagonista, tra cui quella di narratore, drammaturgo, firma giornalistica, ideatore di una scuola di scrittura, personaggio televisivo, ma anche di copywriter, esperto di marketing e produttore letterario. Si prenderà in considerazione il periodo che va dal suo esordio saggistico (Il genio in fuga. Due saggi sul teatro musicale di Gioacchino Rossini, 1988) e dall’esordio romanzesco (Castelli di rabbia, 1991) alla pubblicazione di Emmaus (novembre 2009). Si cercherà di dar conto sia delle ragioni dei critici più severi (Giulio Ferroni), che di quelli più aperti e favorevoli (Vittorio Spinazzola). Occorre forse notare che lì dove è stato possibile, si è tentato di far parlare lo scrittore stesso, ricorrendo soprattutto alle interviste (scritte e registrate per la radio o per la televisione). Per completare il quadro non di rado si è fatto ricorso anche alla critica d’occasione e in Rete (gli articoli pubblicati sui giornali e sui vari siti, da «La Repubblica», «Corriere della Sera», alle riviste letterarie on line e blog).
L’opera di Baricco potrebbe essere divisa in diverse fasi, di cui la più interessante e originale sembra la prima, costituita dai due saggi musicali (Il genio in fuga e L’anima di Hegel e le mucche del Wisconsin), il romanzo d’esordio, Oceano mare e Novecento. Secondo alcuni critici, dopo questo periodo promettente, invece di diventare “narratore-testimone” del proprio tempo, l’Autore ha dedicato tutte le energie a seguire le mode, (ricorrendo anche ai campi extra-letterari), in una costante caccia al successo. L’indagine, suddivisa in quattro parti, è quindi volta a presentare “il caso Baricco” collocandolo nel contesto postmoderno, privilegiando la sua saggistica, e ad esaminare le sue opere da una prospettiva musico-filosofica. Il lettore non vi troverà un’analisi dettagliata dei testi narrativi (un’eccezione è data dall’ultimo romanzo, Emmaus), studiati già in maniera approfondita dagli studiosi come Alessandro Scarsella, Fulvio Senardi, Mario Barenghi, Nella Giannetto, Daniele Zangirolami, Claudio Pezzin, bensì un tentativo di uno sguardo globale.
Nel primo capitolo si prova a tracciare un rapido panorama critico-editoriale italiano degli ultimi vent’anni, necessario, a nostro parere, per intendere bene il ruolo di Baricco per la letteratura e la cultura in generale. Vi si parla poco dell’Autore, privilegiando l’analisi dello sfondo culturale in cui egli opera. Riccorendo al concetto di “campo sociale” e alla nozione di habitus proposti da Pierre Bourdieu, si cerca di capire i moventi che spingono sia gli scrittori che i critici a prendere certe posizioni all’interno del campo culturale. Esemplare da questo punto di vista la polemica con gli accademici (soprattutto quella nata nel 2006 sulle pagine de «La Repubblica») e le accuse che Baricco continua a rivolgere al mondo di cui anche lui fa parte, in quanto ideatore della scuola di scrittura, editore e appunto critico. Per questo stesso motivo si tenta un’incursione veloce nell’universo della critica, incapace di articolare giudizi condivisi dalla vecchia come dalla giovane generazione dei critici e in difficoltà nel canonizzare la “nuova narrativa”. Indispensabile per completare il quadro è il problema delle trasformazioni che subisce il campo letterario: viene quindi affrontata la questione del cambiamento dell’identità dello scrittore, del lettore e del critico e quella della conseguente commistione tra i generi.
Il secondo capitolo si apre con una breve riflessione sul postmoderno, ambito in cui si cerca di inserire l’Autore, affrontando anche la questione della ricezione critica delle sue opere. In seguito viene tracciato il profilo biografico dello scrittore (una particolare attenzione viene dedicata alla sua formazione filosofica e musicologica che si pone di primaria importanza per capire le successive iniziative di Baricco) e la fortuna presso il pubblico, manifestatasi in numerose parodie e pastiche (di cui esempi più clamorosi sono dati da Setola e Senza sugo di Leandro Barocco e da La Giovane Holding di Vittorio Bongiorno). Un posto rilevante occupa anche la riflessione su “Baricco-imprenditore” che si è dimostrato capace di cambiare l’universo letterario non solo grazie alla parola scritta, ma soprattutto tramite altre attività intraprese. Il lettore vi troverà quindi le osservazioni sulla Scuola Holden e sul fenomeno della scrittura creativa in Italia, nonché sull’universo della Fandango. Si accennerà infine al dibattito provocato dall’Autore nel 2009, sempre sulle pagine de «La Repubblica», sui finanziamenti delle attività culturali.
Il terzo capitolo è incentrato sulla saggistica, apprezzata dalla maggior parte dei critici e ciò nonostante trascurata quasi completamente in tutti gli studi monografici su Baricco che sono stati pubblicati. Proprio la saggistica, che si rivela spesso più preziosa della narrativa e la supera dal punto di vista della qualità (soprattuto quella di carattere musico-filosofico, ma anche quella “giornalistica”), può essere considerata una sorta di retrobottega dell’autore, indispensabile per capire il suo pensiero. Da lì deriva la scelta di analizzare uno ad uno, tutti i volumi di carattere saggistico pubblicati dell’Autore, da Il genio in fuga (1988) a I barbari. Saggio sulla mutazione (2006). Particolarmente interessante pare qui il momento in cui Baricco sceglie di stringere un patto con i “nuovi lettori-barbari” e di diventare “intellettuale impegnato”, facendosi portavoce di concetti-chiave emergenti, quali globalizzazione, mutazione, società dello spettacolo.
Il quarto capitolo si propone come una raccolta di riflessioni su alcuni aspetti della narrativa di Baricco. Il lettore non vi troverà quindi la descrizione dettagliata di romanzi, bensì un tentativo di ricostruire provvisoriamente i luoghi e i personaggi baricchiani. A detrimento della ricostruzione dei numerosi riferimenti intertestuali (argomento affrontato approssimativamente), si è scelto di dedicare una sezione all’aspetto seduttivo dei testi di Baricco e quindi al suo rapporto con il pubblico. Infine l’ultima parte è riservata a Emmaus, recentemente uscito, che si iscrive nella tendenza riscontrata nella narrativa degli ultimi anni del “ritorno al reale” e all’autobiografismo (Walter Siti, Mauro Covacich, Bruno Pischedda, Tiziano Scarpa) che sembra aprire un capitolo nuovo nell’opera di Baricco e che conferma in qualche modo la tesi che la sua prosa sia molto rappresentativa per i propri tempi.

Statistiche Download - Aggiungi a RefWorks
Tipo di EPrint:Tesi di dottorato
Relatore:Zinato, E. - Ugniewska, J.
Correlatore:Ganeri, M. - Serkowska, H.
Dottorato (corsi e scuole):Ciclo 22 > Scuole per il 22simo ciclo > SCIENZE LINGUISTICHE, FILOLOGICHE E LETTERARIE > ITALIANISTICA
Data di deposito della tesi:NON SPECIFICATO
Anno di Pubblicazione:14 Settembre 2010
Informazioni aggiuntive:Tesi di dottorato in co-tutela
Parole chiave (italiano / inglese):postmoderno, Baricco, critico, filosofia, campo, letteratura
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 10 - Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche > L-FIL-LET/11 Letteratura italiana contemporanea
Struttura di riferimento:Dipartimenti > pre 2012 - Dipartimento di Italianistica
Codice ID:3189
Depositato il:17 Giu 2014 13:56
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Bibliografia

I riferimenti della bibliografia possono essere cercati con Cerca la citazione di AIRE, copiando il titolo dell'articolo (o del libro) e la rivista (se presente) nei campi appositi di "Cerca la Citazione di AIRE".
Le url contenute in alcuni riferimenti sono raggiungibili cliccando sul link alla fine della citazione (Vai!) e tramite Google (Ricerca con Google). Il risultato dipende dalla formattazione della citazione.

Riferimenti bibliografici Cerca con Google

OPERE DI ALESSANDRO BARICCO Cerca con Google

Romanzi: Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, Castelli di rabbia, Rizzoli, Milano 1991. Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, Oceano mare, Rizzoli, Milano 1993. Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, Seta, Rizzoli, Milano 1996. Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, City, Rizzoli, Milano 1999. Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, Senza sangue, Rizzoli, Milano 2002. Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, Questa storia, Fandango, Roma 2005. Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, Emmaus, Feltrinelli, Milano 2009. Cerca con Google

Wydania polskie: Cerca con Google

City, przeł. J. Ugniewska, Czytelnik, Warszawa 2000. Cerca con Google

Ocean morze, przeł. H. Kralowa, Czytelnik, Warszawa 2001. Cerca con Google

Bez krwi, przeł. H. Kralowa, Czytelnik, Warszawa 2003. Cerca con Google

Jedwab, przeł. H. Kralowa, Czytelnik, Warszawa 2004. Cerca con Google

Iliada, przeł. H. Kralowa, Czytelnik, Warszawa 2005. Cerca con Google

Zamki z piasku, przeł. H. Kralowa, Czytelnik, Warszawa 2006. Cerca con Google

Ta historia, przeł. H. Kralowa, Czytelnik, Warszawa 2007. Cerca con Google

Novecento. Monolog, przeł. H. Kralowa, Czytelnik, Warszawa 2008. Cerca con Google

Saggi: Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, Il genio in fuga. Due saggi sul teatro musicale di Gioacchino Rossini, Il Melangolo, Genova 1988 (Einaudi, Torino 1997). Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, L’anima di Hegel e le mucche del Wisconsin. Una riflessione su musica colta e modernità, Garzanti, Milano 1992. Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, Barnum. Cronache dal Grande Show, Feltrinelli, Milano 1995. Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, Barnum 2. Altre cronache dal Grande Show, Feltrinelli, Milano 1998. Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, Next. Piccolo libro sulla globalizzazione e sul mondo che verrà, Feltrinelli, Milano 2002. Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, I barbari. Saggio sulla mutazione, Fandango, Roma 2006. Cerca con Google

Teatro: Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, Novecento. Un monologo, Feltrinelli, Milano 1994. Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, Davila Roa, in LONGHI, Claudio (a cura di), Programma di sala, Black Hole, Roma 1997. Cerca con Google

Racconti: Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, La sindrome di Boodman, «Linea d’ombra», n. 125, 1997, pp. 28-32. Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, Quanto al prof. Minnemayer, in GENTILI, Moreno, In linea d’aria. Immagini di un viaggio a piedi, Feltrinelli, Milano 1999, pp. 121-123. Cerca con Google

Film: Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, MOISIO, Lucia, Partita Spagnola (1987), Dino Audino Editore, Roma 2003. Cerca con Google

Il cielo è sempre più blu (interprete, 1995), reg. di Antonio Luigi GRIMALDI. Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, JARUSSI, Oscar, Castelli di rabbia (sceneggiatura non edita). Cerca con Google

Seta (sceneggiatura, 2007), reg. di François GIRARD. Cerca con Google

Lezione 21 (sceneggiatura e regia, 2008). Cerca con Google

Totem & Reading: Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, VACIS Gabriele, VOLLI, Ugo, Totem. Letture suoni lezioni, Fandango, Roma 1999. Cerca con Google

Totem 1 e Totem 2 + videocassetta, Rizzoli, Milano 2000. Cerca con Google

Le scatole di Totem, Holden Libri, Torino 2002. Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, AIR, City Reading (Tre storie western), CD, 2003. Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, TARASCO, Roberto, VACIS, Gabriele, Totem. L’ultima tournée, Einaudi, Torino 2003 (libro Balene e sogni. Leggere e ascoltare. L’esperienza di Totem + video). Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, City reading project, Rizzoli, Milano 2003 (volume fotografico). Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, Omero. Illiade, Feltrinelli, Milano 2004. Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, MEANDRI, Illario, Tre scene da Moby Dick, Fandango, Roma, 2009. Cerca con Google

Varia: Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, A proposito del pittore Plasson, dei rebus, di quadri che urlano e altro, in VACCHETTI, Marco, Nova-Nove. Opere 1996. Catalogo della Mostra, Torino 1996. Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, Prefazione, a GUARESCHI, Giovanni, Lo Zibaldino: storie assortite vecchie e nuove, Rizzoli, Milano 1997. Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, Prefazione, a DEMICHELIS, Davide, FERRARI, Angelo, MASTO, Raffaele, SCALETTARI, Luciano (a cura di), Quel che resta del mondo. Quale ambiente regaliamo al terzo millennio?, Baldini & Castoldi, Milano 1999. Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, Zio Paperone presentato da Alessandro Baricco, Walt Disney, Rizzoli, Milano 2000. Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, SERAFINI, Francesca, TARICCO, Filippo (a cura di), Punteggiatura, Rizzoli, Milano 2001. Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, Dracula, in MORETTI, Franco (a cura di), Il romanzo. IV: Temi, luoghi, eroi, Einaudi, Torino 2003, pp. 797-809. Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, Introduzione, a FANTE, John, Chiedi alla polvere, Einaudi, Torino 2004. Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, Percepire, in LEPRI, Laura (a cura di), Panta. Scrittura creativa. La scrittura creativa raccontata dagli scrittori che la insegnano, Bompiani, Milano 2008, pp. 19-32. Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, Alessandro Baricco e Victoria Cabello incontrano Rossini, in ALFERJ, Valentina, FRANDINO Barbara (a cura di), Corpo a corpo. Interviste impossibili, Einaudi, Torino 2008, pp. 3-22. Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, La normale vita di Naing Nay, in Mondi al limite. Nove scrittori per Medici senza frontiere, Feltrinelli, Milano 2008, pp. 15-29. Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, La vera storia di Novecento, in «Topolino», n. 2737, 6 maggio 2008. Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, Prefazione, a McCARTHY Cormac, Trilogia della frontiera, Einaudi, Torino 2008. Cerca con Google

GREDER, Armin, L’isola, trad. di Alessandro Baricco, Orecchio Acerbo Editore, Roma 2008. Cerca con Google

GREDER, Armin, La città, trad. di Alessandro Baricco, Orecchio Acerbo Editore, Roma 2009. Cerca con Google

OPERE NARRATIVE Cerca con Google

AFFINATI, Eraldo, Campo del sangue, Mondadori, Milano 1997. Cerca con Google

AFFINATI, Eraldo, Soldati del 1956, Mondadori, Milano 1993. Cerca con Google

BARBERO, Alessandro, Bella vita e guerre altrui di Mr. Pyle gentiluomo, Mondadori, Milano 1995. Cerca con Google

BARBERO, Alessandro, L’ultimo rosa di Lautrec, Mondadori, Milano 2001. Cerca con Google

BARBERO, Alessandro, Poeta al comando, Mondadori, Milano 2003. Cerca con Google

BARBERO, Alessandro, Romanzo russo. Fiutando i futuri supplizi, Mondadori, Milano 1998. Cerca con Google

BAROCCO, Leandro, Senza sugo, Sperling & Kupfer Editori, Milano 2002. Cerca con Google

BAROCCO, Leandro, Setola, Sperling & Kupfer Editori, Milano 1996. Cerca con Google

BENIGNI, Roberto, Il mio Dante, Einaudi, Torino 2008. Cerca con Google

BONGIORNO, Vittorio, La giovane Holding, Comix Editore, Modena 1997. Cerca con Google

BUSI, Aldo, Il Decamerone di Giovanni Boccaccio, Rizzoli, Milano 1990. Cerca con Google

CALVINO, Italo, Il cavaliere inesistente, Einaudi, Torino 1959. Cerca con Google

CALVINO, Italo, Le città invisibili, Einaudi, Torino 1972. Cerca con Google

CALVINO, Italo, Se una notte d’inverno un viaggiatore, Einaudi, Torino 1979. Cerca con Google

CASADEI, Alberto, I flussi vitali, Editing Edizioni, Treviso 2005. Cerca con Google

CASADEI, Alberto, La domenica di questa vita, Manni, Lecce 2002. Cerca con Google

COLLOCA, Gianluca, La vita sessuale di Alessandro Baricco, Coniglio Editore, Roma 2006. Cerca con Google

COOVER, Robert, Gioco di Henry (1968), Fannuci, Roma 2002. Cerca con Google

DE CARLO, Andrea, Treno di panna, Einaudi, Torino 1981. Cerca con Google

DE CARLO, Andrea, Uccelli da gabbia e da voliera, Einaudi, Torino 1982. Cerca con Google

LARBAUD, Valery, A. O. Barnabooth. Il suo diario intimo (1913), Bookever, Roma 2005. Cerca con Google

LUPERINI, Romano, I salici sono piante acquatiche, Manni, Lecce 2002. Cerca con Google

LUPERINI, Romano, L’età estrema, Sallerio Editore, Palermo 2008. Cerca con Google

MAGRIS, Claudio, Danubio, Garzanti, Milano 1986. Cerca con Google

MAGRIS, Claudio, Illazioni su una sciabola, Garzanti, Milano 1984. Cerca con Google

MARTINELLI, Carlo, Un orso sbrana Baricco, Curcu&Genovese, Trento 2008. Cerca con Google

MELVILLE, Herman, Bartleby, lo scrivano (1853), Einaudi, Torino 2006. Cerca con Google

PEREC, Georges, La vita istruzioni per l’uso (1978), Rizzoli, Milano 2005. Cerca con Google

PISCHEDDA, Bruno, Com’è grande la città, Shake edizioni, Milano 2008. Cerca con Google

ROMANO, Alessio, Paradise for all, Fazi Editore, Roma 2005. Cerca con Google

SANTAGATA, Marco, Il maestro dei santi pallidi, Guanda, Parma 2003. Cerca con Google

SANTAGATA, Marco, Il salto degli Orlandi, Sallerio Editore Palermo, Palermo 2007. Cerca con Google

SANTAGATA, Marco, L’amore in sé, Guanda, Parma 2006. Cerca con Google

SANTAGATA, Marco, Papà non era comunista, Guanda, Parma 1996. Cerca con Google

SANTAGATA, Marco, Voglio una vita come la mia, Guanda, Parma 2008. Cerca con Google

SAVIANO, Roberto, Gomorra, Mondadori, Milano 2006. Cerca con Google

SCARPA, Tiziano, Cosa voglio da te, Einaudi, Torino 2003. Cerca con Google

SITI, Walter, Il contagio, Einaudi, Torino 2008. Cerca con Google

SITI, Walter, La magnifica merce, Einaudi, Torino 2004. Cerca con Google

SITI, Walter, Scuola di nudo, Einaudi, Torino 1994. Cerca con Google

SITI, Walter, Troppi paradisi, Einaudi, Torino 2006. Cerca con Google

SITI, Walter, Un dolore normale, Einaudi, Torino 1999. Cerca con Google

VERONESI, Sandro, Caos calmo, Bompiani, Milano 2005. Cerca con Google

VERONESI, Sandro, La forza del passato, Bompiani, Milano 2000. Cerca con Google

VERONESI, Sandro, No Man’s Land, Bompiani, Milano 2003. Cerca con Google

VERONESI, Sandro, Per dove parte questo treno allegro, Theoria, Roma 1988. Cerca con Google

VERONESI, Sandro, Ring City, Walt Disney Company Italia, Milano 2001. Cerca con Google

VONNEGUT, Kurt, Cronosisma (1997), Bompiani, Milano 1998. Cerca con Google

VONNEGUT, Kurt, Ricordando l’Apocalisse (2008), Feltrinelli, Milano 2008. Cerca con Google

VONNEGUT, Marc, Eden Express (1975), Piemme, Milano 2008. Cerca con Google

LETTERATURA CRITICA: ARTICOLI, SAGGI, STUDI Cerca con Google

«Abbiamo tutti 16 anni». Torna Baricco, «Corriere della Sera», 27 ottobre 2009, p. 43. Cerca con Google

ADORNO, Theodor, W., Filosofia della musica moderna (1949), Einaudi, Torino 1973. Cerca con Google

ADORNO, Theodor, W., Il carattere di feticcio in musica e il regresso dell’ascolto, in ID., Dissonanze (1956), Feltrinelli, Milano 1981, pp. 7-51. Cerca con Google

ADORNO, Theodor, W., Minima moralia (1951), Einaudi, Torino 1974. Cerca con Google

ADORNO, Theodor, W., Teoria estetica (1970), Einaudi, Torino 1977. Cerca con Google

AFFINATI, Eraldo, Un teologo contro Hitler. Sulle tracce di Dietrich Bonhoeffer, Mondadori, Milano 2002. Cerca con Google

AFFINATI, Eraldo, Veglia d’armi, Mondadori, Milano 1992. Cerca con Google

AFFINITA, Gustavo, Del Caos, di Google e dei Barbari invasori che son dentro di noi, «La Repubblica», 10 gennaio 2007, p. 9 (sezione: Napoli). Cerca con Google

Alessandro Baricco presenta “Emmaus”, La Repubblica Radio/Tv, 1 dicembre 2009, http://tv.repubblica.it/home_page.php?playmode=player&cont_id=39740&ref=search. Vai! Cerca con Google

AMENDOLA, Giandomenico, La città postmoderna. Magie e paure della metropoli contemporanea, Laterza, Roma-Bari 1997. Cerca con Google

AMICI, Silvia, DE BENEDETTO, Arianna, PANZARELLA, Luca, Casi editoriali. L’esordio narrativo di Alessandro Baricco: Castelli di rabbia, «Oblique», http://www.oblique.it/images/formazione/dispense/caso_baricco_castelli.pdf. Vai! Cerca con Google

ANDRUETTO, Guido, Barbari e Totem – Vacis e Baricco alla Suoneria. “Quando la tv scelse la cultura”, «La Repubblica», 20 novembre 2008, p. 18. Cerca con Google

ANTONELLI, Giuseppe, Lingua ipermedia: la parola di scrittore oggi in Italia, Manni Editore, Lecce 2006. Cerca con Google

AROSIO, Enrico, Dalla seta alla flanella, «L’Espresso», 12 settembre 2002. Cerca con Google

AUGÉ, Marc, Disneyland e altri nonluoghi (1997), Bollati Boringhieri, Torino 2000. Cerca con Google

AUGÉ, Marc, Rovine e macerie. Il senso del tempo (2003), Bollati Boringhieri, Torino 2004. Cerca con Google

BACHELARD, Gaston, Psicanalisi delle acque. Purificazione, morte, rinascita (1942), Red Edizioni, Milano 2006. Cerca con Google

BACHTIN, Michail, Le forme del tempo e del cronotopo nel romanzo (1975), in ID., Estetica e romanzo, Einaudi, Torino 1979, pp. 231-405. Cerca con Google

BALDINI, Anna, Pierre Bourdieu e la sociologia della letteratura, «Allegoria», n. 55, a. XIX, gennaio-giugno 2007, pp. 9-25. Cerca con Google

BANDETTINI, Anna, Il teatro replica a Baricco. Muti: “Gli sprechi ci sono”, «La Republica», 25 febbraio 2009. Cerca con Google

BARANELLI, Enzo, Emmaus di Alex Baricco, «Cabaret Bisanzio», 19 dicembre 2009. Cerca con Google

BARENGHI, Mario, Baricco e la nostalgia della modernità, in SPINAZZOLA, Vittorio (a cura di), Tirature ’07. Le avventure del giallo, il Saggiatore, Milano 2007, pp. 77-82. Cerca con Google

BARENGHI, Mario, Oltre il Novecento. Appunti su un decennio di narrativa (1988-1998), Marcos y Marcos, Milano 1999. Cerca con Google

BARICCO Alessandro, MAGRIS, Claudio, La civiltà dei barbari. Conversazione tra Claudio Magris e Alessandro Baricco, «Corriere della Sera», 07 ottobre 2008, pp. 44-45. Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, Basta soldi pubblici al teatro, meglio puntare su scuola e tv, «La Repubblica», 24 febbraio 2009, p. 1 (prima pagina). Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, Cari critici, ho diritto a una vera stroncatura, «La Repubblica», 1 marzo 2006. Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, “Senza sangue”. Chat con i lettori, 28 agosto 2002, ora sul sito: http://www.oceanomare.com/news/archivio/chatss/chatsenzasangue.htm. Vai! Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, “Senza sangue” un anno dopo. Chat con i lettori, 13 ottobre 2003; ora sul sito: http://www.oceanomare.com/news/archivio/chatss2003/index.htm. Vai! Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, Il ballo dei Debuttanti, «Effe. La rivista delle librerie Feltrinelli», 1995, http://www.oceanomare.com/ipsescripsit/articoli_letteratura/ballodebuttanti.htm. Vai! Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, Il cambio di scena che serve alla cultura, «La Repubblica», 4 marzo 2009, p. 1 (prima sezione). Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, Il contesto, deprecabile, «Linea d’ombra», n. 88, 1993, p. 56. Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, Le mucche del Wisconsin sono come le vecchie zie, «La Repubblica», 8 agosto 1997, p. 8. Cerca con Google

BARICCO, Alessandro, Noi ragazzi tra calcio, parole e sentimenti pensavamo che durasse per sempre, «La Repubblica», 30 gennaio 2010 (sezione: spettacoli & cultura). Cerca con Google

Baricco, nuovo romanzo si chiamerà Emmaus, «La Repubblica», 30 giugno 2009, p. 45. Cerca con Google

BARILLI, Renato, Baricco: una Emmaus senza Cristo, «L’immaginazione», n. 251, dicembre 2009, p. 28. Cerca con Google

BARTEZZAGHI, Stefano, Emmaus-Baricco e la solitudine dei nomi propri, «La Repubblica», 14 novembre 2009, p. 44. Cerca con Google

BARTHES, Roland, La morte dell’autore (1968), in ID., Il brusio della lingua. Saggi critici IV, Einaudi, Torino 1988, pp. 51-56. Cerca con Google

BAUDINO, Mario, Baricco riparte da “Emmaus”. Quasi un’autobiografia , «La Stampa.it», 27 ottobre 2009. Cerca con Google

BAUDRILLARD, Jean, America (1997), SE, Milano 2000. Cerca con Google

BAUMAN, Zygmunt, Modernità liquida (2000), Editori Laterza, Roma 2009. Cerca con Google

BELLAVIA, Elisa, La lingua di Alessandro Baricco, «Otto/Novecento», n. 1, 2001, pp. 135-168. Cerca con Google

BENEDETTI, Carla, Il tradimento dei critici, Bollati Boringhieri, Torino 2002. Cerca con Google

BENEDETTI, Carla, La necrosi delle pagine culturali, «Il primo amore», 2 marzo 2006, http://www.ilprimoamore.com/testo_75.html. Vai! Cerca con Google

BENEDETTI, Carla, Pasolini contro Calvino. Per una letteratura impura, Bollati Boringhieri, Torino 1999. Cerca con Google

BENIAMINI, Sergio, Conversazione con Luca Ronconi, Programma di sala, Roma 1997, http://www.oceanomare.com/opere/davilaroa/ronconi.htm. Vai! Cerca con Google

BENJAMIN, Walter, Angelus Novus, Einaudi, Torino 1999. Cerca con Google

BENJAMIN, Walter, Il dramma barocco tedesco (1928), Einaudi, Torino 1980. Cerca con Google

BENJAMIN, Walter, L’opera d’arte nell’epoca della sua riproducibilità tecnica (1936), Einaudi, Torino 1991. Cerca con Google

BENJAMIN, Walter, Parigi, capitale del XIX secolo. Progetti appunti e materiali 1927-1940, Einaudi, Torino 1986. Cerca con Google

BENTIVIGLIO, Leonetta, Il viaggio di Baricco nel cuore di Moby Dick, «La Repubblica», 31 ottobre 2006, p. 54. Cerca con Google

BERARDINELLI, Alfonso, FERRONI, Giulio, LA PORTA, Filippo, ONOFRI, Massimo, Sul banco dei cattivi. A proposito di Baricco e di altri scrittori alla moda, Donzelli Editore, Roma 2006. Cerca con Google

BERARDINELLI, Alfonso, Italian Style nel futuro di tutti, «Diario», n. 7, aprile 1989. Cerca con Google

BERARDINELLI, Alfonso, L’eroe che pensa. Disavventure dell’impegno, Einaudi, Torino 1997. Cerca con Google

BERARDINELLI, Alfonso, La critica libera è quella “inutile”, «Corriere della Sera», 4 maggio 2010, p. 41. Cerca con Google

BERARDINELLI, Alfonso, Nel Paese dei balocchi. La politica vista da chi non la fa, Donzelli, Roma 2001. Cerca con Google

BERMAN, Marshall, L’esperienza della modernità, Il Mulino, Bologna 1985. Cerca con Google

BERSELLI, Edmondo, Il caso Baricco, i libri e la critica come nasce un best seller, «La Repubblica», 3 marzo 2006. Cerca con Google

BERSELLI, Edmondo, L’invasione dei barbari, «La Repubblica», 20 novembre 2006, p. 37 (sezione: cultura). Cerca con Google

BIANCHI, Paolo, La strega Baricco vien di notte. Come Harry Potter, «il Giornale.it», 31 ottobre 2009. Cerca con Google

BIGNAMINI, Paolo, Basta soldi pubblici al teatro? Una provocazione che divide, «Il Sole 24 ore», 25 febbraio 2009. Cerca con Google

BONSAVER, Guido, La carne, la morte, il chewing gum nella narrativa di Baricco, «Nuova Prosa», n. 28, 2000, pp. 121-130. Cerca con Google

BOURDIEU, Pierre, Campo del potere e campo intellettuale, Edizioni Lerici, Cosenza, 1978. Cerca con Google

BOURDIEU, Pierre, Il critico, o il punto di vista dell’autore, trad. it. di Anna BALDINI, «Allegoria», n. 55, 2007, pp. 26-31. Cerca con Google

BOURDIEU, Pierre, L’illusione biografica, in ID., Ragioni pratiche, Il Mulino, Bologna 1995, pp. 71-79. Cerca con Google

BOURDIEU, Pierre, Le regole dell’arte, Il Saggiatore, Milano 2005. Cerca con Google

BRECHER, Jeremy, COSTELLO, Tim, Contro il capitale globale. Strategie di resistenza (1995), Feltrinelli, Milano 2001. Cerca con Google

BREVINI, Franco, Scrittori italiani, le mille e una città, «Corriere della Sera», 23 luglio 1999. Cerca con Google

BRUGNOLO, Stefano e MOZZI, Giulio, Ricettario di scrittura creativa, Zanichelli, Roma 2000 (I edizione: Theoria, Roma 1997/98). Cerca con Google

CALABRESE, Stefano, www.letteratura.global. Il romanzo dopo il postmoderno, Einaudi, Torino 2005. Vai! Cerca con Google

CALVINO, Italo, Lezioni americane. Sei proposte per il prossimo millennio (1985), Mondadori, Milano 2002. Cerca con Google

CALVINO, Italo, Saggi (1945-85), Mondadori, Milano 1995. Cerca con Google

CANTARUTTI, Giulia (a cura di), La scrittura aforistica, Il Mulino, Bologna 2001. Cerca con Google

CAPOZZI, Rocco, Scrittori, critici e industria culturale degli anni ’60 ad oggi, Piero Manni Editore, Lecce 1991. Cerca con Google

CAPPELLI, Rory, Baricco, Benni, Rossi – l’ultima lettura di un capolavoro, «La Repubblica», 21 novembre 2007, p. 12. Cerca con Google

CASADEI, Alberto, Stile e tradizione nel romanzo italiano contemporaneo, Il Mulino, Bologna 2007. Cerca con Google

CASES, Cesare, Il testimone secondario. Saggi e interventi sulla cultura del Novecento, Einaudi, Torino 1985. Cerca con Google

CATALDI, Pietro, LUPERINI, Romano, La scrittura e l’interpretazione. Storia della letteratura italiana nel quadro della civiltà e delle letterature dell’Occidente, Palumbo, Firenze 1999, vol. 3, tomo II. Cerca con Google

CATALUCCIO, Francesco, Il dramma dell’immaturità, Feltrinelli, Milano 2003. Cerca con Google

CATTANEO, Francesco, La folgore del terrore. La sfida dell’intellettuale nel dibattito filosofico post-11 settembre, in NOVELLO, Neil (a cura di), La sfida della letteratura. Scrittori e poeti nell’Italia del Novecento, Carocci, Roma 2004, pp. 268-286. Cerca con Google

CESARANI, Remo, Guida della letteratura, Laterza, Roma-Bari 1999, pp. VII-XXXV. Cerca con Google

CESERANI, Remo, Il canone del moderno. Il Novecento letterario: dibattito con Remo Ceserani, Giancarlo Mazzacurati, Carlo Ossola, Giulio Ferroni, in OLIVIERI, Ugo M. (a cura di), Un canone per il terzo millennio, Mondadori, 2001, pp. 194-242. Cerca con Google

CESERANI, Remo, Intellettuali liquidi o in liquidazione, in ANTONELLO, Pierpaolo, GORDON, Robert (a cura di), Postmodern Impegno. Ethics and Commitment in Contemporary Italian Culture, Peter Lang, Bern 2009, pp. 33-47. Cerca con Google

CESERANI, Remo, Raccontare il postmoderno, Bollati Boringhieri, Torino 1997. Cerca con Google

CHERCHI, Grazia, Oh, che bei Castelli, «Panorama», 3 febbraio 1991. Cerca con Google

CIAFALONI, Francesco, Americhe, «Linea d’ombra», n. 14, maggio 1986, pp. 65-68. Cerca con Google

CLERICI, Luca, Alessandro Baricco nella settima stanza, «Linea d’ombra», n. 84, 1993, pp. 23-24. Cerca con Google

CLERICI, Luca, FALCETTO, Bruno, La realtà sfuggente. Narrazioni degli anni ottanta, «Linea d’ombra», n. 14, maggio 1986, pp. 57-64. Cerca con Google

CLERICI, Luca, ZINATO, Emanuele, Su “Oceano mare” di Baricco. Una lettera e una replica, «Allegoria», n. 17, 1994, pp. 144-146. Cerca con Google

COLASANTI, Arnaldo, Novanta. Il conformismo della cultura italiana, Fazi, Roma 1996. Cerca con Google

COLONNELLI, Lauretta, Baricco narra la sua Iliade, «Corriere della Sera», 22 settembre 2004, p. 55. Cerca con Google

COMPAGNON, Antoine, Il demone della teoria (1998), Einaudi, Torino 2000. Cerca con Google

CONTARINI, Silvia, Corrente et controcorrente, «Narrativa», n. 12, 1997, pp. 27-50. Cerca con Google

CORDELLI, Franco, Il demagogo Baricco dà del tu a Omero, «Corriere della Sera», 6 ottobre 2004, p. 40. Cerca con Google

CORTELLESSA, Andrea, Reale, troppo reale, «Specchio+», novembre 2008 (n. 11/08) (http://www.nazioneindiana.com/2008/10/29/reale-troppo-reale/). Vai! Cerca con Google

CORTI, Maria, Al trotto, al galoppo, il romanzo cambia. Viaggio nell’universo delle strutture narrative degli ultimi decenni: metamorfosi e sperimentazioni degli autori italiani, «Millelibri», n. 27, 1990, pp. 78-83. Cerca con Google

CORTI, Maria, Apocalittici e snob, «La Repubblica», 19 aprile 1995, p. 31 Cerca con Google

CORTI, Maria, Tre libri, «L’immaginazione», n. 105, agosto-settembre 1993, pp. 89-93. Cerca con Google

DANCYGER, Ken e RUSH, Jeff, Il cinema oltre le regole, BUR Rizzoli, Milano 2000. Cerca con Google

DARDANO, Maurizio, Alessandro Baricco, in ID., Leggere i romanzi. Lingua e strutture testuali da Verga a Veronesi, Carocci, Roma 2008, pp. 194-197. Cerca con Google

DARDANO, Maurizio, La lingua letteraria del Novecento, in BORSELLINO, Nino, FELICI, Lucio (a cura di), Il Novecento. Scenari di fine secolo, II, Garzanti, Milano 2001, pp. 3-95. Cerca con Google

DE PIRRO, Carlo, Baricco e i suoni delle parole e dell’anima, «La Tribuna di Treviso», 29 aprile 2006, p. 50 (sezione: spettacolo). Cerca con Google

DE RIENZO, Giorgio, Quattro amici in chiesa: i ragazzi di Baricco soffocati dalla normalità, «Corriere della Sera», 6 dicembre 2009, p. 39. Cerca con Google

DEBORD, Guy, La società dello spettacolo (1967), Baldini & Castoldi, Milano 2006. Cerca con Google

DI GESÙ, Matteo, Palinsesti del moderno, Franco Angeli, Milano 2005. Cerca con Google

DI GIAMMARCO, Rodolfo, Attori-scrittori, ‘corpo a corpo’ al Valle, «La Repubblica», 5 ottobre 2008. Cerca con Google

DI GIAMMARCO, Rodolfo, Baricco. Nel suo Moby Dick vortici, abissi, furore e una sfida all’ignoto, «La Repubblica», 29 ottobre 2006, p. 16. Cerca con Google

DI STEFANO, Paolo, Baricco e gli attacchi dei gesuiti “La critica ha perso la sua missione”, «Corriere della Sera», 19 aprile 2010, p. 28. Cerca con Google

DI STEFANO, Paolo, Baricco: il nuovo, istruzioni per l’uso, «Corriere della Sera», 21 luglio 1993, p. 29. Cerca con Google

DONNARUMMA, Raffaele, E se facessimo sul serio, «Nazione indiana», 31 ottobre 2008, http://www.nazioneindiana.com/2008/10/31/quid-credas-allegoria/. Vai! Cerca con Google

DONNARUMMA, Raffaele, Nuovi realismi e persistenze postmoderne: narratori italiani di oggi, «Allegoria», n. 57, 2008, pp. 26-54. Cerca con Google

DOUBROVSKY, Serge, Autobiographie/ Verité/ Psychanalyse, in ID., Autobiographie. De Corneille à Sartre, PUF, Paris 1988, pp. 61-79. Cerca con Google

DOUBROVSKY, Serge, in TURCZYN, Anna, Fikcja wydarzeń ściśle rzeczywistych. Rozmowa z Sergem Doubrovskim (Finzione degli avvenimenti e dei fatti strettamente reali. Intervista a Serge Doubrovky), «Teksty drugie», n. 5/2005, pp. 201-213. Cerca con Google

DRAGO, Marco, Intervista ad Alessandro Baricco, «Maltese narrazioni», ottobre 1993, http://www.maltesenarrazioni.it/maltese3/index.php. Vai! Cerca con Google

DROIT, Roger-Pol, Généalogie des barbares, Odile Jacob, Paris 2007. Cerca con Google

ECO, Umberto, Postille a “Il nome della rosa”, «Alfabeta», 6, 49, pp. 19-22, poi in ID., Il nome della rosa, Bompiani, Milano 1994, pp. 507-33. Cerca con Google

ECO, Umberto, Apocalittici e integrati (1964), Bompiani, Milano 1990. Cerca con Google

ECO, Umberto, I ventun modi di non pubblicare un libro, Bompiani, Milano 1991. Cerca con Google

ELLER, Franca, Magris: la scrittura, illuminazione di un attimo, l’intervista a Claudio Magris, 1999, http://www.nonluoghi.info/old/magris.html. Vai! Cerca con Google

Fandango si fa largo. Con Baricco e Lucarelli, «RomaOne.it», 9 febbraio 2005. Cerca con Google

FARKAS, Alessandra, Stroncata in Usa l’«Iliade» di Baricco, «Corriere della Sera», 15 settembre 2006, p. 57. Cerca con Google

FAZIO, Fabio, Che tempo che fa con Alessandro Baricco, 7 novembre 2009, www.chetempochefa.rai.it. Vai! Cerca con Google

FERRETTI, Gian Carlo, Storia dell’editoria letteraria in Italia. 1945-2003, Einaudi, Torino 2004. Cerca con Google

FERRONI, Giulio, Caro Baricco, io la recensisco ma lei non mi legge, «La Repubblica», 2 marzo 2006. Cerca con Google

FERRONI, Giulio, Dopo la fine. Sulla condizione postuma della letteratura, Einaudi, Torino 1996. Cerca con Google

FERRONI, Giulio, I confini della critica, Alfredo Guida Editore, Napoli 2005. Cerca con Google

FERRONI, Giulio, Pista riciclabile, «Giudizio Universale», n. 8/ 2005. Cerca con Google

FERRONI, Giulio, Scritture a perdere. La letteratura negli anni zero, Laterza, Roma-Bari 2010. Cerca con Google

FERRONI, Giulio, Vassalli, un uomo contro il postumano, «L’Unità», 26 febbraio 2006, p. 22. Cerca con Google

FINOS, Arianna (a cura di), Io, il maestro, Beethoven. Intervista ad Alessandro Baricco, Repubblica Radio Tv, 14 ottobre 2008, http://tv.repubblica.it/home_page.php?playmode=player&cont_id=25132&ref=search. Vai! Cerca con Google

FIORI, Cinzia, Ballando con i sogni nei Castelli di Baricco, «Corriere della Sera», 17 febbraio 2003, p. 23. Cerca con Google

FIORI, Cinzia, Baricco. Un mondo di seta, secondo le Lezioni di Calvino, «Corriere della Sera», 17 febbraio 1998, p. 27. Cerca con Google

FIORI, Cinzia, Chi ha paura degli anni Novanta, «Corriere della Sera», 28 novembre 1998, p. 33. Cerca con Google

FOFI, Goffredo, Di decennio in decennio, in ID., Sotto l’ulivo. Politica e cultura negli anni ‘90, Minimum fax, Roma 1998, pp. 75-87. Cerca con Google

FOFI, Goffredo, L’ultimo Baricco: nessuna rivelazione sulla strada di “Emmaus”, «Tiscali Italia», 5 novembre 2009, http://notizie.tiscali.it/articoli/collaboratori/fofi/09/11/baricco-nessuna-rivelazione-78945.html. Vai! Cerca con Google

FOFI, Goffredo, La noiosa “Lezione Ventuno” di Baricco: Beethoven secondo la miseria del post-moderno, «Il Messaggero», 17 ottobre 2008. Cerca con Google

FOFI, Goffredo, Prefazione a Partita spagnola, Dino Audino Editore, Roma 2003, pp. 5-7. Cerca con Google

FOFI, Goffredo, Sotto l’ulivo. Politica e cultura negli anni ‘90, Minimum fax, Roma 1998. Cerca con Google

FOFI, Goffredo, Tutti matti a Quinnipax. Il romanzo d’esordio di Sandro Baricco, «Linea d’ombra», n. 59, aprile 1991, pp. 27-28. Cerca con Google

FORTINI, Franco, L’«autentico» è un’illusione (1987), in ID., Un dialogo ininterrotto. Interviste 1952-1994, Bollati Boringhieri, Torino 2003. Cerca con Google

FORTINI, Franco, Nel felice caos dei linguaggi, «Corriere della sera», 21 agosto 1988. Cerca con Google

FOUCAULT, Michel, Le eterotopie, in ID., Utopie. Eterotopie (1966), Edizioni Cronopio, Napoli 2006, pp. 11-28. Cerca con Google

FOUCAULT, Michel, Spazi altri: i luoghi delle eterotopie, Mimesis Edizioni, Milano 2001. Cerca con Google

FUMAROLA, Silvia, Baricco: “Vi farò divenatare melomani”, «La Repubblica», 28 agosto 2008. Cerca con Google

FUSCO, Maria Pia (a cura di), La finestra di Baricco, RepubblicaRadioTv, 27 ottobre 2008, http://tv.repubblica.it/home_page.php?playmode=player&cont_id=25604&ref=search. Vai! Cerca con Google

FUSINI, Nadia, Le metamorfosi di Moby Dick, «La Repubblica», 6 maggio 2009, p. 49. Cerca con Google

GALASSINI, Loredana (a cura di), Loredana Galassini intervista Giovanni Arduino, «Eseresi», http://www.eseresi.it/interviste/arduino_int.htm. Vai! Cerca con Google

GALIMBERTI, Umberto, Il sogno, la rabbia, il globo, «La Repubblica», 19 marzo 2002, p. 42 (sezione: cultura). Cerca con Google

GANERI, Margherita, Il “caso” Eco, Palumbo, Palermo 1991. Cerca con Google

GANERI, Margherita, Postmodernismo, Editrice Bibliografica, Milano 1998. Cerca con Google

GARGIULO, Giuseppe, Esercizi di stile. Baricco giornalista sportivo, «Narrativa», n. 20/21, 2001, pp. 263-282. Cerca con Google

GARRONE, Nico, Vi racconto Novecento, «La Repubblica», 13 ottobre 1994, p. 41. Cerca con Google

GENETTE, Gérard, Soglie. I dintorni del testo (1987), Einaudi, Torino 1989. Cerca con Google

GIANNETTO, Nella, “Oceano mare” di Baricco: molteplicità, emozioni, confini tra Calvino e Conrad, Arcipelago Edizioni, Milano 2002. Cerca con Google

GIOVANARDI, Stefano, I segreti della locanda Almayer, «La Repubblica», 7 gennaio 2003, p. 38 (sezione: cultura). Cerca con Google

GIRARDI, Enrico, Finisce tra i fischi il «Flauto» di Baricco, «Corriere della Sera», 14 dicembre 2006, p. 57. Cerca con Google

GIVONE, Sergio, Il mondo è diventato favola?, in CASADEI, Alberto (a cura di), Spazi e confini del romanzo. Narrative tra Novecento e Duemila, Pendagron, Bologna 2002, pp. 129-136. Cerca con Google

GNOLI, Antonio, Alessandro Baricco: Se il mondo cambia vertiginosamente, «La Repubblica», 21 novembre 2006, p. 42 (sezione: cultura). Cerca con Google

GRAMELLINI, Massimo, Non sparate su Baricco, «La Stampa», 9 dicembre 2006. Cerca con Google

GRASSO, Aldo, È mezzanotte. Sulla cultura di Raitre, «Corriere della Sera», 28 novembre 1997, p. 35. Cerca con Google

GUACCI, Rosaria e MIORELLI, Bruna (a cura di), Come scrivere. Guida per aspiranti scrittori, Zelig editore, Milano 1999. Cerca con Google

HUTCHEON, Linda, A poetics of postmodernism, Routledge, London-New York 1987. Cerca con Google

Intervista ad Alessandro Baricco. Ma quante scoperte: il greco, le ragazze e un ascensore rotto, «La Repubblica», 27 novembre 2001. Cerca con Google

Intervista ad Alessandro Baricco. Scrivere, leggere e pensare al computer, «MediaMente», Torino, 21 aprile 1997, http://www.mediamente.rai.it/home/bibliote/intervis/b/baricco.htm. Vai! Cerca con Google

IOVINELLI, Alessandro, L’autore e il personaggio. L’opera metabiografica nella narrativa degli ultimi trent’anni, Rubettino, Soveria Mannelli 2004. Cerca con Google

JAMESON, Fredric, Il postmoderno, o la logica culturale del tardo capitalismo (1984), Garzanti, Milano 1989. Cerca con Google

JANSEN, Monica, Il dibattito sul postmoderno in Italia, Franco Cesati Editore, Firenze 2002. Cerca con Google

JANSEN, Monica,“Il vero spettacolo è un altro”: lo slittamento della cronaca secondo Baricco e Veronesi, in BOVO-ROMŒUF, Martine, RICCIARDI, Stefania (a cura di), Frammenti d’Italia. Le forme narrative della non-fiction 1990-2005, Franco Cesati Editore, Firenze, 2006, pp. 89-103. Cerca con Google

KLEIN, Naomi, No logo. Economia globale e nuova contestazione (2000), Baldini & Castoldi, Milano 2001. Cerca con Google

KOWALSKI, Krzysztof, KRZAK, Zygmunt, Tezeusz w labiryncie (Teseo nel labirinto), Eneteia, Warszawa 2003. Cerca con Google

LA PORTA, Filippo, L’autoreverse dell’esperienza. Euforie e abbagli della vita flessibile, Bollati Boringhieri, Torino 2004. Cerca con Google

LA PORTA, Filippo, La nuova narrativa italiana. Travestimenti e stili di fine secolo, Bollati Boringhieri, Torino 1999, pp. 80-114. Cerca con Google

LA PORTA, Filippo, LEONELLI, Giuseppe, Dizionario della critica militante. Letteratura e mondo contemporaneo, Bompiani, Milano 2007. Cerca con Google

La Scuola Holden: una palestra per storyteller. Un’intervista con Savina Neirotti, 3 giugno 2008, dal sito WUZ Cultura & Spettacolo, http://www.wuz.it/intervista/2248/savina-neirotti-scuola-holden.html. Vai! Cerca con Google

LARCAN, Laura, Baricco riscopre Moby Dick. “Ecco a voi il cuore del romanzo”, «La Repubblica», 20 novembre 2007. Cerca con Google

LASTELLA, Aldo, Baricco & Vacis, lezione di fine secolo, «La Repubblica», 18 febbraio 1998, p. 38. Cerca con Google

LASTELLA, Aldo, Ostia Antica, tifo da stadio per il Totem di Baricco, «La Repubblica», 29 giugno 2001, p. 1. Cerca con Google

LAVAGETTO, Mario, Eutanasia della critica, Einaudi, Torino 2005. Cerca con Google

LAZZARIN, Stefano, Bartleby, Barnabooth, Bartlebooth, Bartleboom. Baricco e il grande oceano delle storie, «Narrativa», 16, 1999, pp. 143-165. Cerca con Google

Le top five, «La Repubblica», 14 novembre 2009, p. 14, sezione: Napoli. Cerca con Google

Le top five, «La Repubblica», 28 novembre 2009, p. 18, sezione: Napoli. Cerca con Google

LEJEUNE, Philippe, Il patto autobiografio (1975), Il Mulino, Bologna 1986. Cerca con Google

LEPRI, Laura (a cura di), Panta. Scrittura creativa. La scrittura creativa raccontata dagli scrittori che la insegnano, Bompiani, Milano 2008. Cerca con Google

LEPRI, Laura, Adottati a scuola. La scrittura creativa di massa, in SPINAZZOLA, Vittorio (a cura di), Tirature ’09. Milano-Napoli. Due capitali mancate, il Saggiatore, Milano 2009, pp. 129-133. Cerca con Google

LOBATO, Marta, “Seda” es un desafìo, «El Mundo», 15 giugno 1998. Cerca con Google

LORENZETTI, Luca, Un posto per scrivere. Indagine sulla scrittura creativa in Italia, Prospettiva Editrice, Civitavecchia 2001. Cerca con Google

LUKÁCS, György, Il dramma moderno, SugarCo, Milano 1976. Cerca con Google

LUPERINI, Romano, Breviario di critica, Alfredo Guida Editore, Napoli 2002. Cerca con Google

LUPERINI, Romano, L’età estrema. Il retro più oscuro e problematico di un verso rappresentato da «L’incontro e il caso», sul sito di Palumbo Editore, 16 gennaio 2008, http://luperini.palumboeditore.it:8080/luperini_site/blog/archive/2008/01/16/let-estrema/view. Vai! Cerca con Google

LUPERINI, Romano, La fine del postmoderno, Alfredo Guida Editore, Napoli 2005. Cerca con Google

LUPI, Giordano, Quasi quasi faccio anch’io un corso di scrittura. Manuale per difendersi dagli scrittori inutili, Nuovi Equilibri, Viterbo 2004. Cerca con Google

MACCHERINI, Mario, Carla Benedetti, Coniglio Editore Roma, 2007. Cerca con Google

MATKOVIĆ, Roberta, Le sette ottave dell’oceano, in AA VV, I mari di Niccolò Tommaseo e altri mari. Atti del convegno internazionale di studi nel bicentennario della nascita di Niccolò Tommaseo, Zagabria, 4-5 ottobre 2002, FF Press, Zagabria 2004, pp. 498-505. Cerca con Google

MONTANARI, Marco, Baricco e la crisi della repubblica delle lettere in Italia, «Progetto Babele», 2006, http://www.progettobabele.it/rubriche/showrac.php?ID=2727. Vai! Cerca con Google

MORESCO, Antonio, Lettere a nessuno, Bollati Borringhieri, Torino 1997. Cerca con Google

MORESCO, Antonio, Quel lato bambino di Baricco, «La Repubblica», 8 marzo 2006, p. 50. Cerca con Google

MURA, Gianni, Bravissimo: purtroppo è olandese, «La Repubblica», 15 maggio 1994, p. 26 (sezione: sport). Cerca con Google

Nic. Narrazioni in corso. Laboratorio a fumetti sul raccontare storie, BUR Rizzoli, Milano 2005. Cerca con Google

NOVELLI, Massimo, Baricco in versione editor, «La Repubblica», 3 dicembre 2000, p. 52. Cerca con Google

NOVELLI, Massimo, C’è un cadavere alla Holden, «La Repubblica», 9 ottobre 2005, p. 1 (sezione di Torino). Cerca con Google

OLIVERO, Dario, Arrivano Baricco e Lucarelli, il “dream team” della Fandango, «La Repubblica», 9 febbraio 2005. Cerca con Google

ONELLI, Daniela, Il Totem di Baricco Sonic Youth e i Carmina Burana, «La Repubblica», 5 giugno 2001, p. 12. Cerca con Google

ONOFRI, Massimo, La ragione in contumacia. La critica militante ai tempi del fondamentalismo, Donzelli Editore, Roma 2007. Cerca con Google

ORWELL, George, Nel ventre della balena, Bompiani, Milano 1996. Cerca con Google

PACCAGNINI, Ermanno, Letteratura e giornalismo, in BORSELLINO, Nino, FELICI, Lucio (a cura di), Storia della letteratura italiana, t. XI, Il Novecento***. Scenari di fine secolo, Garzanti, Milano 2001, pp. 499-559. Cerca con Google

PALANDRI, Enrico, Alessandro Baricco e Hanif Kureishi, in ID., FORTUNATO, Mario (a cura di), Panta. Italia fantastica, Bompiani, Milano 2004, pp. 78-101. Cerca con Google

PANDOLFI, Alessandro (a cura di), Archivio Foucault. Interventi, colloqui, interviste, Feltrinelli, Milano 1998. Cerca con Google

PAPPALARDO, Dario, Il mio «Novecento» stile Disney. Intervista ad Alessandro Baricco, «La Repubblica», 7 maggio 2008. Cerca con Google

PAPUZZI, Alberto, Cantami, o Sandro, l’ira funesta. Baricco porta in scena l’Iliade, «La Stampa», 1 ottobre 2004. Cerca con Google

PAPUZZI, Alberto, Letteratura e giornalismo, Laterza, Roma-Bari 1998. Cerca con Google

PARENTE, Massimiliano, A “Emmaus” riappare Baricco. È il nuovo profeta del bamboccismo letterario, «il Giornale.it», 12 novembre 2009. Cerca con Google

PARISET, Paola, Baricco: l’Iliade per tutti, «Il Giornale d’Italia», 22 settembre 2004. Cerca con Google

PASOLINI, Pier Paolo, Descrizioni di descrizioni (1979), Garzanti, Milano 2006. Cerca con Google

PASOLINI, Pier Paolo, Empirismo eretico (1972), Garzanti, Milano 2000. Cerca con Google

PASOLINI, Pier Paolo, Lettere luterane. Il progresso come falso progresso (1976), Einaudi, Torino 2003. Cerca con Google

PASOLINI, Pier Paolo, Scritti corsari (1975), Garzanti, Milano 2001. Cerca con Google

PASTI, Daniela, Le passioni di Pickwick. Intervista ad Alessandro Baricco, «La Repubblica», 27 luglio 1994, p. 27. Cerca con Google

PAVOLINI, Lorenzo (a cura di), Le interviste impossibili. Ottantadue incontri d’autore messi in onda da Radio Rai (1974-1975), Donzelli, Roma 2006. Cerca con Google

PERISSINOTTO, Alessandro, Gli attrezzi del narratore. Modi di costruire storie, da Joyce a Dylan Dog, BUR Rizzoli, Milano 2005. Cerca con Google

PERISSINOTTO, Alessandro, Sul banco dei cattivi. A proposito di Baricco e di altri scrittori alla moda. Recensione de «L’Indice», «L’Indice dei libri del mese», n. 12, a. XXIII, p. 33. Cerca con Google

PETTENER, Emanuele, Il Baricco ferito, «Vibrisse, bollettino di letture e scritture», marzo 2006, http://www.vibrissebollettino.net/archives/2006/03/il_baricco_feri.html. Vai! Cerca con Google

PEZZIN, Claudio, Alessandro Baricco, Cierre Edizioni, Sommacampagna 2001. Cerca con Google

PIAZZA, Giovanni, Naufraghi del nulla. Baricco e la filosofia, Guida, Napoli 2007. Cerca con Google

PICCINNI, Flavia, Intervista a Gianluca Colloca, «Lo schermo», 7 settembre 2007, http://www.loschermo.it/articolo.php?idart=1593. Vai! Cerca con Google

PISCHEDDA, Bruno, Il romanzo: la pienezza del postmoderno, in SPINAZZOLA, Vittorio (a cura di), Tirature ’04. Che fine ha fatto il postmoderno, il Saggiatore, Milano 2004, pp. 25-33. Cerca con Google

PLACIDO, Beniamino, Baricco folletto delle lettere, «Le Repubblica», 12 aprile 1994, p. 39. Cerca con Google

POLACCO, Marina, L’intertestualità, Laterza, Roma-Bari 1998. Cerca con Google

PUCCI, Enrico, Baricco: la bellezza delle parole contro la guerra, 18 agosto 2005, http://www.unimondo.org/Notizie/Baricco-la-bellezza-delle-parole-contro-la-guerra. Vai! Cerca con Google

RABONI, Giovanni, Quando il primo della classe fa il critico, «Corriere della Sera», 8 novembre 1992, p. 26. Cerca con Google

Raitre: da domani Baricco “rilegge” i libri di Pickwick, «Corriere della Sera», 24 luglio 1994, p. 25. Cerca con Google

RIGHETTI, Donata, Le mappe di Baricco per non perdersi nei sentieri della saggistica, «Corriere della sera», 2 dicembre 2000, p. 35. Cerca con Google

ROTA, Alessandro, Alessandro Baricco: “Ecco la mia Torino anni Settanta”, «La Repubblica», 28 novembre 2009, sezione Roma, p. 20. Cerca con Google

RUSH, Kay, Intervista ad Alessandro Baricco, Tele 5 Ĕspana (il programma Nosolomusica), 2005. Cerca con Google

SANTERINI, Giulia, Baricco e le scene da Moby Dick, Repubblica Radio Tv, 5 maggio 2009, http://tv.repubblica.it/home_page.php?playmode=player&cont_id=32498&ref=search. Vai! Cerca con Google

SATIE, Erik, Quaderni di un Mammifero, Adelphi, Milano1980. Cerca con Google

SCALFARI, Eugenio, L’Ulisse di Dante e i soldi alla cultura, «La Repubblica», 27 febbraio 2009. Cerca con Google

SCALFARI, Eugenio, Le invasioni barbariche del nostro tempo, «La Repubblica», 26 novembre 2006, p. 1 e p. 27 (sezione: prima pagina). Cerca con Google

SCARLINI, Luca, Equivoci e miraggi. Pratiche d'autobiografia oggi, BUR Rizzoli, Milano 2003. Cerca con Google

SCARPA, Tiziano, Batticuore fuorilegge, Fanucci Editore, Roma 2006. Cerca con Google

SCARPA, Tiziano, Cos’è questo fracasso. Alfabeto e intemperanze, Einaudi, Torino 2000. Cerca con Google

SCARSELLA, Alessandro, Alessandro Baricco, Cadmo, Fiesole 2003. Cerca con Google

SCHISA, Brunella, Il “barbaro” Baricco inventa lo scrittore fai-da-te, «Il Venerdì di Repubblica», 6 luglio 2007. Cerca con Google

SEGRE, Cesare, Notizie dalla crisi. Dove va la critica letteraria, Einaudi, Torino 1993. Cerca con Google

SEGRE, Cesare, Ritorno alla critica, Einaudi, Torino 2001. Cerca con Google

SENARDI, Fulvio, Alessandro Baricco, ovvero... che storia mi racconti, in ID., Gli specchi di Narciso. Aspetti della narrativa italiana di fine millennio, Vecchiarelli Editore, Roma 2002, pp. 157-197. Cerca con Google

SERAFINI, Maria Teresa, Come si scrive un romanzo, Bompiani, Milano 1996. Cerca con Google

SICILIANO, Enzo, Piccolo genio in fuga dal mondo, «La Repubblica», 22 maggio 1999, p. 38 (sezione: cultura). Cerca con Google

SIMONE, Raffaele, La terza fase. Forme di sapere che stiamo perdendo, Laterza, Roma-Bari 2000. Cerca con Google

SITI, Walter, Il neorealismo nella poesia italiana, Einaudi, Torino 1980. Cerca con Google

SITI, Walter, Il realismo dell’avanguardia, Einaudi, Torino 1973. Cerca con Google

SITI, Walter, Il tempo veloce del romanzo contemporaneo, in CASADEI, Alberto (a cura di), Spazi e confini del romanzo. Narrative tra Novecento e Duemila, Pendagron, Bologna 2002, pp. 261-265. Cerca con Google

SONTAG, Susan, Note sul Camp (Notes On Camp, 1964), in ID., Contro l’interpretazione, Mondadori, Milano 1987, pp. 359-383. Cerca con Google

SPACCINI, Jacqueline, I quadri naufragati (e altri misteri) nell’“Oceano mare” di Alessandro Baricco, in AA VV, I mari di Niccolò Tommaseo e altri mari. Atti del convegno internazionale di studi nel bicentennario della nascita di Niccolò Tommaseo, Zagabria, 4-5 ottobre 2002, FF Press, Zagabria 2004, pp. 486-497. Cerca con Google

SPINAZZOLA, Vittorio, Critica della lettura, Editori Riuniti, Roma 1992. Cerca con Google

SPINAZZOLA, La modernità letteraria, Il Saggiatore, Milano 2001. Cerca con Google

STARNONE, Domenico, Baricco, “Emmaus”. Quella scandalosa adolescenta cattolica, «La Repubblica», 3 novembre 2009, p. 59. Cerca con Google

STEINER, George, Vere presenze (1989), Garzanti, Milano 1992. Cerca con Google

Su RAI 3 il piccolo “boom” del melodramma. Dopo “L’amore è un dardo” arriva Rossini, «Corriere della Sera», 11 gennaio 1994, p. 31. Cerca con Google

TAGLIETTI, Cristina, Baricco: “Ve lo immaginate Gadda a Mantova?”, «Corriere della Sera», 5 settembre 2008. Cerca con Google

TAGLIETTI, Cristina, Baricco: «Imparo poco dalle stroncature», «Corriere della Sera», 9 settembre 2006. Cerca con Google

TARANTINO, Elisabetta, Alessandro Baricco e la totemizzazione della letteratura, in ID., PELLEGRINI, Franca (a cura di), Il romanzo contemporaneo. Voci italiane, Troubador, Leicester 2006, pp. 79-92. Cerca con Google

TEDOLDI, Giordano, San Baricco appare ai fedeli di Emmaus, «Libero-news.it», 5 novembre 2009. Cerca con Google

TELESE, Luca, Faccia a faccia con Alessandro Baricco, Radio Rai Tre, 7 gennaio 2009. Cerca con Google

Ten top i libri più venduti, «La Repubblica», 05 dicembre 2009, p. 50. Cerca con Google

Ten top i libri più venduti, «La Repubblica», 19 dicembre 2009, p. 52. Cerca con Google

Ten top i libri più venduti, «La Repubblica», 28 novembre 2009, p. 46. Cerca con Google

TERZUOLI, Emanuele, Il paradiso all’improvviso, «Writers Magazine Italia», n. 5, aprile 2006, pp. 52-53. Cerca con Google

TESTA, Enrico, Eroi e figuranti. Il personaggio nel romanzo, Einaudi, Torino 2009. Cerca con Google

TODOROV, Tzvetan, La letteratura in pericolo, Garzanti, Milano 2008. Cerca con Google

TODOROV, Tzvetan, La paura dei barbari. Oltre lo scontro delle civiltà, Garzanti, Milano 2009. Cerca con Google

TODOROV, Tzvetan, Noi e gli altri, Einaudi, Torino 1991. Cerca con Google

UGNIEWSKA, Joanna, Alessandro Baricco czyli jak uwieść czytelnika, (Alessandro Baricco, ovvero come sedurre un lettore), in SERKOWSKA, Hanna (a cura di) Literatura włoska w toku, Ossolineum, Wrocław, pp. 18-35. Cerca con Google

UGNIEWSKA, Joanna, Italo Calvino i granice literatury (Italo Calvino e i confini della letteratura) in ID. (a cura di), Historii literatury włoskiej XX wieku, PWN, Warszawa 2001, pp. 291-298. Cerca con Google

VACCHETTI, Marco, La Torino nascosta di Baricco, «La Repubblica», 4 novembre 2009, p. 115. Cerca con Google

VARANINI, Francesco, Autori da buttare: Alessandro Baricco, «Eseresi», 2001, www.eseresi.it/ri_baricco.htm. Vai! Cerca con Google

VATTIMO, Gianni, Il pensiero debole, Feltrinelli, Milano 1984. Cerca con Google

VATTIMO, Gianni, La fine della modernità. Nichilismo ed ermeneutica nella cultura post-moderna, Garzanti, Milano 1985. Cerca con Google

VATTIMO, Gianni, La sociatà trasparente, Garzanti, Milano 1989. Cerca con Google

VACCHETTI, Marco, Storie dell’arte. La narrazione nelle immagini, BUR Rizzoli, Milano 2000. Cerca con Google

VERARDI, Giuseppe Marco, La letteratura espansa, in ID., Le parole veloci: neologia e mass media negli anni ’90, Armando Dadò Editore, Locarno 1995, pp. 174-177. Cerca con Google

VERONESI, Sandro, Cronache italiane, Mondadori, Milano 1992. Cerca con Google

VERONESI, Sandro, Live. Ritratti, sopralluoghi e collaudi, Bompiani, Milano 1995. Cerca con Google

VERONESI, Sandro, Occhio per occhio. La pena di morte in 4 storie, Mondadori, Milano 1992. Cerca con Google

VERONESI, Sandro, Prefazione a MEYSSAN, Thierry, L’incredibile menzogna, Fandango, Roma 2002. Cerca con Google

VERONESI, Sandro, Superalbo, Bompiani, Milano 2002. Cerca con Google

ZANGIROLAMI, Daniele, Alessandro Baricco. Il destino e le sue traiettorie, Libreria Editrice Cafoscarina, Venezia 2008. Cerca con Google

ZINATO, Emanuele (a cura di), Alfonso Berardinelli. Il critico come intruso, Le Lettere, Firenze 2007. Cerca con Google

ZINATO, Emanuele, Alberto Casadei. Stile e tradizione nel romanzo italiano contemporaneo, «Allegoria», n. 57, 2008, p. 223. Cerca con Google

ZINATO, Emanuele, Baricco e il mare della banalità, «Allegoria», n. 15, 1993, pp. 153-54. Cerca con Google

ZINATO, Emanuele, La critica letteraria italiana. Idee e forme 1900-2010, volume in corso di stampa presso l’editore Carocci, Roma 2010. Cerca con Google

ZINATO, Emanuele, Senza mestiere, fuori testo: la critica dalla crisi alla responsabilità, «Moderna», VII, 2005, pp. 23-42. Cerca con Google

ŽIŽEK, Slavoj, Il Grande Altro. Nazionalismo, godimento, cultura di massa, Feltrinelli, Milano 1999. Cerca con Google

Download statistics

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record