Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

| Crea un account

Bettiol, Giulia (2010) An integrated approach for restoration and conservation of cultural heritage structures: history, materials and structural behaviour. The arsenal of Venice. [Tesi di dottorato]

Full text disponibile come:

[img]
Anteprima
Documento PDF - Versione pubblicata
28Mb

Abstract (inglese)

Restoration and conservation of the cultural and architectural heritage is a very complex topic in continuous developing. The issue raises interesting questions about the methodological approach to be followed and the objective from which it must be start for the definition of a correct restoration project.
A regulatory-wide are creating and refining of a study procedures by means of the drafting of guidelines which intent is give a methodology and a sensitization at the problem at academic level, of public organs that control the conservation and the protection of the cultural heritage, and at the private technicians that work in this field. In Italy, a “normative effort” has been done by means of the production of technical documents that establish as evaluate the problem with more awareness. The aim is providing at the technicians the Guidelines about restoration of historical heritage. In the international field, from a general point of view, it is possible to refer to the ISCARSAH Recommendations, that give a preliminary approach to the topic.
Currently, in this field different approaches are used: (1) a criteria based on the conservation, which puts attention to the form and to the materials of the building but less at the structural components, (2) a technical method that is more interested at the structure but, in many cases, involves over-dimensioned interventions than the real requirements, altering the original form and history of the building.
The thesis is included in the current standards requirement and refers to the “Guidelines for evaluation and mitigation of seismic risk of cultural heritage” and the “Recommendations for the analysis, conservation and structural restoration of architectural heritage” ISCARSAH. Based on these documents, the study aims to providing an operative procedure able to balance the two approaches mentioned above. It has been identified a integrated and multi-disciplinary method for the study of cultural heritage, created in function of the currently codes and in respect of the fundamental standard of restoration and conservation. This method was made as generic as possible, without give particular information inherent specific restoration techniques, in such a way that is applicable at all the types of buildings with elevated historical-cultural valence.
The methodology was validate through its application to two paradigmatic case studies, both located within the highly historical / sociological / architecture site, the Arsenal of Venice. The case studies are: (1) the “Sala Maggiore at the Sale d’Armi Nord” (Main Room of the North weapons rooms) and (2) the Armstrong Mitchell & Co. hydraulic crane. The choice of the two examples has been dictated by the objective requirements of the Soprintendenza B.A.P. di Venezia e Laguna (local office of the ministry of fine arts responsible for the conservation of the cultural and landscape heritage of Venice and its lagoon), to intervene in these two constructions of great historical and architectural content, which differ in geometry, materials, structural behaviour and intended use.

Abstract (italiano)

Il restauro e la conservazione di beni storici è oggi un tema molto discusso ed in fase di evoluzione sia in Italia che all’estero. Il tema pone degli interessanti interrogativi circa la metodologia di approccio da seguire e gli obiettivi dai quali si deve partire per la definizione di un corretto progetto di restauro.
A livello normativo si stanno creando e affinando delle procedure di studio mediante la stesura di linee guida che hanno lo scopo di fornire una metodologia e una sensibilizzazione al problema a livello accademico, agli enti pubblici preposti alla conservazione e al restauro, e ai tecnici che lavorano in questo ambito. È infatti in atto un processo di “sforzo normativo” per colmare queste lacune mediante la produzione di documenti tecnici che si prefiggono di valutare il problema con maggior consapevolezza fornendo linee guida per il restauro di beni storici.
Attualmente la materia in esame vede due differenti tipi di approccio: da una parte il restauro conservativo, in cui viene data importanza alla forma ed alla materia e meno alla componente strutturale, e dall’altra un criterio più tecnicistico, che pone più riguardo alla struttura ma che, in molti casi, comporta degli interventi più massicci che rischiano di falsare la forma e la storia originaria del bene.
La tesi proposta si inserisce nel filone delle richieste normative, dei contenuti tecnici e dei documenti di riferimento quali le Linee Guida per i Beni Culturali e, a livello europeo, le Raccomandazioni ISCARSAH, ed intende fornire una procedura operativa per porsi nel giusto mezzo tra i due approcci sopra citati. Sono stati presi in considerazione vari documenti tecnici di riferimento ed è stato identificato un metodo integrato e mutidisciplinare per lo studio di beni storici, creato in funzione delle attuali normative e nel rispetto dei fondamentali criteri del restauro e della conservazione. Si è voluto rendere tale metodo il più generico possibile, senza fornire particolari informazioni inerenti specifiche tecniche di restauro, in modo tale che sia applicabile ad i vari tipi di beni storici.
Per validare tale approccio, la metodologia identificata è stata applicata a due differenti casi studio, entrambi presenti all’interno del sito ad elevato valore storico/sociologico/architettonico quale l’Arsenale di Venezia, che si differenziano tra loro per materiali, destinazioni d’uso e comportamento strutturale: la Sala Maggiore delle Sale d’Armi Nord e la gru idraulica Armstrong, Mitchell & Co. La scelta dei due casi studio è stata dettata da concrete esigenze della Soprintendenza B.A.P di Venezia e Laguna di recuperare i due beni riportandoli alla loro configurazione originaria sia materica che strutturale.

Statistiche Download - Aggiungi a RefWorks
Tipo di EPrint:Tesi di dottorato
Relatore:Valluzzi, Maria Rosa
Correlatore:Menichelli, Claudio
Dottorato (corsi e scuole):Ciclo 23 > Scuole per il 23simo ciclo > STUDIO E CONSERVAZIONE DEI BENI ARCHEOLOGICI E ARCHITETTONICI > SCIENZE E TECNOLOGIE PER I BENI ARCHEOLOGICI E ARCHITETTONICI
Data di deposito della tesi:NON SPECIFICATO
Anno di Pubblicazione:30 Gennaio 2010
Parole chiave (italiano / inglese):methodological approach, cultural heritage structures, restoration, rehabilitation, Arsenal of Venice, Armstrong, Mitchell & co. hydraulic crane
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 08 - Ingegneria civile e Architettura > ICAR/19 Restauro
Struttura di riferimento:Dipartimenti > Dipartimento di Architettura, Urbanistica e Rilevamento
Codice ID:3996
Depositato il:13 Lug 2011 11:55
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Bibliografia

I riferimenti della bibliografia possono essere cercati con Cerca la citazione di AIRE, copiando il titolo dell'articolo (o del libro) e la rivista (se presente) nei campi appositi di "Cerca la Citazione di AIRE".
Le url contenute in alcuni riferimenti sono raggiungibili cliccando sul link alla fine della citazione (Vai!) e tramite Google (Ricerca con Google). Il risultato dipende dalla formattazione della citazione.

Albrizzi G.B. (1765), “Forestier illuminato intorno le cose più rare, e curiose, antiche, e moderne della città di Venezia, e dell'isole circonvicine[…]”, Giambattista Albrizzi, Venezia. Cerca con Google

B. Warlow B., Ellis R. (1989), “The Royal Navy at Malta : a collection of old photographs taken by the Ellis family at Malta”, Liskeard, Maritime books Cerca con Google

Barbisan U., Laner F. (1995), “I solai in legno”, Francoangeli Ed., Milano. Cerca con Google

Barchi A. (2009), “Indagini conoscitive, analisi strutturale e modellazione della copertura della Sala Maggiore delle Sale d’Armi Nord presso l’Arsenale di Venezia ”, graduation thesis, Prof. Valluzzi M. R., Prof. Modena C., University of Padova. Cerca con Google

Bellavitis G. (1983), “L’Arsenale di Venezia – storia di una struttura urbana”, Marsilio Ed., Padova. Cerca con Google

Bettiol G. (2007), “Caratteristiche strutturali e tipologie costruttive dell’Arsenale di Venezia. Evoluzione storica e trasformazione del comportamento meccanico”, graduation thesis, Prof. Valluzzi M. R., Prof. Modena C., University of Padova. Cerca con Google

Bettiol G., Menichelli C., Valluzzi M.R., Garbin E., Modena C. (2008), “Structural analysis of the timber roofs of the “Arsenale” of Venice”, WCTE2008, 10th World Conference on Timber Engineering, Miyazaky, Japan, June 2-5 2008. Cerca con Google

Bettiol G., Valluzzi M.R., Garbin E., Menichelli C., Lionello A., Modena C. (2010), “Numerical modelling of the Armstrong, Mitchell & Co. hydraulic crane of the Arsenal of Venice”, SAHC2010, 17th International on Structural Analysis of Historical Constructions, Shanghai, China, October 6-8 2010. Cerca con Google

Binda L., Saisi A. (2009), “Knowledge of the building, on site investigation and connected problems”, In: Eurocode 8 - Prospective from the Italian Standpoint Workshop, Napoli, Italy, pp. 213-224. Cerca con Google

Binda L., Saisi A., Anzani A. Tiraboschi C. (1999), “Progetto di indagini per la diagnosi e metodi per il controllo dell’intervento”, In: “Progettare il Restauro”, Libreria Cortina Ed.,Padova, pp. 108-172. Cerca con Google

Binda L., Saisi A., Tiraboschi C. (2000), “Investigation procedures for the diagnosis of historic masonries”, Construction and Building Materials 14 (2000) pp. 199-233. Cerca con Google

Bosiljkov V. (2004), “Structural Modeling for the Assessment of the Load Bearing Capacity of the Masonry” Deliverable D11.2, On-site investigation techniques for the structural evaluation of historic masonry buildings (ONSITEFORMASONRY), EU funded project nr. EVK4-2001-00091. Cerca con Google

Bovolenta A. (2005), “La grande gru idraulica dell’Arsenale di Venezia: storia, caratteri costruttivi e problematiche di conservazione”, graduation thesis, Prof. Menichelli C., IUAV University of Venezia. Cerca con Google

Carbonara G. (2004), “Atlante del Restauro”, Utet, Torino. Cerca con Google

Carbone P. (1995), “Studio ed analisi dei solai in legno. I principali fenomeni di dissento e degrado”, In: Recupero e conservazione, n. 6/1995, De Lettera Ed., Milano, pp. 23-29. Cerca con Google

Casarin F, Valluzzi M.R., da Porto F., Modena C. (2008), “Structural monitoring for the evaluation of the dynamic response of historical monuments”, SACoMaTIS 2008 - International RILEM conference, Varenna, Italy, 1-2 September 2008. Cerca con Google

Casoni G. (1829), “Guida per l’Arsenale di Venezia”, Antonelli Ed., Venezia. Cerca con Google

Casoni G. (1847), “Venezia e le sue lagune”, Antonelli Ed., Venezia. Cerca con Google

Chicchi P. (1886), “Corso teorico e pratico sulla costruzione di ponti metallici”, Draghi Negro Ed., Padova. Cerca con Google

Chirivi R. (1976), “L'Arsenale di Venezia. Storie e obiettivi di un piano”, Marsilio Ed., Venezia. Cerca con Google

Ciappi A. (1935), “Stabilità delle costruzioni iperstatiche: la grossa armatura dei tetti”, Paolo Cremonese, Roma. Cerca con Google

Circolare n.617 del 02.02.2009 (2009), “Istruzioni per l’applicazione delle “Norme Tecniche per le Costruzioni” di cui al D.M 14.01.2008”, G.U. n.47 del 26.02.09, suppl. ord. N. 27, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Cerca con Google

CNR DT-200 (2004), “Guide for the design and construction of externally bonded frp systems for strengthening existing structures”, Italian National Research Council. Cerca con Google

Colon C. (1876), “The 160-Ton Hydraulic Crane at Malta Dockyard Extension Works”, In: Minutes of Proceedings of Civil Engineering, vol. 50. Cerca con Google

Concina E. (1984), “L’Arsenale della repubblica di Venezia - tecniche ed istituzioni dal medioevo all’età moderna”, Electa Ed., Milano. Cerca con Google

D.M. del 14.01.2008 (2008), “Norme Tecniche per le Costruzioni”, Decreto Ministeriale dei Lavori Pubblici. Cerca con Google

Dina A. (2004), “La rinascita dell’Arsenale, la fabbrica che si trasforma”, Marsilio Ed., Venezia. Cerca con Google

Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri – Patrimonio Culturale del 12.10.2007 (2007), “Linee guida per la valutazione e la riduzione del rischio sismico del patrimonio cultural con riferimento alle Norme Tecniche e all’applicazione dell’O.P.C.M. n. 3271 del 2003 e successive modificazioni e integrazioni”, G.U. n. 24 del 29.01.2008, suppl. ord. n.25. Cerca con Google

DM 09.01.96 (1996), “Norme Tecniche per il calcolo, l’esecuzione ed il collaudo delle strutture in cemento armato, normale e precompresso, e per le strutture metalliche”, Decreto del Ministero dei Lavori Pubblici. Cerca con Google

EuroCode 2 – EN 1992 1-1: 2004 (2004), “Design of concrete structures”. Cerca con Google

EuroCode 5 –BS EN 1995-1-2:2004 (2004), “Design of timber structures”. Cerca con Google

Feenstra P.H., Rots J.G., Arnesen A., Teigen J.G., Hoiseth K.V. (1998), “A 3D constitutive model for concrete based on a co-rotational concept, Computational modelling of concrete structures”, Proc. EURO-C 1998, Eds. R. de Borst et al., pp. 13-22, Balkema, Rotterdam. Cerca con Google

Gambirasi M. (2009), “Analisi strutturale e modellazione della Sala Ovest nel complesso delle Sale d’Armi Nord all’Arsenale di Venezia ”, graduation thesis, Prof. Valluzzi M. R., Prof. Modena C., University of Padova. Cerca con Google

Gennaro P. (1997), “Le fabbriche dell’Arsenale”, CittàStudiEdizioni, Milano. Cerca con Google

ISCARSAH – International Scientific Commitee for Analysis and Restoration of Structures of Architectural Heritage, 2005. “Recommendations for the Analysis, Conservation and Structural Restoration of Architectural Heritage” ICOMOS, International Council for Monuments and Sites. Cerca con Google

Martini F., (1877a), “Progetti e lavori pel riordinamento ed ingrandimento dell’Arsenale Marittimo di Venezia - Parte prima”, Venezia. Cerca con Google

Martini F., (1877b), “Progetti e lavori pel riordinamento ed ingrandimento dell’Arsenale Marittimo di Venezia - Parte seconda”, Venezia. Cerca con Google

Menichelli C. (2004), “Le strutture di copertura dell’Arsenale di Venezia”, Venezia. Cerca con Google

Menichelli C., Lionello A., Bovolenta A. (2006), “La gru idraulica dell’arsenale di Venezia”, TICCIH 2006 – The International Commitee for the Conservation of the Industrial Heritage, Terni-Roma, Italy, 14-18 September 2006. Cerca con Google

Modena C. (2005), “Design approaches of interventions for the safety and conservation of historic buildings”, In: Modena C., Laurenco P. B., Roca P., Structural analysis of historical constructions, Londra, pp. 75-83. Cerca con Google

Munafò P. (1990), “Recupero dei solai in legno”, Dario Flaccovio Ed., Palermo. Cerca con Google

Nani Mocenigo M. (1995), “L’Arsenale di Venezia”, Filippi Ed., Roma. Cerca con Google

Nascè V., Zorgno A.M. (1994), “La gru idraulica dell’Arsenale di Venezia”, In: Palladio, anno VII, n. 14. Cerca con Google

Pizzarello U., Fontana V. (1983), “Pietre e legni dell’Arsenale di Venezia”, In: L’altra riva, Venezia. Cerca con Google

Regio Decreto 16.11.1939 (1939), “Norme per l’esecuzione delle opere in conglomerato cementizio semplice od armato”, n° 2229. Cerca con Google

Roca P. (2005), “Considerations on the significance of history for the structural analysis of ancient constructions”, In: Modena C., Laurenco P. B., Roca P., Structural analysis of historical constructions, Londra, pp. 63-73. Cerca con Google

Roca P. (2006), “The study and restoration of historical structures: from principles to practice”, 5th International conference on Structural analysis of Historical Constructions, New Delhi, India, 6-8 November 2006, pp. 9-24. Cerca con Google

Roca P., Martínez G., Casarin F., Modena C., Rossi P.P., Rodríguez I., Garay A. (2008), “Monitoring of long-term damage in long-span masonry constructions”, In: Learning from failure. Long-term behavior of heavy masonry structures”, editor: Binda L., Great Britain, pp. 125-151. Cerca con Google

Santarella L. (1934), “Gli sforzi secondari nelle travi a traliccio in cement armato”, Hoepli Ed., Milano. Cerca con Google

Sorana D. (2003), “L’evoluzione dei solai misti”, In: Recuperare l’edilizia” n.33/2003, De Lettera Ed., Milano. Cerca con Google

Tosato A. (1988), “Proposta di recupero delle Sale d’Armi e Depositi delle Artiglierie all’Arsenale di Venezia per una destinazione a museo storico”, graduation thesis, Prof. Rudi A., IUAV University of Venezia. Cerca con Google

UNI ISO 4309:2008 (2008), “Apparecchi di sollevamento – funi – cura, manutenzione, installazione, controlli e scarto”, Ente Nazionale Italiano per l’Unificazione. Cerca con Google

UNI-EN 12504-2 (2001), “Prove sul calcestruzzo nelle strutture - Prove non distruttive – Determinazion dell'indice sclerometrico”, Ente Nazionale Italiano per l’Unificazione. Cerca con Google

Zanelli G. (1991), “L’Arsenale di Venezia”, Centro internazionale della grafica di Venezia, Venezia. Cerca con Google

Zanelli G. (2004), “L’Arsenale moderno: dalle occupazioni straniere alla prima guerra mondiale. Parte I (1797-1865)”, Editor: Dina A., In: La rinascita dell’Arsenale. La fabbrica che si trasforma, Venezia, pp. 78-81. Cerca con Google

Download statistics

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record