Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

| Crea un account

Isola, Maria (2011) Osobennostiu vyrazenija kommunikativnych struktur v russkom jazyke v sopostavlenii s italjanskim. [Tesi di dottorato]

Full text disponibile come:

[img]
Anteprima
Documento PDF
1845Kb

Abstract (inglese)

The thesis’s aim is to study the communicative component of a sentence semantic and to analyse its main ways of syntactic expression both in Russian and Italian.
The research is divided into four chapters. Chapter One starts with a study of the semantic content of the phrase, and analyses it as a tripartite structure with a propositional, a communicative and a pragmatic component [Kobozeva 2009: 217-265]. Besides, it contains a detailed analysis of informative categories, which are the constituent parts of the communicative component: the theme-rheme opposition, the new-old opposition, the presupposed-not presupposed opposition and focus and contrast concepts as well. In the second paragraph, a new informative category, named “setting”, is introduced. The category’s function is to define the spatial-temporal coordinates in which the action expressed in the phrase takes place. Finally, a brief dictionary, containing Italian equivalents of the Russian linguistic terms mentioned in the chapter, is given.
Chapter Two describes the most relevant ways of expressing a communicative content through syntaxes both in Russian and in Italian. Ways of syntactic expression such as word order, intonation, passive and kleft are taken into account for both languages. Moreover, the important correlation between word order, intonation and stylistic undertones in the Russian language is analysed in the second paragraph.
Chapter Three is a comparative analysis of the ways of syntactically expressing the communicative structure in Russian and Italian. The analysis is conducted through a comparison of different Italian translations of some phrases taken from A dog’s heart by M. A. Bulgakov. The examples have been divided into eight groups, according to their communicative structure (e.g., “propositions in which theme precedes rheme and coincides with the subject”; “propositions in which rheme precedes theme” etc.), and have been compared with eight Italian translations of those passages. Such a comparative analysis of the communicative structure in the original Russian phrase and in the Italian translations made it possible to identify the two languages’ peculiarities in the use syntaxes to express the communicative structures. Some cases in which “semantic shifts” can be observed in the course of the translation could be identified, too.
Chapter Four contains a practical application of the theoretical notions thus gathered about the informative structure of a statement and about his ways of syntactic expressions. It deals especially with the teaching of Russian as foreign language and particularly with the teaching of Russian word order. More in detail, propedeutical exercises have been elaborated for teaching the Russian word order both in writing and in speaking, as well as by means of translation from a foreign language. In addition, a series of exercises has been developed, which make the translator aware of the difference between Russian and Italian in expressing the communicative structure through syntaxes.
The final part contains the results and the conclusions of the work, along with appendixes to the theoretical-linguistic part .


Abstract (italiano)

La presente tesi è dedicata allo studio del contenuto comunicativo della semantica dell’enunciato e all’analisi delle sue principali modalità di espressione in russo e in italiano.
Nel primo capitolo viene presa in esame la tripartizione del significato dell’enunciato in contenuto denotativo, contenuto comunicativo e contenuto pragmatico [Kobozeva 2009: 217-265]; di seguito vengono analizzate in modo dettagliato le categorie informative facenti parte della componente comunicativa della semantica dell’enunciato, per la precisione l’opposizione tema-rema, l’opposizione dato-nuovo, l’opposizione presupposto-non presupposto, il concetto di focus e quello di contrasto. Viene inoltre proposta l’introduzione di una nuova categoria informativa denominata “cornice”, la cui funzione consterebbe nel definire le coordinate spazio-temporali in cui si colloca l’azione espressa nella frase. Alla fine del capitolo si riporta un breve elenco con gli equivalenti italiani dei concetti linguistici nominati all’interno del capitolo.
Il secondo capitolo contiene la descrizione delle principali modalità di espressione sintattica del contenuto comunicativo in russo e in italiano: in entrambe le lingue vengono prese in considerazione modalità di espressione quali l’ordine delle parole, l’intonazione, l’uso della diatesi passiva e il ricorso alla frase scissa. Per quanto riguarda la lingua russa, nel secondo paragrafo ci si sofferma ad analizzare la stretta correlazione esistente tra ordine delle parole, intonazione e presenza o assenza di sfumatura espressiva nella frase.
Il terzo capitolo contiene un’analisi comparata delle modalità di espressione delle strutture comunicative in russo e in italiano, condotta mediante il confronto delle traduzioni italiane di alcune frasi tratte dalla povest’ Cuore di cane di M. A. Bulgakov. Gli esempi analizzati sono stati suddivisi in otto gruppi a seconda della loro struttura comunicativa (ad esempio, “proposizioni in cui il tema precede il rema e coincide con il soggetto”, “proposizioni in cui il rema precede il tema” ecc.) e sono stati confrontati con le loro otto rispettive traduzioni italiane. L’analisi comparativa delle strutture comunicative dell’originale russo e delle sue traduzioni italiane ha reso possibile l’identificazione di alcune particolarità nell’utilizzo di determinate modalità espressive delle strutture comunicative proprie di queste due lingue, e ha permesso di identificare i casi in cui si osserva uno “slittamento semantico/spostamento concettuale” verificatosi nel corso della traduzione del componente comunicativo dell’originale russo in italiano.
Il quarto capitolo della tesi è dedicato infine all’applicazione delle nozioni teoriche sulla struttura informativa dell’enunciato e sulle sue modalità di espressione nella pratica dell’insegnamento della lingua russa agli italiani, in particolare per ciò che riguarda l’insegnamento dell’ordine delle parole.
A questo scopo sono stati elaborati degli esercizi propedeutici all’insegnamento dell’ordine delle parole russo nella produzione orale e scritta degli studenti, anche mediante l’utilizzo della traduzione. È stata inoltre creata un’ulteriore serie di esercizi volta a sensibilizzare i futuri traduttori sulle diversità nelle modalità di espressione della struttura comunicativa in russo e in italiano.
Nella parte finale vengono riportati i risultati, le conclusioni del lavoro svolto e le appendici alla parte teorico-linguistica e alla parte di applicazione didattica.

Statistiche Download - Aggiungi a RefWorks
Tipo di EPrint:Tesi di dottorato
Relatore:Criveller , Claudia
Dottorato (corsi e scuole):Ciclo 23 > Scuole per il 23simo ciclo > SCIENZE LINGUISTICHE, FILOLOGICHE E LETTERARIE > SLAVISTICA
Data di deposito della tesi:NON SPECIFICATO
Anno di Pubblicazione:31 Gennaio 2011
Parole chiave (italiano / inglese):Struttura comunicativa / Semantica enunciato / Componente comunicativo Informative structure/ Semantics/ Communicative content
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 10 - Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche > L-LIN/21 Slavistica
Struttura di riferimento:Dipartimenti > pre 2012 - Dipartimento di Lingue e Letterature Anglo-Germaniche e Slave
Codice ID:4075
Depositato il:20 Ott 2011 15:24
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Download statistics

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record