Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

| Crea un account

Battistel, Ada (2011) La concorrenza in materia di trasporto aereo nei rapporti fra unione europea e stati terzi. [Tesi di dottorato]

Questa è la versione più aggiornata di questo documento.

Full text disponibile come:

[img]
Anteprima
Documento PDF - Versione pubblicata
1888Kb

Abstract (inglese)

The study aims at creating a comprehensive and coherent overview of the European Union air transport sector, in particular through the analysis of the European competition law and State aids’ framework in the field of civil aviation within the internal market.
The international vocation of air transport sector has led to the analysis of the current relations between EU Member States and Third Countries for what concerns the international air services, specifically regarding the treaty-making power: who owns it and how it is subdivided.
Firstly, the research necessarily outlines an exhaustive overview of the international legal framework in force in the sector of civil aviation through the analysis of the Chicago Convention on Civil Aviation, which influenced all the successive air transport evolution by establishing a system based on a plot of bilateral agreements. With reference to the internal level of the European market, the study focuses on how the air transport sector evolved in years, showing the difficulties encountered by the Community in the attempt to balance the demands of liberalization with the above-mentioned bilateral agreements.
Secondly, the research explores the air transport sector with reference to the European competition law. It results from the analysis of a number of case-studies that the European Commission’s approach is in favor of the consolidation of the civil aviation in Europe as a whole, a sector that historically suffered from its fragmentation. This approach was found both for operations finalized to mergers, both to the establishment of an alliance.
Furthermore, for what concerns the rules applicable on the State aids in the air transport sector, the study analyzes the different ways in which aids are realized (capital injections, loans, guarantees, privatizations). At the same time, the study considers the exceptions to the prohibition, in relation to the services of general economic interest, with a particular focus on the airport sector and the subsidies given by airports to vectors.
Again, it results from the research that the European Commission tends to consider aids in this sector in a constructive way: they can valuably contribute to the fundamental goals of the European Union in the transport sector, such as the economic and social cohesion, and the right to mobility for all citizens. This shows the growing interest of the European Institutions to go beyond the sole logic of economy in order to guarantee a stronger economic and social cohesion, as confirmed by the entry into force of the Lisbon Treaty.
Finally, the study evaluates the European policies and actions towards Third Countries in the field of air transport, analyzing the ongoing evolution from a fragmented system based on bilateral agreements to an international aviation system valid on a global scale. Starting from the jurisprudence AETR, through the open skies judgment, the Court of Justice’s opinion 1/03, and the new Lisbon Treaty clauses (art. 3 and 216 TFUE), it is possible to outline that nowadays the attempt of the European Commission in centralizing the exclusive competence to negotiate new generation agreements (comprehensive agreements) in the air transport sector looks facilitated.

Abstract (italiano)

Il presente lavoro è volto a tracciare una panoramica coerente e comprensiva del settore del trasporto aereo nell’Unione Europea, approfondendo in particolare la disciplina della concorrenza e il regime degli aiuti di Stato in materia di aviazione civile nel mercato interno.
La vocazione internazionale del settore del trasporto aereo ha condotto all’analisi dello stato delle relazioni intercorrenti tra gli Stati membri dell’Unione e i Paesi terzi in materia di servizi aerei internazionali, in particolare in considerazione della necessità di determinare a chi appartenga o come si suddivida, allo stato dell’arte, il treaty-making power in tale settore.
In primo luogo è apparso pertanto necessario delineare un quadro esauriente della disciplina vigente a livello internazionale nel settore dell’aviazione civile attraverso un’analisi del regime giuridico internazionale in tale settore creato dalla Convenzione di Chicago. Quest’ultima tramite il rilievo dato al principio di sovranità ha segnato tutta l’evoluzione successiva del trasporto aereo, dando vita ad un sistema fondato su una fitta trama di accordi bilaterali. Su un piano prettamente interno al mercato europeo, si è provveduto poi ad enucleare le evoluzioni avvenute nel settore del trasporto aereo, mettendo in luce le difficoltà incontrate dalla Comunità nel tentativo di bilanciare le esigenze di liberalizzazione con gli accordi bilaterali sopracitati.
In secondo luogo l’indagine si è concentrata sull’esame del settore del trasporto aereo in riferimento alla disciplina della concorrenza nell’Unione Europea. Come si è potuto rilevare dall’esame dei casi di volta in volta analizzati, a prescindere dal fatto che si trattasse di operazioni volte alla costituzione di una concentrazione o operazioni volte all’instaurazione di un’intesa, il filo conduttore sembra ritrovarsi nell’atteggiamento di favore della Commissione verso tali alleanze nell’ottica di un consolidamento del settore dell’aviazione civile europea, storicamente caratterizzato da una forte frammentazione.
Per quanto concerne la disciplina degli aiuti di Stato al settore del trasporto aereo, si è proceduto analizzando i principali modi in cui si concretano gli aiuti, (conferimenti di capitale, finanziamento tramite prestiti, garanzie, privatizzazioni) così come le deroghe al divieto, ponendo particolare attenzione al regime dei servizi di interesse economico generale nel settore in esame; per poi concentrarsi specificamente sul settore aeroportuale e le possibilità degli aeroporti stessi di offrire sussidi ai vettori.
Dalla prassi della Commissione sembra emergere una visione in senso costruttivo degli aiuti al settore del trasporto aereo. A questi ultimi viene infatti riconosciuto un valore positivo nella misura in cui possano contribuire alle finalità di interesse generale rientranti tra gli obiettivi primari dell’Unione Europea in materia di trasporti, quali la coesione economica e sociale del territorio europeo e il diritto alla mobilità dei cittadini. Da ciò si evince il sempre più marcato interesse delle istituzioni europee ad andare oltre la mera logica economica al fine di incontrare le istanze collettive e di coesione economica e sociale, come peraltro avvalorato dall’entrata in vigore del Trattato di Lisbona.
Per quanto riguarda il versante esterno della politica europea in materia di aviazione civile, si osserva come da un sistema fortemente frammentato e compartimentato retto sugli accordi bilaterali con i Paesi terzi, si stia procedendo verso il completamento di un sistema internazionale dell’aviazione su scala globale. Come si è avuto modo di notare, partendo dalla giurisprudenza AETS, passando per le sentenze open skies e per il parere 1/03 della Corte di Giustizia ed approdando alle nuove disposizioni del Trattato di Lisbona di cui agli art. 3 e 216 TFUE, si può rilevare come ad oggi l’intento della Commissione di accentrare in sé la competenza esclusiva a negoziare accordi di nuova generazione (comprehensive agreements) in materia di trasporto aereo appaia senz’altro facilitato.

Statistiche Download - Aggiungi a RefWorks
Tipo di EPrint:Tesi di dottorato
Relatore:Zagato, Lauso
Correlatore:Zamuner, Enrico
Dottorato (corsi e scuole):Ciclo 23 > Scuole per il 23simo ciclo > GIURISPRUDENZA
Ciclo 23 > Scuole per il 23simo ciclo > DIRITTO INTERNAZIONALE E DIRITTO PRIVATO E DEL LAVORO > DIRITTO INTERNAZIONALE "ALBERICO GENTILI"
Data di deposito della tesi:14 Luglio 2011
Anno di Pubblicazione:14 Luglio 2011
Parole chiave (italiano / inglese):discilina europea della concorrenza - trasporti aerei /european competition law -air transport
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 12 - Scienze giuridiche > IUS/13 Diritto internazionale
Struttura di riferimento:Dipartimenti > pre 2012 - Dipartimento di Diritto Comparato
Codice ID:4229
Depositato il:22 Giu 2012 08:49
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Versioni disponibili di questo documento

  • La concorrenza in materia di trasporto aereo nei rapporti fra unione europea e stati terzi. (deposited 22 Giu 2012 08:49) [Attualmente visualizzato]

Download statistics

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record