Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

| Crea un account

Veronese, Francesco (2012) Reliquie in movimento. Traslazioni, agiografie e politica tra Venetia e Alamannia (VIII-X secolo). [Tesi di dottorato]

Full text disponibile come:

[img]
Anteprima
Documento PDF (tesi di dottorato)
5Mb

Abstract (inglese)

My thesis investigates the phenomenon of saints’ relics translations within a space comprised by
Nort-Eastern Italy, most of all the Venetiae, and the region of Alemannia, beyond the Alps, between
the second half of the 8th and the 10th century A.D. Most important sources for my research are the
hagiographical textes, translationes, composed in order to commemorate such events. Relics
translations had very powerful symbolic meanings, and caused changings in the identity and social
position of the persons and the places involved; they guaranteed a large amount of prestige and
power to the ones who accomplished them, and normally gave them the basis for the elaboration of
strategies of social and political self-promotion. The channel for codification and diffusion of such
strategies was usually constituted by hagiographical texts, by which the event of the translation and
the final owner of the relic were celebrated. After a general introduction about the cult and the
circulation of relics in medieval West, the research moves through some case-studies of translations
and texts, whose production contexts, cult of the corrispondent saint(s), manuscript tradition,
structure and inner data are examined. For each one of them a new proposal of datation,
contestualization and interpretation is given. On a higher level, that which emerges is the
importance of the contacts instituted in the Carolingian period between the two sides of the Alps,
which permitted frequent exchanges of men, manuscripts, texts and relics; on the basis of these
relationships, the alamannian abbey of Reichenau produced, between 9th and 10th century, a serie
of translationes where Carolingian Venetiae are assumed as a legitimizing context for the setting of
relics translations accounts aiming to plausibility. My thesis therefore proposes a journey, whose
stages are constituted by hagiographical texts, from historical experiences to their representation by
the means of hagiography.

Abstract (italiano)

La tesi indaga il fenomeno delle traslazioni di reliquie dei santi in uno spazio compreso tra l’Italia
nordorientale, e in particolare le Venetiae, e l’area transalpina dell’Alamannia, in un arco
cronologico che va dalla seconda metà dell’VIII al X secolo d.C. Fonti principali per lo studio sono
i testi agiografici, le translationes, composti per commemorare tali eventi. Le traslazioni di reliquie
erano caratterizzate da potenti significati simbolici, e comportavano cambiamenti nell’identità e
nella posizione sociale delle persone e dei luoghi coinvolti; esse garantivano prestigio e potere a chi
le effettuava, e costituivano spesso le basi per strategie di promozione del proprio status
sociopolitico. Tramite per l’affermazione di tali strategie erano di norma i testi agiografici, con i
quali si celebrava l’evento traslativo e il possessore finale della reliquia. Dopo un’introduzione
generale sul culto delle reliquie e la loro circolazione nell’Occidente medievale, la ricerca si dipana
attraverso alcuni case-studies di traslazioni e di testi, di cui si esaminano il contesto di produzione,
il culto dei relativi santi, la tradizione manoscritta, la struttura e i dati contenutistici. Per ognuno si
arriva così ad avanzare una proposta di datazione, contestualizzazione e interpretazione. Emerge
inoltre, più in generale, l’importanza dei contatti avviati in epoca carolingia tra i due lati delle Alpi,
che segnarono continui passaggi di uomini, idee, manoscritti, testi e reliquie; a partire da queste
relazioni, il monastero alamanno di Reichenau, tra IX e X secolo, elaborò una serie di translationes
in cui le Venetiae carolinge assumono la funzione di contesto legittimante in cui ambientare
racconti di traslazioni che mirano alla plausibilità. La tesi propone dunque un percorso, le cui tappe
sono scandite da testi agiografici, da una serie di esperienze storiche alla loro rappresentazione per
via agiografica.

Statistiche Download - Aggiungi a RefWorks
Tipo di EPrint:Tesi di dottorato
Relatore:La Rocca, Maria Cristina
Correlatore:Helvétius, Anne-Marie
Dottorato (corsi e scuole):Ciclo 24 > Scuole 24 > SCIENZE STORICHE > STORIA DEL CRISTIANESIMO E DELLE CHIESE
Data di deposito della tesi:27 Gennaio 2012
Anno di Pubblicazione:2012
Parole chiave (italiano / inglese):reliquie - traslazioni - agiografia relics - translations - hagiography
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 11 - Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche > M-STO/07 Storia del Cristianesimo e delle Chiese
Struttura di riferimento:Dipartimenti > pre 2012 - Dipartimento di Storia
Codice ID:4629
Depositato il:26 Ott 2012 13:57
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Bibliografia

I riferimenti della bibliografia possono essere cercati con Cerca la citazione di AIRE, copiando il titolo dell'articolo (o del libro) e la rivista (se presente) nei campi appositi di "Cerca la Citazione di AIRE".
Le url contenute in alcuni riferimenti sono raggiungibili cliccando sul link alla fine della citazione (Vai!) e tramite Google (Ricerca con Google). Il risultato dipende dalla formattazione della citazione.

F. Veronese, "Reliquie in movimento. Traslazioni, agiografie e politica tra Venetia e Alamannia (VIII-X secolo), tesi di dottorato, rel. M.C. La Rocca - A.-M. Helvétius, Università di Padova, 2012 Cerca con Google

Download statistics

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record