Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

| Crea un account

Milan, Nicola (2012) Comparazione di differenti tecniche di acquisizione dati per la produzione di DTM per modelli idrogeologici. [Tesi di dottorato]

Full text disponibile come:

[img]
Anteprima
Documento PDF
9Mb

Abstract (inglese)

In this work we present the results related to several field campaigns conducted in the last three years in a small (4.4 km2) wilderness basin in Carnia, a tectonically active alpine region in northeast Italy. The study area is a typical alpine debris-flow dominated catchment (Tarolli and Tarboton, 2006; Tarolli and Dalla Fontana, 2009), where several landslides, including a large one, were observed and mapped. The field survey carried out in 2007, 2008, 2009 and 2010 were focused on the large landslide of the basin and they consisted in: 1) development of an accurate GPS network, 2) use a long range Terrestrial Laser Scanner (TLS) for a detailed and local analisi of landslide movements, 3) merge the data with an airborne LiDAR for a large scale of analysis of the processes. Preliminary analysis consisted in the comparison of different high resolution Digital Terrain Models (DTMs) in order to estimate the debris volume that has been triggered during the last movements of the landslides. Achieved results show that the integration between ALS and TLS data allows to produce DTMs of limite extent, with higher quality and level of detail. Such DTMs improves the capabilities for landslides analysis and modeling with respect to the use of LiDAR data only, even in areas providing limited or difficult access to surveying attività

Abstract (italiano)

In questa tesi si presentano i risultati relativi al calcolo del volume di ma-teriale detritico coinvolto nella riattivazione di una grossa frana verificatasi nel 2004 presso il bacino del Miozza, un’area di circa 10.7 km2 situata nella regione alpina della CArnia. La stima del volume di materiale detritico è stata ottenuta attraverso il confronto tra il DTM derivato da un rilievo LiDAR aereo (ALS) effettuato su tale area nel 2003 ed il DTM ottenuto da misure laser scanner terrestre (TLS), eseguite nella primavera del 2008 mediante Riegl LMS-Z620. I risultati ottenuti in questo lavoro dimostrano che attraverso l’integrazione di rilievi LiDAR aerei con misure da laser scanner terrestre è possibile produrre DTM di qualità e dettaglio superiori, benchè su aree più ristrette, migliorando localmente le capacità di analisi e modellazione di eventi franosi rispetto a quanto ottenibile con

Statistiche Download - Aggiungi a RefWorks
Tipo di EPrint:Tesi di dottorato
Relatore:Vettore, Antonio
Dottorato (corsi e scuole):Ciclo 23 > Scuole per il 23simo ciclo > TERRITORIO, AMBIENTE, RISORSE E SALUTE > IDRONOMIA AMBIENTALE
Data di deposito della tesi:03 Febbraio 2012
Anno di Pubblicazione:31 Gennaio 2012
Parole chiave (italiano / inglese):DTM, TLS, laser, scanner, LIDAR
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 07 - Scienze agrarie e veterinarie > AGR/08 Idraulica agraria e sistemazioni idraulico-forestali
Struttura di riferimento:Dipartimenti > Dipartimento Territorio e Sistemi Agro-Forestali
Codice ID:5037
Depositato il:30 Ott 2012 16:27
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Download statistics

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record