Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

| Crea un account

Degrassi, Valentina - Auriemma, Rita (2012) L'edilizia residenziale lungo l'arco costiero nord-orientale, tra il Lacus Timavi e Grignano. In: L'architettura privata ad Aquileia in età romana. Atti del Convegno di Studio (Padova, 21-22 febbraio 2011). Antenor quaderni, 24 . Padova University Press, Padova, pp. 511-531. ISBN 978-88-9738-519-6

Full text disponibile come:

[img]
Anteprima
Documento PDF - Versione pubblicata
1934Kb

Per gentile concessione di: http://www.padovauniversitypress.it/

Abstract (inglese)

Our attempt in reconstructing ancient coastal landscape through the archaeological evidences – especially villae and connected landing places – highlights two of their features: the value as markers of geomorphological and relative sea level changes and the homogeneity of coastal population’s shapes and modes. The westernmost area, corresponding to lacus Timavi, has been the most heavily altered /disfigured by human impact: in antiquity it had to be characterized by a lagoon sheltered by islands, with a wide wooded inland area and various settlements along or nearby the salted and fresh waters: sanctuaries, manifacturing centers, thermal baths and villae always provided with landing places/small harbours, that constellate the endo-lagoon system shores
After the Lacus Timavi and Castellum Pucinum there is a stretch of steep coast, less hospitable, however affected by an intensive exploitation of the resources: the part between Duino/Sistiana and Grignano, that had behind a flourishing quarry industry, which a few villae on the Karst edge were related to. Probably, the coastal landscape between Sistiana and Trieste was fairly similar to the current one: villae on various levels/terraces, covered by plants, with small shared harbours.
The recent analysis of manuscript materials left by Alberto Puschi has opened new and interesting ways of investigation. In particular, the repertoire of the archaeological sites known to us in the area between Monfalcone and Grignano has been enriched by unpublished informations and has allowed us to further clarify the residential framework of this sector.

Abstract (italiano)

Nella nostra proposta di restituzione del paesaggio costiero antico attraverso lo studio delle evidenze archeologiche ed in particolare delle unità residenziali e degli approdi a quelle connesse, risultano particolarmente rilevanti due aspetti: la loro valenza come markers dell’evoluzione geomorfologica e delle variazioni relative del livello del mare e l’omogeneità delle forme e dei modi del popolamento costiero.
L’area più occidentale, coincidente con il lacus Timavi, è quella che più violentemente è stata alterata dall’azione dell’uomo: in antico doveva essere caratterizzata da una laguna protetta probabilmente da isole, con un’ampia zona boschiva verso terra e insediamenti di vario genere lungo o in prossimità delle acque dolci e salate: particolarmente significative, oltre ai luoghi di culto, ai centri produttivi e termali, appaiono le residenze, sempre dotate di approdi, che punteggiano le rive di questo sistema endolagunare.
Alla laguna costiera del Lacus Timavi ed a Castellum Pucinum seguiva un tratto di costa alta, meno ospitale, comunque segnata da attività di intenso sfruttamento delle risorse: la zona tra Duino/Sistiana e Grignano, che aveva alle spalle una fiorente industria di estrazione litica, cui erano connesse alcune delle ville individuate sul ciglione carsico. Probabilmente, visto dal mare, il paesaggio tra Sistiana e Trieste non doveva essere molto dissimile dall'attuale: ville su più livelli, basse e dissimulate tra la vegetazione, con piccoli approdi sul mare, comuni forse a più insediamenti.
L’analisi recente del numeroso materiale manoscritto lasciato da Alberto Puschi ha aperto nuove ed interessanti vie d’indagine. In particolare, il panorama dei siti archeologici a noi noti nell’area tra Monfalcone e Grignano si è arricchito di notizie inedite e ha permesso di precisare ulteriormente l’assetto residenziale di questo comparto.

Statistiche Download - Aggiungi a RefWorks
Tipo di EPrint:Contributo in Libro
Anno di Pubblicazione:2012
Informazioni aggiuntive:Per gentile concessione di Padova University Press (Padova). Le foto di reperti di proprietà dello Stato sono pubblicate su concessione del Ministero per i Beni e le Attività culturali, Soprintendenza per i Beni Archeologici del Friuli Venezia Giulia (Aut. del 24/02/2012, prot. n° 563/19). Tutti i diritti sono riservati. È vietata in tutto o in parte la riproduzione dei testi e delle illustrazioni.
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 10 - Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche > L-ANT/07 Archeologia classica
Struttura di riferimento:NON SPECIFICATO
Codice ID:5122
Depositato il:17 Set 2012 16:14
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Download statistics

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record