Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

| Crea un account

Facchinetti, Grazia (2012) Ritualità connesse alla costruzione di domus. Le offerte monetali di fondazione ad Aquileia. In: L'architettura privata ad Aquileia in età romana. Atti del Convegno di Studio (Padova, 21-22 febbraio 2011). Antenor quaderni, 24 . Padova University Press, Padova, pp. 337-351. ISBN 978-88-9738-519-6

Full text disponibile come:

[img]
Anteprima
Documento PDF - Versione pubblicata
522Kb

Per gentile concessione di: http://www.padovauniversitypress.it/

Abstract (inglese)

Archaeological investigations carried out in Aquileia and its area shed light on several cases of coins offering performed during the building of houses. Such a ritual has many parallels in the Roman world, and is testified in Aquileia itself, where it was practiced also in the foundation of public buildings as well. Its purpose was, most likely, auspicious and protective for to the building where it was performed. Archaeological evidence gives us some preliminary chronological information, and makes us wonder as to the identity of offerors and the reconstruction of the offering rituals, which might have been much more elaborate than it is possible to detect now. Coins are, indeed, the only trace still detectable, but it cannot be excluded that their deposition had been accompanied by actions which left no traces in the archaeological record.

Abstract (italiano)

Le indagini archeologiche svolte in Aquileia e nel suo territorio hanno evidenziato alcuni episodi di offerta di monete durante la costruzione di abitazioni.
Questo tipo di ritualità trova numerosi confronti nel mondo romano e nella stessa Aquileia risulta praticato anche nel caso di edifici pubblici con funzione verosimilmente beneaugurante e protettiva nei confronti delle costruzioni in cui veniva realizzato.
Le evidenze archeologiche, se da una parte ci forniscono alcune prime, provvisorie, informazioni in merito, ad esempio, all’arco cronologico di attestazione, aprono però anche una serie di domande relative all’identità degli offerenti ed alla ricostruzione della ritualità seguita. Se la moneta risulta, infatti, essere l’unica traccia attualmente rilevabile, ciò non esclude che la sua deposizione possa essere stata accompagnata da altri atti che non hanno lasciato tracce stratigraficamente riconoscibili. Inoltre, resta aperto l’interrogativo sulla possibile reiterazione delle offerte in più punti delle case o in occasione di lavori di ristrutturazione.

Statistiche Download - Aggiungi a RefWorks
Tipo di EPrint:Contributo in Libro
Anno di Pubblicazione:2012
Informazioni aggiuntive:Per gentile concessione di Padova University Press (Padova). Le foto di reperti di proprietà dello Stato sono pubblicate su concessione del Ministero per i Beni e le Attività culturali, Soprintendenza per i Beni Archeologici del Friuli Venezia Giulia (Aut. del 24/02/2012, prot. n° 563/19). Tutti i diritti sono riservati. È vietata in tutto o in parte la riproduzione dei testi e delle illustrazioni.
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 10 - Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche > L-ANT/07 Archeologia classica
Struttura di riferimento:NON SPECIFICATO
Codice ID:5124
Depositato il:17 Set 2012 16:14
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Download statistics

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record