Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

| Crea un account

Mandruzzato, Luciana - Maselli Scotti, Franca (2012) Il quartiere abitativo precedente il complesso teodoriano di Aquileia. In: L'architettura privata ad Aquileia in età romana. Atti del Convegno di Studio (Padova, 21-22 febbraio 2011). Antenor quaderni, 24 . Padova University Press, Padova, pp. 157-164. ISBN 978-88-9738-519-6

Full text disponibile come:

[img]
Anteprima
Documento PDF - Versione pubblicata
450Kb

Per gentile concessione di: http://www.padovauniversitypress.it/

Abstract (inglese)

Due to the excavations held in the Baptistery at the end of the passed century, as well as the more recent investigations and a re-analysis of the researches conducted in the same area in the past, is has been possible to establish that the Early Christian complex of Aquileia, at the beginning of the IV cent. A.D., was built upon a residential district rather than a stock houses area. It was placed between two cardines and its abandon was started at the end of the III cent. A.D. Even if is possible to assert that it was already existing at the end of the I cent. B.C. it's difficult to follow its changes through the years because of the presence of the more recent structures upon it. Because of the same problem it's difficult to recognize the room disposition within the houses, where large and narrow rooms with mosaic flooring are close one another. It seems that the individual houses were divided by long east-west walls, but we cannot establish so far if their main entrances were opened on the western or eastern road.

Abstract (italiano)

Quanto emerso a seguito delle indagini del battistero negli anni ‘Ottanta del secolo scorso nonché nel corso di più recenti interventi e la riconsiderazione di quanto noto dalle ricerche condotte nella prima metà del Novecento permettono di affermare che il complesso cristiano di Aquileia, edificato agli inizi del IV sec. d.C., sorgeva non già in una zona di magazzini portuali, ma in un quartiere abitativo attiguo ad essi, la cui dismissione almeno parziale va fatta risalire alla fine del III sec. d.C. Le vicissitudini dell’isolato, sicuramente già esistente alla fine del I sec. a.C. e compreso fra due cardini, sono solo parzialmente percepibili a causa delle modificazioni subite nel corso dei secoli, non ultima l’edificazione del complesso teodoriano. Anche l'articolazione interna delle domus è difficile da cogliere, a causa della presenza delle soprastanti strutture paleocristiane. Quanto visto, o meglio intravvisto, permette di ipotizzare l’esistenza di ambienti di dimensioni anche ragguardevoli, accanto a vani di ridotte dimensioni pavimentati a mosaico; non sono stati riconosciuti, finora, gli ambienti di servizio, sicuramente esistenti. È difficile, infine, valutare se le abitazioni, separate da strutture murarie con orientamento est-ovest, si aprissero sul cardine posto a occidente oppure su quello orientale, su cui per altro si affacciavano le primitive aule teodoriane.

Statistiche Download - Aggiungi a RefWorks
Tipo di EPrint:Contributo in Libro
Anno di Pubblicazione:2012
Informazioni aggiuntive:Per gentile concessione di Padova University Press (Padova). Le foto di reperti di proprietà dello Stato sono pubblicate su concessione del Ministero per i Beni e le Attività culturali, Soprintendenza per i Beni Archeologici del Friuli Venezia Giulia (Aut. del 24/02/2012, prot. n° 563/19). Tutti i diritti sono riservati. È vietata in tutto o in parte la riproduzione dei testi e delle illustrazioni.
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 10 - Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche > L-ANT/07 Archeologia classica
Struttura di riferimento:NON SPECIFICATO
Codice ID:5137
Depositato il:17 Set 2012 16:14
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Download statistics

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record