Go to the content. | Move to the navigation | Go to the site search | Go to the menu | Contacts | Accessibility

| Create Account

Oriolo, Flaviana (2012) Modi dell'abitare ad Aquileia: i rivestimenti parietali. [Book chapters] In: L'architettura privata ad Aquileia in età romana. Atti del Convegno di Studio (Padova, 21-22 febbraio 2011). Antenor quaderni, 24 . Padova University Press, Padova, pp. 243-261. ISBN 978-88-9738-519-6

Full text disponibile come:

[img]
Preview
PDF Document - Published Version
1292Kb

Per gentile concessione di: http://www.padovauniversitypress.it/

Abstract (english)

In this article are presented some of the results obtained with a project of complete re-analysis of wall-painting fragments preserved in the National Archaeological Museum of Aquileia. From a methodological point of view, aim of the project was the crosschecking of different kinds of investigation: in the case of Aquileia the integration between the complete catalogue of the fragments and the analysis of the rich archive documentation seems to be the only instrument apt to group the fragments and reconstruct the original contexts.
This kind of research has permitted to enlighten a situation much more complex and articulated than was so far believed, on the ground of localization. In this way it has been possible to re-qualify from a topographical point of view some of the already published wall decoration, which, together with newly presented items, contribute to give a new image of the roman private houses excavated during the past century. There are 19 private houses with wall paintings now: among them are areas which used to have a wall painting decoration which nowadays is not preserved any more, as can be argued by some notes on the roman city plan of 1864 by C. Baubela.

Abstract (italian)

Con questo intervento si intende fornire un contributo per un settore della ricerca che ad Aquileia ha conosciuto in anni recenti un grande interesse. Il fervore degli studi sull’edilizia privata della città nordadriatica, incoraggiati dalle potenzialità del ricco patrimonio archivistico del Museo Nazionale di Aquileia e dalle nuove acquisizioni, ha permesso di riorganizzare e ricomporre un quadro che offre i primi e importanti tasselli per la ricostruzione di quell’insieme integrato (architettura e apparato decorativo) del quale spesso ad Aquileia sfuggono i contenuti.
Per quanto riguarda i rivestimenti parietali, è stata sottolineata già in altre occasioni la situazione fortemente compromessa sia dal punto di vista del dato topografico che della restituzione dell’allestimento pittorico. Il lavoro di Irene Bragantini apparso nel 1989, dove veniva impostata la ricerca e venivano avanzate le prime osservazioni sull’artigianato artistico aquileiese, ha però aperto la strada a tutta una serie di contributi che hanno notevolmente ampliato il quadro documentario offrendo i primi significativi spunti di riflessione sui processi formativi e sulle peculiarità delle maestranze.
L’edizione di nuclei pittorici oggetto di nuove scoperte da parte di istituti universitari è stata affiancata ad un programma di ricerca in corso di svolgimento presso l’Università Cattolica di Milano che ha previsto la riconsiderazione del ricco patrimonio documentario conservato presso il Museo Archeologico, frutto di raccolte già avvenute tra la fine dell’Ottocento e gli inizi del Novecento e notevolmente incrementato dall’intensa attività sul campo realizzata da Giovanni Brusin. Tale progetto è stato indirizzato sotto il profilo metodologico verso l’incrocio di più strumenti di indagine: l’integrazione tra il censimento sistematico e l’analisi della ricca documentazione d’archivio si configura infatti come l’unico strumento di ricerca per un processo di rilettura che consenta di valutare le testimonianze pittoriche nel loro complesso e permetta di stimolare una riflessione generale sui sistemi parietali impiegati.

Statistiche Download - Aggiungi a RefWorks
EPrint type:Book chapters
Anno di Pubblicazione:2012
More information:Per gentile concessione di Padova University Press (Padova). Le foto di reperti di proprietà dello Stato sono pubblicate su concessione del Ministero per i Beni e le Attività culturali, Soprintendenza per i Beni Archeologici del Friuli Venezia Giulia (Aut. del 24/02/2012, prot. n° 563/19). Tutti i diritti sono riservati. È vietata in tutto o in parte la riproduzione dei testi e delle illustrazioni.
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 10 - Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche > L-ANT/07 Archeologia classica
Struttura di riferimento:UNSPECIFIED
Codice ID:5140
Depositato il:17 Sep 2012 16:14
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Download statistics

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record