Go to the content. | Move to the navigation | Go to the site search | Go to the menu | Contacts | Accessibility

| Create Account

Spanò, Antonia and Chiabrando, Filiberto and Rinaudo, Fulvio (2012) Contributi della geomatica ai temi delle ricerche archeologiche. Il caso dell'insula di via Gemina ad Aquileia. [Book chapters] In: L'architettura privata ad Aquileia in età romana. Atti del Convegno di Studio (Padova, 21-22 febbraio 2011). Antenor quaderni, 24 . Padova University Press, Padova, pp. 141-156. ISBN 978-88-9738-519-6

Full text disponibile come:

[img]
Preview
PDF Document - Published Version
1570Kb

Per gentile concessione di: http://www.padovauniversitypress.it/

Abstract (english)

The metric documentation of archaeological sites has achieved an high definement level. Traditional and innovative survey and collection data methods are used in site, urban and terrestrial scale documentation. There is still a lack of standards in cultural heritage survey and representation, and new information technologies applied in data collection and archiving require constant enhancement of data processing and storing.
The cooperation between the geomatics group of Politecnico of Torino and the archaeological researchers of University of Trieste has focused on via Gemina site in Aquileia; close range and land scale innovative survey methods has been adopted to fullfil an armonized 3D multiscale data archive.
Low-cost methodologies has been preferred to achieve good results by a more sustainable documentation process (digital photogrammetric products, based on image matching techniques, representing archaeological evidences and a satellite ortho-map of the whole urban area of Aquileia have been carried out and they are implemented in a multiscale 3D GIS).

Abstract (italian)

La documentazione metrica dei beni archeologici ha oggi raggiunto un elevato grado di definizione. Per i metodi di acquisizione, di elaborazione, i sistemi di aggiornamento e archiviazione organizzata dei dati (GIS), la rappresentazione e comunicazione dei risultati sono disponibili prassi consolidate quando non linee guida che supportano le fasi di progettazione degli interventi di rilevamento e fornitura dei risultati.
Nel percorso che condurrà all’adozione di standard condivisi, ci si confronta inoltre con l’evoluzione di metodi e strumenti del rilevamento, di quelli di gestione e condivisione dei risultati, che impone un continuo confronto tra i contenuti delle informazioni richieste e fornite.
Per i beni archeologici è estremamente rilevante la necessità di esplicitare la relazione spaziale reciproca di ogni dato con il riferimento all’ambiente e a tutte le altre manifestazioni naturali ed antropiche del territorio. Il presente contributo intende chiarire come la collaborazione sviluppata per la documentazione dello scavo di via Gemina, abbia operato nell’indirizzare la documentazione metrica alla georeferen-ziazione, all’armonizzazione dei sistemi di riferimento degli archivi di dati e disegni di epoche diverse, al carattere multi-scala della raccolta e gestione dati, ed ha operato infine nella direzione di impiego di sistemi di rappresentazione standardizzati.
Il complesso delle attività di rilevamento è stato orientato all’utilizzo di metodi di documentazione a basso costo, per rendere maggiormente sostenibile l’intero processo di conservazione e valorizzazione. Il versante dei dati a scala territoriale ha impiegato dati satellitari inquadrandoli in rigidi sistemi di reti topografiche riferite con modalità rigorose alla cartografia tecnica di riferimento. Nell’ambito del rilievo metrico di elevato dettaglio delle strutture domestiche, i moderni metodi della Fotogrammetria digitale hanno consentito la costruzione di banche dati 3D, dalle quali derivare sia elaborati bidimensionali sia modelli continui di superficie, che consentono rapide ed efficaci visioni d’insieme delle emergenze archeologiche.

Statistiche Download
EPrint type:Book chapters
Anno di Pubblicazione:2012
More information:Per gentile concessione di Padova University Press (Padova). Le foto di reperti di proprietà dello Stato sono pubblicate su concessione del Ministero per i Beni e le Attività culturali, Soprintendenza per i Beni Archeologici del Friuli Venezia Giulia (Aut. del 24/02/2012, prot. n° 563/19). Tutti i diritti sono riservati. È vietata in tutto o in parte la riproduzione dei testi e delle illustrazioni.
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 10 - Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche > L-ANT/07 Archeologia classica
Struttura di riferimento:UNSPECIFIED
Codice ID:5150
Depositato il:17 Sep 2012 16:14
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Download statistics

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record