Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

| Crea un account

Ceretta, Flavio (2013) Synthesis and characterization of fluorinated compounds for industrial applications. [Tesi di dottorato]

Full text disponibile come:

[img]
Anteprima
Documento PDF
3439Kb

Abstract (inglese)

The presence of fluorine atoms in the structure of an organic molecule alters in an extraordinary way its physico-chemical properties and the countless applications of organo-fluorine compounds are a strong testimony of it.
The unique properties of fluorinated surfaces (low surface tension, dielectric constant, friction coefficient) derive from the particular features of the C-F bond (Chapter 1).
Thanks to their exceptionally low intermolecular interactions, fluorinated compounds produce surfaces with very low interfacial energies which are hardly wet by aqueous and organic liquids, have anti-adhesive properties and low friction coefficients. Thanks to these unique properties fluoro-polymers play an important role in various fields of modern industry.
Fluorinated thermoplastic polymers endowed with high thermal stability, low dielectric constants, excellent chemical resistance, very low surface tensions have now become commonly used both in the industrial practice and in everyday life applications (non-stick cookware, waterproof and breathable fabrics, optical fibers, to name a few).
In 2006 the EPA (Environmental Protection Agency) demonstrated the bio-accumulative effects of several perfluoro organic compounds with long perfluoro alkyl chain (and their derivatives). This environmental aspect led to the progressive banning of all long chain fluorotelomers compounds within 2015 (Chapter 2). Many of these compounds are currently comprised in the candidate list for SHVC (substances of very high concern) enclosed in the CLP Regulation. As a consequence of these decisions companies involved in the manufacture and marketing of fluoro-compounds for surface treatment are replacing long perfluorinated alkyl compounds with shorter ones.
The shortening of the chain length of the fluorinated moiety has posed challenging technological issues because of the dramatic loss of performances.
The goal of researchers is to find new molecular solutions able to maintain the same performances of “old” long chain molecules with shorter compounds.
In this work the study of alternative fluorinated polymers, obtained by controlled radical polymerization techniques (Chapter 3) were investigated. In particular, the synthesis of fluoroalkyl styrene monomer with short fluorinated chain was carried out (Chapter 4) and the optimization of the synthesis of its precursor, 4’-nonafluorobutyl acetophenone, was also studied. The fluoroalkyl styrene monomer was polymerized by conventional radical polymerization and controlled radical polymerization (Chapter 5).
Further, the telomerization of polyvinylidene fluoride in presence of 1-iodoperfluorobutane and trifluoromethyl iodide as chain transfer agents were investigated. The telomers synthesized were characterized by NMR analyses and the structure of the telomers chains were determined (Chapter 6).

Abstract (italiano)

La presenza di atomi di fluoro all’interno di una molecola organica è in grado di alterarne le proprietà chimico-fisiche in modo significativo e le innumerevoli applicazioni dei composti fluorurati ne sono la prova.
Le proprietà superficiali dei composti fluorurati sono attribuibili alle particolari caratteristiche del legame C-F. (Capitolo 1).
Le basse interazioni intermolecolari proprie dei composti fluorurati conferiscono alle superfici proprietà chimico-fisiche uniche: difficile bagnabilità da parte di liquidi acquosi ed organici, spiccate proprietà anti-adesive e basso coefficiente d’attrito. I composti fluorurati giocano pertanto un ruolo importante in svariati ambiti dell’industria moderna. I polimeri termoplastici fluorurati sono dotati di alta stabilità termica, bassa costante dielettrica, eccellente resistenza chimica, bassissima tensione superficiale.
Nel 2006 l’EPA (Environmental Protection Agency) dimostrò gli effetti di bio-accumulo di diversi composti perfluoroorganici dotati di una lunga catena perfluoroalchilica (e relativi derivati). Gli aspetti ambientali hanno portato alla progressiva dismissione di tutte le molecole fluorocarburiche a catena lunga entro il 2015 (capitolo 2). Alcuni di questi composti sono già presenti nella candidate list per le SVHC (substances of very high concern) del Regolamento CLP.
In conseguenza di queste decisioni le aziende coinvolte nella produzione e commercializzazione di prodotti foluorurati hanno cercato di adeguarsi rimpiazzando i prodotti fluorurati a lunga catena fluorocarburica con prodotti a catena corta.
L’accorciamento della catena fluorocarburica ha posto un problema tecnologico legato alla perdita delle performance dei nuovi composti fluorurati. Lo scopo dei ricercatori è quello di sintetizzare nuove molecole, in grado di mantenere le stesse performance dei vecchi composti a catena lunga e che non ne presentino più le caratteristiche di bioaccumulo e tossicità.
In questo lavoro di ricerca si è studiata un’alternativa ai composti fluorurati a lunga catena per applicazioni superficiali utilizzando tecniche di polimerizzazione radicalica controllata di monomeri a corta catena fluorurata (Capitolo 3). In particolare, si è studiata la sintesi di un monomero fluoroalchil stirenico a catena fluorocarburica corta, ottimizzando la sintesi del suo precursore, il 4’-nonafluorobutil acetofenone (Capitolo 4). Il monomero fluoroalchil stirenico è stato quindi polimerizzato attraverso una reazione di polimerizzazione radicalica convenzionale e controllata (Capitolo 5).
Infine, si è studiata la telomerizzazione del vinilidene fluoruro in presenza di 1-iodoperfluorobutano e trifluorometilioduro come chain transfer agents. I telomeri sintetizzati sono stati caratterizzati attraverso misure di spettroscopia NMR, le quali hanno permesso di determinare la struttura delle catene (Capitolo 6).

Statistiche Download - Aggiungi a RefWorks
Tipo di EPrint:Tesi di dottorato
Relatore:Conte, Lino
Dottorato (corsi e scuole):Ciclo 25 > Scuole 25 > INGEGNERIA INDUSTRIALE > INGEGNERIA CHIMICA
Data di deposito della tesi:29 Gennaio 2013
Anno di Pubblicazione:Gennaio 2013
Parole chiave (italiano / inglese):composti fluorurati/fluorinated compounds
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 09 - Ingegneria industriale e dell'informazione > ING-IND/27 Chimica industriale e tecnologica
Struttura di riferimento:Dipartimenti > Dipartimento di Ingegneria Industriale
Codice ID:5702
Depositato il:28 Ott 2013 10:20
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Download statistics

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record