Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

| Crea un account

Brusadin, Alessandra (2013) Wittgenstein e Hanslick. Per una valutazione del formalismo musicale. [Tesi di dottorato]

Full text disponibile come:

[img]
Anteprima
Documento PDF
1375Kb

Abstract (inglese)

The present work aims at providing an evaluation of musical formalism, as it was intended by Eduard Hanslick in his treatise On the Musically Beautiful, in the light of Ludwig Wittgenstein's remarks on aesthetics and music. After a short historical introduction concerning the origins of the concept of absolute music within the framework of Romantic aesthetics and the writings of authors such as Wilhelm Heinrich Wackenroder, E. T. A. Hoffmann and Arthur Schopenhauer, I suggest a definition of formalism on the basis of Hanslick's account of music. I compare, then, Hanslick's view on music with Wittgenstein's reflections on music and aesthetics, referring to both Wittgenstein's early philosophy – especially to the Tractatus Logico-Philosophicus – and to the later writings – namely to the Philosophical Investigations and the Lectures on Aesthetics. The outcome of the comparison between Hanslick's and Wittgenstein's views on music leads the discussion to an evaluation of the plausibility of the dichotomy between formalism and anti-formalism, and to a reflection on the objects, aims and methods of aesthetics.

Abstract (italiano)


Obiettivo del presente lavoro è offrire una valutazione del formalismo musicale, così come è stato concepito da Eduard Hanslick nel Bello musicale, a partire dalle riflessioni sull'estetica e sulla musica di Ludwig Wittgenstein. Dopo una breve ricostruzione della storia del concetto di musica assoluta e del contesto storico-estetico in cui questo ha avuto origine – vale a dire l'estetica romantica della musica, rappresentata ai suoi esordi da autori come Wilhelm Heinrich Wackenroder, E. T. A. Hoffmann e Arthur Schopenhauer – viene proposta una definizione di formalismo in linea con le tesi contenute nel trattato di Hanslick. A partire da questa formulazione viene avviato un confronto fra la visione della musica hanslickiana e le riflessioni sulla musica e, in generale, sull'estetica di Wittgenstein, con riguardo tanto agli scritti della prima fase della produzione del filosofo – in particolare il Tractatus logico-philosophicus – quanto agli scritti della seconda fase – nello specifico le Ricerche filosofiche e le Lezioni sull'estetica. Le considerazioni sulle corrispondenze e divergenze che si possono scorgere fra il pensiero di Hanslick e quello di Wittgenstein aprono la discussione a una valutazione della plausibilità della dicotomia formalismo-antiformalismo e, in particolare, a una riflessione sulla direzione verso la quale l’estetica dovrebbe tendere per essere un momento di effettiva comprensione delle opere d’arte e del nostro rapporto con esse.

Statistiche Download - Aggiungi a RefWorks
Tipo di EPrint:Tesi di dottorato
Relatore:Tomasi, Gabriele
Dottorato (corsi e scuole):Ciclo 25 > Scuole 25 > FILOSOFIA > FILOSOFIA TEORETICA E PRATICA
Data di deposito della tesi:31 Gennaio 2013
Anno di Pubblicazione:31 Gennaio 2013
Parole chiave (italiano / inglese):Wittgenstein; Hanslick; formalismo musicale/musical formalism; estetica/aesthetics
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 11 - Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche > M-FIL/04 Estetica
Struttura di riferimento:Dipartimenti > Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata
Codice ID:5895
Depositato il:22 Ott 2013 09:35
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Download statistics

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record