Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

| Crea un account

Leonardi, G. (2012) Fusaiole €'œin forma di vaso'€ e produzioni femminili nella protostoria: un problema aperto. [Contributo in Libro] In: LA LANA NELLA CISALPINA ROMANA. Economia e Società. Studi in onore di Stefania Pesavento Mattioli. Atti del Convegno (Padova-Verona, 18-20 maggio 2011). Antenor Quaderni (27). Padova University Press, Padova, pp. 339-351. ISBN 978-8897385-30-1

Full text disponibile come:

[img]
Anteprima
Documento PDF - Versione pubblicata
7Mb

Abstract (inglese)

The author, on the base of the extreme variability in shapes of spindle whorls from Middle Bronze Age in pile-dwelling and '€œterramare' area, suggests that many of these spindle whorls can be interpreted as miniature fine vases if we look at the drawings upside down. This evidence, which lasts till Final Bronze Age after the collapse of the “terramare” system and, in Veneto, till Early Iron Age, suggests to the author that the women, who spin and weave, mirror these everyday tasks in their home-based pottery production, until she is replaced by specialized male craftsmen with potter'€™s wheel. As we find marks made by the handle of 'shovels'€ (paletta, typical female gravegood) impressed on loom weights before firing, it can be assumed that aristocrat women would shift from actual manufacturing of pottery to controlling its production.

Abstract (italiano)

L'autore, partendo dall'€™estrema variabilità della forma delle fusaiole a partire dal Bronzo medio in ambito palafitticolo-terramaricolo, in base a una serie di osservazioni, propone di vedere in un elevato numero di fusarole - osservandole per lo più capovolte rispetto a come di norma vengono pubblicate - la rappresentazione miniaturistica di vasi, soprattutto da mensa. Tale processo, che, dopo il crollo del sistema terramaricolo, perdura nel Bronzo Finale e in Veneto fino alla prima età del ferro, fa ipotizzare all'autore che la donna filatrice e/o tessitrice rifletta questa sua attività anche nella produzione casalinga della ceramica, fino a quando viene sostituita dall'artigianato specializzato con l'uso del tornio da maestranze maschili. Le tracce di impronte a crudo dei manici delle paletta in bronzo - tipica componente femminile nei corredi funebri - sui pesi da telaio può postulare che la donna aristocratica potesse essere passata dalla fabbricazione della ceramica al controllo della sua produzione.

Statistiche Download - Aggiungi a RefWorks
Tipo di EPrint:Contributo in Libro
Anno di Pubblicazione:Ottobre 2012
Parole chiave (italiano / inglese):Leonardi, Lana, Cisalpina romana, fusaiole, vaso, tornio
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 10 - Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche > L-ANT/01 Preistoria e protostoria
Struttura di riferimento:Dipartimenti > Dipartimento di Beni Culturali: archeologia, storia dell'arte, del cinema e della musica
Codice ID:6011
Depositato il:27 Feb 2013 13:03
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Download statistics

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record