Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

| Crea un account

Paderno, I. (2012) La lavorazione della lana in età romana: gli indicatori archeologici dalla provincia di Brescia. [Contributo in Libro] In: LA LANA NELLA CISALPINA ROMANA. Economia e Società. Studi in onore di Stefania Pesavento Mattioli. Atti del Convegno (Padova-Verona, 18-20 maggio 2011). Antenor Quaderni (27). Padova University Press, Padova, pp. 559-565. ISBN 978-8897385-30-1

Full text disponibile come:

[img]
Anteprima
Documento PDF - Versione pubblicata
1445Kb

Abstract (inglese)

Some archaeological finds potentially related to wool production and its processing come from the province of Brescia.
A relevant number of tools probably used for sheep shearing found in the sites of mountain valleys and in the southern lowlands can be counted among them.
Spinning tools are mainly rappresented by spindle whorls whose weight could be functional for the production of medium or medium-large yarn. All spinning tools are often discovered in funerary areas of the territory.
The catalogued loom-weights are recorded especially in the south-eastern plain and come from territorial settlements identified as probable rustic buildings or villae. Most of the collected loom-weights are shaped like a truncated pyramid with a round head and they also reveal a very high weight perhaps connected to the production of heavy wool fabrics.
Finally stone loom-weights have been documented in settlements subject to the process of Romanization and located only in Valle Camonica.

Abstract (italiano)

Dalla provincia di Brescia provengono alcuni reperti archeologici potenzialmente correlati alla produzione e alla lavorazione della lana.
Tra questi si conta un numero rilevante di cesoie, strumenti probabilmente utilizzati per la tosatura e rinvenuti nei siti delle valli montane e nella pianura meridionale. Gli strumenti da filatura, spesso scoperti in aree funerarie del territorio, sono principalmente rappresentati da fusaiole il cui peso potrebbe essere funzionale per la produzione di filati di dimensioni medio-grandi.
I pesi da telaio censiti provengono da insediamenti territoriali, edifici rustici o villae, per lo più concentrati nella pianura sud-orientale. La maggior parte dei pesi raccolti presenta una forma troncopiramidale a testa arrotondata e rivela valori ponderali elevati, forse connessi ad una particolare produzione di tessuti pesanti.
Infine in contesti soggetti al processo di romanizzazione e localizzati in Valle Camonica si sono documentati anche pesi da telaio in pietra.

Statistiche Download - Aggiungi a RefWorks
Tipo di EPrint:Contributo in Libro
Anno di Pubblicazione:Ottobre 2012
Parole chiave (italiano / inglese):Lana, Cisalpina romana, Paderno, Brescia, censimento, cesoie, fusarole, pesi da telaio
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 10 - Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche > L-ANT/07 Archeologia classica
Struttura di riferimento:Dipartimenti > Dipartimento di Beni Culturali: archeologia, storia dell'arte, del cinema e della musica
Codice ID:6036
Depositato il:27 Feb 2013 14:01
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Download statistics

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record