Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

| Crea un account

Marchetti, Lorenzo (2014) Early Permian vertebrate ichnofauna from South Alpine Region (Northern Italy): ichnosystematics, paleoecology and stratigraphic meaning. [Tesi di dottorato]

Full text disponibile come:

[img]
Anteprima
Documento PDF
7Mb

Abstract (inglese)

Studies on Early Permian tetrapod ichnofauna emphasized the scarcity of forms from Italian sites. A revision work on the entire collections revealed the presence of Hyloidichnus bifurcatus Gilmore, 1927 and Limnopus heterodactylus (King, 1845). The ichnoassociation now lists seven ichnogenera: Amphisauropus, Batrachichnus, Dromopus, Erpetopus, Hyloidichnus, Limnopus, Varanopus. These new data enlarge the ichnoceonosis, adding tracks of medium-size captorhinomorphs (Hyloidichnus) and temnospondyls (Limnopus) to the Italian ichnofauna, previously characterized by scarcity of predators and amphibians. Radiometric ages give a strong age constraint to the ichnoassociation (Early Kungurian), allowing useful correlations to contemporary successions all over the world. The main difference is the absence of Ichniotherium and Dimetropus, and this could have a stratigraphic or paleoenvironmental significance. The fauna is similar in the two main basins (Collio and Orobic Basins). It differs solely in the proportions between ichnotaxa, with a predominance of areoscelid traces (Dromopus) in the Collio Basin and of captorhinomorph traces (Erpetopus, Varanopus, Hyloidichnus) in the Orobic Basin. This datum could reflect slightly different environments, seasonal in the Collio Basin (alluvial plain) and more arid in the Orobic Basin (playa-like). The lack of some forms in smaller basins of the Athesian Volcanic Complex is probably due to a bias.

Abstract (italiano)

Gli studi sull'icnofauna a tetrapodi del Permiano inferiore hanno finora enfatizzato la scarsezza di forme dai siti italiani. Un lavoro di revisione sull'intera collezione ha rivelato la presenza di Hyloidichnus bifurcatus Gilmore, 1927 e di Limnopus heterodactylus (King, 1845). L'icnoassociazione ora comprende sette icnogeneri: Amphisauropus, Batrachichnus, Dromopus, Erpetopus, Hyloidichnus, Limnopus, Varanopus. Questi nuovi dati allargano l'icnocenosi, aggiungendo impronte di captorinomorfi (Hyloidichnus) e temnospondili (Limnopus) all'icnofauna italiana, prima caratterizzata da una scarsezza di predatori ed anfibi. Datazioni radiometriche danno una collocazione stratigrafica precisa all'icnoassociazione (Kunguriano inferiore), consentendo utili correlazioni con associazioni contemporanee di tutto il mondo. La differenza principale è la mancanza di Ichniotherium e Dimetropus, questo potrebbe avere un significato stratigrafico o paleoambientale. La fauna è simile nei due bacini principali (Bacini di Collio ed Orobico). Differisce solamente nelle proporzioni tra icnotaxa, con una predominanza di tracce di areoscelidi (Dromopus) nel Bacino di Collio e di tracce di captorinomorfi (Erpetopus, Varanopus, Hyloidichnus) nel Bacino Orobico. Questo dato potrebbe riflettere ambienti leggermente differenti, stagionale nel bacino di Collio (piana alluvionale) a più aridi nel bacino Orobico (ambiente di playa). La mancanza di alcune forme nei più piccoli bacini del Complesso Vulcanico Atesino è probabilmente dovuta ad una mancanza di dati.

Statistiche Download - Aggiungi a RefWorks
Tipo di EPrint:Tesi di dottorato
Relatore:Monari, Stefano
Dottorato (corsi e scuole):Ciclo 26 > Scuole 26 > SCIENZE DELLA TERRA
Data di deposito della tesi:31 Gennaio 2014
Anno di Pubblicazione:31 Gennaio 2014
Parole chiave (italiano / inglese):Vertebrate ichnology, Early Permian, Southern Alps
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 04 - Scienze della terra > GEO/01 Paleontologia e paleoecologia
Struttura di riferimento:Dipartimenti > Dipartimento di Geoscienze
Codice ID:6828
Depositato il:19 Mag 2015 17:37
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Download statistics

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record