Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

| Crea un account

Equestri, Alice (2014) "Armine... thou art a foole and knaue": The Fools of Shakespeare's Romances. [Tesi di dottorato]

Full text disponibile come:

[img]
Anteprima
Documento PDF
11Mb

Abstract (inglese)

My thesis analyses in detail the comic characters of Shakespeare's romances (Pericles, Cymbeline, The Winter’s Tale and The Tempest), in particular those created for Robert Armin, the leading comedian of the King's Men in the period. The first chapter focuses on the relationship between actor and role: after an introductory section where I give an overview of the life and works of Robert Armin along with the particular features of his clowning style as opposed to those of Will Kemp, his predecessor in Shakespeare’s company, I move on to consider the parts in the romances he was likely to have played in the early performances: Boult, Cloten, Autolycus and Caliban. In particular, I close-read the texts to highlight the clues pointing at Armin’s own person, physical characteristics, clowning style and outlook. The following chapters are devoted to a thorough discussion of each of the four characters, which are grouped according to their professions or social roles. So the second chapter examines the criminal fools in Pericles and The Winter’s Tale, where Boult and Autolycus are respectively a brothel male-bawd and an eclectic rogue. In the third chapter, then, we find Cloten and Caliban from Cymbeline and The Tempest, characters who display or are scorned for their real or alleged natural folly. In each case I consider the relationship between the role and Shakespeare’s sources as well as the influences from previous comic traditions, and the ways in which the character elicits laughter. An important part of the chapters, however, is dedicated to a contextualization of the characters in the social, historical and cultural environment of the period. So I analyse Boult as a representative of the flourishing economy of prostitution in early modern England and Autolycus as a multifarious mirror of the consequences deriving from masterlessness and vagrancy. With Cloten and Caliban, instead, I explore the theme of natural folly or congenital deficiency in medicine and society, considering how the texts describe their condition. Throughout the analyses I also seek to emphasise any additional links between the characters and the outlook of Robert Armin as expressed in his works, in order to give a further contribution to recent trends in research that view Shakespeare’s work as the result of a collaboration with his actors and in particular with his leading comedian. Finally, the conclusive chapter lists the analogies between the characters and the differences between them and the previous roles created for Armin in Shakespeare.

Abstract (italiano)

La mia tesi propone un’analisi dettagliata dei personaggi comici nei romances Shakespeariani (Pericles, Cymbeline, The Winter’s Tale e The Tempest) in particolare quelli creati appositamente per Robert Armin, attore comico di punta dei King’s Men in quel periodo. Nel primo capitolo traccio la presenza di Armin nei quattro testi, individuando cioè gli indizi che rimandano alla sua figura e alla tipologia di comicità tipica dei suoi personaggi precedenti in Shakespeare e di quelli presenti nelle sue stesse opere. I quattro personaggi creati per lui da Shakespeare vengono analizzati in profondità nei seguenti capitoli, raggruppandoli a seconda dei loro ruoli sociali o professioni. Nel secondo capitolo mi occupo dei fools criminali, considerando Pericles e The Winter’s Tale, dove i personaggi di Boult e Autolycus sono rispettivamente un ruffiano di bordello e un delinquente di strada. Nel terzo capitolo mi concentro invece sui personaggi che esibiscono o vengono discriminati per una reale od imputata deficienza congenita (natural folly): il principe Cloten in Cymbeline e Caliban in The Tempest. Per ciascun caso discuto il rapporto del personaggio con le fonti shakespeariane ed eventualmente con la tradizione comica precedente o contemporanea a Shakespeare, il ruolo all’interno del testo, e il modo in cui il personaggio suscita l’effetto comico. Una parte importante di questi due capitoli è dedicata ad un analisi storico-testuale dei personaggi in rapporto alla situazione storica dell’Inghilterra di fine Cinquecento/inizio Seicento per quanto riguarda lo sfruttamento della prostituzione, la criminalità derivante dal vagabondaggio (secondo capitolo, Boult e Autolycus), e la nozione di disabilità mentale in medicina e società (terzo capitolo, Cloten e Caliban). Nel corso dell’analisi dei personaggi cerco in particolare di evidenziarne le ambiguità e i tratti tragicomici, che sono importanti in relazione allo specifico genere drammatico a cui questi testi afferiscono. Inoltre, discuto la drammatizzazione dei personaggi in rapporto alla nozione di follia sia come depravazione nel tardo medioevo e nel rinascimento, sia come giocosa e risibile innocenza nei precedenti lavori di Robert Armin, cercando di dare ulteriore forza alle recenti linee di ricerca che vedono l’opera di Shakespeare come il risultato di una collaborazione con i suoi attori e in particolare con il suo comico principale. Il capitolo conclusivo raccoglie le analogie tra i quattro personaggi e mette a fuoco le differenze tra questi e i personaggi comici precedenti interpretati da Armin.

Statistiche Download - Aggiungi a RefWorks
Tipo di EPrint:Tesi di dottorato
Relatore:Petrina, Alessandra
Dottorato (corsi e scuole):Ciclo 26 > Scuole 26 > SCIENZE LINGUISTICHE, FILOLOGICHE E LETTERARIE > FILOLOGIE E LETTERATURE CLASSICHE E MODERNE
Data di deposito della tesi:10 Febbraio 2014
Anno di Pubblicazione:12 Febbraio 2014
Parole chiave (italiano / inglese):Shakespeare, fools, clowns, romances, Robert Armin, Pericles, Cymbeline, The Winter's Tale, The Tempest, underworld, natural folly
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 10 - Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche > L-LIN/10 Letteratura inglese
Struttura di riferimento:Dipartimenti > Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari
Codice ID:6859
Depositato il:12 Nov 2014 13:28
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Download statistics

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record