Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

| Crea un account

Bisetto, Alberto (2015) Enhancement of single- and two- phase heat transfer: inside heat generators. [Tesi di dottorato]

Full text disponibile come:

[img]Documento PDF (Tesi di Dottorato Alberto Bisetto) - Versione pubblicata
Tesi non accessible fino a 28 Gennaio 2018 per motivi correlati alla proprietà intellettuale.
Visibile a: nessuno

6Mb

Abstract (inglese)

Heat generators are actually the most used system for producing domestic heat and hot water. These systems are most commonly fire tube heat generators, which consist in a shell-and-tube heat exchanger with the flue gases produced by a stationary combustion process flowing inside the tubes, and the secondary fluid, i.e. water, located in the shell.
The first Chapter of this Thesis presents an experimental and theoretical analysis of the working conditions of a three pass fire tube heat generator, while operating both in stationary and transient regimes. In the literature, at the best of the author’s knowledge, very limited research is published on such systems.
Experimental tests were performed varying heat generator working conditions as well as inserting or not turbulence generator inserts inside the tube composing the last flue gases pass.
A dynamic MatLab/Simulink model for the fire tube heat generator is presented. This has been validated using the new experimental dataset. The model is characterized by a subsystem structure which makes it easily adaptable to different geometries, and it can be used to predict the behavior of heat generators working in stationary and transient conditions.
Heat generators performances can be increased by enhancing heat transfer between the flue gases and the water inserting turbulence generators in the tube where the combustion products flow. In particular, inserting turbulators inside the last pass of fire tube heat generators leads to an increase of the system efficiency, due to reduced flue gases exit temperature which implies reduced thermal losses at the chimney. Thus, single phase heat transfer enhancement by means of turbulence generator inserts is an important field of research for the heat transfer industry.
However, it must be kept in mind that the convective heat transfer coefficient enhancement due to the turbulators presence is associated with an augmentation of the frictional losses in the system, thus both factors have to be taken into account when evaluating inserts performances.
In the second part of the present Thesis, after a review of the most common solutions presented in the literature, performance enhancement of turbulators geometries actually used by the heat generators manufacturers is evaluated by means of CFD simulations. Effects of several geometrical parameters, such as turbulator position inside the tube and pipe diameter, are analyzed with the simulations. Equations for predicting the inserts working conditions are presented. Finally, a modified geometry is presented with the aim of proposing a solution with enhanced thermal and frictional characteristics.
By recovering the latent heat in the exhaust products coming out from the heat generator it is possible to achieve extremely high system efficiencies. Thus, two-phase heat transfer is a field of interest in the heat generators industry.
During pure steam condensation the mayor resistance to the thermal transport is associated to the condensate layer which forms at the wall. Reducing, or eventually removing, the liquid film thickness at the wall will thus lead to an enhancement of the condensation heat transfer coefficient, increasing the heat transfer per unit area. This means the possibility to get higher performances of the system maintaining the same geometry, or to reduce the heat transfer area (thus the system cost) maintaining the same net effect.
The last Section of the present Thesis is focused on the enhancement of the condensation heat transfer coefficient by means of nano-engineered surfaces. Effect of surface wetting properties on the condensation process and performance is analyzed by studying the behavior of conventional, superhydrophilic, hydrophobic and superhydrophobic surfaces during pure steam flow condensation at different mass velocities. The aim of the research is to remove (dropwise condensation mode) or eventually reduce (filmwise condensation mode) the condensate layer over the wall during the two-phase process, by acting on surface superficial characteristics, as well as to evaluate the effect of surface roughness on the filmwise condensation heat transfer coefficient.

Abstract (italiano)

I generatori di calore sono attualmente i sistemi più utilizzati nelle applicazioni di riscaldamento domestico. Questi sono di norma generatori di calore a tubi di fumo, i quali consistono in uno scambiatore a fascio tubiero in cui i fumi prodotti da un processo di combustione stazionaria fluiscono all’interno dei tubi, mentre il fluido secondario, comunemente acqua, si trova nel mantello.
Nel primo Capitolo di questa Tesi viene presentata un’analisi sperimentale e teorica del funzionamento di un generatore di calore a tre giri di fumo, operante sia in condizioni stazionarie che in condizioni dinamiche. In letteratura è estremamente difficile trovare dati teorici e sperimentali riguardanti questi sistemi.
Le prove sperimentali sono state svolte variando le condizioni di lavoro del generatore di calore e lavorando sia con che senza generatori di turbulenza all’interno dei tubi che compongono l’ultimo passaggio del sistema.
Un modello dinamico, sviluppato in ambiente MatLab/Simulink, del generatore di calore a tre giri di fumo è quindi presentato in questo elaborato. Il modello è caratterizzato da una struttura a sotto-sistemi che lo rende facilmente adattabile a geometrie diverse, e può essere utilizzato per predirre il comportamento dei generatori di calore durante funzionamento in regime stazionario o dinamico.
Le prestazioni dei generatori di calore possono essere incrementate aumentando lo scambio di calore tra i gas combusti e l’acqua attraverso l’inserimento di generatori di turbulenza nei tubi dove fluiscono i gas. In particolare, l’inserimento di turbulatori all’interno dell’ultimo passaggio dei fumi nei generatori di calore comporta un aumento dell’efficienza globale del sistema, per via della minore temperatura di uscita dei gas che si riflette in minori perdite al camino. Per questo motivo, l’aumento dello scambio termico monofase attraverso l’inserimento di generatori di turbulenza è un importante ambito di ricerca per l’industria dei generatori di calore.
Ad ogni modo, è importante considerare che ad un aumento del coefficiente di scambio termico è associato un incremento delle perdite di carico per attrito nel sistema, ed entrambi gli elementi devono essere considerati nel valutare le prestazione dei turbulatori.
Nella seconda parte di questo elaborato, dopo aver presentato una review delle soluzioni più comuni in letteratura, sono analizzate attraverso simulazioni CFD le prestazioni delle geometrie attualmente utilizzate nei generatori di calore. Gli effetti di diversi parametri geometrici, come la posizione del turbulatore all’interno del tubo e il diametro dello stesso, sono stati analizzati. Inoltre, attraverso le simulazioni si sono ricavate delle equazioni predittive del comportamento degli inserti. In ultimo è proposta una modifica alle geometrie attuali al fine di proporre una soluzione più performante.
L’efficienza dei generatori di calore può essere incrementata attraverso la condensazione del vapore presente nei gas combusti allo scarico. Per questo, lo studio dello scambio termico bifase è di interesse per l’industria dei generatori di calore.
Durante il processo di condensazione del vapore la maggior parte della resistenza termica è localizzata nel condensato che si forma a contatto con la superficie fredda. Riducendo, o eventualmente annullando, lo spessore del film di liquido alla parete si possono quindi ottenere coefficienti di scambio termico bifase estremamente elevati, incrementando quindi il flusso termico specifico scambiato. Questo permetterebbe di incrementare le performance del sistema a parità di geometria, o di ridurre l’area di scambio (e quindi i costi del generatore di calore) a parità di effetto utile.
Per questo, nell’ultimo Paragrafo di questa Tesi si analizza l’incremento del coefficiente di scambio termico durante condensazione di vapore su superfici nano-ingegnerizzate. L’effetto delle proprietà di bagnabilità delle superfici sulla modalità e sulle prestazioni del processo di condensazione è studiato analizzando il comportamento di superfici convenzionali, superidrofiliche, idrofobiche e superidrofobiche durante condensazione di vapore puro fluente a diverse velocità. Lo scopo della ricerca è di rimuovere (condensazione a gocce) o ridurre (condensazione a film con scivolamento del condensato) il film di liquido che si forma durante il processo bifase, agendo sulle proprietà della superficie, e di valutare l’effetto della rugosità superficiale sul coefficiente di scambio durante condensazione a film.

Aggiungi a RefWorks
Tipo di EPrint:Tesi di dottorato
Relatore:Del Col, Davide
Dottorato (corsi e scuole):Ciclo 27 > scuole 27 > INGEGNERIA INDUSTRIALE > INGEGNERIA DELL' ENERGIA
Data di deposito della tesi:28 Gennaio 2015
Anno di Pubblicazione:28 Gennaio 2015
Parole chiave (italiano / inglese):Heat generator, fire tube, single-phase heat transfer, two-phase heat transfer, turbulators, nanoengineered surfaces
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 09 - Ingegneria industriale e dell'informazione > ING-IND/09 Sistemi per l'energia e l'ambiente
Area 09 - Ingegneria industriale e dell'informazione > ING-IND/10 Fisica tecnica industriale
Struttura di riferimento:Dipartimenti > Dipartimento di Ingegneria Industriale
Codice ID:7641
Depositato il:16 Nov 2015 12:00
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record