Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

| Crea un account

Brotto, Lucio (2015) Influence of corporate responsibility on financial return in forest plantations: case studies from South America, South East Asia and Africa. [Tesi di dottorato]

Full text disponibile come:

[img]
Anteprima
Documento PDF (Lucio Brotto PhD Thesis) - Versione sottomessa
4059Kb

Abstract (inglese)

Investments in planted forests in emerging markets are increasing and investors are looking for Sustainable and Responsible Investments (SRI) to integrate Environmental, Social And Governance (ESG) into the investment process.
This study is presenting a first attempt to develop a framework to evaluate the ESG performance of investments in planted forests and to identify relations between the use of SRI tools and the financial performance of investments in planted forests.
The analysis of 121 investments in planted forests allowed the identification of 339 organizations and 50 SRI tools (e.g.: management and investment standards, investment rating) operating with investments in planted forests in emerging markets. The analysis of the 50 SRI tools resulted in the definition of a ESG Reference Document including 155 issues. These issues were organized into an ESG Risk Assessment and have been tested in 12 case studies evenly distributed between Uganda, Cambodia and Vietnam.
The results suggest that the most common instruments are management standards (e.g.: FSC), bank investment policies (e.g.: ABN AMRO Forest and Plantation Policy) and investment rating systems (e.g.: FairForest). The majority of the SRI tools have a broad sectoral approach and are managed by business organizations. Investors are using more than 30 SRI tools but these are characterized by a low level of control such as signature and/or participation or at the most a conformity declaration. On the contrary plantation companies are using less instruments but with top level of control such conformity assessment and certification.
Aspects related to “Legal and Institutional framework” and “Environment” are the most represented inside SRI tools. On the contrary aspects such as “Minimum percentage of protected areas”, “Poverty reduction” and “Prevention of encroachment” are not only the less frequent issues but also the less controlled issues by SRI tools.
The Gold Standard and the Forest Stewardship Council are the SRI tools with the highest performance among the 50 SRI tools analysed.
The ESG Risk Assessment allows to identify the most important 25 issues and reveals that SRI tools are focusing on issues that on-the-ground are not the major risk sources. This is the case of “Third party certification” and “High Conservation Value Forests” (HCVFs). Few exemptions where SRI tools are properly identifying the major risks are “Tenure rights”, “Health and safety of workers” and “Social impact assessment”. Climate change impacts, long term financial sustainability, poverty reduction and encroachment are ranked as the most dangerous sources of risk across the 12 case studies.
SRI tools are positively influencing the risk mitigation, accounting for a percentage of risk mitigation that ranges from 34.31 till 60.63%. FSC certification was often reported by projects’ stakeholders as a key instrument to mitigate risk of investments in planted forests.

Abstract (italiano)

Gli investimenti in piantagioni forestali nei mercati emergenti sono in aumento e gli investitori sono alla ricerca di Investimenti Sostenibili e Responsabili (SRI) per integrare le problematiche Ambientali, Sociali e di Governance (ESG) nel processo di investimento.
Questo studio presenta un primo tentativo di sviluppo di un sistema di valutazione della performance in termini di ESG degli investimenti in piantagioni forestali e di identificare le relazioni tra l'uso di strumenti di SRI e il rendimento finanziario degli investimenti.
L'analisi di 121 investimenti in piantagioni forestali ha permesso l'identificazione di 339 organizzazioni e 50 strumenti di SRI (es.: standard per la gestione delle piantagioni e degli investimenti, strumenti di rating degli investimenti) che operano con investimenti in piantagioni forestali nei mercati emergenti. L'analisi dei 50 strumenti di SRI ha portato alla definizione di un Documento di Riferimento ESG che comprende una lista delle 155 problematiche riscontrabile nel processo di investimento. Queste problematiche sono state organizzate in un ESG Risk Assessment e sono state testate in 12 casi di studio distribuiti uniformemente tra Uganda, Cambogia e Vietnam.
I risultati suggeriscono che i strumenti di SRI più comunemente utilizzati sono gli standard per la gestione delle piantagioni (es.: FSC), le politiche di investimento delle banche (es.: ABN AMRO Forest and Policy Plantation) e I sistemi di rating degli investimenti (es.: Fairforest). I strumenti di SRI hanno per lo più un ampio approccio settoriale e sono gestiti da organizzazioni con finalità di lucro. Gli investitori utilizzano più di 30 strumenti di SRI, ma questi sono caratterizzati da bassi livelli di controllo come la firma e/o la partecipazione o la dichiarazione di conformità. Al contrario, le aziende forestali utilizzano un numero inferiore di strumenti ma questi sono caratterizzati da sistemi di controllo di livello superiore, come ad esempio la valutazione della conformità e la certificazione.
Le problematiche relative ad "Aspetti legali ed istituzionali" e all’ "Ambiente" sono le più frequenti all'interno degli strumenti di SRI. Al contrario, le problematiche quali "Percentuale minima di aree protette", "Riduzione della povertà" e "Prevenzione dell’encroachment" non solo sono meno frequenti, ma risultano essere quelle meno controllate dagli strumenti di SRI.
Il Gold Standard e il Forest Stewardship Council sono gli strumenti SRI con le migliori prestazioni tra i 50 strumenti di SRI analizzati.
Il ESG Risk Assessment applicato nei 12 casi studio ha permesso di identificare le 25 problematiche più importanti e rivela come gli strumenti di SRI si concentrino su problematiche che in termini operativi non sono le principali fonti di rischio. Questo è per esempio il caso della "Certificazione di parte terza" e delle "Foreste ad Alto Valore di Conservazione" (HCVFs). Fanno eccezione le problematiche legate a “Diritti di proprietà”, “Salute e salvaguardia dei lavoratori” ed “Valutazione dell’impatto Sociale” che sono largamente trattate dai strumenti di SRI. I fattori di rischio maggiori riscontrati nei 12 casi studio sono gli impatti dei cambiamenti climatici, la sostenibilità finanziaria, la riduzione della povertà e l’encroachment.
L’utilizzo degli strumenti di SRI permette di aumentare la mitigazione del rischio fino a valori tra il 34.31 ed il 60.63%. I stakeholders intervistati dichiarano che la certificazione FSC è lo strumento chiave per la riduzione dei rischi negli investimenti in piantagioni forestali.

Statistiche Download - Aggiungi a RefWorks
Tipo di EPrint:Tesi di dottorato
Relatore:Pettenella, Davide Matteo
Correlatore:Pretzsch, Jürgen
Dottorato (corsi e scuole):Ciclo 27 > scuole 27 > TERRITORIO, AMBIENTE, RISORSE E SALUTE
Data di deposito della tesi:30 Gennaio 2015
Anno di Pubblicazione:30 Gennaio 2015
Parole chiave (italiano / inglese):investments, planted forests, sustainability, certification
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 07 - Scienze agrarie e veterinarie > AGR/01 Economia ed estimo rurale
Struttura di riferimento:Dipartimenti > Dipartimento Territorio e Sistemi Agro-Forestali
Codice ID:7812
Depositato il:16 Nov 2015 14:53
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Download statistics

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record