Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

| Crea un account

Zanetto, Serena (2016) Tecniche costruttive, ciclo edilizio e spostamento di maestranze nel Medio-Alto Adriatico, nei secc. VIII-XI. L'alto medioevo visto attraverso le chiese. [Tesi di dottorato]

Full text disponibile come:

[img]Documento PDF
Tesi non accessible per motivi correlati alla proprietà intellettuale.
Visibile a: nessuno

54Mb

Abstract (inglese)

The goal of this project was to analyse the construction techniques and the building cycle of masonry architecture in the coasts of Upper-Middle Adriatic sea, during the Early Middle Ages (VIII-XI century), studying the churches. Indeed, this geografical area was an important contact point of different building traditions, located between the continental Europe and the byzantine world.
Fifteen architectural complexes or single buildings, among the most significant and interesting, have been analysed, and new stratigraphic interpretations have been proposed. Then, others themes have been investigated, searching comparison with similar buildings. The themes investigated were: geometries and units of measurement to draw the plan; types of plan; techniques of building walls; structural elements (such as vaults, pillars, buttresses) and architectural ones (doors, windows, blind arches). In this way, virtually it has been possible 'to enter' inside the building sites and to reflect on technological knowledge of workers. Above all, the transfer of workers during the Early Middle Ages, and the contacts between the high patronage in a long distance, have been discussed.

Abstract (italiano)

L'obbiettivo del progetto è stato quello di analizzare le tecniche costruttive e di conoscere il ciclo produttivo dell'edilizia in muratura nell'Alto Adriatico e in Dalmazia, nei secoli altomedievali (VIII - inizio XI secolo), attraverso il punto di vista privilegiato rappresentato dai luoghi di culto. L'area geografica si caratterizza per essere infatti un punto di contatto di tradizioni costruttive diverse, poiché cerniera tra il mondo continentale europeo e quello bizantino.
Sono stati presi in esame quindici complessi architettonici o singoli edifici tra i più significativi, e per ognuno è stata proposta una rilettura della sequenza stratigrafica. Sono quindi state approfondite una serie di tematiche allargando il confronto anche ad altri contesti. I temi trattati sono stati: le geometrie e le unità di misura impiegate per tracciare la pianta; le tipologie planimetriche; le tecniche murarie; le tipologie di elementi strutturali (come volte, pilastri, contrafforti) e di elementi architettonici (porte, finestre, archeggiature cieche). Ciò ha permesso di 'entrare' virtualmente nei cantieri di costruzione e di riflettere sul bagaglio tecnologico di cui erano in possesso le maestranze. In questo modo, sono state inoltre ricostruite le dinamiche della mobilità delle maestranze nell'alto medioevo e i contatti intercorsi tra le gerarchie al potere, anche sulle lunghe distanze.

Aggiungi a RefWorks
Tipo di EPrint:Tesi di dottorato
Relatore:Brogiolo, Gian Pietro
Dottorato (corsi e scuole):Ciclo 28 > Scuole 28 > STORIA, CRITICA E CONSERVAZIONE DEI BENI CULTURALI
Data di deposito della tesi:29 Gennaio 2016
Anno di Pubblicazione:Gennaio 2016
Parole chiave (italiano / inglese):chiese altomedievali, cantiere edilizio, tecniche costruttive, Alto e Medio Adriatico / early medieval churches, building site, construction techniques, Upper and Middle Adriatic
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 10 - Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche > L-ANT/08 Archeologia cristiana e medievale
Struttura di riferimento:Dipartimenti > Dipartimento di Beni Culturali: archeologia, storia dell'arte, del cinema e della musica
Codice ID:9401
Depositato il:06 Ott 2016 15:12
Simple Metadata
Full Metadata
EndNote Format

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record