Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

| Crea un account

Politiche di copyright

L'autore detiene la proprietà intellettuale sui documenti da lui stesso prodotti, proprietà che si instaura al momento della creazione del lavoro. L'autore che deposita i propri documenti in Padua@research mantiene su di essi i diritti d'autore, ai sensi della normativa vigente.

L'autoarchiviazione o self archiving è la pratica che consente di rendere disponibile il proprio lavoro di ricerca in un archivio istituzionale secondo le logiche dell'open access.

In sintesi:
  • L'autore può procedere all'autoarchiviazione senza problemi e senza autorizzazioni d'altri nei seguenti casi:
    • Se il lavoro che sta depositando è un preprint, un inedito, un lavoro non ancora sottomesso a una rivista
    • Se non ha sottoscritto con un editore o altra figura un contratto di cessione o trasferimento dei diritti
    • Se l'editore è tra quelli che consentono l'autoarchiviazione. Ad oggi oltre il 84% degli editori consente l'autoarchiviazione. Consultare la banca dati SHERPA - Publisher copyright policies and self- archiving (politiche editoriali in merito all'autoarchiviazione)
  • Se l'autore ha già sottoscritto (o prevede di sottoscrivere) con un editore o altra figura un contratto di cessione o trasferimento del copyright, prima di procedere all'autoarchiviazione:
    • per i contratti già firmati che non prevedono il consenso all'autoarchiviazione dovrà richiedere all'editore che il contratto venga modificato in modo tale da consentire l'autoarchiviazione, inserendo questo modello di clausola:
      Modello di clausola

       "Delego a [l'editore o la rivista] tutti i diritti di vendere o di cedere il testo (su carta o on line) del mio articolo [titolo dell'articolo]. Conservo solo il diritto di diffonderlo gratuitamente a fini scientifici o didattici, in particolare il diritto di auto-archiviarlo pubblicamente on line sul Web."

    • per i nuovi contratti dovrà far inserire una clausola che preveda il consenso all'autoarchiviazione (modello di contratto: DRAFT Leicester University's Licence granting first commercial publication rights
  • Se l'editore non dovesse accettare la clausola di consenso all'autoarchiviazione l'autore potrà comunque depositare nell'archivio il preprint e, separatamente, aggiungere in archivio il file di corrigenda, connesso al preprint.
  • Se l'editore impedisse esplicitamente anche l'autoarchiviazione del preprint l'autore potrà comunque depositarlo applicando però delle restrizioni all'accesso.

Sono disponibili la Guida per l'autore e l'Addendum al contratto editoriale di SPARC, Scholarly Publishing and Academic Resources Coalition, che da anni lavora per ottenere un maggiore equilibrio nel sistema di pubblicazione scientifico.

Licenze Jisc e Surf Foundation:

Consulta i documenti prodotti dal Progetto Europeo RoMEO:

Consulta anche il documento sull'Open Access della Cornell University Keeping your copyright for content producers

Antonella De Robbio "Accesso Aperto e copyright: il copyright scientifico nelle produzioni intellettuali di ricerca"

Antonella De Robbio“La gestione dei diritti lungo le vie dell’accesso aperto: prospettive a dieci anni di distanza"