Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

| Crea un account

Politiche di deposito

Padua@research è un archivio istituzionale per il deposito dei lavori di ricerca prodotti dall'Università degli studi di Padova, finalizzato ad archiviare e a rendere accessibile e consultabile liberamente in rete la produzione intellettuale del personale dell'Ateneo.

Chi può depositare in Padua@research?

Possono depositare i propri documenti in Padua@research docenti, ricercatori, dottorandi e tutti gli studiosi che afferiscono, a vario titolo, all'Università degli studi di Padova. Gli autori, previa registrazione, possono depositare direttamente i propri documenti nell'archivio impegnandosi a consentirne il libero accesso. Per casi particolari è prevista la possibilità di applicare restrizioni all'accesso. I documenti depositati saranno sottoposti ad un controllo di tipo esclusivamente formale, limitatamente al tipo di formato elettronico utilizzato e ai dati catalografici, da parte dello staff di Padua@research, che provvederà successivamente a rendere pubblico il documento.

Come avviene il processo di deposito?

Il deposito di un documento nell'archivio viene effettuato direttamente dall'autore mediante una procedura guidata semplice e lineare. Lo staff bibliotecario di Padua@research è a disposizione degli autori per qualsiasi problema o richiesta di chiarimenti.

Quali documenti possono essere depositati?

Può essere depositato in Padua@research qualsiasi documento scientifico o tecnico derivante dall'attività di ricerca, purchè redatto in forma compiuta e in un formato adeguato alla messa in rete. Possono essere depositati documenti inediti/non valutati, in corso di pubblicazione, già pubblicati/valutati. Per documenti si intendono: articoli di periodici, contributi in opere collettive, contributi a convegni, rapporti tecnici, documenti di lavoro, progetti, oltre alle tesi di dottorato prodotte nel nostro Ateneo. I documenti possono essere in qualsiasi lingua ma si suggerisce di redigere abstract e parole chiave anche in lingua inglese, oltre che nella lingua originale del documento, per favorirne la visibilità a livello internazionale in quanto ricercabili dai motori di ricerca di tutto il mondo. NON devono essere depositati né materiali didattici né lavori che rientrano sotto la tutela dei brevetti di tipo industriale.

Gli autori che depositano i loro documenti in Padua@research mantengono i diritti d'autore sulle loro opere, ai sensi della normativa vigente.

Per maggiori informazioni sull'archivio vai alla pagina dell'Archiviazione
Per le problematiche legate al copyright leggi le Politiche di copyright